Candreva: "L'avevamo raddrizzata, c'è rammarico"

CANDREVA: "L'AVEVAMO RADDRIZZATA, C'È RAMMARICO"

L'esterno protagonista a Verona con un gol e l'autogol propiziato

VERONA - Un secondo tempo da assoluto protagonista: prima il gol del pareggio, poi il cross dal quale è nato l'autogol di Dimarco per il momentaneo. Antonio Candreva, nel post-partita a Inter TV, non nasconde il rammarico per i due punti sfumati nel finale di Verona-Inter: "Quando si pareggia si può fare sempre meglio. Il rammarico per non aver portato a casa i tre punti c'è. Avevamo raddrizzato una partita su un campo difficile, dove molte squadre hanno fatto fatica. Purtroppo sono sempre gli episodi a condannarci, ma ci sono cose da migliorare e sulle quali lavorare".

L'avvio complicato, poi un secondo tempo differente: "Prendendo gol quasi subito abbiamo sofferto per i primi 20’, le azioni però le abbiamo create. Nel secondo tempo abbiamo fatto noi la partita e meritavamo di chiuderla e vincerla".

Infine un'analisi sul nuovo assetto tattico dell'Inter post-lockdown: "Con la posizione più avanzata del trequartista, il mister ha chiesto agli esterni di entrare più in area. Capita di non avere la mezzala che si inserisce quindi sono gli esterni a dover riempire l'area di rigore".


中文版  English Version  Versi Bahasa Indonesia  日本語版  Versión Española 

Load More