Risultato finale

26 Settembre 2020 20:45

Inter
44' (2t) D'Ambrosio
42' (2t) Lukaku
7' (2t) Aut Ceccherini
47' Martínez
4 - 3
Fiorentina
18' (2t) Chiesa
12' (2t) Castrovilli
3' Kouame
arbitro Gianpaolo Calvarese / guardalinee Fiorito, Liberti / 4° uomo Maresca / assistenti Giacomelli, Preti
Guarda gli highlights

Minuti Cronaca
47' Si chiude la prima frazione di gioco al "Meazza": pareggio nerazzurro poco prima dell'intervallo con Lautaro dopo il gol viola in avvio di partita con Kouame
47' GOL! GOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOOL! Il Torooooooo! Grande accelerazione di Barella, che spezza in due la Fiorentina, poi palla per Lautaro che con un preciso destro a giro batte dal limite Dragowski: 1-1!!!
45' Saranno due i minuti di recupero in questo primo tempo
44' Cross di Young, Perisic in spaccata trova il pallone sul secondo palo: palla fuori dallo specchio
41' Chiusura decisiva di Young che mura Kouame dopo il filtrante di Castrovilli. Intervento provvidenziale dell'esterno nerazzurro, che guadagna anche rimessa dal fondo
36' Palla tagliata di Young al centro, Dragowski in tuffo anticipa tutti in uscita, deviando esternamente il pallone
34' Gran lavoro al limite di Lukaku, che protegge palla e calcia con il sinistro. Il tiro sbatte sul muro viola
32' Durissimo intervento di Ceccherini su Lautaro: punizione per i nerazzurri e cartellino giallo inevitabile per il difensore della Fiorentina
30' Fase equilibrata del match: l'Inter tiene le redini del gioco alla ricerca del pareggio ma la Fiorentina si chiude bene, senza concedere spazi
24' Fiorentina pericolosa con il colpo di testa di Milenkovic, sul ribaltamento di fronte Inter a un passo dal raddoppio ma l'azione viene fermata per fuorigioco
20' Lautaro servito da Lukaku, viene steso da Caceres poco prima del tiro. L'arbitro concede il calcio di rigore ma poi torna sulla sua decisione dopo on field review
17' Contropiede della Fiorentina: Ribery serve Kouame che viene chiuso dall'uscita perfetta di Handanovic
15' Cross tagliato di Barella, Brozovic si inserisce con i tempi giusti ma in tuffo non trova per pochissimi centimetri il pallone per la deviazione vincente
12' Filtrante di Lukaku per Lautaro, palla leggermente troppo lunga. Dragowski blocca in uscita bassa
11' Traversone di Young, Perisic svetta sul secondo palo e colpisce di testa. Palla alta sopra la traversa
8' Tiro-cross pericoloso di Biraghi, che attraversa tutta l'area ma viene intercettato da Kolarov, poi Perisic spazza
6' Cartellino giallo per Barella dopo un intervento in gioco pericoloso su Ribery a centrocampo
3' Fiorentina subito in vantaggio con Kouame, che approfitta di un cross di Biraghi e su assist di Bonaventura porta avanti gli ospiti
1' Comincia il match! Primo pallone giocato dalla formazione viola. Forza ragazzi, FORZA INTER!!!
1' Squadre già sul terreno di gioco: prima del calcio d'inizio un minuto di raccoglimento in memoria di Daniele De Santis, l'arbitro tragicamente scomparso lunedì
1' A poco più di un mese dall'ultimo atto del 2019-2020, l'Inter torna in campo per il primo impegno ufficiale della nuova stagione: a San Siro i nerazzurri fanno il loro esordio in campionato sfidando la Fiorentina di Iachini
Minuti Cronaca
49' Triplice fischio al "Meazza": l'Inter conquista tre punti al termine di una partita spettacolare. Due volte sotto, i nerazzurri reagiscono e trovano la vittoria con Lautaro, Lukaku e D'Ambrosio!!!
45' Saranno quattro i minuti di recupero
45' Hakimi vicino al quinto gol: il numero 2 nerazzurro servito in profondità anticipa Dragowski che riesce comunque a salvarsi con il piede
44' GOL! GOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOOL! D'Ambrosioooooo! Cross di Sanchez e colpo di testa vincente sul secondo palo di D'Ambrosio che batte Dragowski e riporta l'Inter avanti: 4-3!!!
42' GOL! GOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOOL! Lukakuuuuu! Grande palla di Sanchez per Hakimi, assist per "Big Rom" che batte Dragowski: 3-3!!!
39' Nella Fiorentina Cutrone rileva Ribery
35' Vlahovic fallisce il 4-2 su un'altra grande iniziativa di Ribery
33' Ultimo cambio per Conte: Sanchez prende il posto di Perisic
32' Destro da fuori di Sensi: conclusione centrale, para Dragowski
29' Dentro anche Nainggolan per Barella
29' Altre due novità nell'Inter: Vidal fa il suo debutto prendendo il posto di Brozovic
28' Altro intervento decisivo di Dragowski, che alza sopra la traversa il destro da fuori di Barella
28' Miracolo di Dragowski su Lukaku: il numero 9 nerazzurro si libera di Ceccherini poi calcia a botta sicura ma l'estremo difensore viola si salva con il piede
27' Contropiede della Fiorentina: Vlahovic calcia dal limite ma non inquadra la porta
23' Cambio nella Fiorentina: Lirola per Chiesa
23' Chance clamorosa per Lukaku, servito da Perisic: davanti a Dragowski il numero 9 nerazzurro non trova la porta per un soffio
19' Fa il suo ingresso in campo anche Sensi, che prende il posto di Eriksen
19' Doppio cambio per l'Inter: dentro Hakimi, all'esordio ufficiale in nerazzurro, per Young
18' La Fiorentina torna in vantaggio: altro assist di Ribery, che inventa per Chiesa. Davanti ad Handanovic il numero 25 viola non sbaglia e fa 3-2
17' Lautaro al limite per Brozovic, che si ritaglia lo spazio per la conclusione ma viene murato da Ceccherini
16' Doppio cambio per la Fiorentina: dentro Borja Valero e Valhovic per Bonaventura e Kouame
15' Chance per Perisic, che scappa alle spalle della retroguardia viola ma davanti a Dragowski calcia alto
12' La Fiorentina trova il pareggio sfruttando la grande giocata di Ribery, che serve l'inserimento di Castrovilli: sinistro sul secondo palo imprendibile per Handanovic
7' GOL! GOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOOL! Ancora il Toroooooooo! Lautaro lotta al limite, difende il pallone, calcia dall'interno dell'area e - complice una deviazione di Ceccherini - batte Dragowski ribaltando il match: 2-1!!!
4' Filtrante di Brozovic per Lukaku, che non riesce ad agganciare il pallone. Piede sull'acceleratore per i nerazzurri che spingono subito alla ricerca del vantaggio
1' Si riparte senza novità nelle due formazioni. Forza ragazzi, FORZA INTER!!!

Handanovic
5.31
5.31
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
D'Ambrosio
6.55
6.55
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Brozovic
4.71
4.71
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Perisic
4.54
4.54
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Nainggolan
5.29
5.29
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Martínez
7.6
7.6
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Sensi
7.31
7.31
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Barella
6.76
6.76
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Bastoni
6.27
6.27
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Lukaku
6.26
6.26
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Sanchez
7.52
7.52
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Young
5.42
5.42
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Eriksen
4.57
4.57
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Hakimi
7.3
7.3
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Kolarov
4.55
4.55
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Vidal
6.22
6.22
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Media squadra 6.01 INVIA VOTI
8 tiri porta 4
7 tiri fuori 3
13 falli fatti 11
5 angoli 1
2 fuorigioco 0
68% possesso 32%

 

  • L'Inter è imbattuta da sei partite di Serie A contro la Fiorentina (2V, 4N) - l'ultima sconfitta risale al pirotecnico 4-5 al Franchi dell'aprile 2017.
  • La Fiorentina è una delle tre squadre (con Juventus e Roma) contro cui l'Inter non ha trovato il successo nella scorsa Serie A.
  • Dopo lo 0-0 dello scorso campionato, la Fiorentina potrebbe tenere la porta inviolata in due trasferte di fila contro l'Inter in Serie A per la prima volta dal 1941
  • Giacomo Bonaventura della Fiorentina ha realizzato quattro gol contro l’Inter in campionato – inclusa una doppietta con l’Atalanta al Meazza nel marzo 2014 – solo contro il Napoli ha segnato di più in Serie A (cinque reti)..

 

 

  • L’Inter ha messo a segno 113 gol in tutte le competizioni nel 2019/20, record in una singola annata sotto l’aspetto realizzativo nella sua storia tra campionato e coppe a partire da quando esiste la Serie A a girone unico (dal 1929/30).
  • L'Inter è la squadra dei cinque maggiori campionati europei che ha segnato più reti di testa (26) nel 2019/20 considerando tutte le competizioni.
  • Romelu Lukaku ha segnato tre gol negli ultimi tre esordi stagionali tra Serie A e Premier League – nello scorso campionato, il belga dell’Inter ha segnato il 35% dei suo gol in gare casalinghe (8/23).
  • Nessun giocatore ha segnato più gol di Arturo Vidal sotto la gestione di Antonio Conte nei cinque maggiori campionati europei (28, al pari di Eden Hazard).

 

vittorie(50) pareggi(19) sconfitte(15)

MILANO - E come lo raccontiamo questo inizio di stagione? No, non è semplice. Perché le vibrazioni sono ancora palpabili, il cuore batte ancora forte, fortissimo. Si è chiusa un'estate stranissima, lunghissima, dolce e molto amara nel finale, faticosa e dispendiosa. E poi è arrivato l'autunno, il primo freddo, le luci di San Siro che si riaccendono, una parvenza di normalità con un migliaio di cuori nerazzurri sugli spalti. E infine è arrivata l'Inter: indomita, generosa, strabordante di qualità, cattiva e fiera fino in fondo. Ha visto la partita impennarsi come una salita impervia, l'ha scollinata, è andata in picchiata, si è trovata di fronte un muro che sembrava insuperabile e infine, con due colpi di pedale, ha conquistato il gran premio della montagna e ha tagliato il traguardo a braccia larghe.

Due minuti di ordinario interismo: quelli trascorsi tra l'87' e l'89'. Fiorentina avanti 2-3, con ancora in canna il colpo del ko fallito da Vlahovic, nostro castigatore nella passata stagione. E poi, appunti, i colpi: prima Lukaku, poi D'Ambrosio. Il 4-3 si è materializzato bello, limpido, evidente, in un finale che ci ha esaltato e ci ha dato i primi tre punti stagionali. Sudati, sì, meritati, anche. Lautaro e l'autogol di Ceccherini (sempre propiziato da Lautaro) completano uno score che non vede tra i marcatori il più grande protagonista del match, Franck Ribery.

Avvio impervio, come detto: pronti via e Biraghi confeziona un pallone che resta a metà tra Kouamé e Bonaventura. L'ex Milan serve il compagno per uno 0-1 istantaneo e inaspettato. Il piano di Iachini ha il suo via sperato: far prendere metri all'Inter e mandare nello spazio le frecce Chiesa e Kouamé. Il tutto con la regia ispirata, quasi inafferrabile, di Franck Ribery. Fantastico nel dettare i tempi e nel creare spazi, il francese ha servito i palloni a Castrovilli e Chiesa per il secondo e il terzo gol viola, oltre ad aver spalancato la porta per il gol mancato da Vlahovic. Uscito lui, la Fiorentina ha subito la rimonta nerazzurra.

Ecco, l'Inter. Senza de Vrij, squalificato, con Bastoni al centro della difesa e con Kolarov titolare al debutto. Un primo tempo non semplice, impiegato a districarsi tra le fitte maglie viola e con sbocchi trovati a singhiozzo. Sulla destra da Young nascono le prime occasioni pericolose, Handanovic è bravo a conservare un solo gol di svantaggio, poi nel finale di tempo si accende la stella del Toro: Lautaro segna l'1-1 con un destro splendido, fomentato dalla ripartenza di Barella, per un pari giusto all'intervallo.

Pronti, via, e Lautaro propizia il vantaggio nerazzurro in avvio di ripresa, un destro deviato due volte da Amrabat e Ceccherini. Ma la partita non si mette sui binari nerazzurri perché la viola si aggrappa a Ribery e trova un uno-due mortifero con Castrovilli e Chiesa. Al 63' l'Inter si trova sotto, di nuovo, e deve organizzare una nuova reazione. Inizia la sfida personale tra Lukaku e Dragowski, che si esalta sul belga e poi su Barella. Un accenno di assedio nerazzurro alimentato anche dai tanti cambi di Conte. Entrano Hakimi e Vidal, entrambi al debutto, oltre a Sensi e Sanchez. Tutti partecipano ad accendere fiammate fondamentali per il finale nerazzurro.

Sensi giostra con sapienza, Hakimi inizia a solcare la fascia, Sanchez, come nella passata stagione, inizia a servire palloni al bacio. All'87' il tocco del cileno è entusiasmante per Hakimi: tocco al centro per il suo primo assist, Lukaku di destro finalmente batte il portiere viola per il 3-3. Un gol che non viene nemmeno festeggiato: non c'è tempo, bisogna provare a vincere. Detto, fatto: arcobaleno disegnato da Sanchez e puntuale colpo di testa di D'Ambrosio. 4-3, rimonta, vittoria e tre punti.

In questo freddo inizio d'autunno, in questo inizio di stagione strano e atipico, ecco l'Inter: determinata fino in fondo, e vincente!

INTER-FIORENTINA 4-3 - IL TABELLINO

INTER (3-4-1-2): 1 Handanovic; 33 D'Ambrosio, 95 Bastoni, 11 Kolarov; 15 Young (2 Hakimi 65'), 23 Barella (44 Nainggolan 74'), 77 Brozovic (22 Vidal 74'), 14 Perisic (7 Sanchez 78'); 24 Eriksen (12 Sensi 65'); 9 Lukaku, 10 Lautaro.
A disposizione: 97 Radu, 5 Gagliardini, 13 Ranocchia, 29 Dalbert, 31 Pirola, 37 Skriniar, 99 Pinamonti.
Allenatore: Antonio Conte.

FIORENTINA (3-5-2): 69 Dragowski; 4 Milenkovic, 17 Ceccherini, 22 Caceres; 25 Chiesa, 34 Amrabat, 5 Bonaventura (6 Borja Valero 61'), 10 Castrovilli, 3 Biraghi; 7 Ribery ( 63 Cutrone 83'), 11 Kouame (9 Vlahovic 61').
A disposizione: 1 Terracciano, 8 Duncan, 18 Saponara, 20 Pezzella, 21 Lirola, 23 Venuti, 28 Montiel, 32 Dalle Mura, 98 Igor.
Allenatore: Giuseppe Iachini.

Marcatori: 3' Kouamé (F), 47' pt Lautaro (I), 52' aut. Ceccherini (F), 57' Castrovilli (F), 63' Chiesa (F), 87' Lukaku (I), 89' D'Ambrosio (I)
Ammoniti: Barella (I), Ceccherini (F)
Recupero: 2' - 4'.

Arbitro: Calvarese.
Assistenti: Fiorito, Liberti.
Quarto Uomo: Maresca.
VAR e Assistente VAR: Giacomelli, Preti.

in campo

Handanovic 1 69 Dragowski
D'Ambrosio 33 4 Milenkovic
Bastoni 95 17 Ceccherini
Kolarov 11 22 Caceres
Young 15 25 Chiesa
Barella 23 34 Amrabat
Brozovic 77 5 Bonaventura
Perisic 14 10 Castrovilli
Eriksen 24 3 Biraghi
Martínez 10 7 Ribery
Lukaku 9 11 Kouame

panchina

Radu 97 1 Terracciano
Hakimi 2 6 Borja Valero
Gagliardini 5 8 Duncan
Sanchez 7 9 Vlahovic
Sensi 12 18 Saponara
Ranocchia 13 20 Pezzella
Vidal 22 21 Lirola
Estevão 29 23 Venuti
Pirola 31 28 Montiel
Skriniar 37 32 Dalle Mura
Nainggolan 44 63 Cutrone
Pinamonti 99 98 Igor

Scegli le azioni e rivivi la partita in ogni singolo dettaglio.