ICARDI A INTERNOS: "ESSERE CAPITANO È UNA GRANDE SODDISFAZIONE"

L'attaccante nerazzurro a Inter Channel: "Siamo un gruppo molto unito. Il gol più importante? Alla Juventus"

APPIANO GENTILE - Mauro Icardi ha risposto alle domande arrivate per lui a InterNos. In studio con Roberto Scarpini e Nagaja Beccalossi, il centravanti nerazzurro ha raccontato di come ha "scoperto" di essere diventato il capitano dell'Inter: "Sinceramente quando sono arrivato non mi aspettavo di diventare capitano, ma solo di fare i gol. Poi quando è iniziato il campionato mi sono trovato la fascia nel mio posto in spogliatoio. Essere capitano di una squadra come l'Inter è una soddisfazione".

Da centravanti puro, Mauro sta diventando sempre più un uomo squadra: "Giocare per la squadra è quello che mi chiede il mister dal primo giorno, so che lo dice per il mio bene ed io mi metto a disposizione senza problemi. Il mio obiettivo è fare bene ogni anno, per un attaccante la felicità è fare gol".

La sconfitta con la Fiorentina ha cambiato qualcosa all'interno dello spogliatoio? "Siamo un gruppo molto unito, con la Fiorentina è stata una serata storta, noi dobbiamo continuare a fare quello che abbiamo fatto per le prime cinque giornate. Lavoriamo molto bene in settimana, dal primo all'ultimo. Vincere lo scudetto? L'ho già detto, parlarne adesso quando si vincono le partite è facile, bisogna vedere dove saremo a marzo... l'obiettivo di tutte le squadre è vincere".

Infine, tra i tanti centri in maglia nerazzurra, Icardi svela quello a cui è più legato: "Il gol più importante da quando sono all'Inter per me è stato quello a San Siro contro la Juventus".


Versi Bahasa Indonesia 

Load More