Risultato finale

17 Maggio 2009 20:30

Inter
31' (2t) Ibrahimovic
8' (2t) Balotelli
44' Cambiasso
3 - 0
Siena
arbitro Mauro Bergonzi / guardalinee Franzi, Di Fiore / 4° uomo Peruzzo
Guarda gli highlights
MinutiCronaca
46'Finisce la prima metà di gara Inter Siena 1 - 0
45'1 minuto di recupero
44'Figo atterrato sulla destra si procura un calcio di punizione
44'GOOOOOOOOOL! CAMBIASSO!
44'Balotelli batte il calcio di punizione Curci respinge coi pugni sui piedi di Stankovic che tira in porta. Curci respinge ancora coi piedi ma non può nulla sulla conclusione di Cambiasso
40'Julio Cesar esce in presa alta su un cross dalla sinistra e rilancia l'azione nerazzurra
39'Del Grosso atterra Ibra al limite dell'area di rigore.
35'Balotelli dentro per Ibra ma Curci esce in anticipo
32'L'Inter vicina al gol con Stankovic: Ibra di testa suggerisce una palla invitante. Deki lascia partire una conclusione potentissima ribattuta dal corpo di un difensore bianconero
32'Zanetti velocissimo palla al piede verso l'area di rigore. Al limite è atterato Codrea che lo colpisce da dietro incredibilmente non viene dato calcio di punizione
26'Muntari gioca un palla fantastica per Stankovic che viene anticipato in tuffo all'ultimo momento da Brandao
24'Nel frattempo da tutti i settori dello stadio scrosciano gli applausi alla squadra
23'Ibra riceve palla sulla corsa partendo dalla trequarti d'attacco. Entra in area e prova a sorprendere Curci con un tiro violentissimo ed inaspettato. E' bravo il portiere del Siena a non farsi sorprendere
18'Julio Cesar intercetta un cross di Ficagna dalla sinistra
18'Ancora il Siena alla conclusione con Galloppa. Nessun problema per Julio Cesar
15'Ancora super azione Inter: Balotelli di prima intenzione per Zlatan che fa un velo per Stankovic che arriva da dietro. Questo di prima intenzione per Supermario che vola in fascia ma la palla è troppo lunga
15'Ora il Siena con Calaiò che riceve da Vergassola e prova una conclusione da 20 metri
14'Zlatan show prende palla ed inizia a portare a spasso la difesa bianconera facendosi strada fra due uomini. Non c'è però nessuno a ricevere il suo cross
13'Cambiasso crossa "a memoria" per Balotelli che controlla in maniera splendida un palla difficilissima e guadagna il primo calcio d'angolo
11'Ibra riceve da Muntari e si invola verso l'area del Siena. Viene fermato al momento del dribbling
8'Ancora il Siena che attacca e lo fa con un'azione lunga ma poco insidiosa. Zanetti con l'aiuto di Cambiasso libera
7'Ancora Ibra: uno due con Balotelli, lo svedese entra in area e prova un tiro cross da posizione angolata. Curci salva
6'Ibra ingaggiato da Figo sulla corsa arriva al cross deviato in fallo laterale.
3'I bianconeri vicini alla realizzazione con Calaiò che dall'area di rigore trova una bella conclusione deviata in angolo da Julio Cesar
2'E' il Siena con Codrea a provare la prima deviazione in porta con un colpo di testa
1'Fantastico colpo d'occhio questa sera allo stadio Meazza dove i neo campioni di Italia dell'Inter, si trovano ad affrontare il Siena in un clima di festa con un'atmosfera fantastica.
1'Squadre in campo a completare il riscaldamento ed il presidente Massimo Moratti in panchina a seguire i propri campioni da vicino. Tutti i giocatori in nerazzurro si riscaldano con una maglia particolare:
1'la classica casacca nerazzurra, sul retro la scritta in oro Campioni 17
1'Speaker di eccezione questa sera a presentare la formazione ufficiale prepartita: Paolo Bonolis, affezionatissimo nerazzurro
1'Pochi minuti fa il capitano Zanetti ha consegnato simbolicamente un mazzo di fiori per ricordare il fotografo ufficiale Enrico Liverani che è venuto a mancare Mercoledì
1'Una coreografia che coinvolge tutto lo stadio. IL BISCIONE è DI NUOVO CAMPIONE!
1'Ed i nerazzurri fanno un ingresso particolare entrando in campo con uno striscione nerazzurro rappresentante lo scudetto marchiato dal numero 17. Prima del classico rituale di foto e prensentazioni agli avversari lo adagiano in campo
1'Ed in questo clima speciale ha inizio la gara
MinutiCronaca
45'Arriva il triplice fischio di Bergonzi finisce la gara ed inizia la festa nerazzurra sugli spalti
45'Fuochi d'artificio a coronare l'Inter campione. Dopo che la squadra ha fatto il giro per tutto lo stadio a ringraziare e salutare le circa 74 mila persone presenti
43'Batte Ibra rasoterra e potente. Curci para
42'Muntari ed Ibra fraseggiano al limite dell'area. Lo svedese messo in condizione di calciare non trova la coordinazione
42'Inter tutta in attacco. Fermato Stankovic in maniera irregolare. Punizione per l'Inter
40'Curci esce in tuffo in presa bassa sui piedi di Ibra
39'Ibra calcio di punizione sulla barriera
35'Inter tutta in avanti negli ultimi minuti.
34'E Paolo entra subito in partita con una parata favolosa, un miracolo, su tiro di Ghezzal
33'E Mourinho regala lo standing ovation a Julio Cesar regalando qualche minuto di gara ad Orlandoni
31'ZLATAN IBRAHIMOVIC mette il suo sigillo anche in questa partita portando l'Inter sul tre a zero
30'Ed infatti ecco il cambio: esce Supermario accompagnato dagli applausi di tutti i presenti ed entra Mancini
30'Coppola da fuori colpisce un altro palo
30'Julio Cesar protagonista di un grandissimo intervento su Galloppa che tira da fuori
27'Crampi per Balotelli che distende i muscoli sdraiato a terra.
26'Ibra prova l'azione personale ma è subito fermato
25'Santon recupera palla e da inizio al contropiede nerazzurro diretto da Zanetti che non trova Zlatan nell'ultimo passaggio
23'E lo stadio impazzisce quando al coro "Salta con noi José Mourinho" il tecnico nerazzuro risponde con un caloroso balzo per i suoi tifosi!
20'Ibra prova a suggerire per Stankovic, ma è Del Grosso a liberare
17'Luis Figo esce tra gli applausi per fare posto a Davide Santon
17'Ghezzal ci prova di testa ma la sua conclusione è a lato
14'Conclusione dal limite dell'area di Zlatan che in semirovesciata prova a sorprendere Curci.
14'Ci prova ancora Galloppa da lontano. Julio Cesar in angolo coi pugni
14'Sul calcio d'angolo Portanova di testa mette a lato
13'Galloppa prova il dribbling in area nearazzura ma viene fermato al terzo tentativo
8'SUPERMARIOBALOTELLI GOOOOOOOOOOOOOOL!
8'Ibra a centrocampo tocca per Figo che subito apre in profondità per Supermario che si invola solo verso Curci. Questo prova l'uscita, Mario dribbla e segna
8'Nel frattempo pericolosissimo il Siena che colpisce il palo di testa con Calaiò.
5'Ibra mette una grande palla per Balotelli che prova ad involarsi solo verso la porta bianconera ma è fermato in posizione irregolare
4'Ottimo il cross di Figo a cercare Stankovic acrobaticamente anticipato da Vergassola
1'Squadre in campo e per la seconda frazione di gioco. Inter a battere il calcio di inizio
1'Il Siena a inizio ripresa sotituisce Kharja con Jarolim e Codrea con Coppola
1'Nel frattempo ha inizio il secondo tempo
Zanetti
9.21
9.21
Cordoba
8.51
8.51
Stankovic
8.72
8.72
Cambiasso
9.28
9.28
Julio Cesar
9.28
9.28
Samuel
8.66
8.66
Figo
8.29
8.29
Orlandoni
8.92
8.92
Ibrahimovic
8.7
8.7
Chivu
8.45
8.45
Balotelli
9.16
9.16
Mancini
7.69
7.69
Muntari
8.38
8.38
Santon
8.66
8.66
Media squadra8.71
7tiri porta6
0tiri fuori6
12falli fatti10
3angoli9
7fuorigioco2
30:07possesso24:06
Le sfide Mourinho-Giampaolo

La vittoria esterna per 2-1 ottenuta dall’Inter a Siena nella gara d’andata del campionato in corso è il solo precedente ufficiale tra Mourinho e Giampaolo.

il dettaglio:
2008/09 serie A Inter-Siena ---- 2-1

Le sfide Giampaolo-Inter

Nei 2 precedenti ufficiali contro l’Inter, entrambi disputati in casa, l’attuale tecnico del Siena non ha mai vinto: il bilancio a suo sfavore è di 1 pareggio ed 1 sconfitta.

il dettaglio:
2006/07 serie A Cagliari-Inter 1-1 ----
2008/09 serie A Siena-Inter 1-2 ----

In casa Inter k.o. solo in una delle ultime 29 uscite ufficiali

L’Inter ha perduto solo una delle ultime 29 gare interne ufficiali disputate: è accaduto lo scorso 26 novembre quando, in Champions League, venne sconfitta per 0-1 dal Panathinaikos. Nelle altre 28 gare prese in esame i nerazzurri hanno un bilancio di 18 vittorie e 10 pareggi.

A San Siro, in competizioni nazionali, nerazzurri imbattuti da 15 mesi

L’Inter non perde una gara interna ufficiale in competizioni nazionali dal 22 marzo 2008 quando, in campionato, venne superata per 1-2 dalla Juventus: da allora, considerando le 25 partite disputate in casa tra serie A, coppa Italia e supercoppa di Lega, i nerazzurri vantano uno score di 17 successi ed 8 pareggi.

Inter in casa in A: un solo k.o. nelle ultime 39, un solo digiuno nelle ultime 74

L’Inter ha perduto solamente una delle ultime 39 gare casalinghe disputate in serie A: è accaduto il 22 marzo scorso quando venne superata per 1-2 dalla Juventus. Nelle altre 38 prese in considerazione i nerazzurri hanno un bilancio interno di 30 successi ed 8 pareggi. L’Inter non ha segnato solo in una delle ultime 74 gare casalinghe disputate in campionato: è accaduto lo scorso 26 ottobre quando fu bloccata sullo 0-0 dal Genoa. Nelle altre 73 partite interne di serie A prese in esame i nerazzurri hanno complessivamente realizzato 160 reti.

L’anno d’oro di Ibra

Zlatan Ibrahimovic è il giocatore più decisivo in assoluto nella serie A 2008/09: lo svedese ha portato alla causa dell’Inter 27 punti sui 78 totali, grazie ai suoi gol decisivi. Le 21 reti finora realizzate dallo svedese nella serie A 2008/09 hanno permesso ad Ibrahimovic di stabilire il suo nuovo primato di marcature in campionato, in una singola stagione: il primato precedente risaliva al 2004/05, quando lo svedese realizzò 19 gol, sommandone 3 con l’Ajax e 16 con la Juventus. In singola stagione italiana il precedente primato di 17 reti era stato stabilito nell’Inter 2007/08. Zlatan Ibrahimovic è, assieme a Filippo Inzaghi (Milan), uno dei due capocannonieri dell’attuale serie A, considerando le sole gare di campionato disputate nell’anno solare 2009: sono 11 a testa i centri per entrambi.

Materazzi, Vieira e i gol al Siena

Materazzi e Vieira hanno nel Siena il loro bersaglio preferito, considerando solo le gare disputate con club italiani: Materazzi è andato a bersaglio 4 volte su un totale di 50 gol in carriera; Vieira ne ha segnati 2 su 13 (come contro Palermo e Roma).

I record battuti dal Siena…

Nella serie A 2008/09 il Siena ha già stabilito due nuovi primati positivi nella propria breve storia in serie A. I bianconeri hanno vinto 12 delle 35 gare sinora disputate, superando il primato precedente di 9 stabilito in ciascuno degli ultimi 4 campionati (2004/05, 2005/06, 2006/07 e 2007/08). Stabilito, però, anche il nuovo record bianconero di sconfitte esterne in singolo torneo di A: sono già 12, sulle 17 trasferte disputate, mentre il precedente record negativo era di 10, fissato nella stagione d’esordio (2003/04).

…e quelli in arrivo

Con 16 k.o. finora subiti il Siena 2008/09 rischia di passare alla storia anche per quello più battuto in una stagione di serie A: il primato è di 17 k.o. nel torneo 2005/06. Il Siena, però, è ad un solo passo dall’eguagliare il proprio primato di punti in singolo torneo di serie A: adesso i punti sono 43 (come nella stagione 2004/05), mentre il record bianconero è di 44 stabilito nel 2007/08.

Oggi il record di vittorie consecutive dei bianconeri in A?

Il Siena è reduce da due successi consecutivi ottenuti in gare interne di campionato contro Napoli (2-1) e Palermo (1-0). Se i bianconeri dovessero vincere anche oggi, eguaglierebbero il record di 3 affermazioni consecutive in serie A, ottenute nel periodo febbraio-marzo 2008.

Il fair-play del Siena 2008/09

Il Siena è la squadra della serie A 2008/09 ad aver finora subito il minor numero di ammonizioni: sono stati 61 i cartellini gialli decretati a danno dei bianconeri. Il Siena è inoltre la squadra che ha subito il minor numero di espulsioni nell’attuale torneo di serie A: appena 1, decretata ai danni di Maccarone alla prima giornata di andata.

DA IMPLEMENTARE
vittorie(6)pareggi(2)sconfitte(1)

MILANO - Inter-Siena è inevitabilmente una partita diversa dalle altre. L'Inter è campione d'Italia della stagione 2008/'09 ancora prima di scendere in campo e quando arriva allo stadio "Meazza", con il 17° scudetto sul petto, viene da una nottata impegnativa, nella quale l'enorme entusiasmo di tutti i tifosi, ha 'costretto' i nerazzurri ad andare a dormire un po' più tardi di quanto avrebbe voluto Josè Mouurinho. Proprio per questo Inter-Siena è una partita che dimostra come nel calcio non conti sempre e solo la forza fisica. Perché la vittoria dell'Inter di oggi è una vittoria che deriva dalla forza delle emozioni e per questo ottenuta con il cuore. Quello di Cambiasso che apre le marcature con un tocco di classe, quello di Balotelli che stupisce per la freddezza della sua giocata che porta il risultato sul 2-0, quello di Ibra che continua a dominare la classifica dei capocannonieri con 22 reti, quello dell'acchiappasogni Julio Cesar che concede l'esordio stagionale a Paolo Orlandoni, e infine quello di tutti coloro che stasera possono gridare a voce alta che questo scudetto non ce l'ha regalato nessuno.

PRIMO TEMPO - Per affrontare il Siena, Josè Mourinho schiera il nucleo che è stato il più forte e continuo dell'Inter: con l'immancabile Julio Cesar in porta, i quattro uomini della difesa sono Cordoba e Samuel al centro, Zanetti e Chivu sulle fasce. I tre moschettieri del centrocampo portano i nomi di Stankovic, Cambiasso e Muntari, mentre Luis Figo è il trequartista dietro il tandem d'attacco formato da Ibrahimovic-Balotelli. Dopo 3 minuti di gioco Julio Cesar è già chiamato a una delle sue parate acrobatiche su una conclusione da fuori area di Calaiò. L'Inter risponde al 6' con un bella combinazione tra Ibra e Balotelli, lo svedese si propone in area con cross basso che cerca di servire, centralmente Mario che, però, non ci arriva. Al 14' aggancio ancora Ibra avanza incontrastato, viaggia palla al piede, cerca il taglio dentro di Balotelli o Figo che però non raccolgono l'invito. 60 secondi dopo un altro colpo di genio del mago Zlatan cala su Stankovic che apre per Balotelli, ma palla troppo lunga. E' un Ibra che si diverte e che fa divertire. Al 28' il triangolo Stankovic-Ibra-Muntari mette in ansia Curci che però ringrazia Brandao che si immola e ferma tutto. Al 31' bruttissimo fallo di su Javie Zanetti che Bergonzi non ritiene passibile neanche di uno stop del gioco. E tra una standing ovation di tutti i tifosi per il presidente Moratti e i cori per Josè Morinho, al 44° minuto è il un super Cambiasso a portare in vantaggio i nerazzurri: da un calcio di punizione di Balotelli, Curci respinge son i pugni, sulla ribattuta Stankovic sferra un missile che si infrange sulla difesa avversaria, ma il Cuchu è lesto a riprendere la palla, coordinarsi perfettamente e insaccare in rete in girata. San Siro esplode, il Cuchu anche e festeggia il suo terzo gol stagionale da campione d'Italia. Dopo un minuto di recupero, squadre a riposo sull'1-0.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre con Coppola al posto di Codrea e Jarolim al posto di Kharja nelle file bianconere. Al minuto 7 c'è tutto il talento, la forza e la precisione di Mario Balotelli nel raddoppio nerazzurro: Figo lo serve verticalmente, SuperMario a tu per tu con Curci, prima lo dribbla, poi non sbaglia il colpo e con una freddezza da veterano, di esterno destro, appoggia il pallone in rete per il 2-0. Il Siena prova a reagire e dopo due minuti risponde con un palo di Calaiò. Al 17' Mourinho sostituisce Figo con Santon, Zanetti avanza a centrocampo e il 'bambino' si schiera come terzino destro. Al 24' la calvalcata del capitano attraversa tutto il campo per poter arrivare a servire Ibra sulla trequarti, ma trova Brandao pronto a neutralizzano i suoi sforzi. Al 29' tutti in piedi per l'uscita di Balotelli che lascia spazio a Mancini. Pochi istanti dopo il Siena colpisce il secondo palo del match con Coppola al 31' il destino irrompe anche nel calcio: Ibra aveva chiesto il cambio per un fastidio alla gamba ma Mourinho, temporeggiando a concederglielo, gli regala il suo 22esimo gol: Ibra fa tris sfruttando un assist di Mancini.
E' al 32' tripudio di cori e applausi per l'uscita di Julio Cesar che concede l'esordio stagionale a Paolo Orlandoni che dopo soli due minuti è impegnato non facilemnte da un pallone a giro violentissimo di Ghezzal.
L'Inter vola a 81 punti in classifica e da lì, dal d'Italia, è tutto ancora piu bello. La festa può continuare.

INTER-SIENA 3-0
Marcatori: 44' Cambiasso; 7' st Balotelli, 31' st Ibrahimovic

Inter: 12 Julio Cesar (33' st 22 Orlandoni); 4 Zanetti, 2 Cordoba, 25 Samuel, 26 Chivu; 5 Stankovic, 19 Cambiasso, 20 Muntari; 7 Figo (17' st 39 Santon) ; 8 Ibrahimovic, 45 Balotelli (29' st 45 Mancini);
A disposizione: 11 Jimenez, 14 Vieira, 16 Burdisso, 23 Materazzi;
All.: Josè Mourinho

Siena: 85 Curci; 20 Ficagna, 90 Portanova, 15 Brandao, 30 Del Grosso; 8 Vergassola, 5 Codrea (1' st 35 Coppola), 14 Galloppa; 10 Kharja (1' st 23 Jarolim); 11 Calaiò, 18 Ghezzal:
A disposizione: 46 Manitta, 13 Rossettini, 17 Amoruso, 21 Rossi, 32 Maccarone;
All.: Marco Giampaolo

Arbitro: Bergonzi di Genova

in campo

Julio Cesar 12Curci
Zanetti 4Ficagna
Cordoba 2Portanova
Samuel 25Brandao
Chivu 26Del Grosso
Stankovic 5Vergassola
Cambiasso 19Codrea
Muntari 20Galloppa
Figo 7Kharja
Ibrahimovic 8Calaiò
Balotelli 45Ghezzal

panchina

Orlandoni 22Manitta
Jimenez 11Rossettini
Vieira 14Amorozo
Burdisso 16Rossi
Materazzi 23Jarolim
Mancini 33Maccarone
Santon 39Coppola