Mazzarri "Un grande secondo tempo"

MAZZARRI "UN GRANDE SECONDO TEMPO"

"Abbiamo colpito tantissimi pali quest'anno, è una stagione così, loro sono stati bravi a far gol nel primo tempo ma glielo abbiamo regalato. Il calcio è questo, oggi è andata così"

MILANO - "Sarebbe bastato marcare Bonaventura e non avremmo perso, ma anche se avessimo preso un punto solo, non si può pensare di iniziare il secondo tempo con così tante occasioni sprecate", così Walter Mazzarri al termine di Inter-Atalanta.

"Una squadra che non ha nulla da perdere e che gioca bene come l'Atalanta qualcosa può creare, l'Inter ha fatto un grande secondo tempo e come ci è capitato spesso sbagliamo troppo. Abbiamo colpito tantissimi pali quest'anno, è una stagione così, loro sono stati bravi a far gol nel primo tempo ma glielo abbiamo regalato. Il calcio è così, oggi è andata così.

La squadra avrebbe dovuto segnare subito nel secondo tempo, c'è bisogno di fare gol per vincere. Chi doveva marcare Bonaventura? Doveva essere un centrocampista ad andare in marcatura, ma non vi dico il nome. Ho fatto i cambi per provare a vincerla con calciatori freschi, dinamici e tecnici, mettendo Alvarez mezz'ala e Hernanes metodista davanti alla difesa, ero convinto di poterli schiacchiare. L'argentino era fresco, speravo di poter scardinare così l'Atalanta. 

La maglietta di Icardi? Quando giocavamo noi c'erano dei codici diversi, la società era diversa, se vuoi fare l'allenatore di questi tempi bisogna convivere con queste cose. I giovani di oggi sono un estratto della società, se dovessi star dietro a tutto quello che non mi piace, diventerei matto. Figuratevi che ai ragazzi dico sempre di non festeggiare per non perdere al concentrazione e non farsi rimontare... .

Icardi deve ancora trovare la forma miglior, convive ancora con qualche dolorino, ma sta crescendo, è un ottimo giocatore, davanti alla porta è abbastanza cinico e freddo".


Versi Bahasa Indonesia  日本語版  Versión Española  English Version 

INTERVISTA WALTER MAZZARRI POST INTER-ATALANTA

Load More