AMBROGINO D'ORO 2005 A JAVIER ZANETTI

MILANO - Dopo Giacinto Facchetti, che venne premiato al termine della carriera di calciatore, questa mattina, al teatro "Dal Verme", un altro giocatore dell'Inter ha ricevuto l'Ambrogino d'Oro, la civica benemerenza del Comune di Milano che viene consegnata ogni anno nel giorno della festa del Patrono della città. Si tratta di un attestato molto importante e significativo, storico, attribuito a personaggi e associazioni che si sono distinti per il loro impegno. L'attestato è stato consegnato a Javier Zanetti dal Sindaco Gabriele Albertini. Il capitano è stato prima candidato e poi scelto per le attività della Fondazione P.U.P.I. che, partendo da Milano e con il primo sostegno da parte di tutto l'ambiente nerazzurro, è diventata in poco meno di tre anni un punto di riferimento internazionale e altamente credibile per il sostegno dei bambini più bisognosi d'Argentina.
Questa la motivazione dell'attestato consegnato a Javier Zanetti:

"La Fondazione P.U.P.I. è stata istituita dal calciatore argentino Javier Zanetti, capitano dell'Inter, e da sua moglie Paula. La coppia vive a Milano, dove si sente di casa. Zanetti è apprezzato per le sue doti sportive, ma anche umane e per le caratteristiche di lealtà e correttezza. Insieme con la moglie ha deciso di sostenere un'area estremamente povera dell'Argentina: con la fondazione i coniugi hanno creato uno spazio dove i bambini economicamente più disagiati e portatori di handicap ricevono con l'affetto, l'educazione indispensabile, quanto il cibo, alla loro crescita. La fondazione promuove anche un programma di attività sportiva che privilegia il calcio, come invito alla condivisione di obiettivi e valori".


Carica altri risultati