Moratti: "Attenzione e piedi per terra"

MORATTI: "ATTENZIONE E PIEDI PER TERRA"

Le dichiarazioni del presidente a margine della consegna dell'Ambrogino d'Oro a Palazzo Marino

MILANO - A margine della consegna dell'Ambrogino d'Oro all'Inter, presso la sede dell'amministrazione civica di Milano, il presidente Massimo Moratti ha rilasciato una breve intervista ai giornalisti presenti.

Presidente: quale è stata l'immagine più bella che ha visto tra quelle del filmato che è andato in onda durante la consegna dell'Ambrogino d'Oro?

"Sono state tutte belle. Ogni vittoria è stata sudata, vissuta, emotivamente ricca e quindi tutte le vittorie sono state belle. Non voglio scegliere".

Un boato da parte dei presenti alla cerimonia per ogni giocatore ai quali è stata consegnata la pergamena, ma in particolare per Diego Milito...

"E' anche bene augurante, soprattutto per ricordarci che tutto il triplete ha avuto sempre la sua firma, quindi bisogna ricordare di che tipo di personaggio stiamo parlando".

Oggi non c'era Josè Mourinho: bisognerebbe mandare una pergamena anche a lui?

"Certamente, mi sembra sia giusto farlo e sia giusto sentirlo presente oggi, tanto quanto erano presenti tutti gli altri giocatori. Chissà che cosa avrebbe detto oggi... Comunque lo sentirò telefonicamente per confermargli ancora tutto il nostro affetto".

Capitolo campionato. Come arriva l'Inter a questa fase finale?

"Per me l'Inter ha fatto molto bene ultimamente. Credo che dal mese di gennaio in poi, la squadra abbia fatto veramente molto bene. Sono orgogliosissimo di quello che hanno fatto i giocatori e Leonardo, quindi spero che adesso si vada avanti con lo stesso passo perchè c'è anche la motivazione di sentirsi più vicini alla meta. Ci tengo a ringraziarli per quello che hanno saputo fare anche in un momento non semplice, come quello che abbiamo attraversato alla fine del 2010".

E' davvero possibile, secondo Moratti, rimontare questi 5 punti?

"Nel calcio è possibile tutto. E' possibile anche allontanarsi, dobbiamo fare molta attenzione e rimanere con i piedi per terra. Per ora, siamo a 5 punti di distanza, dobbiamo sperare di fare bene noi e che facciano un po' meno bene gli altri".

Il Milan però in attacco è fortissimo...

"Sì, ha fatto molto bene".

Ha pensato per chi tifare sabato sera tra Juventus e Milan?

"Me lo chiedono tutti, ma non ci ho ancora pensato...".

 

 

 

 

 


English Version 

Load More