VECCHI: "SPERAVAMO DI PARTIRE COSÌ"

Le parole del tecnico della Primavera nerazzurra dopo la vittoria nella gara inaugurale della Viareggio Cup contro l'Akademija Pandev

VIAREGGIO - "Speravamo di poter partire bene ma non conoscendo gli avversari c'era qualche incognita. Dopo un inizio soft abbiamo preso la giusta consapevolezza e abbiamo finito in crescendo, mettendo in difficoltà i nostri avversari. Bene così per la prima gara". È questo il commento a caldo di mister Stefano Vecchi dopo il 4-0 con cui la sua Inter ha battuto i macedoni dell'Akademija Pandev nel match inaugurale della 68^ Viareggio Cup. 

"Ci siamo accorti che cercando lo spazio alle spalle della loro linea difensiva potevamo essere pericolosi, per cui nell'intervallo ci siamo organizzati per colpire sfruttando questa situazione" ha spiegato il tecnico nerazzurro ai microfoni di Rai Sport, prima di rispondere a qualche domanda su singoli e modulo: "Rapaic rigorista? Quest'anno non siamo stati molto bravi e fortunati dal dischetto. Per un attaccante è sempre importante fare gol e Boris vive lontano da casa, facendo tanti sacrifici. Baldini? Sta facendo una buona stagione. Appiah? Quando entra è sempre pericoloso e questo campo gli porta particolarmente bene visto quello che è successo nella scorsa edizione".

"Nelle ultime partite è successo di cambiare qualche volta modulo per cercare di sfruttare al meglio tutti gli elementi della nostra rosa e per mettere anche i ragazzi della Berretti o dell'Under 17 nelle condizioni migliori per rendere al massimo, visto che abbiamo tanti impegni nel corso della stagione e anche qui a Viareggio si giocano tante partite in pochi giorni" ha concluso. 

 

 


 English version  Versi Bahasa Indonesia 
Carica altri risultati