Risultato finale

29 Settembre 2010 20:45

Inter
36' (2t) Eto'o
34' Sneijder
27' Eto'o
22' Eto'o
4 - 0
Werder Brema
arbitro Undiano Mallenco / guardalinee F.M. Ibanez, J.C.Y. Jimenez / 4° uomo J.E.Fernandez
Guarda gli highlights
MinutiCronaca
45'L'arbitro non concede recupero. La prima frazione di gioco si conclude con l'Inter in vantaggio per 3-0 sul Werder Brema. Doppietta di Eto'o e gol di Sneijder
44'Ammonizione per Jensen per fallo su Biabiany
41'Stankovic al tiro, palla alta sopra la traversa
34'GOL INTER: SNEIJDER realizza. Eto'o crossa per l'olandese, che di interno destro va a segno. Inter-Werder Brema 3-0
32'Uno-due Coutinho-Sneijder, ma Eto'o non riesce a chiudere la triangolazione
30'Eto'o duetta con Stankovic, il serbo va al tiro, ma Wiese riesce a salvare
27'GOL INTER: ETO'O realizza. E' doppietta per il camerunese, che con un destro rasoterra porta l'Inter sul 2-0 dopo il grande controllo sul lancio di Lucio. Inter-Werder Brema 2-0
22'GOL INTER: ETO'O realizza. Servito da Cambiasso, Eto'o prende palla e porta in vantaggio l'Inter infilando Wiese in uscita. Inter-Werder Brema 1-0
21'Punizione per l'Inter, batte Sneijder, di poco alta sopra la traversa la palla
20'Cross di Borowski per Almeida, ma l'attaccante apre troppo e manda fuori
19'Destro di Stankovic dalla distanza, palla di pochissimo alta sopra la traversa
16'Segnalato il fuorigioco su Eto'o, servito dal lancio di Stankovic
14'Cambiasso va a cercare Eto'o all'altezza del secondo palo, ma il camerunese non ci arriva
9'Coutinho trova Sneijder in profondità, ma il suo tocco sottomisura viene mandato in corner col corpo da Wiese
7'Cross dalla destra di Biabiany, colpo di testa di Coutinho, palla fuori. Occasione sciupata
4'Punizione per il Werder, la batte Almeida, Julio Cesar riesce ad andare con il pugno sinistro
3'Dopo una punizione per l'Inter, parte il contropiede del Werder con Almeida, pallonetto, con Julio Cesar scavalcato, ci pensa Lucio a salvare
1'E' tutto pronto allo stadio "Giuseppe Meazza" per Inter-Werder Brema, matchday2 di Uefa Champions League
1'Contro il Werder Benitez sceglie Lucio-Cordoba coppia di centrali, Maicon e Chivu laterali davanti a Julio Cesar. Diga di centrocampo con Stankovic e Cambiasso; il trio Biabiany-Sneijder-Coutinho alle spalle di Eto'o
1'Calcio d'inizio battuto dal Werder Brema
1'Eto'o prova subito ad impegnare la difesa del Werder ma a chiudere c'è Prodl
MinutiCronaca
47'Dopo due minuti di recupero, termina Inter-Werder Brema 4-0. Tripletta per Eto'o e gol di Sneijder
45'L'arbitro concede due minuti di recupero
43'Sinistro ampiamente largo dal limite di Hunt
38'Eto'o in profondità, viene fermato, ci prova Santon ad andare al tiro ma Wiese non si fa cogliere impreparato
37'Inserimento centrale di Wagner, taglio riuscito, ben servito, Cordoba capisce e con la punta del piede lo anticipa in angolo. Prodl di testa mette alto
36'GOL INTER: ETO'O realizza. E' tripletta per il camerunese. Servito da Sneijder sulla sinistra, Eto'o scavalca Wiese e mette dentro dolcemente di destro. Inter-Werder Brema 4-0
35'Cambio per l'Inter: esce Stankovic, entra Obi
33'Cambio per il Werder: esce Almeida, entra Wagner
31'Punizione per il Werder: Arnautovic spara alto sopra la traversa
27'Coutinho libera il destro, respinge Prodl
24'Corner battuto da Sneijder, al tiro Stankovic, palla di poco fuori
20'Punizione per l'Inter, batte Sneijder, palla di poco sopra la traversa
19'Biabiany lanciato a rete viene messo giù da Prodl
19'Ammonito Prodl
17'Sostituzione per l'Inter: esce Lucio, entra Santon
17'Cambio per il Werder: esce Hunt, entra Marin
16'Sul corner battuto da Arnautovic, Lucio va in anticipo su Almeida. Il difensore nerazzurro si fa male e chiede il cambio
14'Wesley per Marin, che va al tiro ma la palla termina a lato
9'Chivu va al tiro cercando Eto'o ma il camerunese non può arrivarci
8'Coutinho, dopo una serie di finte, va al tiro di destro, ma Wiese non si fa trovare impreparato
7'Parata di Castellazzi sul rasoterra di Wesley
5'Castellazzi c'è sul tiro di Silvestre
3'Viene segnalato il fuorigioco su Almeida
1'La ripresa si apre con un cambio nelle fila dell'Inter, Julio Cesar non rientra in campo
Cordoba
7.59
7.59
Stankovic
7.94
7.94
Cambiasso
7.84
7.84
Julio Cesar
6.62
6.62
Maicon
6.92
6.92
Biabiany
7.48
7.48
Chivu
7.07
7.07
Santon
7.12
7.12
Obi
6.98
6.98
Lucio
7.4
7.4
Eto'o
9.49
9.49
Sneijder
8.38
8.38
Castellazzi
7.57
7.57
Coutinho
7.58
7.58
Media squadra7.57
3tiri porta6
6tiri fuori10
7falli fatti11
6angoli5
2fuorigioco5
28:34possesso22:44
Le sfide Benitez-Schaaf

Primo confronto tecnico ufficiale assoluto tra Benitez e Schaaf.

Le sfide Inter-Werder Bremen

Sono 4 i precedenti ufficiali tra le due squadre - tutti relativi a fasi a gironi della Champions League, nelle edizioni 2004/05 e 2008/09 - con bilancio di perfetto equilibrio: 1 successo per parte e 2 pareggi (entrambi per 1-1). In ciascuna di queste 4 sfide ufficiali l’Inter ha sempre segnato almeno un gol, per un totale di 5 reti all’attivo. Considerando le sole 2 partite disputate a Milano, l’Inter è imbattuta: 1 successo ed 1 pareggio, il bilancio a favore dei nerazzurri.

Le sfide Werder Brema-Italia

Il Werder Brema, considerando anche i precedenti contro l’Inter, affronta per la 29° volta una rivale italiana in gare ufficiali ed il bilancio – a favore dei tedeschi - è di 10 successi, 11 pareggi e 7 sconfitte. Il Werder Brema gioca stasera per la 15° volta in Italia e finora ha uno score di 2 successi, 5 pareggi e 7 sconfitte, con ultimo successo, però, risalente al 22 novembre 1989: 3-2 in casa del Napoli in coppa Uefa.

Le sfide Inter-Germania

L’Inter, considerando anche i confronti contro il Werder Brema, vanta 36 precedenti nelle classiche coppe europee contro squadre tedesche e finora ha un bilancio – a proprio favore - di 19 vittorie (tra cui la finalissima della Champions League 2009/10, vinta dai nerazzurri per 2-0 a Madrid contro il Bayern Monaco il 22 maggio 2010), 8 pareggi e 9 sconfitte. Considerando i soli 18 precedenti ufficiali disputati a Milano (tra cui si ricorda anche uno spareggio contro il Colonia, nella coppa Fiere/Uefa 1961/62) il bilancio interista è di 13 successi, 1 pareggio (proprio contro il Werder Brema, 1-1 nella Champions League 2008/09) e 4 sconfitte.

Inter imbattuta in casa da 48 partite ufficiali

L’Inter non perde una gara ufficiale in casa dal 26 novembre 2008 quando, in Champions League, venne sconfitta per 0-1 dal Panathinaikos. Nelle seguenti 48 gare interne, i nerazzurri hanno un bilancio di 37 vittorie e 11 pareggi.

Inter reduce da 10 vittorie casalinghe consecutive e 28 reti all’attivo

L’Inter è reduce da 10 vittorie interne ufficiali consecutive, ottenute contro Livorno (3-0 in serie A), Cska Mosca (1-0 in Champions League), Bologna e Juventus (rispettivamente 3-0 e 2-0 in campionato), Barcellona (3-1 in Champions League), Atalanta e ChievoVerona (rispettivamente 3-1 e 4-3 in serie A), Roma (3-1 in supercoppa di Lega), Udinese e Bari (rispettivamente 2-1 e 4-0 in campionato). L’ultima squadra ad uscire imbattuta da San Siro è stato il Genoa, 0-0 in campionato lo scorso 7 marzo. In ciascuna di queste stesse ultime 10 gare interne ufficiali l’Inter ha sempre segnato almeno un gol, per un totale di 28 reti all’attivo. L’ultimo digiuno nerazzurro è il sopra menzionato 0-0 contro il Genoa in campionato, lo scorso 7 marzo.

Werder a secco solo in una delle ultime 17 euro-gare

Il Werder non ha segnato solo in una delle ultime 17 euro-gare disputate in assoluto: è accaduto il 18 febbraio 2010 quando, in Europa League, venne sconfitto per 0-1 in casa del Twente. Nelle altre 16 partite prese in esame i tedeschi hanno complessivamente realizzato 45 reti.

Werder a porta chiusa solo in una delle ultime 17 trasferte di Champions

Il Werder Brema non ha subito gol solo in una delle ultime 17 trasferte disputate in Champions League: è accaduto il 31 ottobre 2006 quando si impose per 3-0 in casa del Levski Sofia. Nelle altre 16 partite esterne prese in esame nella competizione i tedeschi hanno complessivamente incassato 38 reti.

Dirige lo spagnolo Undiano Mallenco

Alberto Undiano Mallenco è nato a Pamplona (Spagna) l’8 ottobre 1973 ed è internazionale dal 2004. E’ alla seconda direzione stagionale in Europa dopo Ajax-Dinamo Kiev 2-1 (ritorno play-off di Champions League). Undiano Mallenco dirige per la prima volta l’Inter in gare ufficiali. Il fischietto spagnolo dirige per la seconda volta in gare ufficiali il Werder Brema: nella Champions League 2007/08 i tedeschi si imposero in casa per 2-1 contro la Dinamo Zagabria. Undiano Mallenco vanta 5 precedenti ufficiali con club italiani che sono imbattuti: 2 successi (3-1 esterno della Roma contro il Bordeaux nella Champions League 2008/09 e 3-2 casalingo della Fiorentina contro il Bayern Monaco nella Champions League 2009/10) e 3 pareggi (1-1 interno della Roma contro lo Strasburgo nella coppa Uefa 2005/06; 1-1 interno della Fiorentina contro il Bayern Monaco nella Champions League 2008/09 e 2-2 casalingo della Juventus contro il Chelsea nella Champions League 2008/09), lo score. Il fischietto spagnolo ha diretto in 9 precedenti occasioni club tedeschi, considerando anche quello del Werder, e finora il bilancio complessivo è di 4 successi, 2 pareggi e 3 sconfitte.

DA IMPLEMENTARE
vittorie(2)pareggi(1)sconfitte(0)

 MILANO - Con una tripletta di Samuel Eto'o e la rete di Wesley Sneijder, Inter batte Werder Brema 4-0 nella seconda gara del Gruppo A della Uefa Champions League 2010-2011.

Gol, ritmo, corsa e qualità si mescolano nei 90' che segnano l'esordio stagionale in Europa dei nerazzurri allo stadio "Meazza" in una partita avvincente che dà ragione alle scelte di Benitez di schierare Biabiany e Coutinho, ma dà ancora più ragione a Eto'o che con la grinta di sempre cambia in 5' il volto del match realizzando una doppietta (22' e 27') Ma non solo gol, sono sempre del camerunese gli assist che mandano Stankovic solo vicino al tris e che invece lo regalano a Sneijder (34'). Julio Cesar e Lucio out nella ripresa, tocca a Castellazzi, all'esordio in Champions, e a Santon. Eto'o non si ferma più, va oltre, cala il tris battendo Wiese per il 4-0.

PRIMO TEMPO - Con Samuel e Zanetti k.o, Benitez deve rinunciare anche a Milito e Pandev, il macedone va in tribuna, e sceglie Biabiany e Coutinho al fianco di Sneijder, a supporto dell'unica punta Eto'o.
E' il Werder a dare avvio a un match che vede proprio la squadra tedesca vicinissima al vantaggio con un pallonetto di Almeida (3'): il portoghese approfitta dell'uscita frettolosa di Julio Cesar e lancia verso la porta nerazzurra, serve tutta la lucidità di Lucio per evitare il gol. Minaccia che si ripresenta anche un minuto dopo, quando su calcio di punizione ancora Almeida indirizza sul primo palo, ma questa volta Julio Cesar non sbaglia e mette in corner. Ma l'Inter non si arrende e, al 7', con la perfetta accelerazione di Biabiany e il suo cross dalla destra per la testa di Coutinho spaventa Wiese che vede la palla uscire di un soffio. Passano 120 secondi ed è ancora il giovane brasiliano a lanciare in profondità per Sneijder che, a tu per tu con Wiese, costringe il portiere tedesco a rifugiarsi in corner. Al 14', il sinistro di Cambiasso cerca, all'altezza del secondo palo, la testa di Eto'o che però non ci arriva di un soffio; forse la stessa distanza di pochi millimetri che, dall'altra parte del campo, crea pericoli con il cross di Borowski per Almeida a un passo dalla porta. Ma il gol, quello che conta, non tarda ad arrivare: al 22', Cambiasso beffa la difesa avversaria sulla trequarti e trova il varco utile per servire Eto'o che anticipa Wiese per l'1-0. E mentre Materazzi, Milito, Samuel e capitan Zanetti applaudono i compagni dalla terrazza dello stadio 'Meazza', Eto'o non perde tempo, raccoglie il lancio di Lucio e colpisce ancora, firmando la sua doppietta in Champions League per un totale di 3 centri stagionali in Europa, 10 tra campionato e coppa. Diagonale perfetto del camerunese che, mai egoista, alla mezz'ora manda Stankovic vicinissimo al gol, ma il serbo alza di poco sulla traversa. Deve rinunciarci Deki, va decisamente meglio a Sneijder che, su assist di Eto'o, d'interno destro centra per la terza volta la porta avversaria per il 3-0.
Al 45' esatto, Mallenco fischia la fine del primo tempo: Inter-Werder Brema 3-0.

SECONDO TEMPO - Si apre con un doppio cambio la ripresa di Inter-Werder Brema: c'è Pasanen in campo al posto di Borowski, mentre Castellazzi fa l'esordio nella Champions League, sostituendo l'infortunato Julio Cesar (vittima di un indurimento muscolare alla coscia sinistra) e mostrando ,dopo soli 7', tutta la sua qualità sul rasoterra velenoso di Wesley. Era stato fermato dal fischietto di Mallenco pochi minuti prima Almeida (3'), serve invece tutta la fisicità di Wiese per negare a Coutinho la gioia del gol dopo la lotta con Mertesacker. Dal 17', Lucio deve abbandonare il campo per un fastidio muscolare nella zona alta della coscia sinistra - probabilmente provocato dalla ricaduta non perfetta dopo il colpo di testa -, c'è Santon al suo posto. Al 19', il brutto intervento al limite dell'area di Prodl su Biabiany, lanciato a rete, costa un giallo al difensore austriaco e un calcio di punizione dai 20 metri all'Inter: calcia Sneijder, palla di poco sopra la traversa. Tra gli applausi del 'Meazza', al 35', Stankovic fa spazio in campo a Obi permettendo anche a lui l'esordio in Champions. Eto'o vuole chiudere in bellezza, ci riesce al 36': sull'assist di Sneijder, il camerunese va all'uno contro uno con Wiese, lo supera e vicino alla porta insacca per il tris. Momenti da ricordare, lo sa bene Samuel che per festeggiare prende in prestito una macchina fotografica e fa una foto al compagno olandese. Sul finale, ci prova il Werder con Arnautovic, Castellazzi non si fa sorprendere e chiude a chiave la porta nerazzurra (90').
Dopo 2 minuti di recupero, termina sul 4-0 il match tra Inter e Werder Brema. Nell'altra partita del girone, Tottenham batte Twente 4-1 e comanda il girone accanto ai nerazzurri a quota 4 punti in classifica. Appuntamento a martedì 20 ottobre con Tottenham-Inter.

U.C.L. INTER-WERDER BREMA 4-0
Marcatori: 22', 27' e 36' st Eto'o, 34' Sneijder

Inter: 1 Julio Cesar (1' st 12 Castellazzi); 13 Maicon, 6 Lucio (17' st 39 Santon), 2 Cordoba, 26 Chivu; 5 Stankovic (35' st 20 Obi), 19 Cambiasso, 88 Biabiany, 10 Sneijder, 29 Coutinho; 9 Eto'o.
A disposizione: 11 Muntari, 17 Mariga, 30 Mancini, 39 Santon, 57 Natalino.
Allenatore: Rafael Benitez

Werder Brema: 1 Wiese; 5 Wesley, 29 Mertesacker, 15 Prodl, 16 Silvestre; 20 Jensen, 6 Borowski (1' st 3 Pasanen), 44 Bargfrede, 10 Marin (17' st 14 Hunt); 7 Arnautovic, 23 Almeida (33' st 19 Wagner).
A disposizione: 21 Mielitz, 17 Husejnovic, 41 Schmidt, 18 Kroos, 41 Schimdt.
Allenatore: Thomas Schaaf.

Arbitro: Undiano Mallenco (Spa)
Note. Ammoniti: 44' Jensen, 19' st Prodl. Tempi supplementari: 0-2'. Spettatori: 48.126

in campo

Julio Cesar 1Wiese
Maicon 13Wesley
Lucio 6Mertesacker
Cordoba 2Prodl
Chivu 26Silvestre
Stankovic 5Jensen
Cambiasso 19Borowski
Biabiany 88Bargfrede
Sneijder 10Marin
Coutinho 29Arnautovic
Eto'o 9Almeida

panchina

Castellazzi 12Mielitz
Santon 39Pasanen
Muntari 11Hunt
Mancini 30Husejnovic
Mariga 17Kroos
Obi 20Wagner
Natalino 57Schimdt