INTER FOR EMERGENCY: INSIEME PER UN SOGNO

La cronaca della presentazione ufficiale della nuova iniziativa: tutti in via San Paolo 12 a Milano

MILANO - Si è svolta questa mattina, nella sala delle colonne della Banca Popolare di Milano, la conferenza stampa di presentazione dell'evento "Inter for Emergency". Tutti coloro che lo desiderano potranno posare per una foto ricordo con la Champions League, da oggi al 21 luglio (clicca qui per tutte le info).
Con un contributo di soli 5 euro per un autoscatto e 10 euro per una foto realizzata e stampata sul posto da un professionista, sarà possibile partecipare alla costruzione di un Centro pediatrico a Goma, nella Repubblica Democratica del Congo, che aiuterà i ragazzi under 14. Coordinati da Nico Colonna, sono intervenuti alla prsentazione il presidente dell'Inter Massimo Moratti accompagnato dalla moglie Milly, Giovanni Pipi, direttore commerciale di BpM, la presidentessa di Emergency Cecilia Strada, l'amministratore delegato e direttore generale nerazzurro Ernesto Paolillo e Francesco Toldo.
Il dottor Giovanni Pipi ha aperto la conferenza facendo gli onori di casa e ringraziando l'Inter per "avere dato alla BpM la possibilità di partecipare a questa importante iniziativa e, da tifoso nerazzurro, per avere conquistato la Champions League".
E' stato raggiunto telefonicamente Gino Strada che, da Kabul, ha brevemente raccontato come sia stata concepita questa iniziativa: "L'idea nasce in maniera molto semplice, da una telefonata tra me e il presidente Moratti, il giorno dopo della finale di Champions, League. Tutto con l'intenzione di andare oltre il trionfo sportivo. Questa collaborazione lascerà l'ennesimo segno nerazzurro nella storia di Emergency e per questo voglio ringraziare tutta l'Inter".
La parola dunque a Cecilia Strada che raccoglie il testimone per spiegare meglio l'iniziativa. "Sono infinitamente grata all'Inter e alla BpM, con i quali abbiamo una lunga collaborazione. L'Inter ci ha spesso aiutato a realizzare dei sogni come, ad esempio, il centro di maternità in Afganistan, dove sono nati più di ottomila bambini. Emergency è proprio questo, partiamo dai sogni e cerchiamo di realizzarli e, anche grazie al contributo dell'Inter, spesso ci siamo riusciti. Ora il nostro nuovo sogno è quello di costruire un centro pediatrico a Goma, nella Repubblica Democratica del Congo. Sono convinta che ancora una volta i tifosi dell'Inter non faranno mancare il loro sostegno alla solidarietà. Come diceva mio papà Gino, l'Inter è una società che 'va oltre' e guarda anche al di fuori del campo."
Massimo Moratti ha sottolineato di essere "onoratissimo, per essere qui a valorizzare una iniziativa che nasce, spontaneamente, nel momento in cui Gino e la sua famiglia hanno proposto l'idea. Una cosa fantastica che fa si che la coppa, oltre ad avere portato tanta gioia a tanti interisti, possa anche fare qualcosa di estremamente utile, aiutando a salvare delle persone e dei bambini. Fosse anche una sola vita, il valore di questo trofeo sarebbe centuplicato. Sono felicissimo del matrimonio tra la bellezza della coppa e la bontà dell'iniziativa di Emergency. Approfitto per dire a Gino di stare attento e tranquillo in questi giorni, qui ci sono tante persone che lo aspettano e che gli vogliono bene. Credo che gli interisti saranno ben felici di fare una fotografia con la Champions League - prosegue il presidente nerazzurro -: solo toccarla porta emozione incredibile e quindi auguro a tutti i tifosi che abbiano il tempo di riuscire a catturare questo scatto, sapendo che quello che lasciano è un qualcosa di meraviglioso che sottolinea anche la particolarità dell'essere interisti".
Un breve saluto anche da parte di Francesco Toldo che definisce "chiarissma la nobiltà d'animo di questa società e della sua proprietà. Chi parteciperà a questa splendida iniziativa aiuterà un progetto importante che Gino Strada porta avanti da tempo, quindi sono veramente orgoglioso di farne parte".
In veste di presidente della fondazione Emergency anche Milly Moratti, in conclusione, si è detta "naturalmente felice di realizzare il sogno di potere donare sanità gratuita in un posto dove ce n'è realmente bisogno".

Per questo non mancate: l'Inter, la Champions League ed Emergency vi aspettano alla BpM. Tutti insieme possiamo realizzare un altro sogno.


Carica altri risultati