Mourinho: "Prova seria e vincente"

MOURINHO: "PROVA SERIA E VINCENTE"

"La sfida con la Juve? A novembre non esistono partite decisive, ma sarà una gara bella da giocare"

PALERMO - Il tecnico nerazzurro, al termine della partita, si è dimostrato molto soddisfatto della prova dei suoi nella partita di questa sera a Palermo: "Il primo tempo non abbiamo giocato come volevamo, ma allo stesso tempo, il Palermo, durante tutta la prima frazione, ci ha impegnato molto e noi abbiamo risposto solo con un'azione individuale di Ibrahimovic. Loro sono una squadra con uno spirito fantastico e hanno tifosi straordinari che non fanno mai mancare il loro sostegno" -  ha detto José Mourinho ai microfoni di Sky - "Abbiamo fatto bene a centrocampo, ci siamo mossi correttamente. Nello spogliatoio ci siamo detti: questa partita si può vincere. - continua il tecnico - e nel secondo tempo abbiamo avuto per larghi tratti l'iniziativa. Il centrocampo era molto vicino agli attaccanti. Siamo migliorati e loro hanno sofferto il contraccolpo dei due gol. - ha osservato - Sono soddisfatto di Muntari, che non giocava nella sua posizione, ma oggi ha fatto un grande lavoro difensivo limitando tantissimo Liverani, che è un giocatore importante per gli schemi di gioco del Palermo. Questi sono altri tre punti importanti, perchè fino ad ora abbiamo avuto dodici partite, cinque in casa e sette fuori, tutte difficili. - conclude - Abbiamo offerto una prova davvero convincente. Ora siamo davanti e possiamo stare tranquilli per qualche giorno, senza pensare alla Juventus. E' importante per noi. Domani tutti potranno vincere, ma noi saremo sempre in testa". Poi, rispondendo alla domanda sull'assenza di Cordoba contro la Juve, il tecnico ha commentato così: "Era diffidato e non doveva giocare? Ovvio, mi dispiace per la sua assenza, ma io ho bisogno di avere tutti i giocatori a disposizione in ogni partita. Questa non era una gara meno importante della prossima. Lui doveva giocare anche se diffidato. Ora abbiamo Burdisso e Materazzi. Non credo che Marco andrà in nazionale. Burdisso invece sì, ma spero che possa tornare senza problemi. Inoltre, voglio fare gli auguri a Samuel che oggi ha avuto il terzo figlio". I prossimi impegni delle nazionali preoccupano Mourinho: "Temo molto il mercoledì delle nazionali perchè è un giorno di grande pressione. Ora aspetto gli sms dell'ufficio stampa per avere notizie sulle condizioni dei miei giocatori. Obinna arriverà venerdì sera dalla Colombia. Quaresma lavorerà con noi tutta la settimana ed è più probabile che sarà in campo nella prossima gara". Poi su Ibrahimovic grande mattatore della partita di oggi: "Lui fa solo gol incredibili, mai brutti. Ora io voglio che lui inizi a segnare gol 'brutti' (sorride ndr.). Il Pallone d'Oro per lo svedese? A volte non basta essere il migliore per vincerlo, ci vuole anche una buona campagna elettorale. Speriamo che il calcio italiano la faccia bene: intanto lui deve continuare a giocare così sino al termine della stagione".  In conclusione risponde all'inevitabile domanda sulla partita contro la Juventus: "La gara con la Juve? A novembre non possono essere decisivi gli scontri diretti, ma sarà una partita bella da giocare, perchè è una grande sfida e preferisco affrontare una Juve che stia bene".


Load More