Risultato finale

22 Novembre 2020 15:00

Inter
45' (2t) Martínez
40' (2t) Lukaku (R)
22' (2t) Lukaku
19' (2t) Sanchez
4 - 2
Torino
17' (2t) Ansaldi (R)
47' Zaza
arbitro Federico La Penna / guardalinee Cecconi, Di Vuolo / 4° uomo Pasqua / assistenti Abisso, Galetto
Guarda gli highlights

Minuti Cronaca
47' Si chiude la prima frazione di gioco al "Meazza": Torino in vantaggio grazie al gol di Zaza in pieno recupero
47' Zaza trova il vantaggio, battendo con il sinistro Handanovic dall'interno dell'area. Torino avanti poco prima dell'intervallo
45' Segnalati due minuti di recupero
42' Cambio forzato nel Torino: Bonazzoli prende il posto dell'acciaccato Verdi
39' Filtrante di Vidal per Sanchez, anticipato dalla chiusura miracolosa in scivolata di Nkoulou
35' Primo cartellino giallo anche per i nerazzurri: ammonito D'Ambrosio per un fallo su Linetty
31' Fallo di Verdi in ritardo su D'Ambrosio. Cartellino giallo per l'attaccante granata
30' Lukaku servito alle spalle della retroguardia ospite, serve Sanchez che calcia da ottima posizione ma viene murato. Facile poi la presa per Sirigu
28' Buona azione manovrata dei nerazzurri, cross di Gagliardini con Singo che riesce a liberare l'area rifugiandosi in rimessa laterale
24' Cross tagliato di Gagliardini, che cerca l'inserimento di Vidal sul secondo palo. Palla troppo su Sirigu, che blocca senza problemi
21' Errore in fase di impostazione di Ranocchia, ne approfitta il Torino con Rincon che libera Zaza davanti ad Handanovic: l'estremo difensore nerazzurro non si fa sorprendere e vince il duello con il numero 7 granata
17' Chance per Hakimi dopo il duello aereo tra Singo e Vidal, ma il numero 2 nerazzurro non trova l'impatto giusto con il pallone
15' Prima chance per l'Inter: bel filtrante di Sanchez per Vidal, che serve poi Lukaku; destro ravvicinato deviato in corner da Sirigu, ma si alza la bandierina del guardalinee per posizione di fuorigioco del numero 9 interista
13' Corner dalla sinistra per il Torino: palla al limite per Ansaldi che ci prova, Handanovic è attento e blocca a terra la conclusione mancina dell'esterno granata
10' Verdi pesca Zaza alle spalle della difesa nerazzurra: conclusione al volo del numero 11 granata che trova solo l'esterno della rete
8' Destro al volo di Gagliardini, che da buona posizione non trova la giusta coordinazione. Palla fuori alla sinistra di Sirigu
5' Destro dalla distanza di Verdi, che prova a sfruttare uno spazio centrale in contropiede ma la sua conclusione è da dimenticare
3' Risposta del Torino con Zaza, che ci prova dal limite ma schiaccia troppo la sua conclusione. Palla fuori, nessun pericolo per Handanovic
3' Il primo tiro verso la porta granata porta la firma di Young: volée dal limite sugli sviluppi di una punizione battuta dalla treuqarti. Palla alta sopra la traversa!
1' Tutto pronto per l'inizio del match: primo pallone giocato dalla formazione ospite. Si comincia: forza ragazzi, forza Inter!!!
1' Rispetto alle formazioni ufficiali, un cambio nel Torino: Belotti costretto a dare forfait durante il riscaldamento, al suo posto Zaza. Le squadre fanno il loro ingresso sul terreno di gioco, tra pochissimo il calcio d'inizio!
1' Archiviata l'ultima sosta del 2020 per gli impegni delle Nazionali, riprende il cammino dell'Inter, attesa da 10 match in 31 giorni. Primo impegno per i nerazzurri contro il Torino al "Meazza" per la 8^ giornata di Serie A
Minuti Cronaca
50' Si chiude il match del "Meazza": vittoria in rimonta per i nerazzurri, che sotto di due gol la ribaltano grazie a Sanchez, alla doppietta di Lukaku e al poker firmato Lautaro!
49' Chance per il 5-2 con Nainggolan che di testa non riesce a impattare bene il cross al bacio di Hakimi
47' Cambio nel Torino: Millico per Zaza
47' Punizione di Edera: Handanovic si distende e blocca in due tempi
45' Saranno cinque i minuti di recupero
45' GOL! GOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOOL! Lautaroooooo! Poker nerazzurro con il "Toro" che appoggia in rete su assist perfetto di Lukaku: 4-2!!!
41' Ultimo cambio per Conte: Nainggolan prende il posto di Sanchez
40' Cambio nel Torino: Edera per Rincon
40' GOL! GOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOOL! Luuuuukakuuuuuuuuu! Big Rom dal dischetto non sbaglia e completa la rimonta: 3-2!!!
37' Altro on field review per La Penna che questa volta concede rigore per l'Inter per un fallo su Hakimi
32' Palla tagliata di Hakimi che attraversa tutta l'area: brivido per la retroguardia ospite, che si salva grazie al mancato intervento degli attaccanti nerazzurri
29' Entra anche Perisic per Young
29' Altro doppio cambio per Conte: dentro de Vrij per Ranocchia
26' Chance clamorosa per il 3-2: punizione di Sanchez dalla trequarti, sbuca Ranocchia sul secondo palo ma il suo colpo di testa da distanza ravvicinata termina a lato
25' Singo stende Young lanciato verso l'area. Giallo per l'esterno granata e punizione per l'Inter da posizione interessante
22' GOL! GOOOOOL! GOOOOOOOL! Lukakuuuuuuuu! Pareggio nerazzurro con Big Rom che deposita comodamente in rete su assist di Sanchez: 2-2!!!
21' Inter vicinissima al pareggio con la conclusione dal limite di Lukaku, che scheggia il palo con il mancino
20' Entra anche Lautaro, che prende il posto di Gagliardini
20' Doppio cambio per Conte: dentro Skriniar per D'Ambrosio
19' GOL! GOOOOOL! GOOOOOOOL! Sanchez accorcia subito le distanze ribattendo in rete dopo la traversa colpita da Lukaku. L'Inter torna subito in partita! Forza ragazzi, FORZA INTER!
17' Ansaldi dal dischetto batte Handanovic e firma il raddoppio per il Torino
15' Dopo on field review, La Penna concede rigore al Torino per un intervento di Young su Singo
12' Bella azione dei nerazzurri sulla destra, Hakimi cerca poi l'appoggio per Sanchez in area ma Bremer legge la giocata e anticipa l'attaccante cileno prima del tiro
8' Lukaku cerca lo scambio con Sanchez in area ma non si intende con il compagno
4' Lukaku servito in profondità da Barella, ma si alza ancora una volta la bandierina dell'assistente di La Penna
1' Subito un cartellino giallo per Bastoni dopo un intervento in ritardo su Singo
1' Si riparte senza novità nelle due formazioni. Forza ragazzi, forza Inter!!!

Ranocchia
4.92
4.92
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Handanovic
5.62
5.62
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
D'Ambrosio
4.38
4.38
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Perisic
5.47
5.47
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Gagliardini
3.96
3.96
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Skriniar
6.61
6.61
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Nainggolan
5.73
5.73
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Martínez
6.91
6.91
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
de Vrij
6.65
6.65
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Barella
6.96
6.96
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Bastoni
5.67
5.67
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Lukaku
7.62
7.62
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Sanchez
6.36
6.36
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Young
4.26
4.26
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Hakimi
4.59
4.59
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Vidal
4.91
4.91
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Media squadra 5.67 INVIA VOTI
4 tiri porta 6
7 tiri fuori 5
20 falli fatti 14
1 angoli 1
4 fuorigioco 0
48% possesso 52%

Il Torino ha vinto l’ultima trasferta contro il Genoa e potrebbe registrare due successi esterni di fila in Serie A per la prima volta da novembre 2019; l’ultima squadra allenata da Marco Giampaolo che ha ottenuto due vittorie consecutive in trasferta in Serie A è stata la Sampdoria a marzo 2019.

Il Torino è la squadra dei cinque maggiori campionati europei in corso che ha perso più punti da situazione di vantaggio (11); nella stagione 2019/20, solo il Brescia (34) ne aveva persi più dei granata (27) nei Top-5.

L’Inter ha vinto gli ultimi due confronti di Serie A contro il Torino e potrebbe registrare almeno tre successi di fila contro i granata nella competizione per la prima volta da settembre 2008.

Dal ritorno dei granata in Serie A nel 2012/13, il Torino ha perso solo tre delle otto trasferte in casa dell’Inter (2V, 3N): nel periodo, solo Juventus (una) e Roma (due) hanno registrato meno sconfitte contro i nerazzurri a San Siro tra le squadre sempre presenti nel torneo.

L’Inter è la squadra di questa Serie A con più reti di testa (quattro); solo Marsiglia e Atletico Madrid (quattro) contano più giocatori dell’Inter (tre - Martínez, D’Ambrosio e Perisic) con almeno un gol di testa nei Top-5 campionati europei 2020/21.

L’Inter ha vinto solo tre delle prime 10 gare stagionali in tutte le competizioni (5N, 2P): l’ultima volta in cui i nerazzurri hanno ottenuto il successo solamente in tre delle prime 11 risale al 1983/84 con Luigi Radice in panchina.

L’attaccante dell’Inter Romelu Lukaku ha trovato il gol nelle prime due presenze interne di questo campionato: l'ultimo giocatore nerazzurro ad aver segnato in tutte le prime tre gare stagionali di Serie A a San Siro è stato Daniel Osvaldo nel 2014/15.

Ashley Young ha trovato il gol nel suo unico precedente in Serie A contro il Torino: l’esterno dell’Inter ha segnato in ciascuna delle prime due presenze contro una singola avversaria tra Serie A e Premier League solo contro il Blackburn e il Derby County, sempre con la maglia dell’Aston Villa.

L'Inter ha subito gol in sette delle otto partite di questo campionato: nello scorso torneo nei primi 8 turni aveva ottenuto 4 clean sheets.

Era dal 2011/12 (14 in quel caso), che l'Inter non subiva cosí tanti gol (12 quest'anno) nelle prime 8 gare di Serie A.

Alexis Sanchez ha partecipato attivamente a 3 gol nelle ultime due partite giocate contro il Torino in Serie A (una rete, due assist)

L'Inter ha segnato con il suo primo tiro nello specchio del match, arrivato al minuto 64.

Lukaku ha realizzato 29 reti in 43 partite di campionato con la maglia dell’Inter: nell’era dei tre punti a vittoria, solo tre giocatori hanno raggiunto quota 30 gol con i nerazzurri in meno di 50 presenze (Ronaldo in 41 gare, Vieri in 43 e Ibrahimovic in 48).

Solamente Lewandowski (38), Ronaldo (33), Haaland (31) hanno segnato piú di Lukaku (28) in tutte le competizioni tra i giocatori dei top-5 campionati europei da inizio 2020 ad oggi.

Il Torino è la squadra dei cinque maggiori campionati europei in corso che ha perso più punti da situazione di vantaggio (14).

vittorie(44) pareggi(29) sconfitte(17)

MILANO - Alcune sveglie suonano più o meno fastidiosamente. Ci sono quelle che cerchi di spegnere subito o quelle che ti danno una scarica di adrenalina per iniziare la giornata. La partita dell'Inter, stranissima, ha la sveglia personale incorporata nel momento più cupo e profondo del match: al 62', quando il Torino fa 0-2. Elettrizzante, il risveglio nerazzurro. Feroce, travolgente. Ineffabile.

Sanchez, Lukaku due volte, Lautaro. Quattro palloni infilati alle spalle di Sirigu, impotente di fronte alla reazione della squadra di Conte. 4-2, tre punti, quota 15 in campionato. Questi i numeri, poi ci sono i benefici di una mezzora finale che ha cancellato un'ora non certo da ricordare e che mettono i nerazzurri in pista in vista della sfida di mercoledì con il Real Madrid. L'Inter c'è. 

Complicato. Un labirinto dal quale l'Inter non riesce a tirarsi fuori. I primi 45 minuti del match di San Siro sono privi di tante cose. Non di volontà e spirito d'iniziativa, perché i nerazzurri fin dal fischio d'inizio dimostrano di essere volitivi e propositivi. Ma è come se le scintille iniziali non siano sufficienti ad accendere la miccia del gioco e della pericolosità. Dall'altra parte, invece, il Torino trova certezze quasi inaspettate: senza Marco Giampaolo in panchina, ma con il vice Conti, i granata sperimentano il 3-5-2, in una mossa che spesso le avversarie dei nerazzurri propongono, soprattutto al Meazza. Poi perdono il condottiero Belotti nel riscaldamento, con Zaza che viene schierato titolare: terza presenza stagionale, ritorno in campo dopo due mesi.

La verve del centravanti granata dà però parecchie soluzioni alla squadra granata: ampiezza, letture in campo aperto e gioco con la linea difensiva. Viaggia, Zaza, e viene supportato con costanza, soprattutto da Meité, che accompagna con costanza l'azione. Verdi, anch'egli vivace, dà forfait. I movimenti di Zaza sono i motivi di maggiore preoccupazione, perché l'attaccante trova spazi per pungere più volte dalle parti di Handanovic.

L'Inter non sonnecchia, ma non è nemmeno feroce. Sanchez e Lukaku non riescono ad essere innescati né a innescarsi. Lukaku strappa in un paio di occasioni, ma i tentativi sono più mirati alla ricerca degli inserimenti dei centrocampisti, in particolare Vidal, schierato da trequartista e sempre temibile nelle incursioni. Sirigu però non viene mai impegnato e l'Inter chiude il primo tempo con zero conclusioni nello specchio. Di contro, il Torino chiude la prima frazione con il gol del vantaggio: errore in uscita di Sanchez e verticalizzazione immediata. La combinazione Bonazzoli-Meité (di tacco)-Zaza è bella e funzionale, il centravanti batte Handanovic con un grande sinistro.

Nella ripresa ci si aspetta la reazione dell'Inter, ma l'assalto dalle parti di Sirigu non è veemente, anche se il Torino abbassa i giri del motore. Al 62', però, i granata trovano il doppio vantaggio: fallo di Young su Singo e rigore che La Penna assegna dopo on-field-review. Ansaldi, ex di turno, batte Handanovic e fa 2-0. Inter gelata? Neanche per sogno. Proprio il raddoppio inaspettato spalanca le porte di un altro match.

L'Inter va all'assalto, subito: Lukaku colpisce la traversa, Sanchez ribadisce in rete e fa 1-2. L'assedio è iniziato, Conte manda in campo Skriniar e Lautaro. Lukaku sfiora il pari da fuori. Due minuti più tardi è 2-2, con Lukaku che segna da due passi dopo azione insistita di Sanchez. Inter arrembante e feroce, Ranocchia sfiora il tris. 

Partita totalmente stravolta, in pochi minuti il Torino si sgretola, l'Inter va a pieno regime. I cambi danno freschezza, l'inerzia è tutta nerazzurra. All'82' Hakimi viene steso da Nkoulou in area: la posizione di partenza del marocchino era di fuorigioco, ma il difensore del Torino si impossessa del pallone prima di stendere, poi, il nerazzurro. La Penna va al monitor e assegna il rigore ai nerazzurri, Lukaku spiazza Sirigu e fa 3-2. Un gol che mette avanti l'Inter, capace al 90' di calare il poker con il destro di Lautaro, letale sull'assist di Lukaku.

Da 0-2 a 4-2, l'Inter dimostra carattere, voglia e determinazione. Tre punti fondamentali nel percorso nerazzurro.

IL TABELLINO: INTER-TORINO 4-2 

INTER (3-4-1-2): 1 Handanovic; 33 D'Ambrosio (37 Skriniar 65'), 13 Ranocchia (6 de Vrij 74'), 95 Bastoni; 2 Hakimi, 5 Gagliardini (10 Lautaro 65'), 22 Vidal, 15 Young (14 Perisic 74'); 23 Barella; 9 Lukaku, 7 Sanchez (44 Nainggolan 86').
A disposizione: 35 Stankovic, 97 Radu, 24 Eriksen, 36 Darmian, 42 Moretti, 46 Vezzoni, 51 Wieser.
Allenatore: Antonio Conte.

TORINO (3-5-2): 39 Sirigu; 3 Bremer, 4 Lyanco, 33 Nkoulou; 17 Singo, 23 Meité, 88 Rincon (20 Edera 85'), 77 Linetty, 15 Ansaldi; 24 Verdi (26 Bonazzoli 42'), 11 Zaza (22 Millico 93').
A disposizione: 25 Rosati, 32 Milinkovic-Savic, 5 Izzo, 6 Segre, 9 Belotti, 13 Rodriguez, 29 Murru, 96 Kryeziu, 99 Buongiorno.
Allenatore: Francesco Conti.

Marcatori: 47' Zaza (T), 62' su rig. Ansaldi (T), 64' Sanchez (I), 67' e 84' su rig. Lukaku (I), 90' Lautaro (I)
Ammoniti: Verdi (T), D'Ambrosio (I), Bastoni (I), Young (I), Singo (T)
Recupero: 2' - 5'.

Arbitro: La Penna.
Assistenti: Cecconi, Di Vuolo.
Quarto Uomo: Pasqua.
VAR: Abisso.
Assistente VAR: Galetto.

in campo

Handanovic 1 39 Sirigu
D'Ambrosio 33 3 Bremer
Ranocchia 13 4 Lyanco
Bastoni 95 33 Nkoulou
Hakimi 2 17 Singo
Gagliardini 5 23 Meité
Vidal 22 88 Rincon
Young 15 77 Linetty
Barella 23 15 Ansaldi
Sanchez 7 24 Verdi
Lukaku 9 11 Zaza

panchina

Stankovic 35 25 Rosati
Radu 97 32 Milinkovic-Savic
de Vrij 6 5 Izzo
Martínez 10 6 Segre
Perisic 14 9 Belotti
Eriksen 24 13 Rodriguez
Darmian 36 20 Edera
Skriniar 37 22 Millico
Moretti 42 26 Bonazzoli
Nainggolan 44 29 Murru
Vezzoni 46 96 Kryeziu
Wieser 51 99 Buongiorno

Scegli le azioni e rivivi la partita in ogni singolo dettaglio.