Mourinho: "Mi sono innamorato dell'Inter"

MOURINHO: "MI SONO INNAMORATO DELL'INTER"

Tra pochi minuti, su www.inter.it, le dichiarazioni integrali dell'allenatore nerazzurro

APPIANO GENTILE - Per l'ultima conferenza della stagione al centro sportivo "Angelo Moratti" ci sono sei rappresentanti dello staff nerazzurro all'incontro con i giornalisti alla vigilia di Inter-Atalanta. Accanto a Josè Mourinho, infatti, siedono il vice allenatore Giuseppe Baresi, gli assistenti Rui Faria, Daniele Bernazzani e Andrè Villas Boas, il preparatore dei portieri Silvino e il preparatore Claudio Gaudino: "Volevo approfittare di questa occasione per ringraziare loro e tutti coloro che hanno lavorato per l'Inter. Per tutti loro c'è un pezzo della coppa che alzeremo insieme. Siamo una famiglia e, per questo, a qualcuno di loro lascio domani la magia della panchina". 

Nessun segreto sulla formazione che domani affronterà l'Atalanta: "Giocheranno Julio Cesar; Zanetti, Cordoba, Samuel Chivu; Stankovic, Cambiasso, Muntari; Figo; Ibrahimovic e Balotelli".

L'allenatore portoghese ha prolungato il contratto con l'Inter fino al 2012, ma a tal proposito Josè Mourinho ricorda che "il mio modo di lavorare non cambia se c'è un anno in più di contratto: la mia continuità sarà sempre la stessa. Ringrazio la società per la fiducia, ma il mio modo di ringraziare non sono baci e abbracci, è vincere sul campo. Mi piace stare qui e credo possiamo fare di più. Sono tanti mesi che la società lavora, tanto e bene. Sarà un progetto nuovo, con qualche rischio, ma coinvolgente per tutti: per il presidente, per la direzione tecnica, per tutti noi".

Il finale della stagione è tempo di bilanci, anche per Josè Mourinho: "Credevo fosse impossibile, dopo essere stato completamente innamorato di una squadra come il Chelsea, che potesse svilupparsi in un solo anno lo stesso tipo di sentimento. Con l'Inter è successo, sono innamorato di questa squadra. E' stato così grazie all'onestà dei giocatori, grazie all'amore per l'Inter di tutti coloro che lavorano in questo club, grazie ai tifosi che ho imparato a conoscere e hanno una passione veramente speciale per questa maglia".

Inter-Atalanta sarà l'ultima partita dell'anno e quella che consegnerà all'Inter la Coppa del 17° scudetto, ma l'allenatore nerazzurro tiene a ricordare che "domani sarà una giornata da vivere a metà: servirà un 50 per cento di gioia per la vittoria del campionato, ma anche un 50 per cento di silenzio per essere vicini alle famiglie degli operai che, purtroppo, hanno perso la vita in settimana alla Saras di Cagliari".

Fra pochi minuti, solo su www.Inter.it, la versione integrale della conferenza stampa di Mourinho.


Load More