Risultato finale

9 Aprile 2022 18:00

Inter
30' Dzeko
22' Barella
2 - 0
Hellas Verona
arbitro Livio Marinelli / guardalinee Rossi, Liberti / 4° uomo Massimi / assistenti Aureliano, Cecconi
Guarda gli highlights

Minuti Cronaca
46' Finisce qui il primo tempo: un'ottima Inter arriva all'intervallo in vantaggio per 2-0 grazie ai gol di Barella e Dzeko
46' Simeone si infila nell'area interista, ma Skriniar non lo lascia libero di tirare: esce Handanovic e recupera il pallone
45' Si giocherà per un altro minuto in questo primo tempo
42' Dzeko prova una girata da appena dentro l'area, ma il suo tiro si spegne sul fondo
41' Correa in azione personale sfida Casale e lo supera: il suo tiro è respinto dalla difesa del Verona
38' Ancora Perisic! Doppio passo e cross in mezzo, ennesimo angolo per l'Inter
35' Si fa vedere per la prima volta il Verona: Simeone si trova a tu per tu con Handanovic e tira di punta, grandissima parata del capitano nerazzurro
34' Cross velenoso di Perisic, imprendibile sulla fascia, esce Montipò in sicurezza. Inter che continua a spingere
30' GOOOOOOOOOOL! Raddoppia l'Inter! Angolo perfetto di Dimarco, Perisic l'aggiusta di testa e sul pallone arriva puntuale Dzeko: gol del Cigno! Forza ragazzi!
29' Ci prova Dzeko! Azione personale del bosniaco sulla destra, che entra in area e tira: parata di Montipò. Sugli sviluppi dell'azione l'Inter guadagna un angolo
24' Che azione dell'Inter! Manovra tutta di prima dei nerazzurri, con Barella che serve Correa in area: il tiro dell'argentino è parato da Montipò
22' GOOOOOOOOOOOOOOL! GOOOOOOOOOL! Il gol dell'Inter! Azione straordinaria di Perisic sulla sinistra che effettua un cross perfetto per l'accorrente Barella sul secondo palo! Il sardo segna con un gran tiro in controbalzo!
18' Incredibile! Cross al volo di Dumfries, doppio velo di Dzeko e Correa per il tiro di prima di Perisic: miracolo di Montipò, che toglie il pallone dall'angolino basso
14' Ci riprova l'Inter! Combinazione Dzeko-Perisic al limite dell'area del Verona, il rimpallo però non favorisce Correa lanciato verso la porta
12' Ancora Inter! Correa serve Dzeko con un filtrante in mezzo all'area gialloblu, il bosniaco guadagna un altro angolo
8' Galoppa il Tucu Correa che libera Dumfries sulla destra: palla tesa in mezzo all'area, Montipò respinge in angolo
7' Punizione potente di Calhanoglu dal limite dell'area, respinge la barriera
4' Sul corner battuto ancora da Dimarco De Vrij va più in alto di tutti: pallone che finisce però sopra la traversa
4' La cavalcata di Dimarco! Il difensore porta il pallone ed entra in area del Verona, guadagnando un calcio d'angolo
3' Inter vivace in questi primi minuti: i nerazzurri controllano il pallone e cercano il varco giusto
1' Si parte! Inizia Inter-Hellas Verona: primo pallone mosso dagli ospiti. Forza ragazzi, FORZA INTER!!!
1' Atmosfera bellissima a San Siro: si torna al 100% della capienza dopo più di 2 anni
1' Inter che scenderà in campo con il classico 3-5-2: torna De Vrij al centro della difesa, affiancato da Skriniar e Dimarco. Coppia d'attacco Dzeko-Correa. Solito 3-4-2-1 per il Verona di Tudor, che deve rinunciare a Barak
1' Anticipo della 32° giornata di Serie A: a San Siro l'Inter affronta l'Hellas Verona, una delle sorprese di questo campionato
Minuti Cronaca
48' Finisce qui! L'Inter vince per 2-0 contro il Verona e si porta a -1 dalla testa della classifica! Decisivi i gol nel primo tempo di Barella e Dzeko! FORZA INTER!!!
46' Cartellino giallo anche per Brozovic, che interrompe il contropiede del Verona
45' Saranno 3 i minuti di recupero
43' Tanta stanchezza in questa fase finale per entrambe le squadre, che faticano a costruire
39' Primo cartellino della gara sventolato da Marinelli: ammonito Dumfries
38' Quinto e ultimo cambio per Simone Inzaghi: entra Gagliardini al posto di Calhanoglu, autore di un'ottima prestazione
37' Ci riprova il Verona! Azione sulla destra, a rimorchio arriva Ilic che calcia di prima: salvataggio clamoroso di Skriniar, che di testa mette il pallone in angolo
37' Doppio cambio per il Verona: entrano Sutalo e Cancellieri al posto di Lazovic e Ceccherini
36' Ancora Verona! Il colpo di testa di Lasagna viene bloccato da Handanovic
35' Azione manovrata del Verona: pericoloso cross dalla destra che attraversa l'area ma nessuno arriva sul pallone
33' Ancora un'azione straordinaria di Perisic che crossa per la testa di Dzeko: palla di poco alta
28' Che azione dell'Inter! Vidal serve di prima D'Ambrosio in piena area del Verona, Montipò e il palo negano il gol al difensore nerazzurro!
27' Partita combattuta in questa fase, con entrambe le squadre che provano a costruire azioni pericolose
23' Calhanoglu! Il turco scarica un gran destro dal vertice dell'area, palla fuori non di molto
23' Calhanoglu tira in porta direttamente dalla bandierina, Montipò respinge ancora in angolo
22' Inter che si riaffaccia in avanti, con Perisic che serve Gosens in profondità: il tedesco guadagna un angolo
20' Cambio anche in difesa, con Bastoni che sostituisce Dimarco
20' Altre due sostituzioni per l'Inter: entra Vidal in mezzo al campo al posto di Barella
17' Subito Lasagna pericoloso: azione personale dell'attaccante del Verona che cerca il gran gol da fuori area. Palla che termina alta
16' Doppio cambio per il Verona: escono Bessa e Faraoni, Tudor mette in campo Lasagna e De Paoli
16' Tiro di Simeone dal limite dell'area, Handanovic para in due tempi
14' Secondo cambio per l'Inter: esce Correa, al suo posto dentro Gosens
11' Cross a rientrare di Caprari dalla destra, palla che si spegne sul fondo
9' Verona pericoloso! Cross di Bessa, grande intervento in anticipo di Dumfries su Lazovic, poi Ceccherini spara altissimo dal centro dell'area
7' Il Verona si affaccia nella metà campo dell'Inter: Handanovic blocca in uscita bassa un cross insidioso di Bessa
4' Dumfries! Azione personale dell'olandese, che scappa sulla destra, dribbla Lazovic in area e tira forte sul primo palo, senza però centrare la porta
1' Si riparte a San Siro: il secondo tempo inizia con i nerazzurri in possesso del pallone. Forza ragazzi!
1' Cambio nell'intervallo per mister Simone Inzaghi: entra D'Ambrosio al posto di De Vrij

Handanovic
7.06
7.06
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
D'Ambrosio
6.82
6.82
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Dimarco
7.06
7.06
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Brozovic
7.36
7.36
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Perisic
8.35
8.35
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Gagliardini
6.06
6.06
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Skriniar
7.95
7.95
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
de Vrij
6.69
6.69
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Barella
7.3
7.3
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Bastoni
6.39
6.39
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Vidal
5.37
5.37
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Calhanoglu
6.74
6.74
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Dzeko
7.18
7.18
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Dumfries
6.97
6.97
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Correa
5.68
5.68
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Gosens
5.87
5.87
2 3 4 5 6 7 8 9 10 X
VOTA
Media squadra 6.8 INVIA VOTI
6 tiri porta 3
12 tiri fuori 6
10 falli fatti 7
10 angoli 2
2 fuorigioco 1
48% possesso 52%

Il Verona è la squadra che l’Inter ha affrontato più volte senza mai perdere in Serie A nell’era dei tre punti a vittoria (21 gare, con 17 vittorie e quattro pareggi) – l’ultimo successo veneto contro i nerazzurri nel massimo torneo è infatti datato 9 febbraio 1992, 1-0 al Bentegodi con il gol di Ezio Rossi.

Il Verona non ha mai vinto nelle 30 partite di Serie A giocate fuori casa contro l’Inter (11 pareggi, 19 sconfitte) e in 22 di queste non è riuscito a fare gol – solo contro la Juventus (31) l’Hellas ha disputato più partite in trasferta nel massimo torneo senza mai vincere rispetto alle 30 con i nerazzurri.

Questa sfida vedrà affrontarsi la squadra che ha recuperato più punti da situazioni di svantaggio in questa Serie A (19 per l'Inter) e quella che ne ha persi di più una volta sopra nel punteggio (22 il Verona).

Hakan Calhanoglu – in gol in due delle tre partite giocate al Meazza contro il Verona in Serie A – ha partecipato attivamente a 15 gol (sette reti, otto assist) in questo campionato; tra i centrocampisti soltanto Sergej Milinkovic-Savic (18) ha fatto meglio.

Le performance di Martínez e Edin Dzeko sono state fondamentali per l'Inter in questa stagione. Martínez è il capocannoniere della squadra con 14 reti, 5° a pari merito in classifica cannonieri, con 4 di queste reti che sono state sullo 0-0. Dzeko ha fatto altrettanto bene, realizzando 12 gol.

L’Inter, che ha battuto la Juventus all’Allianz Stadium nell’ultimo match di campionato, non ha ancora ottenuto due successi consecutivi in Serie A nel 2022

L’Inter ha 11 punti in meno (63 vs 74) rispetto alle prime 30 partite giocate nello scorso campionato, pur avendo collezionato un clean sheet in più (13 vs 12) e pur avendo subito meno gol (24 vs 27).

I. Perišić ha fornito il suo terzo assist in questa stagione di Serie A.

Nicolò Barella ha segnato tre gol in questo campionato, tutti a San Siro; ha eguagliato in 29 presenze le reti segnate in 36 gare lo scorso torneo.

Nicolò Barella ha preso parte ad almeno un gol in tre delle cinque sfide al Verona con la maglia dell'Inter in Serie A, con due reti e un assist.

Edin Dzeko ha segnato a San Siro nove delle sue 13 reti in questo campionato, tra cui tre gol nelle ultime tre presenze casalinghe in Serie A.

L'Inter ha mantenuto la porta inviolata in 14 delle proprie 31 partite, nessuna squadra ha fatto meglio in questa stagione di Serie A.

L'Inter ha segnato in 28 delle proprie 31 partite, nessuna squadra ha fatto meglio in Serie A

vittorie(26) pareggi(12) sconfitte(0)

MILANO - Si scrive favonio, ma quello che soffia è il vento dell'Inter. Arriva rampante, si infila tra gli spalti di San Siro, abbatte il Verona. Sospinge un intero popolo, tornato in massa a San Siro per la prima volta dopo più di due anni. Va forte l'Inter, sulle ali di un entusiasmo rinato dopo la vittoria di Torino, concretizzato da una prova senza sbavature contro l'Hellas. Prima Barella, poi Dzeko. I due soffi che sospingono i palloni nella porta di Montipò, protagonista indiscusso del match, firmano un 2-0 senza appello. Prova di carattere e sostanza dei nerazzurri, bellissimi nel primo tempo, bravi nella ripresa a non dare possibilità alla squadra di Tudor di tornare in partita. Tre punti voluti, davanti a più di 60mila spettatori entusiasti per una squadra che sale ora a quota 66.

 

Torna De Vrij al centro della difesa, non c'è Lautaro, squalificato: al fianco di Edin Dzeko c'è il Tucu Correa, che aveva esordito nella gara d'andata contro i gialloblù segnando una memorabile doppietta. È un'Inter da corsa, di quelle che avevano tanto macinato gioco, occasioni e spettacolo per lunghi tratti del campionato. Lo si capisce subito, dal livello di aggressione, dalla partecipazione corale alla manovra, dalle traiettorie precise che sfociano in palle gol. Una, due, tre. Montipò veste il mantello di Superman e inizia la sua giornata di lavori extra per contenere l'Inter.

Dimarco, schierato al posto di Bastoni, è caldo e tonico. Una sua corsa dopo 4 minuti infiamma i 61.325 di San Siro. Predominio territoriale netto che non si traduce, almeno inzialmente, nel vantaggio. Perisic in serata fuori categoria costringe Montipò al miracolo al minuto 18. Ne passano quattro e finalmente l'Inter sfonda: arrembante Perisic sulla sinistra, preciso nel cross sul secondo palo. L'appuntamento con il gol arriva: si presenta puntuale Barella che di destro, di controbalzo, manda in porta dopo un bacio alla traversa.

San Siro ruggisce, abbraccia i nerazzurri e li lancia ancora con più intensità. La manovra è bella, strappa applausi. Quando al 25' Montipò dice no a Correa dopo una serie di passaggi di prima, il portiere nega di fatto uno dei gol più belli dell'anno per costruzione. L'Inter è viva più che mai. Dzeko, mobile e bravo a lavorare con la squadra, prende la mira al 29' trovando Montipò. è solo un antipasto: corner di Dimarco, spizzata di Skriniar, gol di Edin per un 2-0 sacrosanto.

E il Verona? Colpito due volte, la squadra di Tudor prova a reagire con le sue armi, quelle del palleggio sulla trequarti alla caccia delle imbucate per Simeone. L'attaccante sfonda al 35' ma trova una straordinaria opposizione di Handanovic. Un episodio che rialza l'attenzione della squadra, brava a chiudere in avanti il primo tempo.

La ripresa inizia senza De Vrij, fermato da un affaticamento alla coscia sinistra: c'è D'Ambrosio, che da subito entra in partita con interventi precisi e grande abnegazione. Il Verona non può più aspettare e alza il baricentro, esponendosi però alle ripartenze di Dumfries, enorme nella capacità di allungare nella metà campo avversaria. Un paio di ripartenze nerazzurre, però, vengono sprecate per imprecisioni negli ultimi tocchi.

I tentativi dell'Hellas sono solo dalla distanza, più qualche pallone che spiove in area sul quale Dumfries, Skriniar e D'Ambrosio devono fare gli straordinari. Inzaghi cambia e sceglie Gosens, mandando Perisic a supportare Perisic in avanti. Poi sono Vidal e Bastoni, prima di Gagliardini, a dare le forze fresche a una Inter meno travolgente rispetto al primo tempo ma pericolosa ogni volta che si affaccia dalle parti di Montipò.

Quando al 73' D'Ambrosio suona la carica, San Siro si esalta: il numero 33 parte a tutta, facendo scattare il contropiede. Partecipano tutti, con Vidal che rifinisce proprio per D'Ambrosio: la sua conclusione viene deviata sul palo da Montipò. Il colpo del K.O. non arriva e il Verona vede spiragli di speranza. Li chiude, tutti, Skriniar. A centrocampo, in ogni luogo del terreno di gioco del Meazza. E in area, quando al minuto 83 sporca un tiro a botta sicura di Ilic. Di fatto l'ultima vera occasione del match che si spegne al 93', quando il vento sembra dare tregua, qualche nuvola sporca il cielo azzurro sopra un San Siro che saluta un sabato bello, perfetto, nerazzurro.

IL TABELLINO

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 De Vrij (33 D'Ambrosio 46'), 32 Dimarco (95 Bastoni 65'); 2 Dumfries, 23 Barella (22 Vidal 65'), 77 Brozovic, 20 Calhanoglu (5 Gagliardini 83'), 14 Perisic; 9 Dzeko, 19 Correa (18 Gosens 59').
A disposizione: 21 Cordaz, 97 Radu, 7 Sanchez, 8 Vecino, 13 Ranocchia, 36 Darmian, 88 Caicedo.
Allenatore: Simone Inzaghi.

HELLAS VERONA (3-4-2-1): 96 Montipò; 16 Casale, 21 Günter, 17 Ceccherini (18 Cancellieri 82'); 5 Faraoni (29 Depaoli 62'), 61 Tameze, 14 Ilic, 8 Lazovic (31 Šutalo 82'); 24 Bessa (11 Lasagna 62'),10 Caprari; 99 Simeone.
A disposizione:  12 Chiesa, 74 Boseggia, 30 Frabotta, 45 Retsos, 78 Hongla, 88 Praszelik.
Allenatore: Igor Tudor.

Marcatori: 22' Barella (I), 30' Dzeko (I).
Ammoniti: Dumfries (I), Brozovic (I).
Recupero: 1' - 3'

Arbitro: Marinelli.
Assistenti: Rossi, Liberti.
Quarto Uomo: Massimi.
VAR: Aureliano.
Assistente VAR: Cecconi.

in campo

Handanovic 1 96 Montipò
Skriniar 37 16 Casale
de Vrij 6 21 Gunter
Dimarco 32 17 Ceccherini
Dumfries 2 5 Faraoni
Barella 23 61 Tameze
Brozovic 77 14 Ilic
Calhanoglu 20 8 Lazovic
Perisic 14 24 Bessa
Dzeko 9 10 Caprari
Correa 19 99 Simeone

panchina

Cordaz 21 12 Chiesa
Radu 97 74 Boseggia
Gagliardini 5 11 Lasagna
Sanchez 7 18 Cancellieri
Vecino 8 29 De Paoli
Ranocchia 13 30 Frabotta
Gosens 18 31 Sutalo
Vidal 22 45 Retsos
D'Ambrosio 33 78 Hongla
Darmian 36 88 Praszelik
Caicedo 88
Bastoni 95

Scegli le azioni e rivivi la partita in ogni singolo dettaglio.