Risultato finale

6 Gennaio 2002 20:30

Inter
Lazio
arbitro Domenico Messina / guardalinee Mitro, Stagnoli / 4° uomo Maggiani
Minuti Cronaca
45' Messina concede un solo minuto di recupero.
39' Cross di Okan, errore di Nesta,ne approfitta Kallon che calcia a rete ma colpisce un clamoroso palo.
36' Fiore ruba palla a Okan e lancia Lopez in contropiede, conclusione a lato dell'argentino.
32' Rapido contropiede di Lopez che spreca malamente calciando sopra la traversa.
29' Cristiano Zanetti recupera un difficile pallone e crossa immediatamente per Vieri che non trova la deviazione vincente.
25' Cross dalla destra di Okan, Kallon arriva più in alto di tutti ma riesce solo a sfiorare di testa, non riuscendo ad imprimere alla sfera la forza sufficiente per battere Marchegiani.
21' Conclusione potente di Gresko dai metri ma Marchegiani blocca in presa.
19' Assist di Kallon per Vieri che resiste alla carica di Couto e tira di poco a lato.
16' Lancio di oltre 50 metri di Di Biagio per Vieri che controlla e calcia verso la porta. Marchegiani para.
13' Vieri si incunea nell'area laziale ma prima di concludere viene fermato in scivolata da Giannichedda.
5' Vieri rimane a terra dopo il contrasto con Couto, ma dopo un paio di minuti può riprendere il gioco.
4' Preciso cross di Gresko per Vieri che viene anticipato di testa da Couto.
1' L'arbitro Messina fischia l'inizio della partita.
Minuti Cronaca
48' Messina da il triplice fischio. Inter-Lazio 0-0.
45' Il quarto uomo indica 3 minuti di recupero.
42' Ammonito Favalli per intervento scorretto su Kallon.
39' Occasione per Kallon che calcia a rete fornendo un'assist per Vieri fermato per un presunto fuorigioco.
37' Assist delizioso di Emre per Vieri che viene fermato dalla difesa laziale.
35' Punizione per l'Inter, calcia Vieri di potenza, palla alta sopra la traversa.
33' Ammonito anche Emre per fallo di mano.
32' Cuper schiera Vivas al posto di Okan.
31' Ammonito Okan per intervento da tergo su Mendieta.
29' Ammonito Marchegiani per perdita di tempo.
28' Nesta infortunato lascia il posto a Pancaro.
24' Rapidissimo contropiede laziale con palla che arriva a Crespo, solo l'uscita tempestiva di Toldo evita il gol.
23' Azione personale di Vieri in area laziale che conclude a rete nonostante la pressione dei difensori. Marchegiani blocca a terra.
20' Nell'Inter Materazzi lascia il posto a Simic.
18' Liverani lascia il posto a Mendieta.
18' Cuper sostituisce Guly con Emre.
15' Azione confusa in area laziale con palla che arriva a Guly che spreca calciando debolmente.
12' Errore di Cristiano Zanetti che perde palla a vantaggio di Lopez che passa a Crespo che conclude in diagonale ad un metro dal palo della porta di toldo.
10' Cross lungo di Gresko dalla trequarti per la testa di Vieri che indirizza la palla all'incrocio ma l'estremo difensore laziale riesce a neutralizzare la conclusione.
6' Discesa sulla destra di Poborsky che entra pericolosamente nell'area nerazzurra. Gresko in scivolata mette in angolo.
2' Ha inizio il secondo tempo.
1' Termina la prima frazione di gioco, Inter-Lazio 0-0.
Di Biagio
6.39
6.39
Simic
6.4
6.4
Vieri
7.73
7.73
Zanetti
6.62
6.62
Zanetti
7.46
7.46
Gresko
6.32
6.32
Materazzi
7.12
7.12
Guglielminpietro
5.77
5.77
Vivas
5.8
5.8
Emre
6.78
6.78
Okan
6.38
6.38
Toldo
7.23
7.23
Kallon
6.43
6.43
Sorondo
5.77
5.77
Media squadra 6.58
3 tiri porta 2
8 tiri fuori 6
16 falli fatti 12
4 angoli 11
3 fuorigioco 2
31:58 possesso 26:46
Le sfide Cuper - Zaccheroni

Primo precedente alla guida di squadre italiane per Cuper e Zaccheroni.

Le sfide Cuper - Lazio

Hector Cuper ritrova in gare ufficiali la Lazio, che ha già affrontato nella finale di coppa delle Coppe 1998/99, quando guidava il Real Mallorca e nel corso della Champions League 99/00, sulla panchina del Valencia. Nei tre precedenti si registra un bilancio di un successo per Cuper (Valencia-Lazio 5-2) e due della formazione biancoceleste (Lazio-Real Mallorca 2-1 e Lazio- Valencia 1-0).

Le sfide Zaccheroni - Inter

Tredici i precedenti ufficiali fra Zaccheroni e la formazione nerazzurra: in bilancio 2 soli successi del tecnico romagnolo contro i 6 interisti; 5 i pareggi.Il dettaglio:

1995/96 Udinese-Inter 1-2	1-2
1996/97 Udinese-Inter 0-1	1-1
1997/98 Udinese-Inter 1-0	0-2
1998/99 Milan-Inter   2-2	2-2
1999/00 Milan-Inter   1-2	2-1
1999/00 Milan-Inter   2-3	1-1
2000/01	Milan-Inter   2-2	----

Inter-Lazio: il bilancio

A Milano, a Roma, in totale.

gare disp.	63	65	128
vitt. Inter	34	17	51
gare paregg.	21	25	46
vitt. Lazio	8	23	31
reti Inter	125	77	202
reti Lazio	55	88	143


Gli ex di turno

Inter:
Di Biagio (1 presenza senza reti in gare uff.,1988/89)
Sergio Conceicao (87 pres. e 11 reti in gare uff. dal 1998/99 al 1999/00)
Vieri (28 pres- e 14 reti in gare uff. 1998/99)

Lazio:
D. Baggio (34 pres. e 1 rete in gare uff.1991/92)
Colonnese (79 pres. e 2 reti in gare uff. dall’ ottobre 1997 al giugno 2000)
Peruzzi (37 pres. in gare uff.1999/00)
Simeone (84 pres. e 14 reti in gare uff. dal 1997/98 al 1998/99)

La volata per il titolo d’ inverno

Si assegna oggi il titolo d’ inverno del campionato 2001/02: l’ Inter ha il 66.7% di probabilità di aggiudicarselo. La formazione di Cuper può perderlo solo in caso di pareggio o sconfitta nel match odierno contro la Lazio e contemporaneamente la Roma batte il Torino, tutto questo analizzando i 9 possibili risultati combinati che possono scaturire dalle gare di San Siro e dell’ Olimpico. In caso di odierna sconfitta dell’ Inter e pareggio della Roma il titolo verrebbe assegnato ex-aequo: non accade in serie A dalla stagione 1976/77 quando Juventus e Torino girarono a 25 punti (campionato a sedici squadre, scudetto alla Juventus). Si tratterebbe del 14° titolo d’ inverno per l’ Inter: la formazione nerazzurra ha poi bissato il successo a fine stagione per sette volte (nelle annate 1929/30, 1937/38, 1952/53, 1953/54, 1965/66, 1979/80, 1988/89) mentre non ha vinto lo scudetto in sei stagioni (1933/34, 1950/51, 1960/61, 1961/62, 1966/67 e 1990/91). L’ Inter dunque non si laurea campione d’ inverno da 11 stagioni, ma gli ultimi due scudetti vinti sono arrivati proprio in coincidenza di un giro di boa da capolista (1988/89 e 1979/80). Su 69 campionati di serie A su girone unico finora disputati, 46 volte chi ha vinto il titolo d’ inverno ha poi bissato il successo a primavera (66.7%): 17 volte ha vinto lo scudetto chi ha chiuso il girone d’ andata al secondo posto (24.6%), 4 volte ha vinto il titolo chi ha chiuso al terzo posto la prima meta’ del torneo (5.8%), infine in 2 circostanze ha vinto il campionato chi era quarto a meta’ stagione (2.9%). Nei tornei a 18 squadre ha vinto il tricolore per 23 volte su 33 chi e’ passato per primo al traguardo di meta’ stagione (69.7%). Ricordiamo che da quando la serie A e’ tornata a 18 squadre (1988/89), su 13 tornei, 10 volte (76.9%) ha vinto il campionato chi era stato campione d’ inverno: hanno ciccato l’ Inter 90/91 (scudetto alla Sampdoria), la Fiorentina 98/99 (titolo al Milan), la Juventus 99/00 (campione la Lazio).

Kallon: 100 in serie A

Mohamed Kallon festeggia, se gioca questa sera, le sue prime 100 presenze nel campionato italiano di serie A. Il suo debutto risale al 19 ottobre 1997 in Parma-Bologna 2-0. Kallon ha vestito le maglie di Bologna, Cagliari, Reggina, Vicenza e Inter.

Guly: 100 gare ufficiali in Italia

Festa per Kallon, ma anche per Guly: l’ argentino, se gioca, taglierà il traguardo delle 100 presenze in gare ufficiali con club italiani. Il suo esordio avvenne l’ 8 settembre 1998, in coppa Italia, Torino-Milan 2-0. Guly somma 72 presenze in serie A, 11 in coppa Italia, 15 nelle coppe europee, 1 nella supercoppa di lega.

Toldo e l’ incubo-Lazio

Francesco Toldo ritrova la Lazio, squadra che sommando tutti i gol subiti con formazioni di club dal portiere nerazzurro, è quella che gliene ha segnati di più. Sono 30 le reti biancocelesti al portiere interista

Crespo si avvicina ai 100 gol in serie A

Hernan Crespo ha segnato finora 96 reti in serie A italiana. Mancano quattro sigilli a quota 100, un risultato che tra i calciatori in attività è stato raggiunto solo da cinque elementi: Baggio, Batistuta, Signori, Chiesa e Balbo. Oggi il dato potrebbe subire una modifica, avendo l’ argentino un quasi conto aperto con Toldo, già battuto 7 volte in gare ufficiali. Curiosità: il primo gol in A di Crespo fu segnato proprio a San Siro contro l’ Inter: Inter-Parma 3-1 del 27 ottobre 1996 (2’ di gioco).

L’ora di Pancaro ?

Giuseppe Pancaro ritrova l’ Inter, suo bersaglio preferito in gare ufficiali. Sono 3, su 13 totali da lui realizzate, le reti firmate dal difensore laziale alla formazione nerazzurra, e tutte siglate nei minuti finali: al 84’ di Cagliari- Inter nella coppa Italia 96/97, nel 99/00 in Inter-Lazio di campionato (90’) e anche nel ritorno all’ Olimpico (88’).

vittorie(42) pareggi(24) sconfitte(9)

in campo

Toldo 1 MARCHEGIANI
Zanetti 4 NEGRO
Sorondo 16 NESTA
Materazzi 23 COUTO
Gresko 24 FAVALLI
Okan 77 POBORSKY
Di Biagio 14 GIANNICHEDDA
Zanetti 6 LIVERANI
Guglielminpietro 11 FIORE
Kallon 3 CRESPO
Vieri 32 LOPEZ

panchina

Fontana 12 CONCETTI
Vivas 31 PANCARO
Simic 13 GOTTARDI
Emre 33 CESAR
Recoba 20 BAGGIO D.
Ventola 78 MENDIETA
INZAGHI S.