INTER-LIVORNO: 3-0, IL TRIS DI ETO'O E MAICON

Con Chivu in campo, nerazzurri vincenti grazie alla doppietta di Samuel e al sigillo del brasiliano

MILANO - Termina 3-0 il match tra Inter e Livorno valido per la 30^ giornata della serie A '09-'10, un match che è innanzitutto la partita di Cristian Chivu. Stasera, infatti, 77 giorni dopo l'infortunio, il centrocampista romeno torna in campo con i nerazzurri. Basta un caschetto e il campione torna ad essere campione proprio come lo è il gruppo interista pronto ad accoglierlo e a sostenerlo oggi e sempre.
Contro il Livorno, è Inter intensa a tratti nella prima mezz'ora del match: è infatti Quaresma, per primo, a dare la sveglia ai nerazzurri dal 31' impegnando per due volte Rubinho prima che Eto'o sblocchi la gara con una magnifica doppietta che lancia l'Inter verso la 18^ vittoria e il camerunese alla decima rete in campionato. E' Maicon, nella ripresa, a mettere il sigillo sul match sfruttando al meglio l'assist perfetto di Thiago Motta.

PRIMO TEMPO - Cordoba, Materazzi e Chivu in campo e la difesa dell'Inter cambia volto, Maicon invece non cambia. Mourinho affida a Zanetti, Cambiasso e Thiago Motta il centrocampo nerazzurro alle spalle del tridente d'attacco Quaresma-Eto'o-Pandev. Rivas è invece l'ex della partita che compone la difesa a tre schierata da Cosmi che sceglie Di Gennaro e Danilevicius per il reparto offensivo, lasciando Lucarelli in panchina. Due brasiliani si affrontano nelle rispettive porte: Julio Cesar e Rubinho.
Il botta e risposta inizia al minuto 4: al sinistro insidioso di Di Gennaro dal limite dell'area risponde il bell'assist di Eto'o per Motta, chiuso tempestivamente da Raimondi. Rivas è perfetto in chiusura su Pandev al 5', ma 10 minuti dopo non è altrettanto perfetto il tocco di Maicon che sceglie un destro in corsa sparando alto verso la curva. Quaresma pressa e guadagna un corner che diventa un'occasione preziosa per Pandev, dopo la sponda di Eto'o: il macedone tocca in diagonale, ma la palla sfila attraverso lo specchio della porta (19'). Al 22' c'è Cambiasso a battere il calcio di punizione che termina direttamente tra le braccia di Rubinho, mentre dall'altra parte Julio Cesar spegne, bloccando con entrambe le mani, l'azione insistita del Livorno targata Di Gennaro-Pulzetti. Amaranto vicinissimi al vantaggio al 27': Pulzetti crossa basso per Danilevicius, Cordoba si oppone con le gambe e Julio Cesar si tuffa sul pallone chiudendo, in seconda battuta, la porta nerazzurra. L'Inter risponde al 31' sfiorando per due volte il gol: il tiro-cross di Quaresma sul primo palo trova un prontissimo Rubinho a respingere con i pugni in corner; dall'angolo, è ancora il portiere brasiliano ad allungarsi ostacolando nuovamente la giocata del portoghese.
Al 34' il sinistro di Pandev alto sopra la traversa chiude il triangolo disegnato da Eto'o e Motta . E' Samuel Eto'o a sblocca il match al 36': Motta verticalizza verso, il velo di Quaresma lascia spazio al camerunese che con un destro in diagonale batte Rubinho nell'angolino realizzando il 9° gol in campionato. Ma Eto'o, si sa, non si accontenta e vuole cifra tonda. Sfiora subito il raddoppio, sul cross basso di Quaresma, e si arrende solo al super intervento di Rubinho, ma anche la resa dura poco: al 41', infatti, il numero 9 nerazzurro dà spettacolo e, dopo l'assist perfetto di Pandev, batte in rovesciata il portiere amaranto per il 2-0. Dopo 2' di recupero, l'Inter chiude con un vantaggio di due reti il primo tempo del match.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre con un solo cambio: nel Livorno, Vitale prende il posto di Filippini. Quaresma cambia le scarpe, ma non la grinta con la quale affronta il match: al 5', il portoghese crossa per la testa di Pandev ed è solo l'intervento tempestivo di Rivas che precede l'uscita di Rubinho a evitare il tris nerazzurro che arriva però al 16': Maicon chiude splendidamente la combinazione con Thiago Motta e con un destro deciso gonfia la rete all'incrocio dei pali mettendo il sigillo finale sul risultato. Inter 3, Livorno 0. Al 17', Mariga rileva Cambiasso mentre, dopo due assist-gol, Thiago Motta lascia il posto in campo a Muntari (24'). Al 31', dopo 75' minuti, termina anche la gara di Cristian Chivu salutato dall'intero stadio 'Meazza' con una standing ovation; al suo posto c'è Walter Samuel. Intanto, Julio Cesar non molla la guardia e al 39' si oppone al destro di Tavano, tre minuti dopo il brivido arriva con il colpo di testa di Rivas a lato. Al 90esimo esatto, Inter-Livorno si chiude sul 3-0. Nerazzurri in vetta alla classifica 63 punti, a + 4 sulla coppia Roma-Milan (giallorossi vincenti 2-0 a Bologna, Milan sconfitto a Parma per 1-0).

INTER-LIVORNO 3-0
Marcatori: 36' e 41' Eto'o, 16' st Maicon

Inter: 12 Julio Cesar; 13 Maicon, 2 Cordoba, 23 Materazzi, 26 Chivu (31' st 25 Samuel); 4 Zanetti, 19 Cambiasso (18' st 17 Mariga), 8 Thiago Motta (24' st 11 Muntari); 7 Quaresma, 9 Eto'o, 27 Pandev.
A disposizione: 1 Toldo, 6 Lucio, 22 Milito,  89 Arnautovic.
Allenatore: Josè Mourinho

Livorno: 25 Rubinho; 2 Perticone, 4 Rivas, 13 Knezevic (19' st 52 Diniz); 77 Raimondi, 2 Filippini (1' st 87 Vitale), 7 Pulzetti, 22 Prutsch, 46 Pieri; 19 Di Gennaro (6' st 10 Tavano); 9 Danilevicius.
A disposizione: 92 Bardi, 20 Bellucci, 26 Lignani, 99 Lucarelli.
Allenatore: Serse Cosmi

Arbitro: Christian Brighi (Sez. arbitrale di Cesena)
Note. Ammoniti: 30' Perticone, 21' st Vitale, 31' st Mariga. Tempi supplementari: 2'-0. Spettatori: 53.086


Carica altri risultati