Risultato finale

31 Gennaio 2016 20:45

Milan
32' (2t) Niang
28' (2t) Bacca
35' Alex
3 - 0
Inter
arbitro Antonio Damato / guardalinee Di Liberatore, Dobosz / 4° uomo Preti / assistenti Mazzoleni, Calvarese
Guarda gli highlights
Minuti Cronaca
46' Finisce il primo tempo. Squadre negli spogliatoi con la squadra di Mihajlovic avanti 1-0 grazie al gol di Alex
45' Segnalato un minuto di recupero
45' Cartellino giallo per Jovetic
43' Uscita di Donnarumma su Perisic, Juan Jesus la rimette al centro per Jovetic che non riesce di testa a inquadrare lo specchio
39' Cross di Eder dalla destra, nessun nerazzurro pronto a deviare sul secondo palo. Alex libera l'area
35' Alex svetta su Santon e mette dentro di testa su cross di Honda portando in vantaggio il Milan
35' Salvataggio di Miranda sulla deviazione di Honda da distanza ravvicinata
34' Cross dalla destra di Santon, Alex svirgola pericolosamente in angolo
34' Sinistro di Jovetic dall'interno dell'area. Donnarumma fa suo il pallone in presa bassa
33' Filtrante di Ljajic per Jovetic, che prova a restituire il pallone al compagno con il tacco. La difesa del Milan recupera la sfera
30' Dopo mezz'ora a ritmi elevati, si abbassa un po' l'intensità al "Meazza"
24' Punizione dai 35 metri di Bonaventura. Palla lontanissima dalla porta
20' Perisic sfugge alle spalle di Antonelli sulla destra ma sbaglia l'ultimo passaggio sprecando un'ottima occasione
17' Tiro-cross di Kucka, Handanovic respinge ma l'arbitro ferma tutto per fuorigioco di Niang
15' Ljajic e Jovetic cercano l'uno-due al limite dell'area, Romagnoli di testa si rifugia in angolo
13' Mancino a giro di Perisic, deviato in corner
12' Cross dalla destra di Honda, chiudono Juan Jesus e Miranda
9' L'Inter spinge: conclusione da fuori area di Brozovic, Donnarumma si salva in due tempi
6' Altra grande chance per l'Inter: Eder sbuca sul secondo palo sul traversone di Juan Jesus e non riesce a mettere dentro di testa
5' Occasione per l'Inter. Eder servito in profondità da Perisic, cross al centro per Jovetic, Alex si rifugia in angolo
2' Ripartenza in contropiede di Niang, fermato da Santon in rimessa laterale
1' Si comincia! Primo pallone giocato dai ragazzi di Roberto Mancini
1' Le squadre fanno il loro ingresso in campo. Pochi istanti al calcio d'inizio
1' Quasi tutto pronto al "Meazza" per il derby della Madonnina valido per la 22^ giornata della Serie A TIM 2015/16
Minuti Cronaca
48' Finisce qui! Alex, Bacca e Niang nei marcatori
45' Saranno tre i minuti di recupero
43' Boateng rileva Honda
42' Ultimo cambio per l'Inter: fuori Ljajic, dentro Telles
40' Cambio: Bertolacci rileva Bacca
38' Sinistro di Honda da dentro l'area, Miranda lo mura in angolo
36' Handanovic salva sulla deviazione di Bacca
35' Subito giallo per il numero 45 rossonero
34' Sostituzione nella squadra di casa: Niang lascia il posto a Balotelli
33' Cambio per l'Inter: dentro Felipe Melo, fuori Perisic
32' Niang a tu per tu con Handanovic, si salva il portiere nerazzurro ma non può nulla sulla respinta: 3-0
29' Calcio d'angolo di Ljajic, colpo di testa di Eder. Fuori di un soffio
28' Cross dalla destra di Niang per Bacca che in spaccata mette dentro il 2-0
25' Il numero 9 nerazzurro si incarica della battuta: Donnarumma è spiazzato ma il palo salva il Milan
24' Diagonale di Icardi, para Donnarumma. Sulla respinta, Alex stende il numero 9 nerazzurro. Rigore per l'Inter
21' Filtrante di Ljajic per Icardi, chiuso dall'uscita in presa bassa di Donnarumma
20' Fallo di mano di Kucka, ammonito
19' Cambio nell'Inter: Icardi prende il posto di Jovetic
17' Traversone dalla destra di Santon, Eder e Jovetic non riescono a spizzare di testa al centro dell'area
14' Sinistro dalla distanza di Brozovic, palla alta sopra la traversa
13' Ripartenza di Eder, steso da Alex. Giallo per il difensore brasiliano
11' Alex appoggia di testa al centro dell'area, Bonaventura si avventa sul pallone vagante ma viene murato in rimessa laterale
9' Conclusione dalla distanza di Perisic, palla lontana dalla porta
8' Il Milan recupera palla sulla trequarti ma Kucka sbaglia l'assist per Bacca
5' Eder messo a terra in area da Donnarumma. Per Damato è tutto regolare, proteste nerazzurre. Espulso Mancini
1' Comincia la ripresa senza novità nelle due formazioni
Santon
2.84
2.84
Jesus
3.37
3.37
Handanovic
5.14
5.14
Icardi
3.49
3.49
Medel
3.59
3.59
Brozovic
2.67
2.67
Miranda
4.26
4.26
Murillo
3.89
3.89
Jovetic
2.77
2.77
Perisic
3.31
3.31
Ljajic
3.15
3.15
Melo
3.28
3.28
Telles
3.68
3.68
Eder
4.75
4.75
Media squadra 3.59
5 tiri porta 4
5 tiri fuori 5
17 falli fatti 14
5 angoli 6
2 fuorigioco 0
53% possesso 47%
Scontri Diretti

164° derby della Madonnina in Serie A: 61 vittorie nerazzurre, 52 pareggi e 50 successi rossoneri.

L'Inter è l'avversaria contro cui il Milan ha perso più partite di Serie A (61) e subito più gol (225).

Nessuna delle due squadre è riuscita a segnare più di una rete negli ultime sette derby di campionato.

I rossoneri hanno vinto solamente uno degli ultimi nove derby in Serie A (3N, 5P).

Dalla stagione 2005/06 ad oggi, l'Inter ha vinto ben 12 dei 21 derby di campionato con il Milan, perdendo la metà delle volte nel parziale (solo tre pareggi, tutti racchiusi nelle ultime sei sfide).

Il punteggio che si è ripetuto con maggior frequenza in questa sfida nel massimo campionato è il pareggio per 1-1 (26 volte, l'ultima nel novembre 2014).

12 match sono terminati a reti bianche, incluso il derby di ritorno dello scorso campionato.

Focus sui protagonisti

Giacomo Bonaventura ha realizzato quattro gol in sette match di Serie A contro l'Inter - il suo bersaglio preferito - ma nessuno nei tre derby di Milano finora disputati. Solo Insigne (otto) ha confezionato più assist vincenti di Bonaventura in questo torneo (sette); il rossonero è anche il terzo in Serie A come numero di occasioni create per i compagni (49), dietro ad Hamsik e Borja Valero.

Carlos Bacca segna da due gare consecutive di Serie A: dal suo arrivo in Italia non è mai riuscito ad infilare la porta avversaria per tre partite di seguito in campionato. Il rossonero contro l'Empoli ha raggiunto la doppia cifra di marcature, trovando il gol per l'ottava volta su nove partite con il primo tiro effettuato nello specchio. Bacca è il giocatore che è andato più volte in fuorigioco nell'attuale torneo (31).

Mauro Icardi è alla ricerca della sua 50ª rete in Serie A, 107 presenze finora. Il bomber nerazzurro è a secco da tre giornate, non gli capita un periodo di astinenza più lungo nella massima Serie dall'ottobre 2014 (cinque partite). Il Milan è l'unica avversaria, assieme al Torino, tra quelle affrontate più di una volta in Serie A, a cui Icardi non è ancora riuscito a segnare (nessun gol in sei sfide, una con la Samp e in cinque derby con l'Inter). Icardi ha attualmente un bottino di otto reti con appena 27 conclusioni effettuate, una media realizzativa del 29.6%: la terza migliore proprio dopo quelle di Bacca (34.5%) ed Eder (31.6%), tra gli attaccanti del nostro campionato con almeno cinque gol all'attivo.

Rodrigo Palacio, come nella passata stagione, si è sbloccato dopo 14 presenze in campionato; concluse l'annata con un totale di otto gol. El Trenza ha già deciso un derby di Milano (1-0 nel dicembre 2013).

Ivan Perisic non segna da 12 partite di campionato - 19 i tiri effettuati dalla sua ultima marcatura in Serie A; tuttavia il croato è stato l'autore di entrambi gli assist delle ultime due reti di Icardi nella massima serie.

Adem Ljajic non partecipa attivamente in gol dell'Inter da sei gare di campionato, dopo aver collezionato due gol e tre assist nelle precedenti sei partite giocate in A - Per il serbo un gol al Milan, su rigore, con la maglia della Fiorentina nell'aprile 2013.

Juraj Kucka ha segnato la sua prima rete in rossonero, il 9 gennaio contro la Roma; in precedenza, il suo ultimo gol in campionato, lo scorso maggio, era valso la vittoria del Genoa contro l'Inter, per 3-2.

Riccardo Montolivo è il giocatore di movimento che ha recuperato più possessi (189) ed effettuato più intercetti in questo campionato (75).

Mario Balotelli è cresciuto nel vivaio nerazzurro: con l'Inter ha vinto tre scudetti dal 2007 al 2010, realizzando 20 gol nelle sue prime 59 partite in Serie A. Non ha mai segnato da ex in quattro derby con la maglia rossonera. Quattro degli ultimi sei gol di Mario Balotelli con la maglia del Milan (tutte le competizioni) sono arrivati da calcio da fermo (due rigori, due punizioni dirette) - L'ultimo gol di Balotelli su azione in Serie A risale all'aprile 2014: gol di testa al Livorno.

Anche Andrea Poli ha avuto una parentesi all'Inter: 18 presenze nella stagione 2011/12.

Handanovic (85%) e Donnarumma (76%) sono i due portieri con la più alta percentuale di parate nell'attuale torneo.

Focus sugli allenatori e sull‘arbitro

Sinisa Mihajlovic, è stato all'Inter dal 2004 al 2008, prima come calciatore e poi come vice di Mancini, con il quale ha condiviso un lungo periodo di carriera vestendo le maglie di Sampdoria e Lazio.

Mihajlovic e Mancini si affrontano per la terza volta da avversari in Serie A: il tecnico serbo ha perso il derby di andata per 1-0; nella passata stagione, alla guida della Samp, aveva battuto i nerazzurri con il medesimo risultato.

10ª sfida contro l'Inter nella massima Serie per Mihajlovic: appena due successi a fronte di sei sconfitte, un pareggio.

Roberto Mancini da quando è tornato all'Inter - in occasione della stracittadina del 14 novembre 2014 - è imbattuto contro i rossoneri in campionato (1V, 2N).

In generale, questo sarà il 12° derby della Madonnina per Mancini in Serie A: cinque vittorie, tre pareggi e altrettante sconfitte, l'attuale score.

ARBITRO E DISCIPLINA

Sarà questa la 155ª direzione di gara in Serie A per Antonio Damato, la decima stagionale. Due i rigori concessi nel campionato in corso, quattro i cartellini rossi estratti.

Un solo pareggio con l'arbitro pugliese in questo campionato: due i successi casalinghi, sei le vittorie esterne.

Primo Derby Milano per Damato in campionato, e seconda stracittadina in generale dopo Genoa-Sampdoria 0-1 del settembre 2014.

Damato in Serie A ha arbitrato 18 volte sia il Mila che l'Inter: per i rossoneri con lui nove vittorie, quattro pari e cinque sconfitte; per i nerazzurri 12 gare vinte, un pareggio, cinque perse.

L'Inter è, dopo il Napoli, la squadra meno fallosa del campionato (271). Tuttavia i nerazzurri hanno rimediato 57 cartellini finora (51 gialli, sei rossi), in media uno ogni 4.75 falli commessi, più di chiunque in Serie A.

Il Milan è la formazione più pescata in fuorigioco nell'attuale torneo (70).

Stato di forma

p>Il Milan di Mihajlovic ha guadagnato quattro punti in più di quello di Inzaghi e cinque in più di quello 2013/14, dopo lo stesso numero di gare giocate (21) in campionato.

I rossoneri hanno perso solo una delle ultime otto di campionato (3V, 4N).

Il Milan ha subito quattro reti nelle ultime sette partite a San Siro, dopo averne incassate sette nelle prime tre gare interne in questo torneo.

L'Inter ha conquistato cinque punti nelle ultime cinque giornate di Serie A: è il secondo periodo di flessione in questa stagione, dopo lo scorso ottobre (tre punti in quattro incontri in campionato).

Dal 1995 ad oggi solo una volta i nerazzurri avevano realizzato meno degli attuali 26 gol nelle prime 21 giornate: 25 nella stagione 2000/01, terminata al quinto posto.

Nel torneo in corso, l'Inter è riuscita a segnare più di una rete solo contro Carpi, Frosinone e Udinese; allo stesso tempo però i nerazzurri hanno mancato l'appuntamento con il gol in appena due match (vs Juve e Sassuolo).

I ragazzi di Mancini, per la prima volta in questo campionato, hanno subito almeno un gol per tre partite di fila.

Stats generali

I nerazzurri hanno tuttora la miglior difesa della Serie A (14 gol subiti).

Il Milan ha incassato 17 gol nei secondi tempi di questo campionato, tre in più di quanti ne hanno presi i nerazzurri nell'arco dei 90'.

Inter, com le sole Udinese e Verona, mai a segno nei primi 15' di partita in questo campionato. Tre degli ultimi quattro gol subiti dai ragazzi di Mancini sono arrivati negli ultimi cinque minuti di gara (due nel recupero).

Il 48% delle reti incassate dai rossoneri (12 su 25) sono arrivate da situazione di palla inattiva: è la più alta percentuale nella Serie A 2015/16.

Solo Carpi (uno) e Genoa (quattro) hanno però segnato meno dell'Inter in questo campionato da situazione di palla inattiva (solo sei gol).

L'Inter è l'unica formazione a non aver preso gol di testa in questa Serie A; il Milan è, dopo Juventus e Palermo (otto), quella più prolifica di testa (sette).

I rossoneri non hanno mai segnato con tiri su azione da fuori area - record negativo condiviso con Udinese e Verona.

L'Inter non ha mai vinto nelle sei occasioni di questo campionato in cui è andata in svantaggio (2N, 4P), ma non ha nemmeno mai perso nelle 14 in cui è andata avanti nel punteggio (12V, 2N).

vittorie(35) pareggi(26) sconfitte(33)

MILANO - Roberto Mancini manda subito in campo Eder a fianco di Jovetic, supportati da Perisic e Ljajic nella fase offensiva, mentre il Milan si schiera con un 4-4-2 che ha in Niang e Bacca i terminali offensivi.

Primi minuti nel segno di Eder: prima, servito in profondità da Perisic, viene chiuso in angolo da Alex al momento di servire Jovetic poi, sul cross di Juan Jesus, non trova lo specchio in tuffo di testa. All'8 ci prova Brozovic dalla distanza ma Donnarumma blocca in due tempi. La risposta del Milan è una progressione centrale di Kucka, fermato all'ingresso in area di Miranda. Al 12' ripartenza veloce dell'Inter: Eder gira di prima su Perisic, il cui mancino è deviato in angolo da Antonelli. Al quarto d'ora grande occasione per i rossoneri con Kucka che chiama in causa Handanovic, reattivo ad anticipare Niang prima che il direttore di gare fermi il gioco per una spinta di Bacca. Altra ripartenza Inter al ventesimo: tacco di Jovetic a liberare la corsa di Perisic, ma ancora una volt l'ultimo passaggio è intercettato dalla difesa rossonera. Il Milan ci prova con una punizione ai 25 metri di Bonaventura che finisce altissima sulla traversa.

Il match rallenta un po' nella fase centrale del primo tempo, poi l'Inter torna a farsi vedere con Jovetic: prima il montenegrino non riesce a concludere al volo su cross di Ljajic, poi il sinistro dal limite viene controllato in presa bassa da Donnarumma. Sulla ripartenza Miranda sventa un cross teso di Kucka anticipando Bacca e Honda, ma sul corner seguente arriva la rete dei padroni di casa: cross di Honda e Alex svetta su Santon battendo imparabilmente Handanovic al 35'.

La risposta nerazzurra è tutta nella corsa di Eder, ma sul suo cross arriva prima di tutti Alex a liberare l'area. Al 42' Donnarumma esce in anticipo du Perisic, il pallone arriva sui piedi di Juan Jesus che dai 30 metri prova a cercare la porta, senza fortuna. L'ultima sortita offensiva del primo tempo è di Ljajic, ma ancora una volta il suo cross è intercettato dalla difesa rossonera.

Stessi 22 in campo alla ripresa del gioco. Al 49' contatto in area tra Donnarumma ed Eder: Damato non fischia ed espelle Roberto Mancini per proteste. Al 52' Medel perde un contrasto con Kucka, ma l'ex Genoa non riesce a servire Bacca in profondità e favorisce l'uscita di Handanovic. Al 55' uno schema su punizione libera al tiro Bonaventura, contrastato efficacemente da Miranda.

A mezz'ora dalla fine doppia folata offensiva, prima di Santon e dall'altra parte di Niang, entrambe senza effetto. Il primo cambio dei nerazzurri è Icardi, che pende il posto di Jovetic. Al 68' Alex, già ammonito, atterra Icardi: per Damato è rigore senza cartellino, ma Icardi colpisce in pieno il palo. Tre minuti dopo è raddoppio Milan. Niang centra dalla destra per Bacca, che taglia oltre la linea della difesa e da due passi trafigge Handanovic. L'Inter prova a reagire con un colpo di testa di Eder su corner battuto da Ljajic, che finisce largo. Partita chiusa a un quarto d'ora dalla fine: Santon perde palla e lascia Bonaventura libero di puntare l'area e servire Niang. Handanovic è super sulla prima conclusione ma non può nulla sulla ribattuta. All'81' il numero 1 nerazzurro chiude la porta alla doppietta di Bacca. L'Inter ci prova ancora con una combinazione tra Eder e Juan Jesus, senza fortuna. Non succede più nulla e dopo 3' di recupero Damato manda le squadre negli spogliatoi.

MILAN-INTER 3-0
Marcatori: Alex (36'), Bacca (73'), Niang (77')

MILAN: 99 Donnarumma; 20 Abate, 33 Alex, 13 Romagnoli, 31 Antonelli; 10 Honda (88' Boateng 72), 27 Kucka, 18 Montolivo, 28 Bonaventura; 19 Niang (79' Balotelli 45), 70 Bacca (85' Bertolacci 91).
A disposizione: 32 Abbiati, 97 Liveri, 2 De Sciglio, 4 Mauri, 7 Menez, 16 Poli, 17 Zapata, 25 Simic, 96 Calabria.
Allenatore: Sinisa Mihajlovic

INTER: 1 Handanovic; 21 Santon, 25 Miranda, 24 Murillo, 5 Jesus; 17 Medel, 77 Brozovic; 44 Perisic (78' Melo 83), 23 Eder, 22 Ljajic (87' Telles 12); 10 Jovetic (63' Icardi 9).
A disposizione: 30 Carrizo, 46 Berni, 7 Kondogbia, 8 Palacio, 27 Gnoukouri, 33 D'Ambrosio, 55 Nagatomo, 97 Manaj.
Allenatore: Roberto Mancini

Ammoniti: Jovetic (45'), Alex (57'), Kucka (64'), Balotelli (80')

Recupero: 1' - 3'

Arbitro: Damato
Assistenti: Di Liberatore, Dobosz
IV uomo: Preti
Assistenti addizionali: Mazzoleni, Calvarese

in campo

Donnarumma 99 1 Handanovic
Abate 20 21 Santon
Alex 33 25 Miranda
Romagnoli 13 24 Murillo
Antonelli 31 5 Jesus
Honda 10 17 Medel
Kucka 27 77 Brozovic
Montolivo 18 44 Perisic
Bonaventura 28 23 Eder
Niang 19 22 Ljajic
Bacca 70 10 Jovetic

panchina

Abbiati 32 30 Carrizo
Livieri 97 46 Berni
De Sciglio 2 7 Kondogbia
Mauri 4 8 Palacio
Menez 7 9 Icardi
Poli 16 12 Telles
Zapata 17 27 Gnoukouri
Simic 25 33 D'Ambrosio
Balotelli 45 55 Nagatomo
Boateng 72 83 Melo
Bertolacci 91 97 Manaj
Calabria 96