JEFF SLACK: "NON VOGLIAMO RENDERE SAN SIRO UNO STADIO PER I VIP"

MILANO - L'amministratore delegato di Inter Active, società dell'Inter che si occupa della gestione delle attività di comunicazione, marketing e di tutto quanto riguarda lo stadio di San Siro, ha spiegato a Inter Channel le strategie nerazzurre in vista della Campagna Abbonamenti che inizierà da lunedi con la prelazione riservata agli abbonati della stagione 2002-03.


"Da una parte vogliamo creare uno stadio sempre più moderno, con settori vip, venduti a prezzi più alti rispetto allo scorso anno, ma non vogliamo penalizzare tutti gli altri tifosi, che il nostro Presidente tiene sempre in grandissima considerazione, mantenendo invariati i prezzi degli altri settori dello stadio. Non vogliamo fare di San Siro uno stadio per i vip, ma vogliamo dare maggiore possibilità di scelta, offrendo servizi come il catering e il parcheggio, ma senza obbligare nessuno. Chi non vuole questi servizi può non comprarli. Abbiamo effettuato dei cambiamenti nelle cosiddette zone vip, puntando alla nicchia di chi può spendere di più, ma attuando una politica di non incremento dei prezzi nelle altre zone dello stadio. E' vero che non ci saranno le riduzioni per le signore nel secondo e terzo anello, ma abbiamo tutto il primo anello sud, che l'anno scorso ospitava i tifosi delle squadre avversarie, e che da quest'anno potrà accogliere le famiglie, che lì potranno acquistare gli abbonamenti con i prezzi ridotti per donne e bambini ".



Carica altri risultati