Risultato finale

6 Dicembre 2001 21:00

Inter
27' (2t) Vieri
4' (2t) Kallon
34' Vieri
15' Vieri
Ipswich
33' (2t) ARMSTRONG (R)
arbitro Alain Sars / guardalinee Poudevigne, Lagrange / 4° uomo Glochon
Minuti Cronaca
45' Due minuti di recupero assegnati dal quarto uomo.
43' Reidersson coplisce con una gomitata Okan al volto.
38' Kallon costringe Sereni ad un intervento prodigioso su un tiro dal limite dopo un contropiede micidiale
34' GOOOOOOL! Vieri sfrutta un rimpallo in area e segna il raddoppio. Andiamo!
33' Zanetti s'invola e viene fermato fallosamente da Wright
27' Kallon cade in area. Palla piena dice l'arbitro.
25' Zanetti tira da fuori area. Sereni si oppone di piede.
23' Vieri cerca il raddoppio con un Euro gol parato da Sereni al momento di varcare la linea di porta
20' Vieri vicino al raddoppio. Scivola al momento di calciare. peccato
15' GOOOOOOOOL! Vieri colpisce di testa e segna. Come domenica!
13' Di Biagio colpisce di testa su angolo dalla sinistra. Palla bloccata sulla linea
5' Kallon, su assist di Vieri, inquadra la porta. Sereni neutralizza
2' Finidi conquista un calcio d'angolo calciando contro Cordoba in area nerazzurra
1' Parte la gara, battono gli inglesi.
Minuti Cronaca
48' E' Finita. Si va avanti in Europa. E allora!!!
45' 3 minuti di recupero indicati dal quarto uomo.
45' Conceiçao entra al posto di Emre
45' Ronie cerca il gol in tuffo di testa. Fuori di poco
42' Ammonito Makin per fallo su Cordoba
37' Ammonizione per Di Biagio reo di aver colpito il pallone con la mano mentre stava cadendo
35' Ammonito Gresko
34' Esce Vieri per Ronaldo
33' Batte il rigore Armstrong. Gol
32' Zanetti tocca la palla con un braccio in area. L'arbitro assegna il rigore
28' Esce Magilton per Peralta
27' GOOOOOOOOOL! E' poker. Ancora Vieri va in profondità, salta il portiere e deposita in rete
18' Occasionissima per Vieri servito da Kallon che solo davanti a Sereni si fa bloccare la conclusione. Bravo e fortunato il portiere italiano degli inglesi
16' Esce Finidi per Counago
14' Conclusione sottomisura di Di Biagio deviata alta sulla traversa da Sereni
4' GOOOOOOOOOOL! Lancio in profondità di Di Biagio e ponte di Vieri per Kallon che anticipa l'uscita di Sereni e manda in rete.
3' Inizia il secondo tempo. Gli inglesi sostituiscono Naylor con Armstrong.
2' Finisce il primo tempo. 2-0 per i nerazzurri.
1' Vieri inspiegabilmente ammonito.
Di Biagio
7.11
7.11
Ronaldo
8.2
8.2
Vieri
8.91
8.91
Zanetti
7.61
7.61
Cordoba
6.63
6.63
Farinos
6.53
6.53
Gresko
6.44
6.44
Guglielminpietro
6.51
6.51
Emre
8.02
8.02
Conceiçao
6.35
6.35
Okan
8.25
8.25
Toldo
7.01
7.01
Kallon
7.41
7.41
Media squadra 7.31
14 tiri porta 3
3 tiri fuori 4
16 falli fatti 13
7 angoli 4
3 fuorigioco 3
00 possesso 00
I precedenti Inter - Ipswich

Secondo confronto ufficiale assoluto fra le due squadre dopo il match di andata perduto dall’ Inter per 1-0 con la rete di Armstrong.

I precedenti Inter - Inghilterra

L’Inter è al suo decimo doppio confronto ad eliminazione diretta contro una formazione inglese e fino a questo momento ha ottenuto 4 qualificazioni (1-0 e 0-0 contro l’ Everton nella coppa Campioni 63/64, 3-0 e 1-3 contro il Liverpool nella coppa Campioni 64/65, contro l’ Aston Villa nella coppa Uefa 90/91, 3-0 e 0-2, contro il Norwich nella coppa Uefa 93/94 con doppio successo interista per 1-0) e 5 eliminazioni (coppa delle Fiere-Uefa 1958 contro il Birmingham, 0-0 a Milano, 1-2 in Inghilterra, coppa delle Fiere-Uefa 1960/61 ancora contro il Birmingham con doppia sconfitta interista per 2- 1, coppa delle Fiere-Uefa 70/71 contro il Newcastle, 1-1 e 0-2, coppa Uefa 94/95 contro l’ Aston Villa, reciproca vittoria interna per 1-0 ed eliminazione nerazzurra ai rigori e Champions League 98/99 contro il Manchester Utd, 1-1 e 0- 2). La gara di andata contro l’ Ipswich è stata vinta dal club britannico per 1-0. Il bilancio dei 19 incontri disputati è di 6 vittorie nerazzurre, 4 pareggi e 9 sconfitte. A questi incontri vanno aggiunte 4 partite di Angloitaliano (edizione 1970/71) in cui il bilancio dei nerazzurri è stato di 1 vittoria, 2 pareggi ed 1 sconfitta nelle gare contro Crystal Palace e West Brownich Albion.

I precedenti Ipswich - Italia

L’Ipswich trova, nelle tradizionali eurocoppe, una squadra italiana per la quarta volta. Nei tre doppi confronti era stata sorteggiata contro il Milan nella coppa Campioni 1962/63 (3-0 rossonero a San Siro all’ andata, 2-1 per i britannici in casa nel ritorno), contro la Lazio nella coppa Uefa 1973/74 (vittoria inglese all’ andata in casa 4-0 e sconfitta all’ Olimpico per 4-2) e contro la Roma nella coppa Uefa 1982/83 (3-0 giallorosso all’ andata all’ Olimpico, 3-1 britannico nel ritorno in casa): in bilancio due qualificazioni italiane (Milan e Roma) e una inglese (quella contro la Lazio). All’ andata contro l’ Inter la formazione inglese ha vinto per 1-0. Nei 7 singoli incontri non è mai stato pareggio: ognuna delle formazioni ha vinto infatti il proprio incontro casalingo, 4 su 4 per l’ Ipswich a “Portman Road”, 3 su 3 per le italiane sul nostro suolo. L’ Ipswich ha anche disputato 4 partite contro formazioni italiane nel torneo Angloitaliano, tutte nell’ edizione 1995/96, con un bilancio di 3 vittorie e 1 pareggio. Le squadre affrontate sono state Reggiana, Brescia, Foggia e Salernitana

Inter imbattuta in casa contro club inglesi da oltre 40 anni

L’ Inter, nell’ ambito delle classiche eurocoppe, vanta 9 precedenti ufficiali a Milano contro formazioni inglesi: il suo bilancio è di 5 vittorie, 3 pareggi e 1 sola sconfitta, lontanissima nel tempo. Si deve infatti risalire al 19 aprile 1961, in coppa Fiere-Uefa, quando i nerazzurri vennero battuti 2-1 dal Birmingham City con rete interista di Firmani e gol britannici di Harris e autorete di Balleri.

L’ Inter non ribalta uno 0-1 nelle coppe dal novembre 1985

L’ Inter parte da uno 0-1 esterno per giocarsi la qualificazione a San Siro: nella storia delle tradizionali eurocoppe un evento simile e’ accaduto 10 volte in casa nerazzurra e si deve registrare, in tema di qualificazioni, una perfetta parità: 5 qualificazioni contro altrettante eliminazioni. Le qualificazioni si riferiscono a Inter-Herta Berlino (coppa Fiere- Uefa 69/70, 2-0 a Milano), Inter-Az 67 (coppa Coppe 82/83, 2-0 a Milano), Inter-Trabzonspor (coppa Uefa 83/84, ancora 2-0 in casa), Inter- Sportul (coppa Uefa 84/85, 2-0 a Milano), Inter- Linzer Ask (coppa Uefa 85/86, 4-0 a Milano), le eliminazioni invece a Inter-Real Madrid (coppa Campioni 65/66, 1-1 nel ritorno di Milano), Inter- Admira (coppa Uefa 73/74, non basta il 2-1 interista a Milano), Inter-Malmoe (coppa Campioni 89/90, e’ 1-1 al ritorno), Inter-Schalke 04 (finale coppa Uefa 96/97, finisce 1-0 dopo regolamentari e supplementari, coppa ai tedeschi per i calci di rigore) ed infine a Inter- Helsingborg (Champions League 00/01, 0-0 nella gara di San Siro). Dunque nelle ultime tre occasioni in cui l’ Inter ha dovuto ribaltare uno 0-1 non ce l’ ha fatta; l’ ultima qualificazione interista partendo dalla medesima situazione di questa sera risale alla coppa Uefa 85/86 quando i nerazzurri schiantarono 4-0 gli austriaci del Linzer Ask grazie alle reti di Brady su rigore e una tripletta di Altobelli: era il 6 novembre 1985.

Inter senza gol nelle coppe da 207’: se oggi non segna eguaglia un record vecchio di 30 anni

L’ Inter non va in gol in coppa Uefa da 207’, ovvero dal 63’ di Inter-Wisla 2-0, a Trieste, autore della rete Kallon. Da allora si contano i 27 restanti minuti di quella gara più le intere giocate a Cracovia e Ipswich. Se anche oggi l’ Inter non dovesse segnare alcuna rete, saremmo davanti ad un record storico eguagliato nella storia nerazzurra che solo una volta è rimasta tre intere gare senza segnare nelle eurocoppe: è accaduto nella stagione 1971/72, in coppa Campioni, quando nelle semifinali furono due 0-0 contro il Celtic Glasgow (qualificazione interista ai rigori) e nella finale contro l’ Ajax fu una sconfitta per 2-0.

Inter in Europa reduce da due sconfitte consecutive

L’ Inter ha perduto dopo 4 anni due gare consecutive nelle coppe: 1-0 a Cracovia e 1-0 a Ipswich: nel 1997 perse 1-0 dal Monaco prima e dallo Schalke 04 poi. Se anche oggi i nerazzurri dovessero perdere, per ritrovare tre sconfitte di fila nelle coppe si dovrebbe risalire al 1961 quando nella coppa Fiere-Uefa furono 4 i tonfi consecutivi, contro Selezione Belgrado (0-1), Birmingham (doppio 1-2) nell’ edizione 1960/61 e Colonia (2-4) nella prima gara dell’ edizione 1961/62

L’ arbitro: Sars

Alain Sars, francese, nato il 30 aprile 1961 a Dombasle, internazionale dal 1993, impiegato in una ditta di import-export, vanta 6 precedenti con club italiani nelle classiche eurocoppe nei quali il bilancio vede 3 vittorie italiane (Roma- Dinamo Mosca 3-0 nella coppa Uefa 96/97, Widzew- Fiorentina 0-2 nella Champions League 99/00 e Lazio-Shaktior 5-1 nella Champions League 00/01), 2 pareggi (Glasgow Rangers-Parma 1-1 nella coppa Uefa 98/99 e Parma-Monaco 1860 2-2 nella coppa Uefa della scorsa stagione), 1 sconfitta (Atletico Madrid-Roma 2-1 nella coppa Uefa 98/99).

vittorie(1) pareggi(0) sconfitte(0)
MILANO - Inter-Ipswich termina sul risultato di 4-1.

Formazioni annunciate con Di Biagio in difesa, Emre e Okan in campo dal primo minuto, e la coppia Vieri Kallon in attacco. Lo stadio di San Siro, rizzollato di fresco, ospita la 250 gara dei nerazzurri nelle competizioni europee.

La gara inizia con una fase di studio da parte delle due squadre, che impiegano dieci minuti a prendere le prime inizative pericolose. Durante la fase d'avvio sono gli inglesi a rendersi pericolosi, con incursioni veloci che non consentono ai nerazzurri di portare pericoli alla porta difesa da Sereni. Ma al 15 la partita subisce la svolta. Vieri segna un gol fotocopia di quello di domenica, colpendo di testa su assist di Okan. Da lì è solo Inter. Dieci minuti di geometrie, possesso di palla e concentrazione che portano a tre limpide occasioni da gol. Vieri, Kallon e Zanetti fanno di tutto per segnare, ma è un grande Sereni ad impedire loro la gioia del gol. Ma Vieri insiste e raddoppia sfruttando un rimpallo in area. Il raddoppio cade al minuto 35. Sul 2-0 l'Inter ha il possesso della gara, e lo conferma con una grande azione di Kallon fermata da uno strepitoso Sereni. Il primo tempo termina con una grande Inter, caparbia e determinata come la vuole Cuper.

La ripresa parte subito forte. Palla al centro e dopo nemmeno un minuto si batte di nuovo. Kallon realizza il gol che chiude la gara. La partita è intensa perchè l'Inter non è mai paga. Continue azioni, grande concentrazione, gioco a tutto campo. La migliore Inter della stagione mette sotto un Ipswich Town che era venuto a Milano con ambizioni di qualificazione. Vieri in grande serata sbaglia il più facile dei gol, facendosi parare da Sereni un tiro debole, trovatosi solo di fronte al portiere degli inglesi. Ma si fa perdonare realizzando il quarto gol della serata al 72, scartando tutti e chiudendo definitivamente la questione qualificazione. Ronie, Conceiçao e Seedorf si alzano dalla panchina per avviare il riscaldamento. Una grandissima Inter continua a mordere, mai sazia delle reti che continua a segnare. Al 35 un rigore generoso concesso dall'arbitro francese Sars, permette all'Ipswich di segnare la rete della bandiera. Sul 4-1 entra Ronaldo al posto di Vieri. L'Ipswich sente odore di beffa negli ultimi minuti, quando alcuni episodi non sorridono ai colori nerazzurri. Oltre a Vieri, inspiegabilmente ammonito nel primo tempo, Farinos e Di Biagio vengono sanzionati in modo fiscale dall'arbitro francese. I due centrocampisti, entrambi diffidati, salteranno il prossimo impegno europeo. La gara non si spegne fino al fischi dell'arbitro, che sancisce la qualificazione dei nerazzurri ai quarti di finale di Coppa Uefa. Ronie cerca il gol, ma esce di poco. Forse sarebbe stato troppo per una serata perfetta, dove l'Inter ha giocato alla grande per 90 minuti.

in campo

Toldo 1 SERENI
Zanetti 4 MAKIN
Di Biagio 14 BRAMBLE
Cordoba 2 VENUS
Gresko 24 HREIDARSSON
Okan 77 FINIDI
Emre 33 HOLLAND
Guglielminpietro 11 MAGILTON
Vieri 32 CLAPHAM
Kallon 3 NAYLOR
Fontana 12 WRIGHT

panchina

Ronaldo 9 BRANAGAN
Conceiçao 7 MILLER
Seedorf 10 MCGREAL
Georgatos 21 COUNAGO
Adriano 28 ARMSTRONG
Ventola 78 PERALTA
GAARDSOE