Mazzarri "Lavoriamo soprattutto su noi stessi, dobbiamo essere più cinici"

MAZZARRI "LAVORIAMO SOPRATTUTTO SU NOI STESSI, DOBBIAMO ESSERE PIÙ CINICI"

"L'andamento della partita lo abbiamo spesso deciso noi con un atteggiamento buono o meno buono. Ma io sono fiducioso, abbiamo lavorato sugli errori"

APPIANO GENTILE - "L'allenatore corregge gli errori di concetto, questo lo si fa sempre, per crescere, per migliorare. Poi ci sono errori che non c'entrano niente con l'organizzazione, in questi casi si parla a livello personale con i giocatori. Questa settimana, come facciamo sempre, abbiamo cercato di lavorare su tutti gli errori", ha spiegato Walter Mazzarri parlando di quanto è stato fatto in questi giorni per prepararsi al meglio alla sfida contro la Sampdoria, in uno stadio che è "una bolgia che spinge i giocatori".

"Molte volte - ha aggiunto il tecnico - ci ha tradito il risultato e a volte ci mettiamo del nostro con qualche errore banale. Però da un punto di vista generale il campo l'abbiamo sempre tenuto in un certo modo. Dobbiamo lavorare soprattutto su noi stessi, perché l'andamento della partita lo abbiamo spesso deciso noi con un atteggiamento buono o meno buono. Ma io sono fiducioso. A livello di prestazione credo che l'Inter sia pronta, anche se quest'anno ho visto tante partite particolari in cui si è sbagliato tanto. Dobbiamo essere più cinici".

Alcune domande, poi, su dei singoli giocatori: "Icardi atteso da un clima ostile a Genova? Lo stiamo facendo crescere, ora lui deve pensare solo a giocare e a quello che deve fare, in queste situazioni deve solo pensare a caricarsi, a giocare. Kovacic? E' un talento, è chiaro che è molto giovane, credo che abbia capito alcune cose su cui abbiamo lavorato tutto l'anno. E' migliorato nella conclusione, sull'ultimo passaggio, cresciuto sia in fase attiva che passiva, è un capitale dell'Inter, anche per il prossimo anno. D'Ambrosio? Il futuro è dalla sua parte, sta crescendo".

Una considerazione, quindi, anche sul momento calcistico italiano: "In questo momento bisogna prendere atto che c'è stata un po' di recessione in Italia rispetto all'estero. Bisogna avere un po' di pazienza e puntare sul lavoro perché non puoi prendere i top giocatori. Ma sono convinto che possiamo tornare a essere competitivi in questo modo. E probabilmente il destino della mia carriera è questo, ma non mi spaventa, mi gasa".

Al tecnico viene chiesto se lui sia mai intervenuto per scuotere la squadra come fatto da Sinisa Mihajlovic: "Ogni allenatore ha il suo modo di ragionare. Io non l'ho mai fatto ma magari ho fatto altri interventi, altre cose. Io comunque guardo a casa mia".

Ieri Mazzarri e la squadra hanno ricevuto la visita ad Appiano Gentile di Massimo Moratti, in proposito il tecnico ha sottolineato che è stato "un piacere che sia venuto qui il presidente onorario Moratti, ci siamo parlati come facciamo sempre, si sono fatte delle considerazioni ma rimangono tra di noi".



Versi Bahasa Indonesia  日本語版  English Version 

Live! Conferenza Mazzarri pre Sampdoria-Inter 12/04/2014 h. 12:30 CEST

Load More