Risultato finale

10 Novembre 2010 20:45

Lecce
34' (2t) Olivera
1 - 1
Inter
31' (2t) Milito
arbitro Paolo Valeri / guardalinee Pugiotto, Dobosz / 4° uomo Russo
Guarda gli highlights
Minuti Cronaca
45' L'arbitro Valeri non concede recupero, la prima frazione di gioco tra Lecce e Inter termina a reti inviolate
45'
44'
44' Cross dalla sinistra di Biabiany per Eto'o, chiuso in due tempi da Giuliatto
43' Olivera lancia in contropiede Di Michele, fermato in giusto fuorigioco
37' Cross di Brivio per Rispoli, palla alta sopra la traversa
37'
36' Scambio Olivera-Jeda, palla a Mesbah, chiude Zanetti
36' Di Michele per Jeda in area, chiude in scivolata Cordoba
36'
33' Ennesimo recupero di Obi, sulla destra, su Rispoli: buon inizio per lui
33'
30' Cross di Olivera, colpo di testa di Jeda: alto sopra la traversa
30'
26' Sulla destra Santon, che mette in mezzo per Eto'o, anticipato però dalla difesa del Lecce: i nerazzurri reclamano un fallo di mano
26'
23'
23' Mesbah dalla sinistra mette in mezzo per Di Michele, chiude Chivu
15' Cross di Chivu dalla destra, palla a Coutinho, che serve Eto'o: sopra la traversa
15'
12' Su angolo dalla sinistra, svetta Biabiany che colpisce debolmente e centralmente: para Rosati
11'
11' La prima grande occasione della gara è per l'Inter, ma viene sciupata nel finale: innesca l'azione Chivu, per Biabiany sulla sinistra, che crossa in mezzo per Pandev. Il tiro di sinistro del macedone finisce però addosso a Rosati
9' Obi chiude con sicurezza su Mesbah lanciato verso l'area
9'
6'
6' Punizione battuta da Coutinho, Rispoli rinvia corto, c'è Eto'o che però colpisce male e tira alto sopra la traversa
5'
5' Olivera carica il destro, deviazione di Cordoba, Castellazzi fa suo il pallone
3' Brutto fallo di Giacomazzi su Pandev
1' Benvenuti allo stadio "Via Del Mare": tutto pronto per Lecce-Inter, gara valida per la 11^ giornata di Serie A Tim 2010-2011
1' Contro il Lecce formazione rimaneggiata per Benitez, con Castellazzi in porta, coppia di centrali difensivi Lucio e Cordoba, laterali Santon e Chivu; diga di centrocampo con Zanetti e Obi; il trio Biabiany-Coutinho-Pandev a ridosso di Eto'o
1'
1'
1' Calcio d'inizio battuto dai nerazzurri
1'
Minuti Cronaca
48' Dopo tre minuti di recupero, termina 1-1 il match tra Lecce e Inter. Nerazzurri a quota 20 punti
45'
45' Valeri concede tre minuti di recupero
45'
45'
44' Milito carica il destro, palla a lato anche se di poco
43' Chivu crossa dalla sinistra per Stankovic, che colpisce di testa, la palla termina fuori di un soffio
42'
42' Di Michele tenta di destro la giocata personale, nessun problema per Castellazzi
42'
42'
41' Cambio per il Lecce: esce Olivera, entra Piatti
41'
39'
39' Cambio per l'Inter: esce Obi, entra Mancini
37'
37' Cambio per il Lecce: esce Brivio, entra Coppola
35' Ammonizione per Milito
35'
34' GOL LECCE: OLIVERA realizza. Su calcio d'angolo battuto da Giacomazzi, Olivera schiaccia in porta di testa. E' pari
33'
33'
31'
31'
31' GOL INTER: MILITO realizza! Eto'o dalla sinistra, ubriaca due difensori, serve Milito che va al tiro, la palla finisce addosso a Rosati e rocambola in porta. Nell'esultanza Milito mostra la maglia di Walter Samuel: la dedica è per lui
26'
26' Ammonizione per Gustavo
26'
24'
24' Lancio in area per Stankovic che da due passi di tacco si è fatto deviare il pallone in angolo da Rosati, reattivo a volare sulla sinistra
23' Stankovic crossa per Milito, che mette giù, si gira, calcia di destro e colpisce il palo
23'
22'
20'
20' Cambio per il Lecce: esce Jeda, entra Ofere
19'
19' A battere la punizione è Eto'o, pallone deviato, che esce fuori
19'
18'
18' Ammonizione per Rispoli per fallo su Milito
17'
15'
12' Eto'o va via in area sulla sinistra e centra sul primo palo: Rosati è attento e blocca a terra
11' Cambio per l'Inter: esce Biabiany, entra Stankovic
11'
11' Sugli sviluppi di un angolo Lucio rimette in mezzo per Eto'o che da due passi calcia alto
10' Grande intervento di Rosati sul pallone calciato di destro da Eto'o, servito da Coutinho
10'
7' Su cross dalla sinistra di Mesbah, esce Castellazzi e blocca in presa alta
6' Ammonito Brivio per fallo su Biabiany
6'
6' Su angolo dalla sinistra prova a rimettere in mezzo il pallone Giacomazzi: Castellazzi esce e allontana il pericolo coi pugni
6' Pronta chiusura di Lucio su Olivera lanciato sulla sinistra
6'
4' Punizione dalla trequarti destra di Di Michele in area: Zanetti anticipa tutti e libera
1'
1' Ha inizio la seconda frazione di gioco
1'
1' Cambio per l'Inter: esce Pandev, entra Milito
Zanetti
5.55
5.55
Cordoba
5.49
5.49
Stankovic
6.64
6.64
Biabiany
3.98
3.98
Chivu
3.66
3.66
Mancini
3.32
3.32
Santon
4.61
4.61
Milito
6.7
6.7
Obi
6.15
6.15
Lucio
5.59
5.59
Eto'o
6.94
6.94
Pandev
3.34
3.34
Castellazzi
4.55
4.55
Coutinho
4.19
4.19
Media squadra 5.05
3 tiri porta 5
2 tiri fuori 6
20 falli fatti 8
3 angoli 7
1 fuorigioco 3
38% possesso 62%
Le sfide De Canio-Benitez

Primo confronto tecnico ufficiale tra Luigi De Canio e Rafael Benitez.

Le sfide Benitez-Lecce

Rafael Benitez affronta il Lecce per la prima volta in gare ufficiali.

Le sfide De Canio-Inter

Sono 8 i precedenti ufficiali tra De Canio e l’Inter: finora il tecnico del Lecce è in svantaggio, avendo ottenuto un bilancio – a proprio sfavore - di 2 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte. Da notare però che De Canio è imbattuto in casa (2 vittorie ed 1 pareggio, lo score dei tre precedenti) e le sue squadre non hanno mai subito gol dai nerazzurri.

Il Lecce non segna contro l’Inter da 429’

L’ultimo gol segnato in assoluto in gare ufficiali dal Lecce contro l’Inter risale al 6 marzo 2005 quando i nerazzurri si imposero in casa per 2-1, in serie A. L’autore del gol giallorosso fu Pinardi al 21’: da allora si contano i restanti 69’ di quel match, più le successive intere 4 sfide di campionato tutte vinte dall’Inter e riferite alle stagioni 2005/06 (3-0 a Milano e 2-0 a Lecce) e 2008/09 (1-0 a San Siro e 3-0 a “Via del Mare”), per un totale di 429’ di digiuno assoluto dei salentini.

600 panchine per De Canio

Luigi De Canio festeggia la 600° panchina di campionato della propria carriera tecnica, sommando i tornei professionisti a quelli dilettantistici. Le panchine di De Canio in campionati professionistici sono 482 (162 in serie A, 196 in B, 68 in C-1 e 56 in C-2), mentre quelle nel campionato nazionale dilettanti sono 117. Il bilancio complessivo delle attuali 599 panchine di campionato di De Canio è di 218 vittorie (173 da professionista e 45 nei dilettanti), 195 pareggi (156 da professionista e 39 nei dilettanti) e 186 sconfitte (153 da professionista e 33 nei dilettanti).

Lecce a “Via del Mare”: un solo k.o. nelle ultime 11 gare, senza gol in una delle ultime 13

Il Lecce ha perduto solo una delle ultime 11 gare interne ufficiali disputate: è accaduto lo scorso 14 maggio quando, in serie B, il Cesena si impose per 2-1. Nelle altre 10 partite prese in esame lo score casalingo giallorosso è di 7 successi e 3 pareggi. Il Lecce non ha segnato solo in una delle ultime 13 partite interne ufficiali disputate: è accaduto lo scorso 30 maggio quando, in serie B, impattò 0-0 contro il Sassuolo. Nelle altre 12 partite prese in esame i giallorossi hanno complessivamente realizzato 18 reti.

Lecce in campionato: a secco da 209’

Il Lecce non segna in assoluto in campionato dal 24 ottobre scorso quando si impose in casa per 2-1 contro il Brescia. L’autore del secondo gol pugliese fu Di Michele al 61’: da allora si contano i restanti 29’ di quel match, più le intere trasferte perdute per 0-2 a casa di Roma e Bologna, per un totale di 209’ di digiuno assoluto in serie A.

L’indisciplina giallorossa e il fair-play nerazzurro

Il Lecce è una delle 4 squadre della serie A 2010/11, assieme a Cesena, Napoli e Roma, ad aver subito il maggior numero di espulsioni: sono già 3. I 3 cartellini rossi ai danni dei salentini sono stati comminati a Munari (contro il Cesena), Giacomazzi (contro il Palermo) ed Olivera (contro la Roma). L’Inter è una delle 3 squadre della serie A 2010/11 nelle cui gare non sono state ancora decretate espulsioni, né a favore né contro i nerazzurri. Le altre squadre sono Bologna e Sampdoria.

Inter da record anche nei cartellini gialli

L’Inter è la squadra della serie A 2010/11 ad aver finora subito il minor numero di cartellini gialli: sono appena 14 in 10 turni disputati..

Inter a caccia di un tris di vittorie esterne che in A manca da un anno

L’Inter non vince 3 trasferte consecutive di serie A da un anno esatto: l’ultima volta è accaduto nel periodo ottobre-novembre 2009 quando i nerazzurri si imposero, nell’ordine, a casa di Genoa (5-0), Livorno (2-0) e Bologna (3-1). Adesso l’Inter è reduce da un doppio successo per 1-0 contro Cagliari e Genoa.

Cordoba e i gol al Lecce

Ivan Ramiro Cordoba ha nel Lecce la squadra contro cui ha finora realizzato il maggior numero di gol ufficiali da quando gioca in Italia: sono 3 sui 18 totali.

DA IMPLEMENTARE
vittorie(9) pareggi(3) sconfitte(3)

LECCE - Allo stadio "Via Del Mare", termina sull'1-1 il match tra Lecce e Inter, valido per l'11^ giornata della Serie A Tim 2010-2011.
Dopo il primo tempo chiuso sullo 0-0, sono Milito e Stankovic, subentrati nella ripresa, a movimentare il gioco fino al vantaggio confezionato proprio dal Principe grazie al gran lavoro di Eto'o (76') e alla pronta risposta dei salentini con Olivera che riporta il risultato in parità (79')

PRIMO TEMPO - Per affrontare il Lecce neopromosso, Benitez sceglie Santon al posto di Maicon a destra della linea difensiva mentre, con Chivu confermato come terzino sinistro, ci sono Lucio e Cordoba al centro. Milito parte dalla panchina, l'allenatore nerazzurro conferma Eto'o come unica punta davanti a Biabiany, Coutinho e Pandev. Di Canio cambia modulo e schiera un Lecce a tre punte con Olivera, Di Michele e Jeda.
Dopo 5 minuti è Olivera a cercare la porta avversaria con un tiro dalla distanza che Castellazzi blocca senza problemi, ma è Eto'o - un minuto dopo - ad avventarsi sulla ribattuta indecisa di Rispoli che mette in difficoltà Rosati. Vale un gol la parata del numero 22 giallorosso che all'11 nega il vantaggio all'Inter: lancio lungo di Chivu, raccoglie Biabiany che mette in mezzo per Pandev, sinistro a botta sicura del macedone che deve arrendersi al tempismo di Rosati. Ancora Inter: stavolta è Eto'o a viaggiare verso la porta giallorossa, il camerunese prova a pescare Pandev a centro area, ma Giuliatto mette fuori. Si attiva il Lecce. Al 23', è provvidenziale la chiusura di Chivu sul cross basso di Mesbah a cercare Di Michele, mentre alla mezz'ora una distrazione della difesa nerazzurra regala a Jeda un'occasione su colpo di testa sul cross di Olivera, ma la palla si alza di poco sulla traversa. Ritmi contenuti e poche occasioni caratterizzano i minuti successivi: in campo con un 4-3-3, il Lecce sa schiacciarsi nella propria metà campo quando necessario, ma anche ripartire pericolosamente. Lo fa , ad esempio, con l'avanzata di Rispoli, chiuso da Obi al 33', o con il fraseggio di Mesbah anticipato da Zanetti (36'), con il cross di Di Michele per Jeda sul quale è provvidenziale l'intervento in scivolata di Cordoba o ancora con il cross di Brivio per Rispoli al 37', nella migliore occasione per i giallorossi sprecata però dal difensore giallorosso che sbaglia completamente il tiro e manda il pallone sugli spalti. L'Inter risponde con l'iniziativa di Biabiany che, al 44', serve Eto'o che viene chiuso in due tempi da Giuliatto.
Senza alcun recupero, termina sullo 0-0 il primo tempo di Lecce-Inter.

SECONDO TEMPO - Milito al posto di Pandev: è questa la novità messa in campo da Benitez per affrontare la ripresa di Lecce-Inter. L'undici giallorosso è confermato e parte forte: prima con Olivera lanciato sulla sinistra, ma chiuso da Lucio (6'), poi con il cross dalla sinistra di Mesbah, bloccato in presa alta da Castellazzi. Ma è dell'Inter la migliore occasione: dal calcio di punizione di Coutinho, Eto'o calcia al volo il pallone, ma Rosati si oppone e vola per chiudere la sua sua porta (10'). Ancora il camerunese, un minuto dopo sugli sviluppi del corner, ci riprova sul cross deciso di Lucio, ma da pochi passi dalla porta, calcia alto. Dall'11 c'è Stankovic in campo al posto di Biabiany. Al 18' il fallo di Rispoli su Milito vale un cartellino giallo per il difensore giallorosso e un calcio di punizione dal limite per l'Inter: batte Eto'o, pallone deviato che termina sul fondo. Al 23' palo di Milito: su assist di Stankovic, grande giocata del Principe che, stoppa palla e, quasi da fermo, si gira e tira di destro colpendo il palo alla sinistra di Rosati. Il Drago nerazzurro non si arrende e, dal cross dalla trequarti di Obi, prolunga con un tocco morbido che, costringe Rosati a deviare in corner. Al 26' Gustavo atterra Stankovic: è il terzo difensore giallorosso a beccarsi il giallo; sul successivo calcio di punizione, Chivu tocca male e lancia altissimo il pallone. Ma l'Inter cresce e il gol del vantaggio arriva al 31': Eto'o si libera magnificamente di due difensori avversari e dalla sinistra crossa basso per Milito, piatto del Principe e palla in rete per lo 0-1. Il terzo gol in campionato dell'argentino, costruito su un gran lavoro del camerunese, regala la gioia del vantaggio ai nerazzurri che dedicano il gol a Walter Samuel mostrando la sua maglietta da gioco e un'altra con un messaggio sdedicato a The Wall: "Forza cabeza, la banda te espera". La risposta del Lecce arriva però dopo soli 3 minuti. Al 34', infatti, sul corner dalla destra di Giacomazzi, Olivera colpisce di testa e batte Castellazzi per l'1-1. Stankovic, al 43', sfiora il raddoppio e, dopo il cross di Chivu, si avventa di testa, palla di pochissimo alla sinistra di Rosati.
Dopo 3 minuti di recupero, Lecce-Inter termina sul'1-1. I nerazzurri non riescono a turbare l'imbattibilità casalinga dei giallorossi e vanno al quarto posto in classifica a quota 20 punti. Domenica sera, l'appuntamento è allo stadio "Meazza" per il derby contro il Milan.

LECCE-INTER 1-1
Marcatori: 31' st Milito, 34' st Olivera

Lecce: 22 Rosati; 33 Rispoli, 4 Gustavo, 3 Giuliatto, 28 Brivio (37' st 32 Coppola); 20 Vives, 18 Giacomazzi, 11 Mesbah; 10 Olivera (41' st 19 Piatti), 17 Di Michele, 27 Jeda (20' st 15 Ofere).
A disposizione: 81 Benassi, 2 Donati, 5 Sini, 21 Grossmuller.
Allenatore: Luigi De Canio.

Inter: 12 Castellazzi; 39 Santon, 6 Lucio, 2 Cordoba, 26 Chivu; 4 Zanetti, 20 Obi (39' st 30 Mancini); 88 Biabiany (11' st 5 Stankovic), 29 Coutinho, 27 Pandev (1' st 22 Milito); 9 Eto'o.
A disposizione: 21 Orlandoni, 23 Materazzi, 40 Nwankwo, 57 Natalino.
Allenatore: Rafael Benitez.

Arbitro: Paolo Valeri (sez. arbitrale Roma 2)
Note. Ammoniti: 6' st Brivio, 18' st Rispoli, 26' st Gustavo, 35' st Milito. Tempi di recupero 0-3'

in campo

Rosati 12 Castellazzi
Rispoli 39 Santon
Gustavo 6 Lucio
Giuliatto 2 Cordoba
Brivio 26 Chivu
Olivera 4 Zanetti
Vives 20 Obi
Giacomazzi 88 Biabiany
Mesbah 29 Coutinho
Jeda 27 Pandev
Di Michele 9 Eto'o

panchina

Benassi 21 Orlandoni
Donati 5 Stankovic
Sini 22 Milito
Ofere 23 Materazzi
Piatti 30 Mancini
Grossmuller 40 Nwankwo
Coppola 57 Natalino