UCL, Inter-Tottenham: 4-3, 1° posto nel girone

UCL, INTER-TOTTENHAM: 4-3, 1° POSTO NEL GIRONE

Nerazzurri travolgenti nei primi 35' di gioco, è Bale con un tripletta ad accorciare le distanze

MILANO - Termina sul 4-3 il match tra Inter e Tottenham valido per il Matchday 3 della Uefa Champions League 2010-2011 disputato allo stadio 'Meazza' a Milano.

Partenza travolgente quella della squadra di Rafael Benitez che confeziona un secco 3-0 nei primi 14 minuti di gioco, calando poi il poker al 35'. Arriva come un fulmine la rete di capitan Zanetti, dopo soli 67 secondi e apre la strada alla goleada nerazzurra con la quale si chiude il primo tempo. Biabiany conquista il rigore che Eto'o trasforma nel 2-0, Stankovic travolge il neo entrato Cudicini per il tris e il 4-0 è ancora una magia di Eto'o servito magnificamente da Coutinho. Arriva Santon in campo nella ripresa al posto di Stankovic e arriva anche il gol del Tottenham con Bale, protagonista assoluto della rimonta degli Spurs con due fiammate che, nei minuti finale del match, portano il risultato sul 4-3 finale.

PRIMO TEMPO - Stesso undici di partenza schierato a nell'ultima gara di campionato giocata a Cagliari per Rafa Benitez che recupera Cambiasso, Pandev e Cordoba, ma preferisce non utilizzarli dal primo minuto di gioco. Nel Tottenham, Redknapp conferma il 4-4-1-1 con Crouch vertice dell'attacco inglese.
E' devastante la partenza dell'Inter e soprattutto del suo capitano che, da quella sfida che decise lo scudetto nerazzurro numero 16 nel duello tra Inter-Roma (28 febbraio 2008), torna al gol grazie al passaggio filtrante di Eto'o che lo avvicina con un diagonale alla porta avversaria. Imprendibile per Gomes ed è 1-0. Passano sei minuti ed è un inarrestabile Biabiany a guadagnare un calcio di rigore dopo l'assist di Sneijder: l'attaccante nerazzurro, lanciato a rete, viene travolto dal corpo di del portiere degli Spurs che viene espulso. Al suo posto c'è Cudicini, ma ad abbandonare il campo è anche Modric. E mentre il Tottenham cambia, l'Inter vince, al raddoppio ci pensa Eto'o dal dischetto, e convince. Se non bastasse, c'è il fulmine di Stankovic che, dopo uno scambio al limite con Eto'o, non lascia scampo all'ex portiere del Chelsea e porta lo score sul 3-0. Ventiquattro minuti sul cronometro e nessun tiro in porta da parte della squadra inglese che subisce il fraseggio nerazzurro e non solo: Eto'o conquista un corner, Lucio prolunga e ancora Stankovic punta Cudicini costretto a respingere in modo approssimativo. Crouch prova a farsi vedere dalle parti di Julio Cesar al 28' con un colpo di testa che termina alto sopra la traversa. Ma il Tottenham è troppo poco per questa Inter che continua ad aver fame di gol: al 35', è pulito e preciso il passaggio con cui Coutinho serve Eto'o che annulla il pressing di Gallas e con un esterno morbido batte Cudicini, il portiere tocca ma non trattiene e per l'Inter è 4-0. Il giovane talento brasiliano va vicino ad assaporare il gusto del gol al 43', dopo lo scambio con Biabiany punta Cudicini che respinge in qualche modo. Il portiere del Tottenham è facile bersaglio nerazzurro anche un minuto dopo, quando Maicon per due volte prova a superarlo con un destro angolato e potente.
Si chiude al 46', il primo tempo di Inter-Tottenham. Squadre a riposo sul 4-0.

SECONDO TEMPO - Nessun cambio, Inter-Tottenham può riprendere, ma dopo 2' qualche problema al piede destro costringe Stankovic a lasciare il posto in campo a Santon. Arriva al 7', con Bale la risposta degli Spurs: contropiede velocissimo degli inglesi e fuga sulla sinistra del gallese che batte Julio Cesar con un diagonale sul secondo palo. Santon suona la sveglia e impegna Cudicini costretto a deviare in corner (10'), prima che il cambio Chivu-Pandev dia nuova linfa al gioco nerazzurro (17') e che Coutinho sfiori la cinquina con un tiro ravvicinato che termina di poco alla destra del portiere avversario. Dalla mezzora c'è spazio anche per Cordoba, al rientro dopo l'infortunio, e la difesa nerazzurra si fa a cinque. Coutinho cerca instancabilmente un altro gol e ci si avvicina nuovamente al 38' cercando di destro la porta dopo il passaggio di Sneijder, la palla termina alta sopra la traversa. Stessa sorte per la conclusione di Hatton al 43', ma dal 45' trascorrono minuti incerdibili al 'Meazza' che avvicinano il Tottenham al 4-3. Mattatore indiscusso è Bale che prima neutalizza Julio Cesar con un gol in fotocopia del precedente e poi cala il tris. Ma il tempo di recupero è scaduto e l'Inter può finalmente esultare per la vittoria.
Nerazzurri al comando della classifica gruppo A con 7 punti, seguiti da Tottenham a quota 4, chiudono Werder Brema e Twente con due punti. Appuntamento al White Hart Lane di Londra per Tottenham-Inter, il prossimo 2 novembre.

U.C.L. INTER-TOTTENHAM 4-3
Marcatori: 2' Zanetti, 11' rig. Eto'o, 14' Stankovic, 35 Eto'o, 7' st , 45' st e 46 st Bale.

Inter: 1 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 26 Chivu (17' st 27 Pandev); 4 Zanetti, 5 Stankovic (5' st 39 Santon); 88 Biabiany (30' st 2 Cordoba), 10 Sneijder, 29 Coutinho; 9 Eto'o.
A disposizione: 12 Castellazzi, 11 Muntari, 19 Cambiasso, 23 Materazzi.
Allenatore: Rafael Benitez.

Tottenham: 1 Gomez; 2 Hutton, 19 Bassong, 13 Gallas, 32 Assu-Ekotto; 7 Lennon, 8 Jenas, 6 Huddlestone (35' st 12 Palacios), 14 Modric (11' 23 Cudicini); 3 Bale; 15 Crouch (22' st 10 Keane).
A disposizione: 4 Kaboul, 5 Bentley, 9 Pavlyuchenko, 21 Kranjcar.
Allenatore: Harry Redknapp.

Note. Ammoniti: 17' Chivu, 44' st Palacios. Espulso: 10' Gomes. Recupero: 1'-2'


Load More