Risultato finale

24 Agosto 2005 21:00

Inter
12' Recoba
1 - 1
Shakhtar Donetsk
25' Elano
arbitro Herbert Fandel / guardalinee C. Kadach, H. Sather / 4° uomo B. Rafati
MinutiCronaca
46'Fandel fischia la fine del primo tempo, Inter-Shakhatr 1-1
45'Un minuto di recupero
44'Solari serve bene Recoba in area, Il Chino si defila sulla sinistra e prova il tiro. Palla fuori
43'Brandao prova il tiro da lontanissimo, Julio Cesar para senza problemi
40'Punizione di Recoba dai 35 metri, Lastuvka para ma non trattiene. L'azione prosegue: Recoba riconquista palla e, di tacco, serve Solari. Sul cross dell'argentino Adriano non arriva di testa sul pallone
38'Stankovic cerca di servire Adriano in area, Srna di testa riesce a intercettare il pallone e a servire il suo portiere
36' Tymoshchuk prova il tiro da fuori area, Julio Cesar blocca con sicurezza
33'Stankovic prova il tiro da fuori area, palla ribattuta da Lewandowski
28'Veron prova il tiro dal limite per ben due volte, in entrambe le occasioni sono decisivi gli interventi difensivi di Tymoshchuk
27'Conclusione di Srna da fuori area, palla direttamente sul fondo
25'Lo Shakhtar paeggia. Marica si invola sulla sinistra, mette in mezzo all'area nerazzurra, irrompe Elano e pareggia
23'Elano prova a pescare Marica in area, Materazzi capisce tutto e intercetta la palla
20'Scontro tra Materazzi e Marica: entrambi rimangono a terra acciaccati ma si rialzano poco dopo.
17'Ammonito Veron per un fallo su Hubschman
16'Tiro di Elano dalla grande distanza, palla rimpallata da Brandao, Julio Cesar blocca senza problemi
15'Adriano parte in contropiede, Hubschman riesce a fermarlo con un po' di fortuna
12'GOOOLLLL!!!! L'Inter passa in vantaggio. Alvaro Recoba si libera al limite dell'area, defilato sulla sinistra, il suo preciso sinistro finisce alle spalle di Lastuvka
10'Brandao prova a lanciare Rat sulla sinistra, palla direttamente sul fondo
7'Rat mette in mezzo dalla sinistra, piatto sinistro di Elano da centro area, la palla sfiora il palo alla sinistra di Julio Cesar
6'Uno-due Solari-Wome sulla sinistra, il camerunense mette in mezzo, un difensore ucraino libera la propria area
3'Lancio per Brandao che scatta sulla sinstra controllato da Cordoba, il brasiliano non trattiene in campo il pallone
1'E' iniziata Inter-Shakhtar, gara di ritorno del terzo turno preliminare di Champions League (andata 2-0 per i nerazzurri). Prima palla giocata dai nostri avversari
MinutiCronaca
47'Fandel fischia la fine della gara. Inter-Shakhtar 1-1 e, in virtù della vittoria in Ucraina, nerazzurri qualificati per la Champions League 2005-2006
45'Due minuti di recupero
44'Cruz prova a lanciare Alvaro Recoba, Lastuvka esce al limite per anticipare l'uruguaiano
41'Cambio Shakhtar: entra Fernandinho al posto di Duljaj
40'Srna mette in mezzo dalla destra, palla direttamente sul fondo
37'Ammonito Pizarro per un fallo su Matuzalem
36'Cambio Inter: Cruz rileva Adriano
34'Cross di Recoba dalla sinistra, Lastuvka anticipa in uscita l'intervento di Adriano
32'Adriano si libera di Lewandowski sulla destra, entra in area e tira, Hubschman mette in corner. Sull'angolo di Recoba mezzo pasticcio di Lastuvka che, però, riesce a bloccare la palla
31'Pizarro batte una punizione dalla sinistra, Materazzi di testa in area fa da sponda al centro, non arriva nessun nerazzurro e Lastuvka blocca la sfera
29'Cambio Inter: esce Veron, entra Zè Maria
28'Jadson prova il tiro dal limite, palla altissima
26'Cambio Shakhtar: esce Marica, entra Byelik
24'Batte l'angolo Recoba, la palla sbatte direttamente sul palo e torna in campo
24'Materazzi ammonito per un fallo su Jadson
23'Punizione per l'Inter dai 35 metri. Batte Adriano, palla di poco a lato grazie a una deviazione di Lewandowski
20'Cambio Shakhtar: entra Jadson per Elano
18'Ammonito Solari per un fallo su Srna
14'L'Inter si distende in contropiede. Adriano serve Solari sulla sinistra, ma l'arbitro vede un fallo dell'argentino mentre cerca di liberarsi del diretto avversario
13'Cross di Srna dalla destra, Materazzi libera l'area
7'Inter vicinissima al gol. Pizarro pesca Recoba in area, tacco del Chino per l'accorrente Solari, la doppia conclusione sottomisura dell'argentino è respinta molto bene da Lastuvka
2'Elano prova il tiro da fuori area, palla sul fondo alla sinistra di Julio Cesar
1'E' iniziato il secondo tempo. Prima palla giocata dall'Inter
1'Cambio Inter: Pizarro entra al posto di Stankovic
Recoba
7.76
7.76
Zanetti
6.85
6.85
Cordoba
6.86
6.86
Materazzi
6.62
6.62
Adriano
6.05
6.05
Cruz
6.43
6.43
Stankovic
5.6
5.6
Veron
6.21
6.21
Cambiasso
7.13
7.13
Ze Maria
6.34
6.34
Solari
5.79
5.79
Wome
5.73
5.73
Julio Cesar
6.68
6.68
Pizarro
7.23
7.23
Media squadra6.52
5tiri porta4
0tiri fuori0
18falli fatti19
2angoli2
0fuorigioco2
28:12possesso33:26
L'arbitro, Herbert Fandel

Il tedesco Herbert Fandel, nato il 9 marzo 1964, internazionale dal 1998, dirigerà Inter-Shakhtar Donetsk. Herbert Fandel dirige per la prima volta in carriera l’Inter. L’arbitro tedesco vanta però 10 precedenti con club italiani nelle classiche coppe europee, con bilancio di 5 successi, 3 pareggi e 2 sconfitte. L’Inter è diretta per la trentesima volta nella propria storia nelle coppe europee da un fischietto tedesco in gare ufficiali e finora ha un bilancio di 14 successi, 6 pareggi e 9 sconfitte.

Situazione disciplinare

Inter
Squalificati: Nessuno
Diffidati: Adriano, Cambiasso, Cordoba
Ex di turno: Nessuno

Shakhtar Donetsk
Squalificati: Nessuno
Diffidati: Brandao, Duliaj, Matuzalem
Ex di turno: il tecnico Lucescu (7 vittorie, 5 pareggi e 10 sconfitte in 22 gare ufficiali dal dicembre 1998 al marzo 1999)

Zoom su Mircea Lucescu

Mircea Lucescu è nato il 29 luglio 1945 a Bucarest. Lucescu è una vecchia conoscenza del calcio italiano avendo allenato nel nostro paese il Pisa (per buona parte della stagione 1990/91, venendo esonerato dopo 24 turni), il Brescia (dal 1991/92 al 1995/96, ma venendo esonerato dopo 20 gare nel 1994/95 e dopo 24 gare nel 1995/96), la Reggiana (nel 1996/97, ma venne sostituito dopo 10 turni) e l’Inter (nella stagione 1998/99 subentrando a Simoni, ma venendo a sua volta sostituito da Castellini, disputando un totale di 15 giornate di campionato). Da calciatore ha legato la sua carriera alla Dinamo Bucarest dove ha vinto 6 scudetti e 6 coppe nazionali, totalizzando 361 presenze e 78 gol. In nazionale maggiore conta 74 presenze.
La sua carriera da tecnico è iniziata nella stagione 1978/79 sulla panchina del Corvinul, dove rimane fino al termine della stagione 1981/82. Diventa poi tecnico della nazionale rumena fino al 1986 prima di guidare la Dinamo Bucarest per 4 anni. Nel 1990/91 è a Pisa, ma viene sostituito a metà girone di ritorno. Dal 1991/92 al 1995/96 è a Brescia dove conquista due promozioni in serie A, una retrocessione in serie B, ed anche due esoneri. Dopo l’esperienza alla Reggiana (durata appena 10 partite), prima del suo arrivo all’Inter (15 partite in nerazzurro), guida per un anno il Rapid Bucarest, dove allena anche nella stagione 1999/00. Dal 2000/01 al 2001/02 è al Galatasaray, dove viene chiamato a sostituire Fatih Terim. Dal 2002/03 al 2003/04 è al Besiktas, mentre dalla stagione 2004/05 siede sulla panchina dello Shakhtar Donetsk.
Nel palmares del tecnico rumeno troviamo 2 campionati rumeni (Dinamo Bucarest, 1989/90; Rapid Bucarest, 1998/99), 2 campionati turchi (Galatasaray, 2001/02; Besiktas, 2002/03), 1 campionato ucraino (Shaktior 2004/05), 3 coppe rumene (Dinamo Bucarest, 1985/86 e 1989/90; Rapid Bucarest 1997/98), 1 Torneo Angloitaliano (Brescia, 1993/94), 1 supercoppa rumena (Rapid Bucarest, 1999), 1 supercoppa europea (Galatasaray, 2000).

La sfida Mancini-Lucescu

Roberto Mancini e Mircea Lucescu si affrontano per la sesta volta in gare ufficiali e finora l’attuale tecnico dell’Inter non è mai stato sconfitto dall’allenatore rumeno: 4 successi (compreso il 2-0 del match d’andata) ed 1 pareggio, lo score. Da notare che le squadre di Mancini hanno sempre segnato almeno un gol contro quelle di Lucescu, per un totale di 8 reti all’attivo.
il dettaglio:
2002/03 Coppa Uefa Lazio-Besiktas 1-0 2-1
2003/04 Champions League Lazio-Besiktas 1-1 2-0
2005/06 Champions League Inter-Shakhtar ---- 2-0

La sfida Inter-Ucraina

L’Inter è al quarto singolo confronto ufficiale contro avversarie ucraine e finora non ha mai perduto: 2 successi nerazzurri ed 1 pareggio, lo score nei 3 precedenti.
il dettaglio:
2003/04 Champions League Inter-Dinamo Kiev 2-1 1-1
2005/06 Champions League Inter-Shakhtar Donetsk ---- 2-0

La sfida Italia-Shakhtar Donetsk

Lo Shakhtar Donetsk affronta una rivale italiana per la decima volta in un confronto ufficiale europeo e finora non ha mai pareggiato: 1 successo ed 8 sconfitte, lo score ucraino nei 9 singoli incontri disputati.
Nel primo doppio confronto assoluto, contro la Juventus nella coppa Uefa 1976/77, lo Shakhtar rappresentava ancora l’Unione Sovietica, mentre nelle successive circostanze rappresentava, come oggi, la federazione ucraina. Da notare che lo Shakhtar ha perduto tutte le 4 gare ufficiali disputate in Italia, segnando 2 soli gol e subendone ben 14.
il dettaglio:
1976/77 Coppa Uefa Shakhtar Donetsk-Juventus 1-0 0-3
1997/98 Coppa Coppe Shakhtar Donetsk-Vicenza 1-3 1-2
2000/01 Champions League Shakhtar Donetsk-Lazio 0-3 1-5
2004/05 Champions League Shakhtar Donetsk-Milan 0-1 0-4
2005/06 Champions League Shakhtar Donetsk-Inter 0-2 ----

L’Inter di Mancini non subisce gol, in gare ufficiali, da 596’

L’Inter non subisce gol, in gare ufficiali, dal 18 maggio scorso quando andò a segno il cagliaritano Diego Lopez al 64’ di Inter-Cagliari 3-1 di coppa Italia. Da allora si contano i restanti 26’ di quel match e le intere contro Sampdoria e Reggina nella serie A 2004/05 (180 minuti), la doppia finale di coppa Italia contro la Roma (180 minuti), il preliminare di andata a Donezk (90 minuti) e la finale di supercoppa di lega, contro la Juventus (120 minuti).

Bilancio nerazzurro in equilibrio, partendo dal 2-0 esterno a favore

L’Inter si trova per la terza volta, nella propria storia nelle classiche coppe europee, a dover difendere un vantaggio di 2-0 maturato nella gara d’andata disputata in trasferta in una doppia sfida ad eliminazione diretta: finora il bilancio nerazzurro è stato di una qualificazione e di una eliminazione. Nella coppa Campioni 1963/64 l’Inter eliminò il Partizan Belgrado imponendosi anche nel ritorno in casa per 2-1. Nella coppa Uefa 1988/89 i nerazzurri di Giovanni Trapattoni vennero eliminati dal Bayern Monaco, che a S. Siro si impose per 3-1.

Raggiunto Jair, Adriano insegue Mazzola

La rete realizzata nel match d’andata di questo turno preliminare contro lo Shakhtar ha permesso all’attaccante brasiliano di raggiungere Jair al secondo posto assoluto della classifica marcatori all-time dell’Inter nella coppa Campioni/Champions League. Sono 11 i gol segnati da Adriano e Jair, mentre la speciale graduatoria è guidata da Mazzola con 16 centri.

Nei preliminari di Champions Adriano come Chiesa e Shevchenko

Il gol segnato a Donetsk ha permesso ad Adriano di agganciare anche il vertice della classifica marcatori nei preliminari di Champions League per quanto riguarda i giocatori di club italiani: nella speciale graduatoria, il brasiliano ha raggiunto a quota 4 reti Chiesa e Shevchenko.

Shakhtar senza pareggi esterni da un anno esatto

L’ultimo pareggio esterno in gare di coppe europee dello Shakhtar Donetsk risale al 25 agosto 2004 quando, in Champions League, impattò per 2-2 in casa del Bruges: da allora il bilancio esterno del club ucraino è stato di 1 successo e 4 sconfitte.

DA IMPLEMENTARE
vittorie(0)pareggi(1)sconfitte(0)

in campo

Julio Cesar 12Lastuvka
Cordoba 2Urschman
Zanetti 4Tymoshchuk
Stankovic 5Duljaj
Adriano 10Matuzalem
Veron 14Lewandowski
Solari 21Brandao
Cambiasso 19Rat
Recoba 20Marica
Materazzi 23Srna
Wome 33Elano

panchina

Toldo 1Pletikosa
Zanetti 6Barcauan
Pizarro 8Fernandinho
Cruz 9Vukic
Ze Maria 13Stoican
Favalli 16Byelik
Samuel 25Jadson