Inter batte Chievo: 7 su 7 per la Primavera

INTER BATTE CHIEVO: 7 SU 7 PER LA PRIMAVERA

Ennesimo successo per i ragazzi di Stefano Vecchi che in stagione sin qui hanno vinto tutte le partite. Decisivo ancora George Puscas

SESTO SAN GIOVANNI - Il derby già alle spalle. Così come i campioni d'Italia in carica. L'Inter Primavera non si ferma più. E batte per 1-0 il Chievo Verona in una partita intensa, fatta di un primo tempo equilibrato e un secondo in cui si è vista tutta la bravura dei ragazzi di Stefano Vecchi, con il solito Puscas che segna con una costanza impressionante. Un dato per tutti: l'attaccante romeno ha gonfiato la rete in tutte le partite in cui ha giocato. Regolarità, precisione, freddezza. Caratteristiche che fanno parte di questa squadra. 
 
I nerazzurri partono forte, come ormai d'abitudine al "Breda". Nei primi 10 minuti i nerazzurri spingono, soprattutto sull'asse Baldini-Steffé. Sono loro a innescare Puscas. Un tema che, nel primo tempo, si ripropone più volte. Al 3' proprio Steffé servito da Camara scatta sul filo del fuorigioco con un bel movimento. Il suo tiro viene respinto da Pasotti. Il Chievo Verona, campione d'Italia in carica, è una squadra compatta. Che riesce a respingere le folate dell'Inter e che prova a ripartire. Lo fa all'8' con Vincenzi che viene servito dalla destra da Depaoli. Il colpo di testa dell'attaccante del Chievo, però, va alto sopra Radu. Dicevamo, però, Baldini e Steffè per Puscas. E sono proprio loro tre tra il 15' e il 24' a creare altre due occasioni. Prima l'esterno serve al volo il romeno, ma il capocannoniere del girone viene anticipato all'ultimo. Poi, è Steffé a calciare da fuori area. Tiro contratto da Mansi, Pasotti comodo. Il ritmo cala e, sebbene l'Inter continui ad attaccare, non riesce a trovare lo spunto per l'1-0. Merito anche del Chievo, squadra esperta. Il finale proprio per gli ospiti con Bertoldi che arriva di gran carriera dalla sinistra e calcia forte. Il pallone però, anche in questo caso, non preoccupa Radu che lo accompagna fuori con lo sguardo. 
 
La ripresa si apre con l'Inter in avanti. Puscas ha voglia di segnare, di aggiungere numeri alle proprie statistiche. Al 49' Camara serve proprio il numero 9 nerazzurro. Botta al volo di sinistro, ma Pasotti si fa trovare pronto. Nulla può il portiere del Chievo al 52', quando Sciacca è bravissimo a servire di testa Puscas. Controllo di destro, tiro di sinistro. E gol. Ormai una dolce abitudine per romeno. Che è andato in rete in ogni partita giocata. È il momento decisivo del match. Camara spacca il campo al 59' con una delle sue accelerazioni e serve Ventre che si inserisce con tempismo, ma non è lucido quando si trova davanti al portiere e calcia male. Il Chievo, però, reagisce. E va vicino al pareggio al 60' con Ghirardi, abile a sfruttare un'indecisione Radu-Dimarco. L'esterno nerazzurro però, è rapido a recuperare ed a sventare il pericolo. Sull'asse Camara-Gnoukouri l'Inter va vicina al 2-0. Il cross del numero 10 mette in affanno Sbampato che rischia l'autogol. Spingono i nerazzurri che vogliono chiudere il match: ci prova Rocca al 79' dalla distanza. Il suo tiro d'esterno è bellissimo e Pasotti si deve impegnare in un volo plastico per respingere. Come logico, l'Inter ha più spazi a disposizione. Che Camara sfrutta ogni volta che può. È una ripetuta sfida tra l'esterno e la difesa degli ospiti. Che riesce, con fatica, a evitare più volte il 2-0. Ma poco importa perché l'Inter controlla il tentativo di forcing del Chievo e finsce così. Con un'altra vittoria, con la conferma del primato in classifica. 
 
 
INTER-CHIEVO VERONA: 1-0
Marcatori: Puscas (52')
 
INTER: 1 Radu; 2 Yao, 5 Sciacca, 6 Donkor, 3 Dimarco (84' Pinton); 8 Steffè (66' Rocca), 4 Dabo, 10 Gnoukouri; 7 Camara, 9 Puscas, 11 Baldini (55' Ventre)
A disposizione: 12 Costa, 13 Crosato, 14 Miangue, 16 Gyamfi, 18 Palazzi, 19 Bonetto, 21 Appiah, 22 Romney
Allenatore: Stefano Vecchi
 
CHIEVO VERONA: 1 Pasotti; 2 Bandini, 4 Mansi (62' Sbampato), 6 Crociati, 3 Bertoldi; 11 Vincenzi (60' Gallo), 5 Toskic (72' Maccari), 8 Damian; 7 Depaoli, 9 Ghirardi, 10 Yamga
A disposizione: 12 Bertasini, 14 Staghellini, 15 Bianchi, 16 Zamboni, 17 Favre, 18 Carraro, 20 Rossi
Allenatore: Lorenzo D'Anna
 
Ammoniti: Sbambato (70')
 
Arbitro: Alessandro Pietropaolo
Assistenti: Maurizio Loni, Andrea Bologna


日本語版  English Version  Versi Bahasa Indonesia 

Load More