Risultato finale

20 Settembre 2012 21:05

Inter
47' (2t) Nagatomo
39' Livaja
2 - 2
Rubin Kazan
39' (2t) Rondon
17' Ryazantsev
arbitro Deniz Aytekin / guardalinee S. Lupp, W. Walz / 4° uomo H. Henschel / assistenti M. Fritz, R. Hartmann
MinutiCronaca
46'Dopo un minuto di recupero termina 1-1 la prima frazione di gioco tra Inter e Rubin Kazan
45'Handanovic sicuro in uscita su Rondon
45'L'arbitro concede un minuto di recupero
44'Palo di Ryazantsev
42'Punizione per il Rubin: Eremenko la spreca calciando direttamente sul fondo
39'L'INTER TROVA IL PARI!! Cassano illuminante per Cambiasso, il Cuchu crossa con un destro dolce per Livaja che colpisce di testa: palo, rete
37'Cambiasso per Jonathan che trova un avversario a respingere. A questo punto tocco sotto di Cassano, Livaja di testa, alta sopra la traversa
35'Eremenko in contropiede, diagonale, Handanovic controlla
35'Giallo per Bocchetti per fallo su Cambiasso
32'Tocco corto per Coutinho che tenta la conclusione dal limite, ribattuta
29'Giocata di Cassano che prova a servire per l'inserimento di Cambiasso: l'argentino non riesce a controllare in corsa
27'Recupero di Ranocchia su Rondon, ma poi commette fallo sulla trequarti: calcio di punizione per il Rubin, nulla di fatto
22'Karadeniz fermato per posizione di fuorigioco
21'Bruttissimo fallo di Bocchetti su Cassano ma l'arbitro non sanziona
17'GOL DEL RUBIN: incredibile parata di Handanovic su Natcho, ma sulla ribattuta a mettere dentro c'è Ryazantsev. Russi in vantaggio
16'Rigore ai danni dell'Inter per fallo ingenuo di Jonathan su Karadeniz
15'Samuel toglie il pallone a Kuzmin che era stato servito davanti alla porta da Karadeniz
9'Palla in mezzo di Coutinho, ma nessuno a chiudere sul secondo palo
6'Jonathan sulla destra, ma sbaglia la misura del traversone
5'Colpo di testa di Rondon su cross di Karadeniz, palla tra le mani sicure di Handanovic
2'Livaja conquista un calcio di punizione: a battere c'è Cassano, la palla scavalca la barriera, grande reattività di Ryzhikov
1'Benvenuti allo stadio "Meazza": è tutto pronto per Inter-Rubin Kazan, matchday1 di Uefa Europa League
1'Davanti ad Handanovic Stramaccioni sceglie Ranocchia-Samuel coppia di centrali difensivi, con Jonathan e Nagatomo laterali
1'Centrocampo con Zanetti, Gargano e Cambiasso; Coutinho in avanti con Livaja e Cassano
1'Ha inizio Inter-Rubin Kazan: calcio d'avvio affidato ai nerazzurri
MinutiCronaca
48'Dopo tre minuti di recupero termina 2-2 il match tra Inter e Rubin Kazan
47'GOL DEL PARI PER L'INTER!! Innescato da Nagatomo Milito al cross, velo di Cambiasso, Yuto di collo pieno la manda in rete. Boato San Siro
45'Cesar Navas in chiusura su Coutinho
45'Tre i minuti di recupero
44'Ammonizione per Guarin
43'Ryzhikov in uscita su Milito
39'GOL RUBIN: gran palla di Eremenko, sinistro angolatissimo di Rondon, rete
36'Altro cambio per il Rubin: esce Bocchetti, entra Kaleshin
34'Guarin prova il traversone ma gli dà troppa forza
33'Rondon anticipa Samuel ma non trova lo specchio della porta
31'Ammonizione per Orbaiz
31'Bello scambio Coutinho-Milito, il brasiliano tenta la giocata a sorprendere il portiere ma calcia fuori
29'Ammonizione per Marcano per fallo su Zanetti
27'Punizione rasoterra battuta da Guarin, di pochissimo a lato
25'Cambio per il Rubin: esce Ryazantsev, entra Orbaiz
25'Guarin dai trenta metri, Bocchetti ribatte
22'Terzo e ultimo cambio per l'Inter: esce Cassano, entra Pereira
21'Natcho la mette in mezzo, ma Zanetti libera
18'Corner per il Rubin: Guarin sul primo palo allontana
18'Natcho tenta la conclusione dalla distanza, sul fondo
16'Secondo cambio per l'Inter: esce Livaja, entra Milito
12'Coutinho raccoglie un pallone al limite e conclude di controbalzo d'esterno, fuori
10'Percussione di Zanetti, il pallone però gli salta male al momento di concludere verso la porta
8'Chance del 2-1 per l'Inter: Cassano serve Livaja dopo aver recuperato palla, tiro alto sopra la traversa
6'Handanovic in uscita su Karadeniz
3'Tiro in porta dalla distanza di Eremenko, nessun problema per Handanovic
1'Ha inizio il secondo tempo tra Inter e Rubin Kazan
1'Primo cambio per l'Inter: esce Jonathan, entra Guarin
Zanetti
6.5
6.5
Cambiasso
5.4
5.4
Samuel
3.95
3.95
Milito
5.56
5.56
Coutinho
5.01
5.01
Ranocchia
5.58
5.58
Nagatomo
6.94
6.94
Jonathan
2.79
2.79
Guarin
4.86
4.86
Livaja
6.54
6.54
Handanovic
7.3
7.3
Cassano
6.57
6.57
Gargano
4.68
4.68
Pereira
4.79
4.79
Media squadra5.46
3tiri porta4
8tiri fuori10
12falli fatti15
0angoli2
5fuorigioco2
45%possesso55%
Rubin senza gol in Europa da 222’

Il Rubin non segna in Europa da 222’, ossia dal 48’ di Paok Salonicco-Rubin 1-1 di Europa League del 15 dicembre scorso. Poi si sommano i rimanenti 42’ di quel match e le due gare perse entrambe per 0-1 dall’Olympiakos Pireo ai sedicesimi di finale della medesima competizione ed edizione.

Inter: bilancio favorevole e sempre a segno in casa

Sono 16 i precedenti ufficiali tra Inter e rivali russe con bilancio – a favore dei nerazzurri - di 11 vittorie, 3 pareggi (tutti 1-1) ed 2 sole sconfitte. L’Inter ospita per la nona volta una rivale russa in Europa e finora ha sempre segnato: 6 successi, 1 pareggio ed 1 sconfitta lo score a favore dei milanesi, con 15 reti all’attivo.

Rubin senza successi e sempre a porta aperta; in Italia sempre k.o. e senza gol

Quinto confronto ufficiale tra Rubin e rivali italiane, con il club russo che finora non ha mai vinto: 1 pareggio e 3 sconfitte, il bilancio a sfavore del club di Kazan. In queste 4 gare il Rubin ha sempre subito un gol e ne ha messo a segno appena uno. Il Rubin è alla terza trasferta ufficiale in Italia: nella coppa Uefa 2006/07 venne sconfitto per 0-1 in casa del Parma, e nella Champions League 2009/10 fu 0-2 proprio contro i nerazzurri, dunque Rubin sempre k.o. sul nostro suolo, dove non ha neppure mai segnato.

Milito bomber del calcio italiano nell’anno solare 2012

Diego Milito, dall’inizio dell’anno solare 2012, ha segnato in maglia nerazzurra 23 reti in gare ufficiali, e risulta il bomber principe del calcio italiano assieme a Edinson Cavani del Napoli.

Dirige il tedesco Aytekin

Deniz Aytekin, tedesco, è nato il 21 luglio 1978 ed è internazionale dal 2011. Aytekin è alla quarta direzione ufficiale stagionale in Europa, avendo già diretto St. Patrick’s-Siroki 2-1 d.t.s. (ritorno secondo preliminare Europa League), Helsingborg-Slask 3-1 (ritorno terzo preliminare Champions League) e Bruges-Debrecen 4-1 (ritorno play-off Europa League). Aytekin dirige per la prima volta in gare ufficiali l’Inter e più in generale club italiani. Il fischietto tedesco dirige per la seconda volta un club russo in gare ufficiali: nell’Europa League 2011/12 Lokomotiv Mosca vittoriosa in casa per 3-1 contro lo Sturm Graz.

Sfida tecnica inedita

Primo confronto ufficiale assoluto tra Stramaccioni e Berdyev.

DA IMPLEMENTARE
vittorie(0)pareggi(1)sconfitte(0)
MILANO - E' ancora un crederci fino alla fine quello che permette all'Inter di rimontare per due volte un gol del Rubin Kazan e chiudere il matchday 1 della Uefa Europa League sul risultato di 2-2.

Non basta l'ennesimo calcio di rigore parato da Handanovic ad azzerare il fallo commesso in area da Jonathan, che regala il vantaggio a Ryazantsev al 17'. Rimette i giochi in pari Livaja (39'), sfiorando anche il raddoppio nella ripresa. Il bis arriva invece prima per la squadra russa: lo sigla Rondon all'84', ma è Nagatomo a rispondergli al 92'.

PRIMO TEMPO - Per la prima gara del girone H, Stramaccioni lascia a riposo Milito e affida al tandem Cassano-Livaja l'attacco nerazzurro. A supporto delle due punte c'è Coutinho, mentre Berdyev sceglie Eremenko alle spalle di Rondon.
Prima da titolare per Livaja, che si guadagna - dopo neanche 2' - un calcio di punizione da una buona posizione: il pallone di Cassano scavalca al barriera e cerca la porta, ma è perfetto il tempismo di Ryzhikov, che blocca palla. Il Rubin risponde al 5' con il cross di Karadeniz a pescare Rondon, pronto a staccare di testa prima della pronta risposta di Handanovic. Al 16', un fallo ingenuo di Jonathan su Karadeniz regala un calcio di rigore alla squadra russa: Natcho dal dischetto, Handanovic si conferma 'pararigori', blocca ma non trattiene e sulla ribattuta si avventa Ryazantsev, che di sinistro spinge il pallone nell'angolino alto (17'). Da rivedere la posizione dei giocatori del Rubin al momento del tocco calcio di rigore.
L'Inter riprende gli equilibri e al 36' va vicinissima al pareggio: il cross di Cambiasso per Jonathan trova un avversario a ribattere, prima che Cassano metta in mezzo per Livaja. L'attaccante croato ci prova di testa, ma alza il pallone e non trova il gol. Gol che arriva però tre minuti dopo grazie all'apertura geniale di Cassano per Cambiasso che, con un cross da posizione defilata, ruba il tempo al difensore servendo Livaja. Il croato stacca di testa colpendo prima il palo e poi la rete. Il Rubin riprende fiato e lo dimostra al 44' quando Ryazantsev colpisce il palo.
Dopo 1' di recupero, squadre a riposo sull'1-1.

SECONDO TEMPO - Ripresa al via con Guarin in campo al posto di Jonathan, ma è Handanovic subito protagonista: al 5', sulla conclusione di Karadeniz, è perfetta la lettura del gioco del portiere nerazzurro che rischia, ma ha la meglio. All'8, dopo aver recuperato palla è ancora Cassano a fornire l'assist ed è ancora Livaja ad avere tra i piedi la palla del raddoppio, ma il suo destro a giro termina fuori dallo specchio della porta. Rondon cerca nuovamente il vantaggio al 32' anticipando Samuel di testa, la palla esce di poco a lato, mentre termina dritta in porta tre minuti dopo quando, sul lancio di Eremenko, l'attaccante venezuelano supera Ranocchia e di destro mette palla alle spalle di Handanovic per l'1-2. Sembra tutto deciso, ma la partita non è finita e lo sa bene Nagatomo che ci crede e si fa trovare pronto al 47': sul cross di Milito, velo di Cambiasso e tocco al volo del giapponese che, con una perfetta coordinazione, colpisce palla di collo pieno e realizza il gol del 2-2. E' ancora una rimonta per l'Inter, ancora un crederci fino alla fine, ancora un segnale all'Europa League. Dopo 3' di recupero, Aytekin fischia la fine del match.
E' pareggio, a reti inviolate, anche nell'altra gara del girone H tra Partizan e Neftci, prossima avversaria dei nerazzurri il 4 ottobre. 


INTER-RUBIN KAZAN 2-2
Marcatori: 17' Ryazantsev, 39' Livaja, 39' st Rondon, 47' st Nagatomo.

Inter: 1 Handanovic; 42 Jonathan (1' st Guarin), 23 Ranocchia, 25 Samuel, 55 Nagatomo; 19 Cambiasso, 4 Zanetti, 21 Gargano; 7 Coutinho; 99 Cassano (22' st Pereira), 88 Livaja (16' st Milito).
A disposizione: 27 Belec, 6 Silvestre, 10 Sneijder, 40 Juan Jesus.
Allenatore
: Andrea Stramaccioni.


Rubin Kazan: 1 Ryzhikov; 76 Sharonov, 4 Cesar Navas, 2 Kuzmin, 25 Marcano; 27 Bocchetti (36' st Kaleshin), 66 Natcho, 8 Ryazantsev (25' st Orbaiz), 61 Karadeniz; 23 R. Eremenko; 99 Rondon.
A disposizione
: 88 Haghihi, 55 Tore, 22 Dyadyun, 10 Kasaev, 19 Kaleshin.
Allenatore
: Kurban Berdyev.


Arbitro: Deniz Aytekin (GER) Assistenti: Lupp- Walk (GER) Assistenti aggiunti: Fritz-Hartmann (GER). Quarto uomo: Henschel (GER).
Note. Ammoniti: 35' Bocchetti, 29' st Marcano, 31' st Orbaiz, 44' Guarin. Tempi di recupero: 1'-3'. Spettatori: 28.472

in campo

Handanovic 1Ryzhikov
Jonathan 42Kuzmin
Ranocchia 23Sharonov
Samuel 25Cesar Navas
Nagatomo 55Marcano
Zanetti 4Ryazantsev
Gargano 21Natcho
Cambiasso 19Bocchetti
Coutinho 7Gokdeniz Karadeniz
Livaja 88Eremenko
Cassano 99Rondon

panchina

Belec 27Haghighi
Silvestre 6Orbaiz
Sneijder 10Davydov
Guarin 14Kasaev
Milito 22Kaleshin
Pereira 31Dyadyun
Jesus 40Tore
23 23