Risultato finale

15 Ottobre 2011 18:00

Catania
6' (2t) Lodi (R)
2' (2t) Almiron
2 - 1
Inter
6' Cambiasso
arbitro Daniele Orsato / guardalinee Di Liberatore, Maggiani / 4° uomo Rizzoli
Guarda gli highlights
Minuti Cronaca
46' Termina 0-1 la prima frazione di gioco tra Catania e Inter, a segno al 6' Cambiasso
45' L'arbitro concede un minuto di recupero
43' Ammonizione per Spolli per fallo su Milito
41' A palla lontana, Pazzini e Bellusci si strattonano, arbitro fischia ultima evidente trattenuta del Pazzo
37' A terra Spolli dopo lo scontro con Muntari
36' Calcio di punizione per il Catania, salta Spolli, allontana Lucio
33' Contropiede Catania: Izco apre per Gomez, ma la palla gli rimbalza male
29' Segnalato il fuorigioco a Pazzini
27' Maicon serve Milito, cross basso del Principe dalla destra, Legrottaglie devia in angolo
25' Contatto da dietro di Samuel su Gomez
24' Nagatomo a chiudere in angolo su Gomez
18' Gomez va sul fondo, prova il cross, sfortunato sul rimpallo
16' Catania pericoloso: cross di Izco dalla destra, Castellazzi non esce, Maicon spazza via di destro
13' Milito al limite dell'area fermato da Spolli
13' Almiron ci prova da fuori area ma non centra il bersaglio
11' Segnalato il fuorigioco a Pazzini
6' GOL INTER: CAMBIASSO realizza. Cross dalla destra di Maicon, sinistro al volo del Cuchu, rete
4' Chiusura di Samuel su Gomez innescato da Ricchiuti
2' Catania in pressing. Izco prova il pallonetto, sul fondo
1' Benvenuti allo stadio "Massimino": è tutto pronto per Catania-Inter, gara valida per la 7^ giornata di Serie A Tim 2011-2012
1' Con Julio Cesar non disponibile, c'e' Castellazzi tra i pali; centrali difensivi Lucio-Samuel, laterali Maicon e Nagatomo
1' Centrocampo con Zanetti, Cambiasso e Muntari; Stankovic a supporto della coppia d'attacco Pazzini-Milito
1' Calcio d'inizio battuto dai nerazzurri: comincia il match
Minuti Cronaca
49' Ammonizione per Bellusci
49' Dopo 4 minuti di recupero, termina 2-1 Catania-Inter. I nerazzurri fermi a quota 4 punti in classifica
47' Muntari per Cambiasso che viene murato
45' Orsato condede 4 minuti di recupero
43' Maicon batte un secondo angolo consecutivo: respinta fuori area, arriva Muntari, tiro di controbalzo altissimo
41' Zarate sul secondo palo, Almiron mette in angolo
39' Catellani cerca Izco sul secondo palo ma sbaglia il cross
37' Castellazzi salva l'Inter sul sinistro di Catellani partito in contropiede
36' Cambio per il Catania: esce Gomez, entra Catellani
34' Ammonito Delvecchio per intervento su Zarate
30' Occasione per il Catania: Delvecchio al tiro di destro in diagonale, respinge bene Castellazzi
28' Zarate di destro cerca la porta, Andujar fa suo il pallone
26' Zarate dopo il contatto con Lodi in area cade a terra, ammonito per simulazione
25' Cambio per il Catania: esce Ricchiuti, entra Delvecchio
22' Maicon crossa per Zarate, che però perde l'attimo, esce Andujar
20' Cambio per il Catania: esce Bergessio, entra Maxi Lopez
19' Andujar in uscita su Pazzini
17' Ultimo cambio per l'Inter: esce Samuel che ha sentito una fitta muscolare, entra Cordoba, alla prima stagionale
16' Castellazzi manda in calcio d'angolo sul sinistro di Gomez
15' Secondo cambio per l'Inter: esce Milito, entra Zarate
15' Cambio per l'Inter: esce Stankovic, entra Alvarez
14' Maicon crossa in mezzo per Muntari, stacca di testa Bellusci e allontana
11' Fuorigioco per Bergessio
10' Segnalato un dubbio fuorigioco a Milito
6' GOL CATANIA: LODI realizza su rigore
5' Giallo per Castellazzi che esce in ritardo su Bergessio
5' Orsato concede il rigore al Catania
5' Castellazzi in realta' va sulla palla, prende il terreno, non tocca l'avversario che si lascia cadere
4' Cross di Maicon, sforbiciata di Muntari, fuori
2' GOL CATANIA: ALMIRON realizza. Bergessio supera in contropiede la linea dei centrocampisti nerazzurri, passa ad Almiron, destro, rete
1' Ha inizio il secondo tempo tra Catania e Inter
1' Non ci sono cambi
Zanetti
5.59
5.59
Cordoba
4.8
4.8
Stankovic
3.72
3.72
Cambiasso
5.54
5.54
Samuel
4.12
4.12
Maicon
4.67
4.67
Muntari
3.26
3.26
Milito
3.65
3.65
Lucio
3.62
3.62
Castellazzi
5.48
5.48
Pazzini
3.8
3.8
Nagatomo
4.1
4.1
Alvarez
3.35
3.35
Zarate
3.74
3.74
Media squadra 4.25
4 tiri porta 2
6 tiri fuori 3
15 falli fatti 10
6 angoli 5
8 fuorigioco 4
50% possesso 50%
Nel 2010/11 fu staffetta sulla panchina giallorossa

Prima sfida tecnica ufficiale tra Montella e Ranieri, che nella stagione 2010/11 si sono alternati sulla panchina della Roma: dopo la sconfitta esterna per 3-4 in casa del Genoa in campionato - 20 febbraio 2011 - Ranieri si è dimesso dalla guida dei giallorossi ed è stato sostituito proprio da Vincenzo Montella.

Montella a caccia del primo successo contro l’Inter, sua squadra più “bollata” in carriera

Terza sfida tecnica e finora Montella non ha mai sconfitto l’Inter, avendo ottenuto uno score di 1 pareggio ed 1 sconfitta, nell’andata/ritorno delle semifinali Tim Cup 2010/11. Da giocatore, invece, Montella, ha affrontato i nerazzurri in 19 gare ufficiali, di cui 17 di serie A e 2 di coppa Italia: il bilancio è stato di 4 vittorie di Montella, 6 pareggi e 9 successi dell’Inter. In questi 19 confronti Montella ha “bollato” 12 volte la formazione nerazzurra, suo bersaglio preferito in carriera, alla pari della Fiorentina.

Un solo k.o. per Ranieri in 13 incroci, nel 1988

Nei 13 precedenti ufficiali in cui Ranieri, da tecnico, ha affrontato il Catania - squadra in cui ha militato due anni da giocatore (1982/83 e 1983/84, con 62 presenze e 1 rete tra serie A e B) -, il bilancio è di 6 successi del tecnico nerazzurro, 6 pareggi (tutti per 1-1) ed 1 vittoria rossoazzurra, datata 4 dicembre 1988, 1-0 in C-1 in terra siciliana.

Il “fortino” Massimino

Il Catania ha perso solo una delle ultime 11 gare casalinghe ufficiali disputate: è accaduto lo scorso 17 aprile quando, in serie A, venne sconfitto per 1-4 dalla Lazio. Nelle altre 10 partite prese in esame lo score interno rossoazzurro è di 8 successi e 2 pareggi.

Mai dire espulsioni nelle gare del Catania 2011/12

Il Catania è una delle 4 squadre della serie A 2011/12 nelle cui gare non sono ancora state decretate espulsioni, né a favore, né contro. Le altre squadre sono Fiorentina, Lazio ed Udinese.

100 in Italia per Andujar

Mariano Gonzalez Andujar, se dovesse scendere in campo, festeggerebbe la 100° presenza ufficiale con club italiani. Le attuali 99 presenze – colelzionate con le maglie di Palermo e Catania – sono così suddivise: 88 in serie A, 4 in coppa Italia e 7 nelle coppe europee. Il debutto ufficiale assoluto di Andujar in Italia risale al 20 ottobre 2005: Maccabi Petah Tikva-Palermo 1-2, in coppa Uefa.

Inter in gol da 13 partite di fila contro il Catania

L’Inter ha sempre segnato almeno un gol in ciascuna delle ultime 13 sfide ufficiali disputate in assoluto - tra casa e trasferta - contro il Catania, per un totale di 37 reti all’attivo. L’ultimo digiuno nerazzurro risale all’8 gennaio 1984: 0-0 all’allora “Cibali”, in serie A. In quella partita era in campo, tra i rossoazzurri siciliani, Claudio Ranieri, oggi tecnico nerazzurro.

Inter: 3 vittorie esterne di fila mancano da 2 anni

L’Inter è reduce da 2 vittorie esterne ufficiali consecutive ottenute contro Bologna (3-1 in serie A) e Cska Mosca (3-2 in Champions League). L’ultima gara non vinta risale al 20 settembre scorso quando, in serie A, l’Inter venne sconfitta per 1-3 a Novara. Se i nerazzurri dovessero vincere anche oggi, per ritrovare almeno 3 loro vittorie esterne ufficiali consecutive sarebbe necessario risalire al periodo ottobre-novembre 2009: allora i successi furono addirittura 4, ottenuti tra serie A e Champions League. Ovviamente dalla valutazione è esclusa la finale della coppa Italia 2009/10 vinta per 1-0 contro la Roma nello stadio capitolino, considerato dalla Lega Calcio come campo neutro.

Mai nell’era dei 3 punti a vittoria 3 rigori contro l’Inter nei primi 5 turni di serie A

L’Inter è la squadra della serie A 2011/12 ad aver finora subito il maggior numero di rigori a sfavore: sono 3 nei primi 5 turni, di cui 2 realizzati ed 1 fallito. Mai nell’era della serie A con i tre punti a vittoria la formazione nerazzurra era stata così tanto tartassata nei primi 450’ di campionato.

DA IMPLEMENTARE
vittorie(10) pareggi(2) sconfitte(5)

CATANIA - Inter al "Massimino", ancora non va: arriva un'altra sconfitta, con il Catania termina 2-1, ma anche questa volta è un calcio di rigore, il quarto fischiato contro dall'inizio della stagione, a decidere il match. Quello di oggi, nettamente cercato da Berghessio nel contatto con Castellazzi, e una serie di valutazioni nei fuorigiochi di Pazzini sempre al limite, sono gli esempi pratici di un rapporto attualmente sfortunato della squadra nerazzurra con gli arbitri.

PRIMO TEMPO - Claudio Ranieri deve fare i conti con due assenti per squalifica (Ranocchia e Obi) e sei giocatori ancora indisponibili (Sneijder, Chivu, Coutinho, Forlan, Julio Cesar e Poli): per affrontare il Catania sceglie allora Castellazzi in porta, centrocampo 'a 4' con Zanetti, Cambiasso, Muntari e Stankovic alle spalle del tandem Milito-Pazzini.

Una pioggia fitta accoglie i nerazzurri sul campo del 'Massimino': qui va in scena una sfida speciale per Ranieri che torna a Catania da allenatore dopo le 92 presenze in campo con la maglia rossoazzurra tra l'82 e l'84. E la stessa sua carica il tecnico nerazzurro la trasmette anche all'Inter, da subito: dopo 6 minuti di gioco arriva infatti il gol del vantaggio. Lo realizza Cambiasso, chiudendo la triangolazione Milito-Maicon con un diagonale al volo di sinistro che vale lo 0-1. Siciliani pericoli al 16' con Izco: l'italo-argentino crossa dal fondo, Castellazzi non esce e un pallone insidioso attraversa tutta l'area, poi Maicon spazza via. Ancora Inter al 28' con il cross di Maicon per Milito, destro in corsa del Principe che solo la deviazione di Legrottaglie in calcio d'angolo riesce a neutralizzare. Izco al 33' è un lampo a ripartire, serve poi in profondità Gomez, che sbaglia però il tocco al momento di calciare, mentre Castellazzi rende comunque innocuo il pressing di Berghessio. Spolli resta a terra dopo il contatto sul corner con Muntari al 36', ma sembra in grado di proseguire mentre intanto la pioggia non accenna a fermarsi.
Dopo un minuto di recupero, squadre a riposo sullo 0-1. Fino a qui, decide Cambiasso.

SECONDO TEMPO - Si torna in campo e il Catania torna ad essere pericoloso. Un'altra ripartenza micidiale e trova subito il pareggio con un gran gol di Almiron che, servito da Berghessio, neutralizza Castellazzi, con un tocco di prima con il destro (2'). Dall'altra parte risponde l'Inter: dal cross di Maicon, s'inserisce Muntari che prova a toccare palla in sforbiciata, ma manda fuori. Ancora Catania, è scatenato Berghessio, punta la porta e a tu per tu con Castellazzi si lascia cadere, anzi è un vero e proprio tuffo, quando il portiere si distende per prendere palla, ma trova solo il terreno. Orsato invece non ha dubbi, ammonisce il portiere nerazzurro e concede il calcio di rigore che Lodi trasforma nel 2-1.
L'Inter non si arrende: lavoro di squadra per arrivare al cross di Maicon a centro area, ma libera Bellusci (13'). Al 15', tre cambi per Ranieri: due tattici (Alvarez e Zarate per Stankovic e Milito) uno obbligato (problema muscolare per Samuel che lascia il posto a Cordoba, all'esordio stagionale). Al 28' è Zarate a cercare la porta dalla distanza con il destro, ma la palla termina direttamente tra le mani di Andujar. E alla mezz'ora l'occasione più grande è ancora targata Catania: solo una prontissima risposta di Castellazzi, che respinge a terra con i piedi, può evitare la rete del 3-1, dopo il tocco secco di Del Vecchio, deviato poi ancora in corner da Cordoba. Al 39' è ancora Castellazzi a salvare il risultato: lancio lungo per Catellani che, da solo davanti al portiere, vede la palla deviare sul fondo grazie al tocco da terra con una mano del nerazzurro. Orsato concede 4 minuti direcupero e l'Inter cerca di sfruttarli tutti, assediando l'area avversaria fino all'ultima occasione possibile. La palla non entra, il match si chiude sul 2-1, nerazzurri fermi a 4 punti in classifica.

CATANIA-INTER 2-1
Marcatori: 6' Cambiasso, 2' st Almiron, 6' st rig. Lodi.

Catania: 21 Andujar; 3 Spolli, 6 Legrottaglie, 14 Bellusci; 13 Izco, 4 Almiron, 10 Lodi, 19 Ricchiuti (25' st Delvecchio), 33 Capuano; 17 Gomez (36' st Catellani), 18 Bergessio (20' st Maxi Lopez).
A disposizione: 30 Campagnolo, 7 Lanzafame, 12 Marchese, 20 Sciacca.
Allenatore: Vincenzo Montella.

Inter: 12 Castellazzi; 13 Maicon, 6 Lucio, 25, Samuel (17' st Cordoba), 55 Nagatomo; 4 Zanetti, 19 Cambiasso, 77 Muntari, 5 Stankovic (15' st Alvarez); 7 Pazzini, 22 Milito (15' st Zarate).
A disposizione: 21 Orlandoni, 8 Thiago Motta, 42 Jonathan, 30 Castaignos.
Allenatore: Claudio Ranieri

Arbitro: Daniele Orsato (sez. di Schio)
Note. Ammoniti: 43' Spolli, 5' st Castellazzi, 26' st Zarate, 34' st Delvecchio, 49' st Bellusci. Tempi di recupero: 1'-4'

in campo

Andujar 12 Castellazzi
Legrottaglie 13 Maicon
Spolli 6 Lucio
Marchese 25 Samuel
Bellusci 55 Nagatomo
Almiron 4 Zanetti
Izco 19 Cambiasso
Lodi 77 Muntari
Ricchiuti 5 Stankovic
Gomez 7 Pazzini
Bergessio 22 Milito

panchina

Campagnolo 21 Orlandoni
Lanzafame 2 Cordoba
Lopez 42 Jonathan
Barrientos 8 Motta
Sciacca 11 Alvarez
Delvecchio 28 Zarate
Catellani 30 Castaignos