Risultato finale

21 Aprile 2021 20:45

Spezia
12' Farias
1 - 1
Inter
39' Perisic
arbitro Daniele Chiffi / guardalinee Longo, Bottegoni / 4° uomo Volpi / assistenti Valeri, Giallatini
Guarda gli highlights

Minuti Cronaca
45' Si chiude senza recupero la prima frazione di gioco al "Picco": 1-1 il parziale tra Spezia e Inter, con la formazione di casa in vantaggio con Farias e il pareggio nerazzurro con Perisic
44' Sinistro di Perisic che prova a sorprendere Provedel dalla distanza. Palla alta sopra la traversa
42' Cross di Lukaku per Barella, che attacca il primo palo ma viene anticipato in corner da Terzi
41' Recupero e ripartenza di Skriniar, che si sgancia nell'area avversaria: cross insidioso, Spezia che si rifugia in corner
39' GOL! GOOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOOL! Perisiiiiiic! Cross di Hakimi e taglio sul secondo palo del numero 14 nerazzurro, che dopo un rimpallo deposita in rete l'1-1!!!
38' Destro di Barella su appoggio di Lukaku: palla fuori non di molto rispetto all'incrocio dei pali della porta di Provedel
35' Lukaku lavora il pallone sulla trequarti poi cerca la giocata in profondità ma la difesa dello Spezia chiude ancora bene
31' Lukaku scambia bene con Barella ma poi sbaglia il filtrante per Hakimi, letto da Marchizza
27' Palla in profondità per Lukaku che per un soffio non aggancia il pallone. Provedel interviene in uscita
24' Destro a giro di Lautaro: deviazione che toglie il pallone dal secondo palo. Altro tiro dalla bandierina per l'Inter!
23' Ancora Hakimi penetra a destra: palla al centro e copertura di Ricci in corner
22' Cross teso di Hakimi, Provedel in uscita fa suo il pallone
21' Corner di Eriksen, Skriniar la spizza di testa ma poi Lautaro non riesce a girare verso la porta
20' Affondo sulla destra di Hakimi, che salta Maggiore poi mette al centro dal lato corto dell'area piccola: Terzi si salva in corner
18' Eriksen cerca il filtrante per Hakimi, chiude in qualche modo la difesa dello Spezia
13' Subito chance per il pareggio per Lukaku: difesa del pallone e sinistro. Para a terra Provedel
12' Spezia in vantaggio grazie a una conclusione dal limite di Farias che sorprende Handanovic
7' Traversone dalla destra di Hakimi, troppo lungo per Lukaku e Perisic
3' Buona azione dei nerazzurri: Bastoni in verticale per Lukaku, palla ad Eriksen che cambia lato su Barella. Cross al centro e deviazione sfortunata che regala rimessa dal fondo allo Spezia
1' Allo stadio "Alberto Picco" di La Spezia, comincia in questo momento Spezia-Inter! Forza ragazzi, FORZA INTER!!!
1' Mercoledì di campionato per l'Inter di Antonio Conte, ospite dello Spezia per la 32^ giornata della Serie A 2020-2021
Minuti Cronaca
49' Si chiude il match del "Picco": tante occasioni, altri due legni e due gol annullati per l'Inter, fermata ancora sul pareggio. 1-1 il finale con Perisic che risponde a Farias
49' Destro di Lautaro sull'appoggio di Lukaku. Para Provedel! Stregata la porta dello Spezia per l'Inter!
48' Lukaku scatta sul filo del fuorigioco ma mette alto sull'uscita di Provedel
45' Saranno quattro i minuti di recupero
43' Estevez in ritardo su Sanchez. Cartellino giallo per il centrocampista argentino
42' Ancora Inter in gol con Lautaro sulla punizione battuta velocemente da Sanchez. Ma Chiffi segnala ancora fuorigioco
40' Lukaku segna il gol del 2-1 su assist di Hakimi ma Chiffi annulla per posizione irregolare dell'esterno nerazzurro
39' Cambio nello Spezia: Maggiore prende il posto di Sena
35' Paloooooo! Altro legno colpito da Lautaro che batte Provedel con un destro a giro da fuori ma si vede negare la gioia del gol dal palo!
33' Doppio cambio nello Spezia: Dell'Orco per Marchizza e Gyasi per Farias
31' Skriniar vicinissimo al 2-1: punizione di Sanchez e deviazione del numero 37 nerazzurro sul secondo palo. Provedel si salva sulla linea
28' Dentro anche Sanchez, che rileva Eriksen
27' Doppio cambio per Conte: Young prende il posto di Perisic
24' Incredibile chance per Lukaku, che a tu per tu con Provedel si fa murare due volte dall'estremo difensore dello Spezia
20' Inter a un passo dal 2-1: cross teso di Barella, Hakimi non riesce ad anticipare Provedel poi Perisic trova solo l'esterno della rete a porta spalancata
19' Hakimi chiuso in extremis da Terzi, che si rifugia in corner sull'affondo dell'esterno nerazzurro
17' Cambio nello Spezia: Galabinov prende il posto di Piccoli
17' Marchizza duro in ritardo su Barella. Primo cartellino giallo del match
14' Buona trama dei nerazzurri, cross pericoloso di Perisic che scavalca Provedel ma è troppo alto anche per Lukaku, appostato sul secondo palo
10' Grande accelerazione di Hakimi sulla destra: il numero 2 nerazzurro salta due avversari e guadagna il primo corner della ripresa
7' Chance per Lukaku che svirgola però con il mancino dall'interno dell'area, poi Eriksen viene chiuso e non trova lo spazio per la conclusione
4' Lautaro vicinissimo al 2-1: conclusione da posizione defilata, Provedel si oppone in qualche modo ma è il palo a salvarlo e a restituirgli il pallone che sembrava destinato in rete!
1' Inizia il secondo tempo. Forza ragazzi, FORZA INTER!
1' Si riparte con una novità nello Spezia: dentro Vignali per Ferrer

Handanovic
3.24
3.24
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Brozovic
4.6
4.6
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Perisic
5.64
5.64
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Skriniar
5.66
5.66
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Martínez
6.39
6.39
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
de Vrij
5.79
5.79
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Barella
4.96
4.96
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Bastoni
4.86
4.86
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Lukaku
3.76
3.76
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Sanchez
4.28
4.28
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Young
4.47
4.47
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Eriksen
5.08
5.08
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Hakimi
6.39
6.39
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Media squadra 5.01 INVIA VOTI
1 tiri porta 5
0 tiri fuori 12
8 falli fatti 7
0 angoli 8
0 fuorigioco 6
37% possesso 635

L’Inter ha vinto tutte le tre sfide tra Serie A e Coppa Italia contro lo Spezia con un punteggio complessivo di 10-2. L’Inter non perde da settembre 2018 contro squadre neopromosse in Serie A (0-1 vs Parma): da allora per i nerazzurri 13 successi e due pareggi.

Lo Spezia ha vinto le ultime due partite casalinghe in Serie A, tanti successi quanti quelli ottenuti nelle prime 13 partite interne per i liguri nel torneo (5N, 6P).

L’Inter ha vinto 12 delle ultime 13 sfide contro squadre liguri in Serie A (1P); tuttavia, l’ultima delle due sconfitte nerazzurre in questo campionato è arrivata contro una squadra di questa regione (1-2 vs Sampdoria a gennaio).

Lo Spezia ha subito tre gol su sviluppo di corner nelle ultime quattro giornate di campionato; ne aveva incassati tre da questa situazione di gioco nelle precedenti 27.

L’Inter ha segnato 10 degli ultimi 12 gol in Serie A nei secondi tempi: con 48 reti nelle riprese è la squadra più prolifica in questo campionato nella seconda parte di gara. Lo Spezia (41 gol incassati) è invece la peggior difesa nei secondi tempi.

Romelu Lukaku dell’Inter è il giocatore che ha segnato più gol contro le squadre neopromosse in questa Serie A: sei reti in quattro sfide per il belga, di cui due nell’ultima giocata contro il Benevento.

Lautaro Martínez dell’Inter ha preso parte ad almeno un gol in ciascuna delle quattro sfide contro squadre neopromosse in questo campionato: sette (cinque reti, due assist), ossia il 35% delle sue partecipazioni in questa Serie A (20 – 15 gol, cinque assist).

200ª presenza con l’Inter per Ivan Perisic, considerando tutte le competizioni; dal suo esordio in nerazzurro nel 2015/16, solo Samir Handanovic (259) e Marcelo Brozovic (221) ne hanno collezionate di più.

Dei 27 gol in Serie A di Diego Farias, questo è quello più rapido dall'inizio di un match nel massimo campionato (11:12)

L'Inter ha subito gol in tutte le ultime sei trasferte di Serie A contro squadre neopromosse.

Ivan Perisic ha segnato tre delle sue ultime cinque reti in Serie A all'Inter con la propria squadra in svantaggio

vittorie(1) pareggi(1) sconfitte(0)

LA SPEZIA - Lo sapevamo e lo sappiamo: c'è da correre e da sudare, fino in fondo. E sì, quando guardi il tabellino e vedi 20 tiri a 1 e poi chiudi sull'1-1 con due pali e due gol annullati per questioni di centimetri, sommati ad altre palle gol clamorose, beh un po' di rammarico resta. Ma serve, tutto questo: serve il punto, perché allunga il vantaggio sulla seconda (+ 10, Milan sconfitto dal Sassuolo). Serve ribadire che ogni punto andrà conquistato con la grinta e l'attenzione. 

Un unico tiro dello Spezia, quello di Farias: Handanovic sorpreso e battuto. Poi un lungo monologo: il pari di Perisic, i due pali di Lautaro, le occasioni per Lukaku, la palla di Skriniar inchiodata sulla linea, le reti annullate nel finale: 1-1, subito testa al Verona, domenica.

Il mare sullo sfondo, La Spezia all'orizzonte, lo stadio Picco come teatro. Uno scenario inedito per l'Inter, che nella città ligure aveva disputato solo un match, nel lontano 1925. Nessun passato da ricordare, né remoto né vicino: solo un obiettivo, i tre punti per avvicinarsi alla meta. Nerazzurri in campo consapevoli che lo Spezia non rinuncerà a nulla: al gioco, alla pressione, al coraggio. Come a San Siro, infatti, la squadra di Italiano si presenta con la sfrontatezza di chi al Picco ha messo in difficoltà tante squadre. Conte presenta il 3-5-2 con un solo cambio rispetto a Napoli: Perisic, alla 200.a presenza in nerazzurro, a sinistra al posto di Darmian.

Partita che inizia a ritmi bassi, con l'Inter che studia gli ospiti, orchestrati da Ricci, e capisce che sono le fasce il punto sul quale battere con insistenza: i ribaltamenti di fronte dalla sinistra alla destra trovano con continuità le discese di Hakimi. Ma dopo 12' il primo colpo di scena di un match come detto per nulla scontato: il gol dello Spezia. Farias, dal centro sinistra, si accentra e con il destro dal limite batte Handanovic, non impeccabile nell'intervento in tuffo.

Inter sotto, come a Napoli, e partita da raddrizzare a ogni costo. Sarà quello l'unico tiro in porta dello Spezia, che aumenta la compattezza ma subisce per forza di cose il palleggio dell'Inter. La squadra di Conte non perde la calma, fondamentale per sviluppare il palleggio, attirare gli avversari nella rete e ribaltare con velocità e qualità il gioco per trovare inserimenti e superiorità sul lato debole. Provedel non deve compiere interventi di rilievo, un paio di conclusioni di Lautaro sono sporche, come anche il destro sballato di Barella da ottima posizione. Con il passare dei minuti la pressione aumenta e sono sempre Perisic e Hakimi le frecce che scompigliano la retroguardia di casa. Proprio dalla connessione tra i due "quinti" di centrocampo arriva il pari dell'Inter: Hakimi lanciato sulla destra, palla tesa al centro per l'appuntamento con l'inserimento di Perisic che, dopo una prima ribattuta, appoggia in rete per l'1-1.

Andare al riposo non in svantaggio è un grande plus per l'Inter, che ha la possibilità di concentrarsi nella ripresa solo sulla ricerca del gol vittoria. Le maglie dello Spezia sono fitte, gli spazi vanno trovati con invenzioni e giocate pulite. Lautaro strappa e prova con la sua forza a beffare la difesa, sempre alta e capace di giocare sempre con la linea alta, nel tenttivo di mettere in fuorigioco gli avversari. 

Il Toro sfiora subito il gol, con il palo che salva Provedel. Anche se i ritmi non sono travolgenti l'Inter passa tutta la ripresa a cercare il varco per il gol. Sono sempre le fasce ad essere bollenti e Hakimi-Barella sulla destra provano a districare la matassa di questo match davvero complicato. Perisic sfiora il bis, poi la difesa dello Spezia allenta la tensione e commette due errori in disimpegno che liberano Lukaku e Lautaro. Per il belga sembra spianata la strada per il gol, ma Provedel lo stoppa. Sembra mancare un pizzico di brillantezza: l'Inter costruisce e poi pecca di precisione.

Sanchez e Young sono le mosse di Conte per dare uno sprint all'assedio finale. Lautaro aumenta i giri del motore e trova un palo con un destro bello e sfortunato da fuori area. Skriniar si vede inchiodare sulla linea da Provedel una deviazione sotto misura, Lukaku mastica diversi palloni senza ottenere i risultati sperati. All'85' e all'87' l'Inter urla di gioia: con Lukaku e Lautaro, ma sono urla strozzate in gola dai fuorigioco prontamente segnalati. Nemmeno l'assalto finale, con il tiro di Lautaro al 94' inglobato dai guanti di Provedel.

L'ultimo atto di un match difficile, nel quale ci portiamo a casa un punto, un po' di amarezza per le occasioni fallite e la consapevolezza che nonostante il mezzo passo falso l'obiettivo è ancora raggiungibile.

IL TABELLINO

SPEZIA (4-3-3): 94 Provedel; 21 Ferrer (69 Vignali 46'), 34 Ismaijli, 19 Terzi, 5 Marchizza (39 Dell'Orco 79'); 25 Maggiore (88 Sena 84'), 8 Ricci, 24 Estevez; 80 Agudelo, 91 Piccoli (9 Galabinov 62'), 17 Farias (11 Gyasi 79').
A disposizione: 1 Zoet, 4 Acampora, 10 Agoumé, 13 Capradossi, 22 Chabot, 26 Pobega, 31 Verde.
Allenatore: Vincenzo Italiano.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 de Vrij, 95 Bastoni; 2 Hakimi, 23 Barella, 77 Brozovic, 24 Eriksen (7 Sanchez 74'), 14 Perisic (15 Young 74'); 9 Lukaku, 10 Lautaro.
A disposizione: 27 Padelli, 97 Radu, 5 Gagliardini, 8 Vecino, 12 Sensi, 13 Ranocchia, 33 D'Ambrosio, 36 Darmian, 99 Pinamonti.
Allenatore: Antonio Conte.

Marcatori: 12' Farias (S), 39' Perisic (I)
Ammoniti: Marchizza (S), Ricci (S)
Recupero: 0' - 4'.

Arbitro: Chiffi.
Assistenti: Longo, Bottegoni.
Quarto Uomo: Volpi.
VAR: Valeri.
Assistente VAR: Giallatini.

in campo

Provedel 94 1 Handanovic
Ferrer 21 37 Skriniar
Ismaijli 34 6 de Vrij
Terzi 19 95 Bastoni
Marchizza 5 2 Hakimi
Maggiore 25 23 Barella
Ricci 8 77 Brozovic
Estevez 24 24 Eriksen
Agudelo 80 14 Perisic
Piccoli 91 10 Martínez
Farias 17 9 Lukaku

panchina

Zoet 1 97 Radu
Acampora 4 27 Padelli
Galabinov 9 5 Gagliardini
Agoumé 10 7 Sanchez
Gyasi 11 8 Vecino
Capradossi 13 12 Sensi
Chabot 22 13 Ranocchia
Pobega 26 15 Young
Verde 31 33 D'Ambrosio
Dell'Orco 39 36 Darmian
Vignali 69 99 Pinamonti
Sena 88

Scegli le azioni e rivivi la partita in ogni singolo dettaglio.