MAZZARRI "BUON APPROCCIO ALLA PARTITA"

"Abbiamo fatto un grande primo tempo, sono contento di come ha giocato la squadra, ha una consapevolezza diversa. Quest'oggi ci è mancato solo il gol"

ROMA - "Abbiamo fatto un grande primo tempo, ci è mancato solo il gol. Sono contento di come ha giocato la squadra su uno dei campi più difficili insieme a quello della Juventus. Siamo venuti qui a giocarcela, questo è un anno di costruzione, sono contento di come i ragazzi hanno approcciato la partita" così Walter Mazzarri al termine della partita contro la Roma.

"Sono soddisfatto per quanto fatto fino ad oggi, se guardiamo cosa abbiamo fatto sul campo da quando è iniziato il campionato siamo in credito di 5-6 punti, tante volte non siamo stati fortunati con gli episodi, abbiamo raccolto meno di quanto avremmo dovuto, mi viene in mente ad esempio la partita col Genoa o alcuni pareggi casalinghi.

Alvarez? A fine primo tempo è rientrato negli spogliatoi dicendomi di avere un problema, se lo portava dietro dalla partita con la Juve, allora ho iniziato a far scaldare Hernanes. Mi è spiaciuto levarlo perché stava giocando bene, ma non volevo correre il rischio che si rifacesse male.
Purtroppo col Torino mancherà Samuel, che è tornato a essere Samuel. Oggi però la squadra ha una consapevolezza diversa e riesce a fare le due fasi insieme.

Se si guardano le ultime partite in casa pareggiate, sono quelle dove basta un gol e le vinci, invece col Cagliari ad esempio abbiamo preso la traversa. Partite che sono state assedi con 14-15 calci d'angolo dove però non siamo riusciti a vincere. Ci è sempre mancata la zampata per metterla dentro, ma dal punto di vista del gioco la squadra sta facendo benissimo. 

Che obiettivi ci saranno per l'Inter della prossima stagione? Quest'anno serve a me per valutare questa rosa. I ragazzi me lo devono dimostrare, ogni partita è un dato in più e poi si tireranno le somme sulle riconferma prima e sul resto poi. Il nostro obiettivo ora è arrivare più in alto possibile. 

Ho messo Botta perchè ho visto che stavamo soffrendo un po' nella zona di De Rossi. Icardi ha cominciato a fare fatica, come Palacio, ho pensato che Botta fosse adatto a ripartire e a giocare tra le linee. Nelle altre partite ha fatto molto di più, oggi poteva creare più scompiglio anche grazie ai movimenti di Palacio e degli esterni. Icardi lo aveva fatto molto bene, ma aveva meno minuti nelle gambe, quindi era giusto lasciare dentro Palacio a fare quel lavoro.

Guarin è un giocatore che ogni tanto si prende qualche pausa, ma nelle ultime partite tutte le palle gol sono arrivate da lui. Ogni tanto perde qualche palla in più, oggi gli è mancato l'ultimo passaggio. E' fatto così, è uno di quei giocatori estrosi con cui stiamo lavorando per far sì che non abbia questi cali. Già quest'anno è migliorato molto, l'ho anche fatto giocare quasi da seconda punta. Va a strappi, oggi non ha avuto la fortuna di poter fare l'assist decisivo o di poter concludere in porta.

Sono favorevole a qualsiasi possibilità tecnologica che aiuti a far sì che le partite siano più regolari e che le decisioni dell'arbitro incidano il meno possibile. I direttori di gara dovrebbero influire sul risultato il meno possibile. Qualcosa che possa dare un contributo alla regolarità della partita lo vedo più che bene, per quanto non sia semplice, ma qualcosa si potrebbe fare.

Zanetti? Io l'ho fatto entrare al posto di Jonathan, avevo già mandato D'Ambrosio a scaldarsi, ma in una partita del genere in quei minuti mi serviva esperienza e mi è sembrato giusto scegliere lui. Così farò d'ora in avanti. D'Ambrosio oggi è stato fino all'ultimo in ballottaggio con Jonathan,  sta lavorando con noi dall'interno e sa che tipo di lavoro devono fare con me gli esterni.

Record delle 38 giornate senza rigori? Eh magari ci arriviamo..."(sorride, ndr).


English Version  Versi Bahasa Indonesia  Versión Española  日本語版 

INTERVISTA WALTER MAZZARRI POST ROMA-INTER

Load More