Risultato finale

9 Aprile 2016 15:00

Frosinone
0 - 1
Inter
29' (2t) Icardi
arbitro Paolo Tagliavento / guardalinee Musolino, Preti / 4° uomo Passeri / assistenti Calvarese, Pasqua
Guarda gli highlights
Minuti Cronaca
45' Si chiude senza recupero la prima frazione di gioco. Risultato fermo sullo 0-0 al "Matusa" di Frosinone
41' Kragl si libera al tiro ma conclude centralmente dal limite. Handnaovic blocca senza problemi
40' Occasionissima per Perisic, che sul tiro-cross di Biabiany interviene in spaccata sul secondo palo ma trova solo l'esterno della rete
38' Jovetic e Icardi cercano il triangolo al limite dell'area. Chiude Blanchard
34' Fallo di mano di Kragl. Ammonizione anche per il numero 11 giallazzurro
32' Fallo di D'Ambrosio su Kragl: cartellino giallo per il terzino nerazzurro
31' Icardi cerca l'assist per Biabiany. Palla leggermente troppo lunga
29' Icardi in pressing recupera palla e viene steso da Frara: punizione per l'Inter e giallo per il capitano del Frosinone
27' Conclusione dal limite di Frara: palla fuori alla destra di Handanovic
23' Cartellino giallo per Gucher dopo un fallo su Jovetic
22' Spunto di Perisic sulla sinistra: cross rasoterra, Leali in affanno blocca in due tempi con Icardi in agguato
21' Conclusione da fuori di Felipe Melo deviata in calcio d'angolo da Gucher
18' JoJo sfugge alle spalle della difesa giallazzurra: il montenegrino è solo, ma viene fermato per un fuorigioco che sembra non esserci
13' Bella giocata di Jovetic: il numero 10 interista salta un avversario e serve il taglio di Biabiany, che da buona posizione calcia a lato
9' Altro pericolo dall'out di sinistra: appoggio arretrato di Perisic, ma nessun nerazzurro si fa trovare sul dischetto per la deviazione
7' Prima occasione per l'Inter: pericoloso tiro-cross di Telles, che dopo la deviazione di Ajeti, sfiora il palo e termina in corner
3' Traversone di Biabiany, Rosi si rifugia in rimessa laterale
1' Subito nerazzurri in avanti: cross dalla sinistra di Perisic. Pallone troppo su Leali, che blocca in presa
1' È della squadra di casa il primo possesso della partita: comincia ora Frosinone-Inter!
1' Squadre che stanno per fare il loro ingresso sul terreno di gioco del "Matusa". Alle ore 15 il calcio d'inizio di Frosinone-Inter
Minuti Cronaca
49' Finisce qui!!! L'Inter torna da Frosinone con tre punti grazie al cinquantesimo gol in maglia nerazzurra di Maurito Icardi
48' Appoggio di Icardi per Biabiany, che calcia alto
47' Perisic da posizione favorevole calcia alto con il sinistro
45' Segnalati quattro minuti di recupero
44' Ultima sostituzione per i nerazzurri: dentro Palacio, fuori Jovetic
42' Sinistro di Ciofani, deviazione di Murillo e palla che scheggia l'esterno del palo
41' Seconda sostituzione per Mancini: Santon rileva Telles
41' Conclusione dal limite di Telles. Palla alta sopra la traversa
40' Cambio nell'Inter: Medel per Felipe Melo
38' Cross di Rosi, Handanovic fa suoi il pallone
36' Fallo di Blanchard su Jovetic. Secondo cartellino giallo per il difensore giallazzurro, che lascia in inferiorità numerica il Frosinone
35' Secondo cambio nel Frosinone: Gucher lascia il posto a Longo
34' Jovetic libera il destro a giro dal limite: la palla sfiora la traversa e termina sul fondo
33' Jovetic in profondità per Icardi. Ajeti legge il passaggio e ferma l'azione dei nerazzurri
29' GOOOOOOOOOOOL!!! Cross di Perisic dalla sinistra e Icardi fa centro di testa. 50 gol in nerazzurro per Maurito e Inter in vantaggio
27' Punizione di Pavlovic, che scavalca la barriera e si stampa sulla traversa
26' Cambio nel Frosinone: Chibsah rileva Gori
25' Ammonito Felipe Melo per un fallo su Paganini
23' Traversone di Biabiany, Perisic al volo sul secondo palo non trova la porta di un paio di metri
21' Colpo di testa di Felipe Melo, che termina fra le braccia di Leali
19' Cross di Kragl, taglio di Paganini e girata di testa. Il palo salva Handanovic
18' Ammonizione per Blanchard
17' Destro dal limite di Jovetic su appoggio di Perisic. Leali si distende sulla sinistra e blocca
13' Simulazione di Pavlovic, punito con l'ammonizione
11' Occasione in mischia per il Frosinone su una punizone dal lato corto dell'area: la palla sbatte su Ciofani e termina fuori a fil di palo
9' Cross di Perisic per Biabiany, anticipato in acrobazia da Blanchard
6' Brozovic al centro per Murillo, che sale in cielo ma non trova la porta di testa
5' Ripartenza dell'Inter: Ajeti stende Jovetic poco prima dell'ingresso in area. Giallo per il centrale del Frosinone
1' Si riparte con gli stessi ventidue protagonisti dei primi quarantacinque minuti. Via al secondo tempo di Frosinone-Inter!
Biabiany
5.09
5.09
Santon
5.24
5.24
Jesus
5.32
5.32
Palacio
5.63
5.63
Handanovic
5.85
5.85
Icardi
7.32
7.32
D'Ambrosio
5.21
5.21
Medel
5.61
5.61
Brozovic
5.29
5.29
Murillo
5.76
5.76
Jovetic
5.84
5.84
Perisic
6.52
6.52
Melo
6.08
6.08
Telles
5.61
5.61
Media squadra 5.74
4 tiri porta 3
6 tiri fuori 12
16 falli fatti 12
4 angoli 6
5 fuorigioco 2
36% possesso 64%
Scontri Diretti

Il 4-0 per l'Inter nel match d'andata è stata la sconfitta con maggiore scarto per il Frosinone in Serie A, insieme al 5-1 subito dal Napoli e al 4-0 incassato contro il Genoa nell'ultima giornata.

In quell'occasione l'Inter effettuò 10 tiri nello specchio: mai così tanti per i nerazzurri in una partita del campionato in corso.

Allenatori, arbitro e disciplina

ALLENATORI

Roberto Stellone e Roberto Mancini si sono incrociati da allenatori solamente nel match d'andata, vinto per 4-0 dall'Inter.

Da giocatore, Stellone ha affrontato sei volte i nerazzurri in Serie A: cinque sconfitte, seguite da un pareggio (Inter-Torino 1-1 nel febbraio 2009).

ARBITRO E DISCIPLINA

188ª designazione arbitrale in Serie A per Paolo Tagliavento, la tredicesima stagionale: finora ha fischiato due rigori, estratto 52 cartellini gialli ed espulso tre volte (sempre per doppia ammonizione) in questo torneo.

25 direzioni per Tagliavento con l'Inter in campo, solo la Roma ha avuto questo arbitro più volte in Serie A (31); per i nerazzurri 15 vittorie, quattro pareggi e sei sconfitte.

L'Inter di Mancini ha ottenuto due vittorie e due sconfitte in Serie A in trasferta quando ha arbitrato Tagliavento.

Sono inoltre sette i rigori fischiati da Tagliavento contro l'Inter nel massimo campionato, a nessuna squadra ne ha concessi di più a sfavore finora.

L'unico precedente per il Frosinone con il fischietto della sezione di Terni è la sconfitta interna per 5-1 contro il Napoli lo scorso gennaio.

Il Frosinone ha ricevuto una sola espulsione in tutto il campionato, meno di chiunque altro in questa Serie A; l'Inter è già a quota 10, meno solo dell'Atalanta che è a 12.

SQUALIFICATI:
Frosinone: Dionisi (1)
Inter: Miranda (1), Nagatomo (1)

DIFFIDATI:
Frosinone: Ajeti, Gori
Inter: Handanovic, Kondogbia, Medel, Telles.

Stato di forma

Il Frosinone è la squadra che ha perso più partite in questa Serie A, 18.

Solo due squadre nella storia della Serie A con i tre punti a vittoria si sono salvate perdendo almeno 18 delle prime 31 giornate giocate: Chievo e Sassuolo nel 2013/14.

Il Frosinone non ha subito gol in cinque delle ultime sei partite casalinghe di campionato e in particolare al "Matusa" non viene trafitto dalla rete di Dybala contro la Juventus (270 minuti).

Ben diverso è il rendimento dei ciociari in casa rispetto a quello in trasferta: la squadra di Stellone infatti ha raccolto 22 dei suoi 27 punti di questa Serie A al "Matusa" (l'81,5% del totale).

L'Inter, invece, in trasferta non vince dal 6 gennaio e ha raccolto appena tre punti nelle ultime sei partite esterne in campionato.

Da novembre ad ora, la squadra di Mancini solo una volta nelle ultime 10 trasferte (contro il Verona al Bentegodi) è riuscita a sferrare più tiri nello specchio rispetto all'avversaria di turno.

Stats generali

Sfida tra la terza difesa della Serie A (l'Inter a quota 30) e l'ultima (il Frosinone con ben 59 gol subiti): i ciociari sono anche la formazione che ha subito più tiri, 632.

L'Inter non pareggia 0-0 da 23 partite (striscia più lunga senza quel risultato tra i 20 club di A), i tre 0-0 in Serie A del Frosinone sono arrivati tutti al "Matusa" e tutti nell'anno solare 2016.

Il Frosinone è la formazione che subisce più gol nei secondi tempi di questo campionato (37), ma anche l'Inter ha subito 10 degli ultimi 11 gol in A nelle seconde frazioni.

Nove le reti da fuori area subite su azione da Blanchard e compagni, record negativo in Serie A che il Frosinone condivide con la Lazio.

I ciociari sono la squadra con la peggior percentuale di tiri nello specchio (35%) e la peggiore realizzativa (il 10%).

Il Frosinone han mandato a rete solo nove giocatori, record negativo in Serie A che la squadra di Stellone condivide con l'Udinese.

L'Inter è con il Milan ed il Verona la squadra che segna più reti da azione di calcio d'angolo, sette.

Solo la Lazio ha tirato più corner dell'Inter: 204 per le Aquile, 196 per i neroazzurri.

Il Frosinone è invece la formazione che ha effettuato meno passaggi di tutta la Serie A, 9549; e con il Carpi i ciociari condividono la peggior precisione, solo il 69% dei passaggi effettuati raggiungono un compagno.

L'Inter è la squadra che ha utilizzato meno calciatori italiani in questo campionato (quattro).    

26 dei 29 gol del Frosinone sono stati realizzati da calciatori italiani (il 90%, record in percentuale in questa Serie A), mentre solo la Fiorentina (uno) ne ha segnati meno dell'Inter (due) con italiani in questo campionato.

Frosinone ed Inter faticano a recuperare punti da situazione di svantaggio: i ciociari hanno recuperato solo due gare su 20 (con due pareggi, due i punti), l'Inter tre su 11 (tre punti sempre tramite pareggio).

Focus sui protagonisti

Mauro Icardi è a quota 99 presenze e 49 gol con la maglia dell'Inter in tutte le competizioni.

Daniel Ciofani e Icardi sono rispettivamente quinto e sesto per numero di colpi di testa tentati (16 e 15 in totale): se la punta del Frosione ha trovato due reti, ancora a secco Maurito con questo fondamentale.  

Tra gli attaccanti con almeno 150 tocchi, Icardi è quello che ha bisogno di più minuti (3.28) per ricevere un pallone: al terzo posto Daniel Ciofani, a quota 3.03.

Solo Higuaín e Pjanic (quattro) ha colpito i legni più volte di Icardi (tre) in questa Serie A.

Eder ha giocato un anno e mezzo nel Frosinone, dal gennaio 2008 a maggio 2009: 51 presenze in Serie B per lui con i ciociari e 20 reti, prima del ritorno all'Empoli.

Due dei tre assist stagionali di Adem Ljaijc sono stati messi a segno nella gara di andata contro il Frosinone: si trattano degli ultimi in questo campionato, il serbo nelle ultime 15 gare ha partecipato ad una sola rete (il gol al Palermo).

Tre reti nelle ultime quattro presenze per Ivan Perisic: il croato ha portato a casa lo stesso bottino di reti nelle precedenti 24 presenze in campionato.

Solo Vecino della Fiorentina (42) e Taïder del Bologna (32) hanno tentato la conclusione più volte di Aleksandar Tonev (31) senza trovare la rete.

Nessun difensore nei cinque maggiori campionati europei ha messo a segno più assist (cinque) di Daniel Pavlovic; in Italia è anche  il giocatore di reparto arretrato che ha mandato più volte un compagno al tiro (36) in Serie A, nonostante abbia giocato solamente 19 partite sulle 31 disponibili.

Leonardo Blanchard è invece il difensore che nei top-5 campionati europei ha respinto più tiri avversari (48), almeno 19 in più di qualsiasi altro difensore in Serie A.

Fermato dal giudice sportivo Miranda: se con il brasiliano in campo l'Inter vince di più (51.9% vs 50%), nelle quattro gare di campionato senza il centrale brasiliano i nerazzurri non hanno mai perso (due successi e due pareggi).

Mancherà anche Federico Dionisi per squalifica: la punta ha partecipato a tre degli ultimi sei gol del Frosinone (due gol un assist), nelle sei gare non disputate dall'ex Livorno i ciociari hanno realizzato 0.5 gol in media (uno di media con lui in campo).

Sfida tra il secondo portiere per numero di parate in questo campionato (Leali, 113) e il quarto (Handanovic, 97): lo sloveno è il secondo per percentuale di parate riuscite (77%).

Da quando è arrivato al Frosinone, Oliver Kragl è il giocatore tra i ciociari con la media tiri (esclusi respinti) più alta: uno ogni 32 minuti giocati.

Marcelo Brozovic pur giocando solo due minuti (entrato al 88') ha segnato una rete contro il Frosinone, il gol del poker neroazzurro e suo primo partendo dalla panchina in Serie A.

Jonathan Biabiany contro il Frosinone nella gara d'andata ha ritrovato il gol che gli mancava dal maggio 2014: per il francese si tratta del primo ed unico stagionale, ultimo dunque in Serie A.

In quella partita gioia anche per Jeison Murillo: il difensore colombiano ha segnato nella sfida con il Frosinone d'andata il suo primo gol in Serie A.

Samuele Longo ha esordito in Serie A indossando la maglia dell'Inter, nel maggio 2012 (vs Lazio): quella è stata la sua unica presenza in nerazzurro nel massimo campionato.

vittorie(1) pareggi(0) sconfitte(0)

FROSINONE - Senza gli squalificati Nagatomo e Miranda, Mancini sceglie Telles a sinistra e Jesus in copia con Murillo al centro della difesa. Sulla destra torna D'Ambrosio. Centrocampo affidato a Melo e Brozovic, i quattro offensivi sono Perisic, Biabiany, Jovetic al rientro tra i titolari dopo l'infortunio e Mauro Icardi, alla centesima con la maglia nerazzurra.

L'Inter parte forte sugli esterni con i cross di Perisic e Biabiany che però non portano conclusioni verso la porta difesa da Leali. Al 7' bella combinazione Perisic-Telles, il brasiliano va al cross teso deviato da Ajeti sul quale Jovetic non può arrivare. Seconda grande occasione al 13': Jgvetic si libera tra le linee e serve sulla corsa Biabiany, il francese lascia scorrere il pallone e carica il destro, che però non inquadra la porta anche per merito del recupero di Pavlovic. I padroni di casa allentano la pressione conquistando un corner, ma i nerazzurri continuano a costruire occasioni: al 20' ci prova Melo dalla distanza, poi ancora Perisic scappa sulla sinistra e cerca Jovetic nel cuore dell'area piccola, ma Leali anticipa tutti in uscita bassa.

Al 27' ci prova anche il Frosinone con una conclusione dal limite di Frara che si spegne a lato alla destra di Handanovic. I gialloblù si fanno vedere ancora su calcio piazzato al 32', senza successo. Grande occasione per i nerazzurri al 38': Jovetic allarga per Biabiany, che punta l'area e scarica un destro sul quale Perisic manca la deviazione vincente. Due minuti dopo bella serpentina di Kragl che prova il mancino, troppo centrale per impensierire Handanovic. È l'ultima occasione di un primo tempo che si chiude senza recupero.

Si ricomincia con gli stessi 22 in campo, e si ricomincia con l'Inter in avanti: Icardi ruba palla a centrocampo, Brozovic serve Jovetic che si accentra e viene messo giù al limite dell'area da Ajeti. Sulla punizione calciata da Brozovic svetta più alto di tutti Murillo, ma il colpo di testa del colombiano termina alto. I nerazzurri continuano a gestire il possesso del pallone sulla trequarti avversaria ma senza trovare lo spunto decisivo, e così alla prima sortita il Frosinone va a un passo dal gol: calcio di punizione dal lato corto dell'area di rigore calciato da Pavlovic, Ciofani colpisce con un po' di fortuna ma non centra la porta. Al 58' Kragl serve Pavlovic che, contrastato da Biabiany si lascia cadere in area e riceve un giallo per simulazione da Tagliavento. Crescono i padroni di casa dopo un primo quarto d'ora d'attesa, ma così facendo prestano il fianco alle ripartenze dei nerazzurri: su una di queste, al 62', Jovetic servito da Brozovic trova lo spazio giusto per il tiro ma Leali si fa trovare pronto.

Al 64' Kragl si libera sulla sinistra e crossa per Paganini, che di testa anticipa la difesa interista ma colpisce il palo interno alla destra di Hadanovic. Passata la paura i nerazzurri si tornano a proiettarsi in avanti e conquistano due corner, sul secondo dei quali Melo colpisce debolmente di testa. Al 67' Biabiany si incunea tra le linee, scarica sulla destra per D'Ambrosio che trova Perisic sul secondo palo, ma il destro al volo del croato difetta in precisione. Al 73' altra grande occasione per i padroni di casa, con la punizione dai 25 metri di Pavlovic che si stampa sulla traversa. Nel momento di difficoltà ci pensa il capitano, Mauro Icardi: Perisic crossa dalla destra, Maurito anticipa Blanchard e di testa segna il cinquantesimo gol in cento presenze nerazzurre. Inter vicina al raddoppio al 79' con Jovetic, al termine di un'azione orchestrata da Melo e Biabiany, ma il destro dell'attaccante sibila nei pressi dell'incrocio dei pali. Due minuti dopo padroni di casa in 10: Blanchard ferma Jovetic e Tagliavento estrae il secondo giallo. In superiorità numerica i ragazzi di Roberto Mancini provano a gestire il pallone ed il tecnico nerazzurro addormenta il match con i cambi a disposizione, ma il Frosinone è ancora pericoloso con il palo esterno colpito da Ciofani.

Nel recupero c'è tempo per una conclusione fuori misura di Perisic e un destro alto di Babiaby, servito dalla sponda di Icardi. L'ultima occasione è per il Frosinone, con una punizione dalla metà campo calciata in area da Leali, che Murillo prima e Palacio poi riescono a liberare. L'Inter torna così alla vittoria con il quattordicesimo centro in campionato di Mauro Icardi.


FROSINONE-INTER 0-1
Marcatori: Icardi (74')

FROSINONE: 33 Leali; 28 Rosi, 93 Ajeti, 6 Blanchard, 20 Pavlovic; 8 Gucher (80' Longo 12), 5 Gori (72' Chibsah 22), 7 Frara; 17 Paganini, 9 Ciofani, 11 Kragl (75' Carlini 29).
A disposizione: 1 Zappino, 25 Bardi, 3 Crivello, 4 Russo, 10 Soddimo, 12 Longo, 13 Ciofani, 29 Carlini, 44 Pryyma.
Allenatore: Roberto Stellone

INTER: 1 Handanovic; 33 D'Ambrosio, 24 Murillo, 5 Jesus, 12 Telles (86' Santon 21); 11 Biabiany, 77 Brozovic, 83 Melo (85' Medel 17), 44 Perisic; 10 Jovetic (89' Palacio 8), 9 Icardi.
A disposizione: 30 Carrizo, 46 Berni, 7 Kondogbia, 22 Ljajic, 23 Eder, 27 Gnoukouri, 29 Miangue, 96 Gyamfi, 97 Manaj.
Allenatore: Roberto Mancini

Ammoniti: Gucher (23'), Frara (29'), D'Ambrosio (32'), Kragl (35'), Ajeti (50'), Pavlovic (58'), Blanchard (63'), Melo (71'),
Espulsi: Blanchard (81')

Recupero: 0' - 4'

Arbitro: Tagliavento
Assistenti: Musolino, Preti
IV uomo: Passeri
Assistenti addizionali: Calvarese, Pasqua

in campo

Leali 33 1 Handanovic
Rosi 28 33 D'Ambrosio
Ajeti 93 24 Murillo
Blanchard 6 5 Jesus
Pavlovic 20 12 Telles
Gucher 8 11 Biabiany
Gori 5 83 Melo
Frara 7 77 Brozovic
Paganini 17 44 Perisic
Ciofani D. 9 10 Jovetic
Kragl 11 9 Icardi

panchina

Zappino 1 30 Carrizo
Bardi 25 46 Berni
Crivello 3 7 Kondogbia
Russo 4 8 Palacio
Soddimo 10 17 Medel
Longo 12 21 Santon
Ciofani M. 13 22 Ljajic
Chibsah 22 23 Eder
Carlini 29 27 Gnoukouri
Pryyma 44 29 Miangue
96 Gyamfi
97 Manaj