Primavera Cittadella-Inter 1-3

PRIMAVERA CITTADELLA-INTER 1-3

Tre punti meritati per la formazione di Cerrone: nel primo tempo a segno Puscas e Acampora (entrambi su rigore), poi Baldini sigla il terzo gol, prima della rete finale di Eulogi per i padroni di casa

CITTADELLA (PD) - Servivano tre punti, tre punti sono stati. La Primavera di Salvatore Cerrone si impone per 3-1 sul campo del Cittadella, al termine di una partita intensa, dove i veneti avrebbero forse meritato qualcosa di più dell'unico gol segnato. La prova dei nerazzurri è stata comunque buona, messa in discesa dai due rigore realizzati nel primo tempo (Puscas, Acampora) e assicurata dal bel gol di Baldini. Inutile la rete finale di Eulogi. In attesa di Milan-Chievo, i nerazzurri si portano a 33 punti in classifica, ormai pronti a interrompere il campionato per concentrarsi sugli imminenti ottavi di finale del Torneo di Viareggio.

CITTADELLA-INTER 1-3
Marcatori: 30' Puscas (rig.), 37' Acampora (rig.), 8'st Baldini, 38'st Eulogi

PRIMO TEMPO
: C'è da dire che il campo non aiuta, quest'oggi all' "Antistadio Tombolato". Il terreno di gioco si presenta in condizioni al limite del proibitivo, con entrambe le formazioni che riscontrano problemi nei dialoghi palla a terra. La prima occasione del match arriva al 14' per i padroni di casa, ed è clamorosa. Rubin vince un rimpallo sulla sinistra e crossa in mezzo, ma Bortoluz calcia incredibilmente alto da due passi. Complice un'indecisione di Sciacca che scivola, dopo pochi secondi è ancora la punta dei veneti a rendersi pericolosa, ma il suo mezzo esterno destro finisce fuori. I nerazzurri perdono qualche contrasto di troppo, sono troppo leggeri, ma si dimostrano comunque in crescita in fase di costruzione. Dialogano bene Mira, Dalla Riva e Dabo sulla laterale di sinistra e per vie centrali (vedi suggerimento di Mira e ottimo il taglio di Puscas, che però non riesce a calciare), ma al 25' è ancora 0-0. Cinque minuti dopo arriva la svolta: Acampora penetra dalla sinistra e viene atterrato: contatto non evidentissimo, ma il signor Bellotti fischia e indica il dischetto, è rigore. Puscas non si fa pregare e realizza il suo settimo gol in campionato. Alla mezz'ora è 1-0 per l'Inter. I padroni di casa provano a reagire, ma con poca incisività. La partita si fa molto più fisica, i contrasti e le mischie aumentano: ne fa le spese Lorenzo Paramatti, costretto a uscire al 35' per uno scontro che gli crea qualche problema fisico. Al suo posto Pinton, autore dell'1-0 contro il Brescia. Immediatamente dopo il cambio, Baldini scappa sulla sinistra e viene atterrato. Stavolta il rigore è netto, sul dischetto va Acampora che realizza il 2-0, siglando il suo primo gol in campionato: al 37' l'Inter raddoppia e mette in cassaforte la prima frazione di gioco. Doppio vantaggio rassicurante per gli ospiti, col Cittadella che non crea molto, non arrivando praticamente mai dalle parti di Ivusic, concedendo anzi qualche spazio in avanti all'Inter che preme, senza però riuscire a rendersi particolarmente pericolosa, eccezion fatta per un bel colpo di testa di Bigotto parato da Maggiotto. Il primo tempo si chiude quindi sul 2-0 per i ragazzi di Cerrone, che pur non avendo premuto troppo sull'acceleratore possono godere di un meritato doppio vantaggio.

SECONDO TEMPO: Dopo un'iniziale fase di studio, al 50' i padroni di casa si fanno vivi con Eulogi, che entra bene in area e scarica fuori di poco un bel sinistro. Il Cittadella è tornato in campo con convinzione e probabilmente meriterebbe di mettere a segno una marcatura, almeno stando alle occasioni create tra primo e secondo tempo. E' buona anche la risposta dell'Inter, con Mira che vede Baldini a sinistra, il laterale crossa benissimo ma Bigotto e Puscas non ci arrivano di poco. E' il preludio al terzo gol dei nerazzurri, ancora con Baldini, che dopo aver scambiato bene con Dalla Riva entra in area da sinistra e la piazza sul secondo palo alle spalle di Maggiotto. Primo gol in campionato per lui e terzo di giornata per l'Inter al 53'. Gli uomini di Cerrone non si vogliono fermare, come dimostrano il bel sinistro a giro di Mira e la pronta ribattuta di uno scatenato Baldini, sui quali la difesa veneta sbanda ma riesce a salvarsi in qualche modo. Nel calcio, come visto, sono i gol che contano e Bortoluz sbaglia il terzo di giornata giusto un paio di azioni dopo: forse complice un calo fisico dei padroni di casa, l'Inter è in crescita e domina, iniziando la ripresa col giusto piglio. Il Cittadella si affida a un assolo del suo capitano Rizzon, che ruba bene palla a Dalla Riva e rientra sul sinistro, ma il suo colpo da fuori area esce di non molto alla sinistra di Maniero. Al 60' la partita è viva e interessante: arriva una bella azione di marca nerazzurra, con l'ottima impostazione di Baldini e il bel taglio ad allargarsi di Bigotto. Palla coi tempi giusti, ma il sinistro della punta è a lato di poco. Mira crea altri problemi alla difesa veneta, Bigotto si vede annullare due gol, il neo entrato Capello va vicino al 4-0. L'Inter è in totale controllo della partita, Puscas viene lanciato a rete ma inspiegabilmente non serve Bigotto liberissimo a centro area, optando per un improbabile pallonetto. Gol sbagliato, gol subito, questa la fondamentale legge del calcio: poco dopo, infatti, Lucon serve Eulogi a centro area dopo un'ottima azione personale. La punta dei veneti non può proprio sbagliare e il Cittadella all' 83' sigla il suo primo, meritato, gol. Ci prova poi anche Zaniolo con un bel destro da fuori area, la palla non impensierisce Maniero, ma la conclusione è degna di nota. Un finale in crescendo al "Tombolato", occasioni da una parte e dall'altra: Bigotto (ottima la sua prova) si muove sontuosamente tra le linee, finta alla grande e serve Puscas che però spreca una buona chance per chiudere definitivamente la partita. Ma poco importa, perchè malgrado la reazione finale dei padroni di casa, i nerazzurri si impongono per 3-1 in un match che, come volevasi dimostrare, è stato tutt'altro che una passeggiata. Il Cittadella resta all'ultimo posto in classifica, per i ragazzi di Cerrone è la seconda vittoria di fila dopo quella contro il Brescia di settimana scorsa. Fantasmi di gennaio scacciati? Forse è ancora presto per dirlo, ma l'Inter è certamente in ripresa. Dopo il triplice fischio finale del signor Bellotti, la testa non può che andare già agli ottavi di finale Torneo di Viareggio.

CITTADELLA: Maggiotto; Rizzon, Colombara, Zanata, Campello; Xamin, Antonello (31'st Zaniolo), Rubin; Bizzotto (25'st Lucon); Bortoluz, Eulogi
A disposizione: Fasolo, Cecconello, Dalla Costa, Rossignoli, Furlan, Amato, Frimpong, Ziviani
Allenatore: Luigi Capuzzo

INTER: Maniero; Sciacca, Yao, Paramatti (35' Pinton), Dalla Riva; Baldini, Acampora (20'st Gaiola), Dabo, Mira (32'st Capello); Puscas, Bigotto
A disposizione: Ivusic, Dimarco, Palazzi, Ventre, Capello, Bonazzoli, Camara, Costa
Allenatore: Salvatore Cerrone

Arbitro: Bellotti (Verona)
Assistenti: Galetto, Baccini

Ammoniti: Dabo
Recupero: 2'+2'


English Version  Versi Bahasa Indonesia 

Load More