L’INTER DEL TRIPLETE AL FESTIVAL DELLO SPORT DI TRENTO

Una rappresentanza della squadra alla prima edizione della kermesse organizzata da La Gazzetta dello Sport

1/15
L’Inter del Triplete al Festival dello Sport di Trento
L’Inter del Triplete al Festival dello Sport di Trento
L’Inter del Triplete al Festival dello Sport di Trento
L’Inter del Triplete al Festival dello Sport di Trento
L’Inter del Triplete al Festival dello Sport di Trento
L’Inter del Triplete al Festival dello Sport di Trento
L’Inter del Triplete al Festival dello Sport di Trento
L’Inter del Triplete al Festival dello Sport di Trento
L’Inter del Triplete al Festival dello Sport di Trento
L’Inter del Triplete al Festival dello Sport di Trento
L’Inter del Triplete al Festival dello Sport di Trento
L’Inter del Triplete al Festival dello Sport di Trento
L’Inter del Triplete al Festival dello Sport di Trento
L’Inter del Triplete al Festival dello Sport di Trento
L’Inter del Triplete al Festival dello Sport di Trento

TRENTO - Quella notte del 22 maggio del 2010 l'Inter scrisse una pagina di storia del calcio italiano ed europeo: primo - e unico - Club della Serie A capace di realizzare il Triplete. Oggi a Trento il record è stato nuovamente celebrato e raccontato al Festival dello Sport organizzato da La Gazzetta dello Sport.

Tanti i protagonisti di quella squadra presenti: Julio Cesar, Toldo, Orlandoni, Maicon, Materazzi, Milito e Zanetti, oggi vice presidente dei nerazzurri, accompagnati dall'allora presidente Massimo Moratti, Marco Branca, Tronchetti Provera e l'attuale CEO Alessandro Antonello.

Dal palco di Trento, è proprio Massimo Moratti a prendere la parola e raccontare cosa ha significato quella cavalcata storica: "C'era uno spirito di squadra che andava oltre il risultato in campo. Contro la Dinamo Kiev è stata una vera sliding door, tutto negli ultimi 5 minuti come sta facendo anche l'Inter attuale".

Sul palco, ad alzare ancora una volta la Champions League per il pubblico di Trento, Javier Zanetti: "Mourinho ci dava grande convinzione in tutto quello che facevamo, quello è stato il segreto del Triplete".

A radunare i campioni del passato è Francesco Toldo, responsabile del progetto Inter Forever: '"nter Forever è un'idea che nasce anni fa, all'Inter sono passati grandi campioni e abbiamo pensato che fosse una bella idea mantenere il senso di amicizia e appartenenza. Non è sempre facile radunare tanti campioni, ma abbiamo un legame con questi colori che sono vita e famiglia".

Il saluto è del CEO Alessandro Antonello: "Abbiamo una proprietà molto importante, porto i saluti anche di Steven Zhang. Siamo una grande famiglia con gli stessi valori e la stessa passione, non pensiate che la lontananza geografica a volte voglia dire distacco".


Versi Bahasa Indonesia  English Version  Versión Española  日本語版 

Load More