Risultato finale

18 Dicembre 2010 18:00

Mazembe
0 - 3
Inter
41' (2t) Biabiany
17' Eto'o
13' Pandev
arbitro Yuishi Nishimura / guardalinee Sagara, Nagi / 4° uomo Carrillo
Guarda gli highlights
Minuti Cronaca
47' Straordinario salvataggio in scivolata di Cordoba sulla conclusione potente di Kaluyituka.
47' Termina la prima frazione di gioco, nerazzurri in vantaggio per due reti a zero.
45' Il direttore di gara Nishimura concede 2 minuti di recupero.
43' Ammonito anche Bedi per un'entrataccia ai danni di Lucio.
42' Milito splendidamente lanciato a rete da Pandev si fa respingere il tiro da Kidiaba.
38' Cross di Kaluyituka dalla destra, Kabangu manca la deviazione vincente sottoporta.
34' Ammonito per simulazione il numero 24 Ekanga.
32' Conclusione dalla distanza di Kaluyituka, Julio Cesar blocca a terra.
24' Lungo lancio di Maicon a pescare Milito, l'argentino entra in area e conclude a rete, dopo la respinta di Kidiaba, la difesa avversaria si salva in corner.
23' Traversone dalla sinistra di Eto'o, Kidiaba esce e blocca in presa.
20' Tocco di Maicon per Pandev, la conclusione a giro è ribattuta dalla difesa avversaria.
17' Cross rasoterra di Zanetti dalla destra per Pandev, tocco del macedone per Eto'o che con un preciso destro dal limite dell'area batte ancora Kidiaba.
13' Assist di Eto'o per Pandev che controlla di sinistro e sempre con un esterno sinistro supera il portiere avversario Kidiaba.
12' Entrata durissima di Kuluyituka su Cambiasso, il direttore di gara lo ammonisce.
9' Azione insistita del Mazembe al limite dell'area nerazzurra, dopo una prima respinta di Chivu la conclusione di Nkulukuta termina alta sopra la traversa.
3' Il gioco è momentaneamente sospeso per la pacifica invasione di campo di un tifoso.
2' Inter subito pericolosa con Eto'o che con un perfetto lancio rasoterra taglia tutta l'area avversaria, purtroppo Milito e Pandev non riescono ad approfittarne.
1' Benvenuti allo Zayed Sport City Stadium per TP Mazembe-Inter, finale FIFA Club World Cup 2010.
1' Partiti. Calcio d'inizio battuto dai nerazzurri
Minuti Cronaca
48' Dopo il Seongnam l'Inter regola per tre reti a zero anche il Mazembe e si laurea per la terza volta nella sua storia CAMPIONE DEL MONDO.
45' Nel Mazembe Kuluyituka lascia il posto a Ndonga.
45' Il direttore di gara concede 3 minuti di recupero.
42' Benitez sostituisce Thiago Motta con Mariga.
41' Lancio di Stankovic per Biabiany che di destro stoppa e dribbla il portiere avversario e di sinistro deposita in rete.
39' Ammonito Kasusula per un'entrata ai danni di Biabiany.
35' Altro intervento prodigioso di Julio Cesar sulla conclusione ravvicinata di Kuluyituka.
34' Ammonito Thiago Motta per ostruzione ai danni di un avversario.
33' Assist di Stankovic per Eto'o che si libera di un avversario e conclude a rete, Kidiaba respinge come può.
30' Strepitosa chiusura di Julio Cesar su Kuluyituka lanciato a rete.
28' Cross di Maicon dalla destra per Pandev che non trova la deviazione vincente, poi libera Nkulukuta.
25' Benitez inserisce Biabiany al posto di Milito.
22' Cross dalla sinistra di Kanda, Julio Cesar blocca con sicurezza.
17' Potente diagonale di Mihayo che costringe Julio Cesar a un difficile intervento in due tempi.
15' Assist di Stankovic per Milito che colpisce di testa sfiorando il palo.
15' Accelerazione di Maicon sulla destra, con l'aiuto di Pandev, il brasiliano crossa per Stankovic, solo nei pressi del secondo palo, ma Kidiaba devia sul montante.
14' E' ancora Cordoba a liberare di testa su un pericoloso traversone di Kabangu.
9' Benitez sostituisce Chivu con Stankovic.
7' Zanetti colpito al volto da una gomitata di un avversario è costretto ad abbandonare il terreno di gioco. Fortunatamente è in grado di riprendere il gioco.
4' Il calcio di punizione battuto da Kabangu è deviato dalla difesa interista.
1' Ha inizio il secondo tempo.
1' Nel Mazembe Kasongo lascia il posto a Kanda.
Zanetti
9.07
9.07
Cordoba
8.22
8.22
Stankovic
8.46
8.46
Cambiasso
8.48
8.48
Julio Cesar
8.5
8.5
Maicon
7.91
7.91
Biabiany
8.53
8.53
Chivu
7.64
7.64
Milito
7.68
7.68
Motta
8.22
8.22
Lucio
8.48
8.48
Eto'o
9.27
9.27
Pandev
8.58
8.58
Mariga
7.67
7.67
Media squadra 8.34
0 tiri porta 0
0 tiri fuori 0
0 falli fatti 0
0 angoli 0
0 fuorigioco 0
possesso
Arbitra il giapponese Yuichi Nishimura

Yuichi Nishimura, nato il 17 aprile 1972 a Tokyo (Giappone), è l’arbitro della finalissima del Mondiale per club 2010. Internazionale dal 2004, vanta 9 direzioni nelle qualificazioni Mondiali del continente asiatico (1 verso Germania 2006 ed 8 verso Sud Africa 2010). Come massima esperienza internazionale Nishimura conta 4 direzioni alla fase finale dei Mondiali di Sud Africa 2010: Francia-Uruguay 0-0, Spagna-Honduras 2-0, Paraguay-Nuova Zelanda 0-0 (tutte nella fase a gironi) e Olanda-Brasile 2-1 nei quarti di finale. Tra le esperienze internazionali precedenti si segnalano sue direzioni nei Campionati Asiatici Under 17 del 2006, nella Coppa d’Asia 2007, ai Mondiali Under 17 in Corea del Sud, alla coppa d’Africa per nazioni in Ghana nel 2008, ai Mondiali Under 20 in Egitto nel 2009. Nel Mondiale per club in corso ha già diretto il Tp Mazembe nel quarto di finale vinto per 1-0 sul Pachuca.

Sfida tecnica inedita

Primo confronto ufficiale assoluto tra Rafa Benitez e Lamine N’Diaye.

Sfida assolutamente inedita

Primo confronto ufficiale assoluto tra Inter e TP Mazembe.

Prima sfida nerazzurra contro un club della R.D del Congo

L’Inter affronta per la prima volta in gare ufficiali una rivale della Repubblica Democratica del Congo.

Prima sfida del Mazembe al calcio italiano

Il TP Mazembe affronta per la prima volta un’avversaria italiana in gare ufficiali.

TP Mazembe, il primo club africano in finale

Le 6 edizioni del Mondiale club fin qui concluse avevano visto sistematicamente come finaliste team europei e sudamericani. Nel 2000 furono due formazioni brasiliane a contendersi il titolo, dal 2005 quando il Mondiale per club ha sostituito in modo definitivo la ex coppa Intercontinentale, dove si affrontavano la vincente della coppa Campioni/Champions League europea e della Coppa Libertadores sudamericana, gli scontri finali erano sempre stati, anche in questi casi, tra la rappresentante europea e quella sudamericana. Il Tp Mazembe ha interrotto questa tradizione, diventando il primo team africano a giocarsi il titolo iridato.

Tre vittorie per continente tra Europa e Sud America

Le 6 edizioni del Mondiale club fin qui concluse hanno visto tre vittorie per parte tra Europa e Sudamerica. Nel 2000, 2005 e 2006 hanno vinto i team sudamericani, sempre con club brasiliani. Nel 2007, 2008 e 2009 vittorie europee, una per ciascuno a favore di Inghilterra, Italia e Spagna. Quattro finali si sono concluse entro i 90’ canonici, una ai tempi supplementari, una ai calci di rigore.

Mondiale per club nell’era moderna: Inter all’esordio

L’Inter debutta nel Mondiale per club con la formula odierna. In passato i nerazzurri avevano preso parte a due edizioni della ex Coppa Intercontinentale, vinta in entrambi i casi. Nel 1964 l’Inter ebbe la meglio sull’Independiente: persa 0-1 la gara di andata a Buenos Aires e vinto per 2-0 il ritorno a Milano, i nerazzurri si aggiudicarono il titolo alla gara di spareggio, vinta per 1-0 dopo over-time sul neutro di Madrid. Nel 1965 bis sempre contro l’Indipendiente: 3-0 all’andata a Milano, 0-0 nel ritorno in Argentina.

Il Bis di Benitez

Rafa Benitez è alla sua seconda partecipazione dopo quella del 2005 alla guida del Liverpool: superata la semifinale contro i costaricani del Deportivo Saprissa (3-0), i “reds” caddero nella finalissima contro il San Paolo, 0-1.

Sfatare la sfortuna del 18 dicembre per Benitez

Risale proprio al 18 dicembre, nel 2005, la finalissima del Mondiale per club in cui il Liverpool di Benitez venne superato per 0-1 dal San Paolo, con rete di Mineiro al 27’. E’ stata finora l’unica finalissima del Mondiale di club disputata il 18 dicembre.

Mazembe unica squadra della R.D. del Congo al Mondiale per club: 4 gare sempre in golMazembe unica squadra della R.D. del Congo al Mondiale per club: 4 gare sempre in gol

Il Mazembe è l’unica formazione della Repubblica Democratica del Congo (già Zaire) ad aver finora disputato il Mondiale per club, nelle edizioni 2009 e 2010: il bilancio è finora di 2 vittorie e 2 sconfitte, senza pareggi. Nel 2009 venne superato ai quarti di finale dai sud-coreani del Pohang Steelers per 1-2, mentre nella finale per il 5°/6° posto fu superato per 2-3 dai neo-zelandesi dell’Auckland City. Il cammino del 2010 ha visto il Mazembe battere nei quarti di finale per 1-0 i messicani del Pachuca ed in semifinale – a sorpresa – i brasiliani dell’Internacional Porto Alegre per 2-0. In queste 4 partite la formazione africana ha sempre segnato, per un totale di 6 marcature.

DA IMPLEMENTARE
vittorie(1) pareggi(0) sconfitte(0)

ABU DHABI - Termina 0-3 e porta la squadra di Rafael Benitez sul tetto del Mondo, TP Mazenbe-Inter, gara valida per la finale Fifa Club World Club 2010, disputata questa sera allo Zayed Sports City di Abu Dhabi.

E' pura magia quella che scende in campo a pochi minuti dal fischio d'inizio: spettacoli di luci e colori e una musica che scandisce il battito, nettamente accelerato, di tutti i tifosi che popolano lo stadio che stasera è un teatro per chi il Mondo vuole conquistarlo: i campioni d'Europa dell'Inter e il TP Mazembe, il primo club africano in finale di un Mondiale per Club dopo aver vinto la Champions League. Ma lo spettacolo questa sera è soprattutto nerazzurro: due gol in 4 minuti e un terzo praticamente fatto. E' così che l'Inter si presenta all'appuntamento con la storia e chiude il primo tempo con il vantaggio di Pandev ed Eto'o. Al sigillo ci pensa Biabiany al 42' della ripresa.

PRIMO TEMPO - Benitez rinuncia a Dejan Stankovic, che parte dalla panchina, ma ritrova Maicon. Centrocampo quindi a quattro con Zanetti, Cambiasso, Thiago Motta ed Eto'o. Unica punta, Milito. Gli africani rispondono con un 4-1-4-1
Dopo il saluto alle squadre del presidente della FIFA, Joseph Blatter con il presidente Massimo Moratti e Moise Katumbi Champwe, presidente del Mazemba, il match ha inizio. Stertto e veloce il gioco delle due formazioni in campo: vince l'Inter in possesso palla, mentre il Mazembe non lascia spazi restando chiuso nella propria metà campo. L'azione insistita degli africani al minuto 9' si chiude con il destro di Nkulukuta che termina alto sulla traversa. E dopo un fallaccio di Kaluyituka su Cambiasso che costa il giallo all'attaccante africano, è Goran Pandev a cambiare il volto del match. E' semplicemente perfetto il tocco al volo di Eto'o per il macedone che al centro dell'area, a tu per tu con Kidiaba con un sinistro preciso insacca per lo 0-1. Passano solo 4 minuti e il sogno dell'Inter continua, con Eto'o: Cambiasso per Zanetti, il capitano mette palla a centro area, velo di Pandev ed Eto'o che, in torsione, praticamente senza guardare, mira l'angolino alla destra di Kidiaba. E' 0-2. E' un'Inter scatenata, ma per il terzo gol c'è da aspettare: al 24', infatti, il bel lancio di Eto'o trova Milito a raccogliere, l'argentino avanza, ma completamente solo, a tu per tu con Kidiaba vede ribattere il destro dal portiere, la palla ricade sul difensore avversario che salva in corner. Il Mazembe si fa coraggio: AL 32', è Kaluyituka a provare la conclusione rasoterra, ma Julio Cesar blocca a terra; al 38', dal cross di Kaluyituka, Kabangu manca l'aggancio. Non sembra essere la serata perfetta per Milito, l'uomo della tripletta nerazzurra, che, al 42', può chiudere il triangolo con Lucio e Pandev, ma sotto il pressing avversario, trova ancora Kidiaba a respingere. Ma ancora più straordinario del portiere africano, è Ivan Cordoba che al 45' chiude in modo perfetto il tiro di Kaluyituka. Dopo 2' di recupero, squadre a riposo sullo 0-2. Inter pronta a lottare, ancora.

SECONDO TEMPO - Via alla ripresa con un solo cambio, nel Mazembe: fuori Kasongo, dentro Kanda. Al 4' un fallo di Zanetti al limite dell'area regala un calcio di punizione agli africani: batte Kabangu, palla deviata dalla barriera. Arriva al 9', il primo cambio di Benitez: Stankovic in campo al posto di Chivu. Maicon rientra dopo l'infortunio, ma nulla è cambiato: percussione in stile-Colosso e palla al lato esterno del palo, complice la deviazione di Kimwaki (15'); dall'angolo, Milito stacca di testa, ma non trova lo specchio della porta. Al 19', è il cross di Kabango a impegnare Julio Cesar costretto poi all'uscita su Kaluyituka, la palla arriva a Kanda, ma i nerazzurri spengono l'azione e chiudono in corner. Spazio a Biabiany dal 24' in campo al posto di Milito, ma è ancora Pandev ad andare vicinissimo al tris sul cross di Maicon sotto porta (28'). Alla mezz'ora però arriva anche la prima vera occasione del Mazembe: Kabango vince un rimpallo e lancia per Kaluyituka che, a tu per tu con Julio Cesar, deve arrendersi all'intervento più che tempestivo del portiere brasiliano, inutile reclamare il rigore. Si gioca e giocano entrambe le squadre. All'uno-due Eto'o-Stankovic, chiuso dal destro potente del camerunese respinto in qualche modo da Kidiaba (32'); risponde sul cross di Kabangu prolungato da Kaluyituka, ma nettamente meglio fa Julio Cesar che con due mani chiude a chiave la porta nerazzurra. (35'). E al 41' i giochi possono dirsi praticamente chiusi: Biabiany spegne le speranze africane raccogliendo la palla di Stankovic, non arriva Kimwaki in rovesciata e il francesinomette a sedere Kidiaba per lo 0-3. Dopo 3 minuti di recupero, Nishimura fischia la fine del match: l'Inter è campione del Mondo! Grazie ragazzi.


TP MAZEMBE-INTER 0-3
Marcatori: 13' Pandev, 17' Eto'o, 41' st Biabiany.

Mazembe: 1 Kidiaba; 2 Kimwaki, 3 Kasusula, 4 Nkulukuta, 10 Singuluma, 11 Kabangu, 13 Bedi, 15 Kaluyituka (45' st 8 Ndonga), 20 Mihayo, 24 Ekanga, 27 Kasongo (1' st 6 Kanda).
A disposizione: 5 Tshani, 7 Mwepu, , 12 Mabele, 16 Sunzu, 18 Mvete, 21 Bakula, 28 Kanyimbu, 30 Kayembe
Allenatore: Lamine N'Diaye.

Inter: 1 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 2 Cordoba, 26 Chivu (9' st 5 Stankovic); 4 Zanetti, 19 Cambiasso, 8 Thiago Motta (42' st 17 Mariga), 9 Eto'o; 27 Pandev, 22 Milito (25' st 88 Biabiany).
A disposizione: 12 Castellazzi, 21 Orlandoni, 10 Sneijder, 11 Muntari, 23 Materazzi, 31 Alibec, 36 Benedetti, 39 Santon, 40 Nwankwo.
Allenatore: Rafael Benitez

Arbitro: Yuichi Nishimura (Giappone)
Ammoniti: 12' Kaluyituka, 34' Ekanga, 43' Bedi, 34' st Thiago Motta, 39' st Kasusula. Recupero: 2'-3'

 

in campo

Kidiaba 1 Julio Cesar
Kimwaki 13 Maicon
Kasusula 6 Lucio
Nkulukuta 2 Cordoba
Singuluma 26 Chivu
Kabangu 4 Zanetti
Bedi 19 Cambiasso
Kaluyituka 8 Motta
Mihayo 27 Pandev
Ekanga 22 Milito
Kasongo 9 Eto'o

panchina

Tshani 12 Castellazzi
Kanda 5 Stankovic
Mwepu 11 Muntari
Ndonga 23 Materazzi
Mabele 17 Mariga
Sunzu 39 Santon
Mvete 88 Biabiany