Risultato finale

13 Maggio 2012 20:45

Lazio
46' (2t) Mauri
18' (2t) Candreva
14' (2t) Kozak
3 - 1
Inter
45' Milito (R)
arbitro Antonio Damato / guardalinee Maggiani, Copelli / 4° uomo Tagliavento
Guarda gli highlights
MinutiCronaca
46'Al 46', squadre a riposo sullo 0-1, grazie alla rete su calcio di rigore di Milito.
45'INTER IN VANTAGGIO! Milito trasforma dal dischetto, risultato sullo 0-1.
45'Damato concede un minuto di recupero.
44'Fallo di Ledesma su Maicon: Damato concede il calcio di rigore all'Inter.
38'Assist di Alvarez e conclusione di Milito dal limite dell'area, palla alta sopra la traversa.
37'Cross morbido di Maicon per Milito, colpo di testa in torsione del Principe di un soffio fuori dal primo palo.
30'Gran palla di Milito per Guarin, destro del colombiano a pochi passi dalla porta, Bizzarri para in due tempi.
27'OCCASIONE INTER! Gran sinistro di Guarin dalla distanza, Bizzarri salva in corner alzando il pallone oltre la traversa.
24'Maicon riceve palla da Milito, che lotta con Ledesma e finisce a terra in area avversaria. Damato fa cenno di proseguire.
16'Ammonito Lulic per il fallo da dietro su Zanetti.
14'Candreva al tiro di sinistro, conclusione debole e decisamente lontana dalla porta.
12'Contropiede pericoloso dell'Inter con Alvarez, che viene però poi chiuso da tre avversari.
7'Cross dal fondo di Nagatomo a centro area, decisivo Bizzarri, che allontana palla dalla porta allungando il braccio.
7'Ancora Nagatomo, questa volta il cross è basso, ma potente: Biava chiude in corner.
3'Ancora più perfetto è l'intervento in chiusura di Samuel su Mauri in area nerazzurra.
2'Perfetta scelta di tempi quella di Cambiasso: ferma Konko lanciato verso la zona d'attacco.
1'E' tutto pronto allo stadio "Olimpico" di Roma per l'ultimo appuntamento dei nerazzurri nella serie A Tim 2011-2012 contro la Lazio.
1'In gioco stasera per Udinese, Napoli, Lazio, Inter c'è l'Europa: si decide in 90' e i nerazzurri hanno un solo risultato, la vittoria.
1'Oltre a Julio Cesar, assente per squalifica, e Stankovic, infortunio, Stramaccioni rinuncia anche a Sneijder e Zarate, non convocati.
1'Nell'Inter è Milito è l'unica punta, mentre tra i biancocelesti Klose non ce la fa: in campo al suo posto c'è Kozak.
1'Calcio d'inizio affidato ai nerazzurri: Lazio-Inter al via dopo il fischio di Damato.
MinutiCronaca
48'Lazio-Inter si chiude sul risultato di 3-1: i nerazzurri chiudono il campionato al 6o posto con 58 punti in classifica.
47'Esordio in serie A per Zampa: Reja lo schiera in campo al posto di Candreva.
47'Terzo cambio nella Lazio: fuori Mauri, dentro Garrido.
47'Ultimo cambio nell'Inter: Stramaccioni concede l'esordio in serie A a Juan Jesus. Esce dal campo Milito.
46'TERZO GOL DELLA LAZIO. Candreva per Kozak in area, palla a Mauri che, con il destro, batte Castellazzi. E' 3-1.
45'Damato concede 3' di recupero.
38'Primo cambio nella Lazio: fuori Lulic, dentro Gonzalez.
37'Azione insistita dell'Inter, per ultimo è Maicon ad andare al tiro, Bizzarri è attento.
37'Tocco di Maicon per Zanetti, s'inserisce Pazzini, Biava prova a chiudere in scivolata, ma colpisce il palo, rischio autogol.
34'Konko ammonito per il fallo su Pazzini.
30'Secondo cambio deciso da Stramaccioni: Poli lascia il posto in campo a Longo, per il giovane attaccante è l'esordio in serie A.
28'Guarin dalla bandierina, Lucio si coordina e cerca la porta con il collo del piede destro: palla oltra la traversa.
25'Calcio d'angolo per la Lazio: Ledesma dalla bandierina, Kozak è anticipato.
18'RADDOPPIO LAZIO. Doppio dribbling e Lulic scarica all'indietro, palla a Candreva che si accentra e di destro beffa Castellazzi per il 2-1.
16'Ancora corner per la Lazio, questa volta l'uscita di Castellazzi anticipa Kozak e blocca palla.
16'Primo cambio nell'Inter: fuori Alvarez, dentro Pazzini.
14'PAREGGIO LAZIO. Sugli sviluppi del corner, Kozak svetta di testa e batte Castellazzi per l'1-1.
13'Ancora Castellazzi chiude in corner la il tiro da fuori area di Candreva.
12'Destro rasoterra di Ledesma: conclusione potente e centrale, Castellazzi blocca.
9'Triangolo dell'Inter con Maicon, Milito e la conlcusione finale di Alvarez, che va al cross, ma la palla è sulla parte alta della rete.
7'Diakitè ammonito per il fallo su Milito.
1'Senza nessun cambio, al via la ripresa di Lazio-Inter.
Zanetti
5.36
5.36
Cambiasso
4.33
4.33
Samuel
5.07
5.07
Maicon
4.68
4.68
Milito
5.6
5.6
Lucio
4.49
4.49
Castellazzi
4.46
4.46
Pazzini
3.52
3.52
Nagatomo
4.99
4.99
Alvarez
3.76
3.76
Poli
4.85
4.85
Guarin
5.6
5.6
Longo
5.49
5.49
Media squadra4.78
3tiri porta4
6tiri fuori4
10falli fatti16
4angoli10
2fuorigioco1
44%possesso56%
Reja-Stramaccioni: incrocio inedito

Primo confronto ufficiale assoluto tra Edoardo Reja ed Andrea Stramaccioni.

Reja-Inter: il tecnico in svantaggio

Tra Reja e l’Inter esistono 10 precedenti ufficiali e finora il bilancio è di 2 vittorie dell’attuale tecnico laziale, 3 pareggi e 5 affermazioni nerazzurre.

La prima di Stramaccioni contro i biancocelesti

Da tecnico della serie A, Andrea Stramaccioni affronta la Lazio per la prima volta in gare ufficiali.

L’Inter vuol continuare la striscia consecutiva di partecipazioni Champions

Inter chiamata a vincere a Roma e sperare in concomitanti risultati favorevoli dalle gare Catania-Udinese e Napoli-Siena per accedere al preliminare di Champions League 2012/2013. In caso di mancato approdo, i nerazzurri interromperebbero il record di partecipazioni consecutive per un club italiano alla massima competizione continentale, che dura da 10 stagioni di fila, essendo iniziata a partire dal 2002/03.

Di fronte “nonno” e “cucciolo” degli allenatori della serie A 2011/12

Lazio-Inter, oltre a valere un possibile posto nel preliminare Champions 2012/2013, è anche la sfida fra l’allenatore “nonno” del campionato (Reja, classe 1945) e il “cucciolo” Stramaccioni (classe 1976); per quest’ultimo sarà un derby, essendo cresciuto nel settore giovanile della Roma come tecnico.

Lazio in casa in A: un solo k.o. nelle ultime 12 uscite

La Lazio ha perduto solo una delle ultime 12 gare interne disputate in serie A: è accaduto lo scorso 11 marzo quando fu superata per 1-3 dal Bologna. Nelle altre 11 partite considerate lo score casalingo laziale in campionato è di 7 successi e 4 pareggi.

Lazio sempre in gol in casa nel 2012

La Lazio non ha segnato solo in una delle ultime 15 gare interne ufficiali disputate: è accaduto lo scorso 21 dicembre quando, in serie A, impattò 0-0 contro il ChievoVerona. Nelle altre 14 partite prese in esame i biancocelesti hanno complessivamente realizzato 26 reti.

Inter: record storico di rigori contro e primatista a favore nella A 2011/12

Con il rigore concesso in favore del Milan lo scorso 6 maggio, l’Inter ha subito 11 penalty in 37 giornate di campionato nella serie A 2011/12. Questa cifra fissa il nuovo primato storico assoluto del sodalizio milanese in una stagione di serie A su girone unico: il precedente primato era di 9 rigori a sfavore stabilito nel 1985/86. L’Inter è una delle 3 squadre della serie A 2011/12, assieme a Catania e Milan, ad aver finora beneficiato del maggior numero di rigori a favore: sono 10, di cui 7 realizzati e 3 falliti.

Milito: sesta stagione sopra i 20 gol, ad un passo dal record e bomber italiano 2012

E’ la sesta volta in carriera che Diego Milito tocca almeno quota 20 gol in campionato. In precedenza ci era riuscito nel 2003/04 (Racing Club, serie A argentina, + Genoa, serie B – 20 gol, 8 +12), 2004/05 (Genoa, serie B – 21), 2006/07 (Real Saragozza, serie A spagnola – 23), 2008/09 (Genoa, serie A – 24), 2009/10 (Inter, serie A – 22); oggi sono 23 con l’Inter. Diego Milito è quindi ad un solo passo dall’eguagliare il proprio primato assoluto di reti in singolo campionato professionistico: il record dell’argentino è di 24 centri con il Genoa, nella serie A 2008/09. Con 20 reti segnate da Capodanno ad oggi, Diego Miltio è il goleador dei club italiani in gare ufficiali nell’anno solare 2012 ed ha anche in maggio il mese dell’anno solare in cui ha finora realizzato il maggior numero di gol in campionati professionistici italiani: sono 21 sui 107 totali.

Rocchi cerca la 100° rete in serie A

Tommaso Rocchi è ad un solo passo dal segnare la rete n. 100 della propria carriera in serie A. Il primo degli attuali 99 gol di Rocchi – di cui 17 con la maglia dell’Empoli ed 82 con quella della Lazio – è stato segnato il 29 settembre 2002 al 65’ di Perugia-Empoli 1-3.

DA IMPLEMENTARE
vittorie(20)pareggi(28)sconfitte(27)

ROMA - L'Inter non vince all'Olimpico e si nega già da sola quell'ultima speranza Champions che, comunque, i risultati dai campi di Catania e Napoli non avrebbero concesso.

Tra Lazio e Inter termina 3-1 e i nerazzurri, restando fermi a 58 punti, chiudono quindi il campionato come sesti, in Europa League partendo dagli spareggi del 2 e 9 agosto, mentre avevano terminato il primo tempo - in vantaggio con Milito - da quinti. Nella ripresa, in quattro minuti - dal 14' al 18' -, la Lazio ribalta il risultato, prima con Kozak e poi con Candreva, con la terza rete biancoceleste che arriva al 46'.

PRIMO TEMPO - Contro una Lazio senza Klose, Stramaccioni sceglie Lucio-Samuel coppia di centrali difensivi davanti a Castellazzi (squalificato Julio Cesar), con Maicon e Nagatomo laterali; centrocampo a cinque con Zanetti e Alvarez sugli esterni e Guarin, Cambiasso e Poli a fare da diga; attacco affidato a Milito unica punta. In panchina Paolo Orlandoni, per lui ultima gara da giocatore: a Paolo il grazie di tutta l'Inter per i tanti anni trascorsi insieme sul campo.

Al terzo minuto Samuel dice no a Mauri indirizzato a rete: chiusura decisiva dell'argentino che sventa una ghiotta occasione per i biancocelesti. Intanto rimbalzano le notizie dagli altri campi, perché l'Inter - per sognare il terzo posto - non solo deve battere la Lazio ma deve anche sperare nella sconfitta dell'Udinese e in un Napoli non vittorioso al San Paolo. Sono le 20.52 e arriva la notizia del vantaggio del Napoli sul Siena, in quest'ottica risultato non positivo per i nerazzurri, ma due minuti dopo ci pensa Destro a riportare la parità. La concentrazione torna quindi sull'Olimpico: al 9' Biava devia un cross teso molto pericoloso di Nagatomo e poco dopo a farsi vedere è Alvarez, in contropiede, purtroppo chiuso pure lui. Alle 21.07 la notizia che non si vorrebbe ascoltare: Udinese in vantaggio con Di Natale. Ma al di là dei risultati degli altri, si deve continuare a giocare e Samuel supera nuovamente se stesso, questa volta sul tiro da fuori di Candreva. Al 25' Maicon trova Milito, che cerca il passaggio di ritorno: il brasiliano va giù in area per il contatto con Ledesma ma Damato fa cenno di proseguire. Al 27' gran tiro di potenza di Guarin, sinistro teso e potente: grande reattività però da parte di Bizzarri, che vola e alza sopra la traversa. Due minuti dopo il portiere biancoceleste dice nuovamente di no a Guarin e al suo destro a pochi passi dalla porta. Alle 21.22 il Napoli si riporta in vantaggio. Al 37' occasione per Milito, di testa, su cross di Maicon: palla di pochissimo fuori. Ancora il Principe un minuto dopo, ma il tiro termina sopra la traversa. Al 44' Damato concede un rigore ai nerazzurri per l'intervento in area di Ledesma su Maicon: a battere c'è Milito, Inter in vantaggio, è il 45'. Il Principe eguaglia il suo record di gol al Genoa, 24 reti in campionato. Dopo un minuto di recupero, termina 0-1 la prima frazione di gioco tra Lazio e Inter. In attesa del secondo tempo, nerazzurri quinti, quindi in Europa League partendo dai play off del 23 e 30 agosto.


SECONDO TEMPO - La ripresa si apre senza cambi. All'8 Alvarez si propone bene in avanti ma poi il suo tiro-cross non è preciso e la palla termina sull'esterno della rete. Al 12' Castellazzi bravo a fare suo il pallone sul destro secco e preciso di Ledesma. Il portiere nerazzurro si allunga poi sulla palla pericolosissima di Candreva ma al 14' Kozak lo punisce di testa da calcio d'angolo. Le brutte notizie non arrivano mai da sole e allora, subito dopo, alle 22.06 è il momento del raddoppio dell'Udinese, con la Lazio che al 18' va poi addirittura in vantaggio con Candreva, di destro, su cross di Lulic. I nerazzurri cercano di non demoralizzarsi e insistono col pressing. Al 28' di poco alta sopra la traversa la palla colpita da Lucio di collo esterno. Al 31' esordio in serie A per Samuele Longo, attaccante della Primavera dell'Inter, classe 1992. Al 36' Bizzarri dice no sul tiro di Maicon, di destro di potenza. Un minuto dopo Biava sfiora l'autogol ma la palla finisce sul palo: cross basso di Zanetti, il difensore anticipa Pazzini e colpisce il legno. Al 46' arriva addirittura il terzo gol biancoceleste, con Mauri. Un minuto dopo fa il suo ingresso in campo Juan, all'esordio in nerazzurro. Dopo tre minuti di recupero termina 3-1 il match tra Lazio e Inter. I nerazzurri, con questa sconfitta, chiudono il campionato come sesti, in Europa League partendo dagli spareggi del 2 e 9 agosto.


LAZIO-INTER 3-1


Marcatori: 45' Milito, 14' st Kozak, 18' st Candreva, 46' st Mauri

Lazio: 1 Bizzarri; 5 Scaloni, 21 Diakité, 20 Biava, 29 Konko; 27 Cana, 24 Ledesma; 87 Candreva (47' st Zampa), 6 Mauri (47' st Garrido), 19 Lulic (38' st Gonzalez); 18 Kozak
A disposizione: 16 Berardi, 28 Makinwa, 53 Rozzi, 78 Zauri
Allenatore: Edoardo Reja

Inter: 12 Castellazzi; 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 55 Nagatomo; 4 Zanetti, 14 Guarin, 19 Cambiasso, 18 Poli (31' st Longo), 11 Alvarez (16' st Pazzini); 22 Milito (48' st Juan)
A disposizione: 21 Orlandoni, 2 Cordoba, 23 Ranocchia, 37 Faraoni
Allenatore: Andrea Stramaccioni

Arbitro: Antonio Damato (sez. arbitrale di Barletta)

Note. Ammoniti: 16' Lulic, 7' st Diakité, 34' st Konko. Recupero: pt 1, st 3

in campo

Bizzarri12 Castellazzi
Scaloni13 Maicon
Diakitè6 Lucio
Biava25 Samuel
Konko55 Nagatomo
Cana4 Zanetti
Ledesma14 Guarin
Candreva19 Cambiasso
Mauri18 Poli
Lulic11 Alvarez
Kozak22 Milito

panchina

Berardi21 Orlandoni
Garrido2 Cordoba
Gonzalez23 Ranocchia
Makinwa40 Jesus
Zampa37 Faraoni
Rozzi7 Pazzini
Zauri81 Longo