Stramaccioni: "Sconfitta che non leva entusiasmo"

STRAMACCIONI: "SCONFITTA CHE NON LEVA ENTUSIASMO"

"Andiamo avanti a testa alta. Complimenti all'Atalanta ma alla mia Inter non è mancato carattere"

BERGAMO - "Era impensabile vincere tutte le partite...", sorride amaro Andrea Stramaccioni al termine di Atalanta-Inter. "Abbiamo avuto qualche disattenzione dietro ma l'Inter è comunque stata sempre pericolosa, ha giocato con un ritmo alto: non è una sconfitta che ci leva entusiasmo, andiamo avanti a testa alta".

Il tecnico nerazzurro prosegue poi così nell'analizzare la prima sconfitta esterna stagionale: "Abbiamo pagato l'avvio in cui l'Atalanta ha trovato gol su inserimento di Bonaventura, che abbiamo letto in ritardo, con un Consigli che dopo è stato bravo a tenere il risultato. Poi è arrivata la palla-gol di Denis, ma l'Inter stava facendo bene: purtroppo nel nostro momento migliore l'Atalanta ha trovato il secondo gol. Peccato: se non avessimo preso il terzo avremmo forse pareggiato, stavamo bene. Complimenti all'Atalanta".

A Stramaccioni viene chiesto un commento sulla direzione arbitrale, a partire dal rigore concesso all'Atalanta: "L'arbitro ha fischiato il rigore, era vicinissimo, l'ha vista così... non ho commentato a Torino figuriamoci ora... Comunque lo sapevo, l'avevo detto che questa era una gara dall'elevato coefficiente di difficoltà, complimenti all'Atalanta ma la mia Inter non meritava di perdere. In ogni caso rispettiamo il risultato del campo, ma io ho visto un'ottima Inter, con forza, voglia di giocare, di fare gol. Ma nei primi due gol abbiamo pagato qualche disattenzione, ci può stare... Però ripeto, non ho avuto la sensazione che l'Inter soffrisse l'Atalanta, l'Inter è stata sempre viva, con un pizzico di fortuna sarebbe finita diversamente. Errori individuali importanti? Ho visto errori di squadra, non errori individuali. Le scelte iniziali? Ho preferito tre centrocampisti a tre difensori. Oggi la coperta era un pochino corta, ma questo non deve essere un alibi". 


English Version  日本語版  Versión Española 

Load More