SPONSOR CHRISTMAS PARTY, LE DICHIARAZIONI DEI NERAZZURRI

Ecco le parole del vice president Javier Zanetti, Davide Santon, Marco Andreolli, Felipe Melo e Danilo D'Ambrosio a margine dell'evento organizzato per i partner nerazzurri

MILANO - In occasione della cena di Natale organizzata per i partner nerazzurri, il vice president Javier Zanetti e alcuni giocatori, presenti alla serata, hanno rilasciato dichiarazioni ai microfoni di Mediaset Premium.

Il primo è stato Davide Santon, al quale è stato chiesto un commento sulla vittoria contro il Genoa: "La strada è quella giusta, non è facile giocare tra sconfitte e vittorie ma è stata una partita importantissima. Dobbiamo riuscire a trovare continuità e affrontare la pausa per ripartire nel 2017 con un anno migliore. Il mister sta lavorando anche su questo perché la squadra c'è e i giocatori ci sono, le qualità le abbiamo. Mentalmente non siamo stati continui. Con le vittorie è tutto più facile. Veniamo da una vittoria importante, col Genoa non era facile, ora dobbiamo trovare continuità". Sugli obiettivi personali: "Spero di stare bene fisicamente e il resto verrà. Non mi pongo tanti obiettivi, non è il momento per farlo. L'obiettivo di squadra lo abbiamo e solo lavorando riusciremo ad arrivarci e spero che ci riusciremo tutti insieme".

Dopo Santon, è Marco Andreolli a prendere parola: "Erano importanti i tre punti, adesso bisogna continuare a lavorare bene e duramente per migliorare. Non abbiamo preso gol ed è importante anche se dobbiamo ancora migliorare alcune cose. Ci stiamo lavorando e il mister penserà al modulo migliore per la squadra. 2017 migliore? Mi auguro di sì, è stato un anno particolare, speriamo che il prossimo sia migliore. Ho recuperato quasi completamente serve ancora un po' di tempo e bisogna lavorare ma sono a completa disposizione. Chiudere l'anno con due vittorie sarebbe importante perché sappiamo di dover fare punti per risalire la classifica. Non dobbiamo fare errori e trovare la giusta fiducia".

Questo invece il commento del vice president Javier Zanetti: "Ci voleva la vittoria, contro il Genoa è stata una partita sofferta contro un'ottima squadra. Abbiamo saputo soffrire e i ragazzi hanno voluto vincere. In questo momento ci concentriamo sulle partite che mancano, vogliamo salire in classifica. Gabigol sta lavorando con grande umiltà. Si deciderà in società e col mister cosa fare per lui. Pioli ci tiene tantissimo a fare bene, sta dando la sua impronta e mi è piaciuto quello che ha detto ieri, che ci vogliono i fatti. Simeone? Ha espresso un suo desiderio ma da parte nostra non abiamo mai detto qualcosa di simile. Abbiamo un grandissimo allenatore che si chiama Stefano Pioli e con lui vogliamo costruire qualcosa di grande".

"L'atmosfera di Sassuolo dirà che dobbiamo vincere ancora. Il patto che abbiamo fatto è di lavorare tanto in ogni partita, lottare su ogni pallone e dare tutto per vincere. Spero di continuare ad aiutare la squadra, magari guadagnando più spazio, ma anche senza giocare voglio sempre dare il mio contributo e la mia esperienza. Sono felice di essere qui e l'importante è vincere" così invece Felipe Melo, che ha poi aggiunto: "Voglio continuare a lavorare e dare la mia esperienza. Cosa serve per guarire? Vincere, nient'altro".

Infine, ecco le dichiarazioni di Danilo D'Ambrosio: "Contro il Genoa è stata una vittoria importante, che vogliamo ci rilanci. Noi cerchiamo di dare il massimo, vogliamo lottare a testa alta per l'Inter. Cos'è cambiato con Pioli? Ogni allenatore ha i suoi metodi, lavoriamo molto di più per esempio sul lato fisico in questo momento. Indipendentemente dal modulo, quello che noi dobbiamo fare è seguire le indicazioni del mister e fare del nostro meglio. Gabigol? Il valore c'è, ma è normale che ci voglia un periodo di adattamento, giocare in Brasile é diverso. Obiettivo? Sempre arrivare in Champions, nonostante le difficoltà. Ci serve continuità, lavoriamo per questo".


English Version  Versi Bahasa Indonesia  Versión Española  日本語版 

Load More