Risultato finale

7 Novembre 2021 20:45

Milan
18' Aut de Vrij
1 - 1
Inter
11' Calhanoglu (R)
arbitro Daniele Doveri / guardalinee Passeri, Costanzo / 4° uomo Pezzuto / assistenti Irrati, Vivenzi
Guarda gli highlights

Minuti Cronaca
46' Si chiude la prima frazione di gioco al "Meazza": Inter a un passo dal raddoppio nel finale di tempo ma resiste l'1-1 all'intervallo dopo il gol di Calhanoglu e l'autogol di de Vrij
45' Segnalato un minuto di recupero
45' Altra occasione gigantesca per l'Inter: Dzeko accomoda il pallone per Lautaro, che dall'interno dell'area calcia a botta sicura con il destro ma sfiora solo il palo
45' Salvataggio sulla linea clamoroso di Ballo-Touré, sulla conclusione a botta sicura di Barella dopo la bellissima azione sull'asse Perisic-Bastoni
43' Traversone di Tonali dai 35 metri, Handanovic blocca il pallone senza problemi
37' Leao dall'interno dell'area calcia con il sinistro, Handanovic respinge poi ci riprova l'attaccante portoghese con il destro ma calcia altissimo
35' Dieci minuti al termine del primo tempo. Tanta intensità in campo ma anche molti errori nelle giocate delle due squadre
31' Sinistro dalla distanza di Tonali. Tentativo velleitario, palla altissima rispetto alla porta di Handanovic
27' Va Lautaro sul dischetto ma Tatarusanu intuisce e neutralizza il rigore del "Toro"
26' Cartellino giallo per Ballo-Touré
25' Lautaro in verticale per Darmian, che anticipa Ballo-Touré e viene messo giù! Secondo calcio di rigore per l'Inter! Decisione inevitabile, nessun dubbio per Doveri!
22' Cross di Srkiniar sul secondo palo per Perisic, che di testa cerca la sponda al centro per Dzeko. Tatarusanu esce e fa suo il pallone in presa alta
18' Il Milan trova il pareggio con la deviazione sfortunata di de Vrij sulla punizione di Tonali. È 1-1 a San Siro
16' Bordata dalla distanza di Leao, ma Handanovic è attento e blocca a terra
14' Lautaro, lanciato verso l'area, salta di testa Tatarusanu ma poi si allunga troppo il pallone e da posizione defilata non riesce a calciare prima della linea di fondo
11' GOL! GOOOOOOL! GOOOOOOOOOOOOOOOL! Calhanogluuuuuu! Il numero 20 nerazzurro dal dischetto non sbaglia: Tatarusanu è battuto e l'Inter è in vantaggio!!!
9' Calhanoglu in pressing ruba palla a Kessie, che lo stende in area. Per Doveri è calcio di rigore!
4' Accelerazione di Calhanoglu dopo il pallone recuperato da Barella. Sinistro dal limite del numero 20 turco ma la difesa rossonera fa muro
2' Cross tagliato di Barella dalla trequarti: Tomori è ben piazzato e di testa libera l'area. Rimessa laterale per l'Inter
1' Si parte! Comincia Milan-Inter, con il primo pallone giocato dalla formazione di Pioli. Forza ragazzi, FORZA INTER!
1' Un minuto di raccoglimento prima del calcio d'inizio in memoria di Luigi Maldera, ex difensore rossonero, scomparso in settimana all'età di 75 anni
1' Solo due novità per Simone Inzaghi rispetto all'undici vittorioso in Transnistria contro lo Sheriff: Perisic prende il posto di Dimarco sulla corsia mancina, Calhanoglu rileva Vidal nel terzetto di centrocampo
1' È il 175esimo #DerbyMilano di Serie A a chiudere la 12^ giornata di campionato: a San Siro sta per andare in scena Milan-Inter. Squadre che fanno il loro ingresso sul terreno di gioco!
Minuti Cronaca
48' Finisce 1-1 a San Siro: un'ottima Inter non riesce a portare a casa i 3 punti. Dopo il rigore di Calhanoglu, l'autorete di de Vrij, poi Tatarusanu neutralizza il penalty di Lautaro e nella ripresa non cambia più il risultato
48' Punizione dalla distanza di Calhanoglu, Ibrahimovic mura con la testa
45' Segnalati tre minuti di recupero
45' Conclusione dalla distanza di Saelemaekers e palla sul palo, poi Kessie sbaglia il tap-in
43' Destro a giro di Bakayoko, palla fuori
40' Entra anche Dimarco per uno stremato Bastoni
40' Ultimi due cambi per Inzaghi: dento Sanchez per Lautaro
39' Cambio nel Milan: Krunic fa spazio a Bakayoko
37' Sponda aerea di Ibrahimovic e conclusione di Bennacer che spedisce palla in curva
36' Handanovic disinnesca la punizione di Ibrahimovic dai 25 metri
31' Dentro anche Dumfries per Darmian
31' Doppio cambio per l'Inter: Correa prende il posto di Dzeko, costretto a chiedere il cambio per un problema muscolare
27' Altra chance clamorosa per l'Inter: Vidal liberato all'altezza del dischetto calcia a botta sicura ma viene murato due volte da Kalulu, che salva il Milan
26' Nel Milan Bennacer prende il posto di Tonali
24' Batti e ribatti nell'area nerazzurra: sinistro a giro di Ibrahimovic, che non trova la porta
23' Primo cambio per Inzaghi: Vidal prende il posto dell'acciaccato Barella
22' Rebic punta Skriniar e calcia, ma viene murato in corner
21' Destro dal limite di Calhanoglu, murato da Kjaer
14' Doppio cambio nel Milan: Saelemaekers e Rebic per Leao e Diaz
11' Splendida palla di Perisic per la volée di Calhanoglu, che attraversa tutta l'area e termina sul fondo con Lautaro che per un soffio non arriva sul pallone per la deviazione vincente
10' Grande giocata di Lautaro, che evita l'intervento di Tomori sulla trequarti e parte verso la porta. Destro dal limite deviato in corner
6' Buona trama dei nerazzurri da sinistra a destra, poi ancora sull'altro lato dove il cross di Dzeko viene chiuso in corner da Calabria
4' Punizione di Calhanoglu e colpo di testa di Dzeko, che sale in cielo in area ma non riesce a inquadrare lo specchio
1' Si riparte, comincia il secondo tempo di Milan-Inter. Forza ragazzi, FORZA INTER!
1' Una novità nella ripresa nella formazione rossonera: Kalulu prende il posto di Ballo-Touré

Handanovic
6.25
6.25
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Dimarco
5.61
5.61
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Brozovic
5.65
5.65
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Perisic
6.65
6.65
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Skriniar
6.41
6.41
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Martínez
3.66
3.66
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
de Vrij
5.23
5.23
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Barella
5.51
5.51
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Bastoni
6.62
6.62
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Sanchez
4.77
4.77
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Vidal
5.17
5.17
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Darmian
6.93
6.93
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Calhanoglu
7.26
7.26
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Dzeko
4.77
4.77
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Dumfries
4.59
4.59
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Correa
4.69
4.69
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Media squadra 5.61 INVIA VOTI
4 tiri porta 8
3 tiri fuori 3
16 falli fatti 11
4 angoli 8
0 fuorigioco 1
50% possesso 50%

L’Inter è la squadra contro cui il Milan ha subito più gol in Serie A (246 reti incassate in 174 sfide); in più, i rossoneri hanno perso 67 match contro i nerazzurri in campionato: contro nessun’altra squadra contano più sconfitte nel torneo (al pari della Juventus).

L’Inter ha vinto cinque degli ultimi sei derby di Milano in Serie A (1P), segnando più del doppio delle reti dei rossoneri (14 v 6).

Il Milan è uscito sconfitto negli ultimi tre derby di Milano giocati in casa in campionato; soltanto una volta nella storia della Serie A, i rossoneri hanno perso più derby casalinghi in Serie A: tutti i primi cinque contro l’Inter, tra il 1929 e il 1934.

Il Milan disputerà un derby di Serie A con almeno sette punti di vantaggio sull’Inter in classifica per la prima volta dal novembre 2016 - in quella vigilia i rossoneri di Montella avevano 8 punti in più dei nerazzurri allenati da Pioli e il match finì 2-2.

Il Milan ha vinto 10 delle prime 11 partite stagionali per la prima volta nella sua storia in Serie A, incluse tutte le ultime sette gare – è dal settembre 2006 che i rossoneri non infilano più successi consecutivi in campionato (nove in quel caso con Carlo Ancelotti in panchina).

Negli ultimi 15 derby di Milano in Serie A non c’è stato alcun giocatore espulso, dopo che negli 11 precedenti erano stati estratti ben 11 cartellini rossi.

Edin Dzeko ha realizzato cinque gol contro il Milan in campionato, quattro di questi sono arrivati al Meazza. A partire dalla sua prima stagione in Serie A (dal 2015/16), il bosniaco è il calciatore che ha segnato più reti (quattro) in trasferta contro i rossoneri nel torneo.

Il Milan è la vittima preferita di Joaquín Correa in Serie A: quattro gol. El Tucu ha realizzato una doppietta in ciascuna delle ultime quattro occasioni in cui ha trovato la rete in campionato, inclusi i due gol contro i rossoneri con la maglia della Lazio nell’aprile 2021.

 

Hakan Calhanoglu è il quarto giocatore che ha segnato al primo Derby di Milano in Serie A giocato dopo aver disputato il precedente da avversario nell’era dei tre punti a vittoria, dopo Crespo (2006), Ronaldo (2007) e Ibrahimovic (2010).

Hakan Calhanoglu è andato a segno dopo 7 Derby di Milano giocati in Serie A con il Milan.

L'ultimo autogol in un Derby di Milano era stato realizzato da Samir Handanovic, nel dicembre 2017.

Seconda autorete per Stefan de Vrij in Serie A, dopo quella realizzata nel febbraio 2019 contro la Fiorentina.

Entrambe le squadre in gol nei primi 20 minuti per la prima volta in un Derby di Milano da marzo 1999.

Lautaro Martinez ha sbagliato 3 degli ultimi 6 rigori calciati con la maglia dell'Inter in tutte le competizioni.

vittorie(38) pareggi(28) sconfitte(33)

MILANO - Rammarico o sospiro di sollievo? Rabbia o accettazione? Non possono che essere contrastanti le emozioni alla fine di questo derby, terminato in parità dopo una serie di colpi di scena, di colpi di fortuna e di maledizioni urlate ai quattro venti. Il gol di Calhanoglu, uomo designato ad essere il protagonista più atteso, dal dischetto. Poi l'autogol di De Vrij, sfortunato a rimettere in carreggiata il Milan. E ancora: il rigore fallito da Lautaro, le tante occasioni nerazzurre. E, infine, l'assedio rossonero, con il palo all'89' di Saelemaekers a far tremare i polsi ai nerazzurri dopo un match condotto per 80' quasi esclusivamente dai nerazzurri. Sono mancati il killer instinct e un po' di gambe, oltre ovviamente alla fortuna. Pari, 1-1 nel derby 175 in Serie A. E rossoneri ancora a più 7. Ma la strada è lunga e questa Inter ha dimostrato di saper essere ancora padrona.

Troppo. Troppa attesa, troppa tensione, troppi decibel. Contenere tutto il primo tempo di un derby mai così aspettato dai tifosi, tornati a San Siro dopo i tre confronti a porte chiuse della passata stagione, è impresa difficilissima. Perché più che calcio ci sono folate isteriche, più che tattica ci sono duelli, più che azioni ci sono strappi. Un derby con la tensione al massimo, con l'Inter a testa bassa subito alla caccia del premio grosso e il Milan ben messo, con Krunic in marcatura a uomo su Brozovic e Diaz a sprintare sulla fascia destra. Calhanoglu è l'uomo più atteso, l'ex che scombussola subito la difesa rossonera, conquistandosi un rigore dopo 8 minuti per fallo di Kessie: una pressione alta con riconquista della palla premiata col rigore, confermato dal VAR.

Ecco, il primo strappo sulla tela del derby: Calhanoglu che si presenta sotto alla curva dei suoi ex tifosi e, dal dischetto, glaciale, batte Tatarusanu. Il classico gol dell'ex, che scatena il tifo nerazzurro e trasforma San Siro in un'arena ancora più rovente, tra fischi, esultanze e fiammate. Il Milan si affida a Leao per sfruttare la sua vivacità e proprio dalla sinistra scova il modo per pareggiare: da una punizione dalla trequarti battuta da Tonali e bucata da Tomori, De Vrij colpisce di testa e batte in maniera davvero sfortunata Handanovic.

Un colpo che non piega l'Inter, subito abile a riprendere il pallino del gioco, nonostante la regia di Brozovic sia asfissiata dalla marcatura di Krunic. Al 25' una illuminante apertura di Lautaro spalanca il campo a Darmian, bravissimo a prendere il tempo a Ballo-Touré. Il terzino del Milan è costretto al fallo: rigore e ammonizione. Questa volta però dal dischetto va Lautaro, ipnotizzato da Tatarusanu, bravo a respingere tuffandosi sulla destra. 

Un autogol e un rigore sbagliato: eppure l'Inter è viva. I rossoneri sono sempre frizzanti, aggressivi ma in avanti sono aggrappati alle iniziative individuali di Leao. Nel finale di primo tempo, giusto per aggiungere puntate a un primo tempo thrilling, l'Inter sfiora nel giro di un minuto il raddoppio: Barella si vede murato sulla linea il suo destro da Touré, dopo una gran discesa di Bastoni. Poi Lautaro di destro sfiora il palo da ottima posizione.

Tutta l'adrenalina del primo tempo viene compensata da un intervallo invocato quasi per sfinimento dai tifosi, sulla corda a ogni sussulto. Il Milan della ripresa è se possibile ancora più rinunciatario di quello del primo tempo: la palla è lasciata completamente all'Inter, che imbastisce una mole di lavoro davvero encomiabile. Se Brozovic e Barella incidono meno sul match rispetto alle ultime uscite, l'Inter trova in Calhanoglu, Darmian e Bastoni, assieme a Perisic, le anime più calde. Lautaro e Calhanoglu fanno venire i brividi a Tatarusanu.

Inter generosissima e padrona, con il difetto di non trovare il colpo decisivo. Ci va vicino due volte Vidal, appena entrato: per due volte Kalulu gli dice no, opponendosi nell'area piccola. Il minuto è il 72' e di fatto l'Inter si spegne su questa bella occasione. Le energie vengono a mancare e nonostante il generoso apporto dei nuovi entrati è il Milan a prendere campo, in maniera quasi sorprendente.

Dall'80' in poi i nerazzurri sono quasi sulle gambe e le occasioni sono solo rossonere, con Rebic a sprintare a sinistra e Ibrahimovic che prova a entrare in partita sempre di più. Handanovic respinge in tuffo un bolide dello svedese su punizione. Si gioca nell'area nerazzurra, con Bennacer che spara alto da buona posizione. Non riesce a reagire l'Inter, rintanata a difesa della porta. Al minuto 89' Saelemaekers in campo aperto colpisce un clamoroso palo dalla distanza, Kessie poi sbaglia un comodo tap-in. Un brivido pazzesco, che accompagna i tre minuti finali, fino al pareggio che, nel derby, mancava dal 2018.

IL TABELLINO 

MILAN (4-2-3-1): 1 Tatarusanu; 2 Calabria, 24 Kjaer, 23 Tomori, 5 Ballo-Touré (20 Kalulu 46'); 8 Tonali (4 Bennacer 72'), 79 Kessie; 10 Diaz (56 Saelemaekers 59'), 33 Krunic (41 Bakayoko 84'), 17 Leao (12 Rebic 59'); 11 Ibrahimovic.
A disposizione: 83 Mirante, 9 Giroud, 14 Conti, 25 Florenzi, 27 Maldini, 46 Gabbia, 64 Pellegri.
Allenatore: Stefano Pioli.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 De Vrij, 95 Bastoni (32 Dimarco 84'); 36 Darmian (2 Dumfries 76'), 23 Barella (22 Vidal 68'), 77 Brozovic, 20 Calhanoglu, 14 Perisic; 9 Dzeko (19 Correa 76'), 10 Lautaro (7 Sanchez 84').
A disposizione: 97 Radu, 5 Gagliardini, 8 Vecino, 11 Kolarov, 12 Sensi, 13 Ranocchia, 33 D'Ambrosio.
Allenatore: Simone Inzaghi.

Marcatori: 11' Calhanoglu su rig. (I), 17' autogol De Vrij (I)
Ammoniti: Ballo-Touré (M)
Note: al 27' Tatarusano (M) para il rigore a Lautaro (I)
Recupero: 1' - 3'.

Arbitro: Doveri.
Assistenti: Passeri, Costanzo.
Quarto Uomo: Pezzuto.
VAR: Irrati.
Assistente VAR: Vivenzi.

in campo

Tatarusanu 1 1 Handanovic
Calabria 2 37 Skriniar
Kjaer 24 6 de Vrij
Tomori 23 95 Bastoni
Ballo-Touré 5 36 Darmian
Tonali 8 23 Barella
Kessie 79 77 Brozovic
Krunic 33 20 Calhanoglu
Diaz 10 14 Perisic
Leao 17 10 Martínez
Ibrahimovic 11 9 Dzeko

panchina

Mirante 83 97 Radu
Bennacer 4 2 Dumfries
Giroud 9 5 Gagliardini
Rebic 12 7 Sanchez
Conti 14 8 Vecino
Kalulu 20 11 Kolarov
Florenzi 25 12 Sensi
Maldini 27 13 Ranocchia
Bakayoko 41 19 Correa
Gabbia 46 22 Vidal
Saelemaekers 56 32 Dimarco
Pellegri 63 33 D'Ambrosio

Scegli le azioni e rivivi la partita in ogni singolo dettaglio.