INTER-NAPOLI: 3-1, È VITTORIA ALLA PRIMA

Esordio nel 2011 e di Leonardo in panchina: si vince con la doppietta di Motta e il gol di Cambiasso

MILANO - Tre gol al Napoli che reagisce con uno. L'Inter apre il 2011 come i precedenti dieci anni, vincendo alla prima: alla prima del nuovo anno e alla prima di Leonardo. Il sogno dell'allenatore nerazzurro e quello di tutti i tifosi ha inizio.

Con ancora due partite da recuperare, ma con una coppa del mondo in più, l'Inter riprende la corsa-campionato pronta a dar battaglia alle prime posizioni della classifica. Questa sera, i cinque trofei sono esposti sul prato del 'Meazza' per ricordare un'annata indimenticabile, il 2010, e aprirne un'altra, con Leonardo, che sia ugualmente emozionante. Le emozioni le prime del 2011, partono in velocità: bastano tre minuti a Thiago Motta per portare l'Inter in vantaggio, ma il Napoli, si sa, non si arrende facilmente e con calma e Pazienza riporta il risultato sull'1-1. Pazienza invece non ne ha Cambiasso che al 37' , sul cross perfetto di Maicon, batte ancora De Sanctis. Ed è bello, bellissimo il gol che porta l'Inter al terzo gol, ma ancora di più lo è l'abbraccio tra il goleador di questa sera, Thiago Motta che fa doppietta al 55' e Leonardo che, dalla panchina, lo attende a braccia aperte.


PRIMO TEMPO - Per il suo debutto sulla panchina nerazzurra, Leonardo è costretto a rinunciare al bomber Eto'o, all'ultima giornata di squalifica, e a Coutinho, Sneijder e Julio Cesar, infortunati. C'è Castellazzi tra i pali e il principe Milito accanto a Pandev nell'attacco nerazzurro davanti a Stankovic. Parte dalla panchina Andrea Ranocchia. Nel Napoli, Campagnaro al posto di Grava.
Dopo un minuto di silenzio in memoria del militare italiano ucciso Matte Miotto in Afghanistan, il match ha inizio. E meglio non poteva iniziare per l'Inter che dopo soli 3 minuti di gioco passa in vantaggio con un sinistro al volo di Thiago Motta che batte De Sanctis nell'angolino basso, chiudendo la triangolazione iniziata con l'apertura di Pandev a centro area e il tocco perfetto di Stankovic.
Il Napoli può esultare 4' dopo, peccato il gol di Cavani sia annullato per il fuorigioco di Dossena sul calcio di punizione all'origine dell'azione. All'11 il fallo di Aronica regala un'occasione ai nerazzurri appena fuori dall'area di rigore: batte Motta, cerca il bis, la palla sorpassa la barriera, ma anche la traversa. Il pareggio del Napoli arriva al 25': su calcio d'angolo di Lavezzi, Pazienza sorprende l'intera difesa nerazzurra sul primo palo e di testa insacca per l'1-1. Al 33' è invece Maggio a sfiorare il raddoppio con la spaccata di Cavani e la ribattuta del numero 11 che sfila di pochissimo sul secondo palo. Ma il raddoppio lo sfiora anche l'Inter pochi istanti dopo, il traversone di Chivu dalla sinistra pesca Milito sotto porta, ma il principe in sforbiciata, a tu per tu con il portiere, non trova la rete. Aggressività, ritmo intenso e tanta grinta caratterizzano il gioco in campo al 'Meazza' e caratterizzano anche Esteban Cambiasso che, al 37', riporta l'Inter in vantaggio sfruttando alla perfezione il cross di Maicon dalla destra e battendo di testa De Sanctis. Rocchi concede un minuto di recupero, il portiere del Napoli non concede il tris all'Inter deviando sul fondo in qualche modo il destro di Stankovic dalla distanza.

SECONDO TEMPO - E' il Napoli ad attaccare per primo e lo fa, dopo 2' dall'inizio della ripresa, con il cross rasoterra di Cavani per Hamsik che anticipa Cordoba, ma manda fuori di pochissimo. L'Inter risponde con Zanetti prima, Cannavaro non concede nulla (4'), e Stankovic con un destro al volo alto sulla traversa (5'), ma è al 9' che il cross di Milito a centro area potrebbe significare il terzo gol per l'Inter, salvo la chiusura in corner di Maggio. Dall'angolo battuto da Pandev3, è splendido il tocco di testa di Thiago Motta che si stacca dalla marcatura e insacca per il 3-1. Il brasiliano fa doppietta e, davanti alla panchina, c'è Leonardo ad aspettarlo a braccia aperte per un abbraccio che, già si può dire, resterà tra le immagini più belle di questo 2011. Un gol ad Abu Dhabi e il capitano oggi ne cerca un copia, lanciando, come nella semifinale contro il Seognam un destro in velocità, dopo una splendida percussione, la palla però sfila sul secondo palo e termina sul fondo (25'). Al 31' Mazzarri ha esaurito i tre cambi; al 35', Leonardo fa il suo primo: fuori Stankovic, standing ovation per il Drago nerazzurro, dentro Mariga.
Dal 38' c'è Biabiany in campo al posto di Pandev e al 41' il pubblico del 'Meazza' è ancora tutto in piedi per dire grazie a Thiago Motta che lascia il posto in campo a Muntari. Il gioco prosegue nella fredda serata di San Siro riscaldanta da più di 60mila spettatori pronti a esultare per la prima vittoria del 2011, vittoria che arriva al 94' con il fischio finale di Rocchi. L'Inter riparte, lo fa vincendo con Leonardo: ora la classifica dice 26, ma la rincorsa è appena iniziata.

 

INTER-NAPOLI 3-1
Marcatori: 3' Thiago Motta, 25' Pazienza, 37' Cambiasso. 10' st Thiago Motta.

Inter: 12 Castellazzi; 13 Maicon, 6 Lucio, 2 Cordoba, 26 Chivu; 4 Zanetti, 19 Cambiasso, 8 Thiago Motta (42' st 11 Muntari); 5 Stankovic (35' st 17 Mariga); 27 Pandev, (38' st 88 Biabiany) 22 Milito.
A disposizione: 21 Orlandoni, 15 Ranocchia, 23 Materazzi, 39 Santon.
Allenatore: Leonardo.

Napoli: 26 De Sanctis; 14 Campagnaro, 28 Cannavaro, 6 Aronica; 11 Maggio, 23 Gargano (13' st 21 Yebda), 5 Pazienza (31' st 77 Sosa), 8 Dossena (21' st 18 Zuniga); 17 Hamsik, 22 Lavezzi; 7 Cavani.
A disposizone: 1 Iezzo, 2 Grava, 12 Dumitru, 13 Santacroce.
Allenatore: Walter Mazzarri.

Arbitro: Gianluca Rocchi di Firenze
Note. Ammoniti: 6' Chivu, 11' Aronica, 21' Zanetti, 23' st Campagnaro, 36' st Maicon. Recupero: 1'-4'. Spettatori 60.515


English Version 

Load More