ABU DHABI, INTER CHANNEL: A TUTTO BENITEZ/3

Fra pochi minuti sul canale 232 di Sky il tecnico con Edoardo Caldara e Roberto Scarpini: da vedere

ABU DHABI - L'infortunio di Wesley Sneijder. Il possibile recupero di Maicon per la finale di sabato. Il campionato da riaprire a gennaio. Ecco altri tre argomenti della Prima Serata di Inter Channel con Rafael Benitez. Non perdete, dalle h. 21, l'appuntamento con il canale tematico nerazzurro e, soprattutto, l'incontro del tecnico nerazzurro con i tifosi attraverso i messaggi (più di mille) che in meno di 24 ore sono arrivati. Edoardo Caldara e Roberto Scarpini conducono dallo studio di Inter Channel all'interno dell'hotel che ospita il ritiro della squadra durante il FIFA Club World Cup UAE 2010.

www.inter.it vi offre, in esclusiva, il terzo capitolo delle anticipazioni della Prima Serata di Inter Channel con Benitez.

SNEIJDER. "Mi dispiace molto per Wesley. Aveva lavorato tanto per far bene a questo Mondiale e aveva tanta voglia di fare bene. Ieri, al termine del riscaldamento, ho visto che cercava un fisioterapista, ho chiesto di che cosa si trattava, mi hanno spiegato che era solo un po' di carica al muscolo. Purtroppo, dopo pochi secondi, c'è stata quella brutta entrata da dietro, proprio su quel punto: sfortuna. E' presto per sapere quando Wesley ritornerà. In questa casi, infattim bisogna vedere come reagirà il muscolo nei prossimi giorni. Chiaramente non potrà giocare la finale di sabato. Per il suo recupero faremo il punto della situazione alla ripresa degli allenamenti dopo la pausa di Natale".

MAICON. "Sinceramente, avevo preparato la semifinale con Maicon in campo. Poi, ieri mattina, mi ha detto che sentiva un po' il muscolo pesante, l'ho guardato negli occhi e ho capito che era inutile rischiare. Oggi, però, Maicon si è allenato bene, a fine allenamento era arrabbiato per un'azione della partitella, che voleva vincere. Sono fiducioso che possa esserci per la finale".

CAMPIONATO. "Non penso che sia impossibile riprendere il Milan. Penso che il distacco sia colmabile, lo insegna la storia dei campionati a tre punti per vittoria. Basta un porcorso positivo, la continuità, tre-quattro partite vincenti nel momento giusto e tutto può cambiare. Ora siamo concentrati sulla finale del Mondiale, abbiamo voglia di fare bene e di vincerla, poi da gennaio ripenseremo al campionato. Io credo che, con tutti o quasi i calciatori al meglio, l'Inter possa farcela anche in campionato. A causa degli infortuni, nell'ultimo periodo è mancata un po' di sana competizione interna, quella che fa sempre più forte una squadra".


English Version 

Load More