EMIRATES CUP: INTER-ARSENAL 1-2

Primo gol nerazzurro di Suazo, esordio di Chivu prima da terzino e poi da centrale. Rimonta inglese

LONDRA - Primo gol nerazzurro di David Suazo. Primi 90 minuti nell'Inter di Cristian Chivu: primo tempo da terzino sinistro, ripresa da centrale, ottima impressione. L'Inter perde anche la seconda partita nell'edizione 2007 dell'Emirates Cup, contro l'Arsenal che rimonta il vantaggio con Hleb e Van Persie e vince il trofeo del suo sponsor. Succede tutto nella ripresa, quando Roberto Mancini ha già modificato più volte la formazione, ma la prova dell'Inter è migliore rispetto al test contro il Valencia. Prossimo appuntamento inglese per i nerazzurri contro il Manchester United.

Inter.it vi propone la cronaca dell'incontro.

PRIMO TEMPO. Mancini propone subito Cristian Chivu, che solo ieri sera ha raggiunto il ritiro inglese. Il romeno gioca terzino sinistro. A destra spinge jolly Cesar. Walter Samuel torna al centro della difesa, ancora lavoro differenziato per Dejan Stankovic, riposo per Zlatan Ibrahimovic. In attacco il baby Mario Balotelli e David Suazo. Titolare per la prima volta anche Luis Jimenez, vertice alto del centrocampo. Inter parte con grande pressing, nel quale si distingue il giovane ungherese Attila Filkor. La prima conclusione è tuttavia dell'Arsenal, ma il destro di Eboue (8') finisce in tribuna. Ritmo mai eccessivo, gli inglesi palleggiano cercando sempre la giocata finale in verticale sfruttando al meglio le scorribande a sinistra di Hoyte. Nerazzurri più prudenti, ma anche subito più in partita rispetto alla gara col Valencia: provano a pungere con gli affondi di Suazo, che conquista punizioni. Dopo una fase di studio e di controllo, è super Julio Cesar (19') su un tiro al veleno, dal limite, di Van Persie: il brasiliano c'è e respinge allungandosi sulla propria destra. Al minuto 21 ci prova Chivu su punizione: sinistro altissimo. Si ripete Julio Cesar (27') su punizione diretta, da posizione angolatissima, di Van Persie, una palla toccata anche dalla mischia e respinta dal portiere accanto al primo palo. E' il momento più difficile per l'Inter, l'Arsenal preme e, per la terza volta (30'), Julio Cesar deve miracoleggiare su un tiro angolatissimo di Flamini. Problemi per la squadra di Mancini nell'impostazione dell'azione, il pressing inglese è alto e spinto, Jimenez fatica a innescare gli attaccanti. Arbitraggio approssimativo. Stadio ancora una volta contro Marco Materazzi: senza senso. Intervento in due tempi di Julio Cesar su conclusione velenosa e rimbalzante di Sagna (37'). Il primo tempo si conclude con una punizione sopra la traversa di Van Persie.

SECONDO TEMPO. All'inizio, quattro sostituzioni nell'Inter. In attacco Mancini propone la copia Adriano-Suazo. Chivu viene spostato al centro della difesa, con il baby Ivan Fatic terzino sinistro. A centrocampo si rivede Francesco Bolzoni: ora Santiago Solari fa il trequartista. Dopo 6 minuti esce Materazzi - che accusa un dolorino - ed entra un altro ragazzo della Primavera, Daniele Pedrelli. Cambia ancora la difesa: Fatic al centro della difesa, al fianco di Chivu, e Pedrelli terzino sinistro. Al minuto 7 è bravissimo Francesco Toldo a chiudere la strada a Van Persie, ostacolato anche da Chivu al momento del tiro ravvicinato. L'Arsenal, nell'occasione, invoca un rigore inesistente, ma può conteggiare la quarta palla-gol dell'incontro. L'Inter replica con il gol del vantaggio. Nasce sulla fascia destra, con un movimento senza palla e profondo di Cesar. Ricevuto il passaggio, l'esterno brasiliano disegna un cros perfetto con il sinistro. Suazo anticipa i due centrali inglesi (Toure e Gallas) e, con un potente e perfetto colpo di testa, segna: è il suo primo gol in maglia nerazzurra, è il minuto 17 della ripresa, la palla tocca il palo interno e s'infila. Dopo due minuti il bravissimo Van Persie invita alla conclusione Eboue: una nuova occasione sprecata dall'Arsenal, che però raggiunge il pareggio (22') con Hleb: primo tiro respinto benissimo da Toldo, ma sul secondo tentativo nulla può il portiere nerazzurro. Inedita difesa dell'Inter presa in contropiede dall'azione veloce, con uomo lasciato liberissimo in mezzo all'area, ma non bisogna dimenticare che è una formazione con 4 ragazzi della Primavera e molte soluzioni sperimentali (coppia centrale Chivu-Fatic, il centrocampista Pedrelli terzino sinistro). Ancora super Toldo (30') argina un'Arsenal che vuole regalare ai suoi tifosi la vittoria e, in una manciata di secondi, sfiora due volte il sorpasso. Infine, è Van Persie l'autore di un gol d'autore: lascia sul posto Pedrelli, sinistro-destro, conclusione impossibile da parare per Toldo: è 2-1 per l'Arsenal (39' st). Ed è anche il risultato finale, perchè Luis Figo di testa non trova la porta.

INTER: Julio Cesar (1' st Toldo); Cesar, Materazzi (7' st Pedrelli), Samuel (1' st Fatic), Chivu; Filkor, Dacourt, Solari (17' st Figo); Jimenez (1' st Bolzoni); Balotelli (1'st Adriano), Suazo.

In panchina: Filippini, Maxwell, Cruz.

Allenatore: Mancini.

ARSENAL: Lehmann; Sagna, K.Toure, Gallas, Hoyte (24' A.Traore); Eboue, Fabregas (37' st Denilson), Flamini, Gibbs (33' st Bendtner); Hleb, Van Persie.

In panchina: Fabianski, Diaby, Senderos, Clichy, Barazite, Lansbury, Randall, Murphy.

Allenatore: Wenger.

ARBITRO: Mark Halsey.

MARCATORI: 17' st Suazo, 22 st Hleb, 39' st Van Persie.

NOTE. Pomeriggio di sole, terreno in perfette condizioni. Stadio esaurito (60mila spettatori). Ammoniti: Materazzi (25' pt), Solari (28' pt), Samuel (42' pt). Calci d'angolo: 7-1 per l'Arsenal.


Carica altri risultati