MANCINI: "VIERI NON C'È, TOLDO GIOCA"

APPIANO GENTILE - Ecco la seconda parte della conferenza stampa di Roberto Mancini.

Che cosa deve fare l'Inter per recuperare il terreno perso in campionato?

"Occorre tranquillità, non dobbiamo avere timore di non riuscire a fare le cose bene. Abbiamo le qualità per cambiare questa situazione. Abbiamo passato un periodo un po' strano, in tutte le partite giocate avremmo potuto vincere sempre tranquillamente. La squadra ha sempre condotto le gare e, quasi sempre, meritava i tre punti. Credo che siamo nella stessa situazione di un attaccante che non fa gol, quando si sblocca prosegue alla grande. Sono stati commessi alcuni errori che possono capitare, forse li abbiamo pagati troppo cari per quello che abbiamo fatto. Ripeto: stiamo tranquilli consapevoli di essere una squadra forte, le cose cambieranno".

E' più influente la squalifica di Juan Sebastian Veron della sua....

"Questo è sicuro. Anche se Veron aveva comunque bisogno di un po' di riposo, è uno di quelli che ha giocato di più. Però abbiamo dei calciatori che possono sostituirlo senza problemi. Chi è più adatto? Veron ha caratteristiche differenti dagli altri, però abbiamo giocatori con caratteristiche tecniche importanti, ad esempio Emre".

Christian Vieri è disponibile?

"No, ha avuto un problema in allenamento l'altro giorno (ndr.: giovedì, leggero risentimento alla coscia). Non stava benissimo nè ieri nè oggi".

E Alberto Fontana?

"Ieri aveva qualche linea di febbre. Questa mattina è rimasto a casa. E' convocato, poi vediamo. In porta, comunque, domani torna Toldo, una decisione che ho preso a prescindere dalle condizioni di Fontana. Francesco mi sembra che stia decisamente meglio, poi tornerà a Firenze, lì è di casa e gli vogliono bene. Avrà stimoli positivi".

In futuro tra Toldo e Fontana ci sarà del normale turn over?

"Toldo è il portiere titolare dell'Inter e lo è sempre stato. Toldo però sa che Fontana è entrato in campo e ha fatto bene. Questo può essere di stimolo per un giocatore, soprattutto per un portiere. Avere uno stimolo in più aiuta a far meglio. Mi ha fatto molto piacere che Fontana abbia fatto sempre bene quando ha giocato, anche questo è un aspetto positivo che ora la squadra sa di avere".

Come sta Adriano?

"Adriano sta abbastanza bene , sono passati quattro giorni dalla partita di martedì".

Perchè non si è ancora deciso chi è l'ideale compagno d'attacco di Adriano?

"E' una cosa difficile da decidere, soprattutto quando si ha la possibilità di scegliere tra cinque giocatori con caratteristiche diverse e tutte importanti. Se poi si gioca ogni tre giorni serve anche dare riposo ai giocatori, è più difficile farlo in questo momento con Adriano perchè ogni volta che gioca fa gol. E' una fortuna avere cinque attaccanti così bravi, è chiaro che poi si pensa che quello che non ha giocato avrebbe potuto far meglio di quello che è sceso in campo. Tutti, quando sono stati utilizzati, hanno sempre fatto il loro dovere".


Carica altri risultati