Risultato finale

14 Agosto 2002 22:00

Sporting Lisbona
Inter
arbitro Rune Pedersen / guardalinee Borgan, Sundet / 4° uomo Skjerven
Minuti Cronaca
45' Un minuto di recupero.
43' Cartellino Giallo per Morfeo per aver allontanato il pallone dopo il fischio dell'arbitro.
39' Dalmat si libera di due difensori e mette in mezzo un bel pallone per Kallon. L'attaccante nerazzurro è anticipato al momento della conclusione
34' Coco salva l'Inter. Palla che supera Toldo e Coco impedisce che arrivi a Quaresma
33' Punizione dal limite dell'area calciata da Niculae, Toldo si oppone con sicurezza.
24' Uno due Kallon, Vieri, Kallon. L'attaccante della Sierra Leone conclude benissimo, palla di poco fuori
21' Conceiçao conclude altissimo la triplice azione da gol dei nerazzurri
20' Sulla respinta, Morfeo calcia a botta sicura, Tiago risponde alla grande
19' Bobo calcia benissimo di sinistro, grande opposizione di Tiago
11' Cesar Prates cerca la conclusione dalla lunga distanza: palla a lato
2' Brutto fallo di Niculae su Cordoba
1' Calcio d'inizio. I nerazzurri toccano il loro primo pallone.
Minuti Cronaca
48' Termina la gara d'andata del terzo turno dei Preliminari di Champions League. Sporting-Inter 0-0
46' Tiro rasoterra di Guly da fuori area. Palla neutralizzata da Tiago.
45' Tre minuti di recupero nei secondi quarantacinque minuti.
42' Bobo salta di testa e toglie a Guly la possibilità di appoggiare in porta un cross di Recoba.
41' Vieri a porta vuota fallisce una facile occasione. Cross basso da sinistra di Recoba, Vieri arriva davanti alla porta e colpisce male. Palla alta.
40' Palla gol per Recoba. Da centro area colpisce male la palla e la indirizza alta sopra la traversa.
34' Conceiçao lascia il posto a Guly. Terminano i cambi a disposizione di Cuper.
30' Ricardo Fernades entra al posto di Contreras
29' Morfeo al volo su cross di Zanetti. Palla sull'esterno della rete
25' Corradi e Guly porseguono il risaldamento a bordo campo.
24' Kutuzov al posto di Quaresma per lo Sporting
20' Morfeo conclude a botta sicura e la palla viene salvata sulla linea.
20' Kallon lascia il posto al Chino Recoba
19' Di Biagio lascia il posto ad Almeyda
18' Pedro Barbosa calcia una morbida punizione. Toldo para facilmente.
17' Ammonito Materazzi.
13' Ronàldo entra al posto di Tonito per lo Sporting
4' Almeyda, Recoba e Corradi si alzano dalla panchina per effettuare il riscaldamento.
3' Gran tiro di Barbosa da fuori area. Toldo devia in corner.
2' Lo Sporting batte il calcio d'inizio della ripresa
1' Grande confusione in area nerazzurra. Molti batti e ribatti. Capitan Zanetti esce palla al piede.
Di Biagio
7.8
7.8
Recoba
7.69
7.69
Vieri
6.46
6.46
Zanetti
7.4
7.4
Cordoba
7.02
7.02
Dalmat
7.12
7.12
Materazzi
6.47
6.47
Guglielminpietro
6.4
6.4
Conceiçao
5.21
5.21
Toldo
7.51
7.51
Kallon
6.33
6.33
Coco
6.77
6.77
Morfeo
6.97
6.97
Almeyda
6.59
6.59
Media squadra 6.84
L’arbitro: Pedersen

Rune Pedersen, norvegese, nato il 19 maggio 1963, internazionale dal 1989, dirigerà per la undicesima volta un club italiano nelle eurocoppe tradizionali. I precedenti vedono 7 successi delle nostre formazioni, 2 pareggi ed una sola sconfitta, nell’ ultimo incrocio, Liverpool-Roma 2-0 nel marzo scorso, in Champions League. L’ Inter ha già avuto Pedersen nella Champions League 1998/99 quando si impose 1-0 a Milano contro lo Sturm Graz con rete nei secondi finali di Djorkaeff: è questo anche l’ unico precedente a livello internazionale in cui l’ Inter ha avuto in sorte un fischietto norvegese.

I precedenti Sporting Lisbona - Inter

Secondo doppio confronto ufficiale a eliminazione diretta tra le due squadre: nella semifinale della coppa uefa 1990/91 i nerazzurri eliminarono i portoghesi pareggiando 0-0 l’andata in trasferta e vincendo 2-0 il ritorno in casa, grazie alle reti di matthaus su rigore e klinsmann.

I precedenti Sporting Lisbona - Italia

I precedenti doppi confronti a eliminazione diretta tra Sporting Lisbona e squadre italiane sono 8 con un bilancio di 3 qualificazioni portoghesi (ultima nel 1990/91, in coppa Uefa, contro il Bologna) e 5 passaggi del turno delle nostre formazioni (ultima lo scorso anno, in coppa Uefa, a favore del Milan). Da conteggiare anche una partita di coppa Latina, nel giugno 1949, vinta dai lusitani contro il Torino. Da segnalare che nelle partite giocate in casa contro formazioni italiane, lo Sporting ha perso una sola volta: 0-2 contro il Bologna nel settembre 1998. Per il resto si conta un bilancio di 3 vittorie e 4 pareggi per la formazione di Lisbona. In assoluto il bilancio delle 18 gare ufficiali tra Sporting Lisbona e formazioni italiane vede 5 successi biancoverdi, 7 pareggi e 6 nostre vittorie.

I precedenti Inter - Portogallo

L’Inter vanta, oltre al precedente della coppa Uefa 1990/91 contro lo Sporting Lisbona, in cui i nerazzurri ottennero la qualificazione, altri 3 doppi confronti ad eliminazione diretta (tutti in coppa Uefa) contro club portoghesi, nei quali il bilancio è di 1 qualificazione (nel 1996/97 contro il Boavista) e 2 eliminazioni (nel 1972/73 contro il Vitoria Setubal e nel 1991/92 contro il Boavista). I singoli confronti tra Inter e formazioni portoghesi in competizioni ufficiali sono complessivamente 9 con un bilancio, a favore dei nerazzurri, di 5 vittorie, 2 pareggi ed altrettante sconfitte.

Sporting-Italia: una vittoria che manca al club lusitano dal 1991

L’ultima volta che lo Sporting Lisbona ha sconfitto una squadra italiana nelle coppe europee risale al 20 marzo 1991 quando, in coppa Uefa, superò 2-0 il Bologna: da allora, contro i nostri club, il suo bilancio è stato di 2 pareggi e 4 sconfitte.

L’ Inter ed i debutti esterni in Champions League: non ha mai vinto

L’Inter inizia oggi la sua decima avventura nel torneo di club più prestigioso d’Europa. Considerando le 9 precedenti partecipazioni nerazzurre alla coppa Campioni/Champions League, la formazione milanese ha esordito 5 volte in casa e 4 volte lontano da San Siro, dove sembra affetta da una vera e propria maledizione: 1 pareggio e 3 sconfitte è il bilancio nerazzurro nei match esterni di debutto in questo torneo. I dati sono riferiti alle edizioni 1963/64 (0-0 a Liverpool contro l’Everton), 1965/66 (1-2 a Bucarest contro la Dinamo), 1989/90 (0-1 a Malmo contro gli svedesi) e 2000/01 (0-1 ad Helsingborg, ancora contro una formazione svedese). L’unica rete esterna nerazzurra è stata firmata da Peirò, oggi allenatore del club spagnolo del Malaga, finalista in coppa Intertoto.

Il calcio italiano e la maledizione dei preliminari di Champions League

Non si può certo dire che la partecipazione ai preliminari di Champions League abbia portato fortuna alle formazioni italiane, sia perché da quando giocano due nostre rappresentanti, una di esse è sempre uscita di scena in agosto, sia per quello che è stato il cammino successivo in campionato. Riguardo alla prima statistica due formazioni italiane disputano i preliminari del massimo torneo europeo per la quarta volta: nel 1999/00 il Parma è stato eliminato dagli scozzesi dei Glasgow Rangers, nel 2000/01 è toccato all’Inter sbattere la testa contro gli svedesi dell’Helsingborg, lo scorso anno ancora il Parma fuori, questa volta contro i francesi del Lilla. Ancora peggio vanno le cose per quanto concerne la seconda statistica: mai, infatti, le squadre italiane in questione sono poi riuscite a conquistare un posto tra le prime quattro del campionato che ha preso il via pochi giorni dopo la disputa dei turni preliminari di Champions League, non riuscendo quindi ad eguagliare la qualificazione ottenuta nella stagione precedente. Da non escludere quindi, tra le motivazioni, un problema legato alla preparazione ed un inizio di stagione forse troppo anticipato. La prima squadra italiana a disputare, in assoluto, il preliminare di Champions League è stato il Parma, che lo giocò nella stagione 1997/98: nel campionato della stessa stagione ha chiuso al sesto posto. Nel 1998/99 è stata l’Inter a disputare il turno preliminare ed il campionato è stato poi concluso all’ottavo posto. Nel 1999/00 ancora il Parma e la Fiorentina che hanno chiuso poi la serie A rispettivamente al quinto (dopo spareggio con l’Inter) ed al settimo posto. Nel 2000/01 Inter e Milan giocano i preliminari di Champions League e terminano il loro campionato rispettivamente al quinto ed al sesto posto. Infine lo scorso anno con Lazio e Parma impegnate nei preliminari che hanno concluso la serie A al sesto posto (i romani) ed al decimo posto (gli emiliani).

vittorie(0) pareggi(1) sconfitte(0)

in campo

Tiago 1 Toldo
Beto 4 Zanetti
Quiroga 2 Cordoba
Contreras 23 Materazzi
Rui Jorge 77 Coco
Tonito 7 Conceiçao
Rui Bento 14 Di Biagio
Cesar Prates 18 Dalmat
Barboso 10 Morfeo
Quaresma 3 Kallon
Niculaes 32 Vieri

panchina

Santos 12 Fontana
Hugo 11 Guglielminpietro
Kutuzov 13 Cannavaro
Ricardo Fernandes 19 Corradi
Paulo Bento 20 Recoba
Luis Felipe 25 Almeyda
C. Ronàldo 26 Pasquale