INTER-LAZIO 4-1, IL TABELLINO

Nella notte di capitan Zanetti, la doppietta di Palacio, le reti di Icardi ed Hernanes portano i nerazzurri alla vittoria in un San Siro che è una bolgia

MILANO - La vittoria che il popolo nerazzurro sognava nella serata dell'addio di capitan Zanetti è arrivata, San Siro è un'esplosione di gioia: la doppietta di Palacio, la rete di Icardi e quella di Hernanes confezionano i tre punti, davanti agli occhi di Erick Thohir e Massimo Moratti. La notte potrà essere lunga e di festeggiamenti.

I tifosi sono in delirio per Zanetti e ogni dettaglio a San Siro rimanda al Capitano, dall'inizio alla fine, dalla gigantesca maglia a centrocampo a quelle pre-gare dei giocatori a lui dedicate, dai led di bordocampo alle immagini sul maxischermo. San Siro, il popolo nerazzurro, tutto il club, amano il Capitano. Perché c'è solo un Capitano! Canta tutto lo stadio.

Ma cominciamo dall'inizio, dalle scelte del tecnico per questa penultima partita del campionato. Contro la Lazio Mazzarri sceglie Ranocchia-Samuel-Rolando in difesa, centrocampo con Jonathan, Hernanes, Kuzmanovic, Kovacic, Nagatomo, in attacco Palacio e Icardi.
Lo stadio - praticamente esaurito - è una bolgia, ma purtroppo è la Lazio che si porta in vantaggio al 2', con un tocco sottomisura di Biava. Cinque minuti dopo, però, ci pensa Palacio a riportare la situazione in parità, servito da Kovacic. Ancora un sontuoso Kovacic confeziona poi l'assist meraviglia per il secondo gol nerazzurro, al 34', realizzato di destro da Icardi. Solo quattro minuti e Palacio realizza la rete del 3-1, servito da Nagatomo: l'abbraccio è subito per capitan Zanetti in panchina. Senza recupero si conclude 3-1 il primo tempo.

San Siro impazzisce, nel secondo tempo, al 7', arriva il momento dell'ingresso di Zanetti, il momento che tutti i nerazzurri aspettavano! Si batte il pugno sul petto, la gioia è immensa: inizia una partita nella partita, per la presenza numero 857 del Capitano. Pupi ha al braccio una fascia speciale, che riporta i nomi di tutti i compagni avuti in questa vita in nerazzurro. Al 9' miracolo di Handanovic, con Biava che quasi sfiora la doppietta di testa su un'azione improvvisa della Lazio. Al quarto d'ora si scalda Milito, pronto ad entrare, ed ecco che il "Meazza" si scalda ancora di più. Standing ovation anche per lui, mentre Samuel - altro pilastro del Triplete - lo aspetta in campo per condividere insieme questa notte speciale. La Lazio cerca di farsi pericolosa e a tratti ci riesce ma c'è Handanovic a dire no. Al 34' l'Inter cala poi il poker: a segnare alla sua ex squadra è Hernanes, con una improvvisa conclusione a giro: il brasiliano festeggia così la convocazione al Mondiale e si conclude con un netto 4-1 il confronto tra Inter e Lazio. Adesso si può festeggiare. Tutti insieme, sul campo. Un momento che resterà per sempre. Come il Capitano.



INTER-LAZIO 4-1
Marcatori: 2' Biava, 7' e 38' Palacio, 34' Icardi, 34' st Hernanes


INTER: 1 Handanovic; 23 Ranocchia, 25 Samuel, 35 Rolando; 2 Jonathan (7' st Zanetti), 88 Hernanes, 17 Kuzmanovic (29' st Taider), 10 Kovacic, 55 Nagatomo; 8 Palacio (20' st Milito), 9 Icardi
A disposizione: 12 Castellazzi, 30 Carrizo, 6 Andreolli, 14 Campagnaro, 33 D'Ambrosio, 11 Alvarez, 13 Guarin, 20 Botta
Allenatore: Walter Mazzarri

LAZIO: 1 Berisha; 20 Biava, 27 Cana, 3 Dias; 15 Gonzalez (1' st Ledesma), 23 Onazi (23' st Candreva), 5 Biglia, 17 Pereirinha; 7 Felipe Anderson (37' st Minala), 11 Klose, 14 Keita
A disposizione: 95 Strakosha, 55 Guerrieri, 2 Ciani, 16 Elez, 85 Novaretti, 6 Mauri, 48 Filippini, 60 Pollace, 34 Perea
Allenatore: Edy Reja

Arbitro: Massa

Note. Ammoniti: 30' Palacio, 1' st Onazi. Recupero: pt 0, st 3. Spettatori: 64.718


English Version  Versión Española  日本語版  Versi Bahasa Indonesia 

INTERVISTA WALTER MAZZARRI POST INTER-LAZIO

Load More