TROFEO MORETTI: INTER-JUVENTUS 1-0

Vinto il triangolare grazie a una rete di Cesar che supera i bianconeri. Ottimi spunti di Adriano

NAPOLI - Rete di Cesar, vittoria sulla Juventus e trofeo "Birra Moretti" all'Inter. I nerazzurri tornano a vincere uno dei trofei dell'estate, che mancava dal 2002 (allora a Bari). Dopo i due gol al Napoli, alla squadra di Roberto Mancini basta una rete lampo del terzino brasiliano per superare il primo test con i bianconeri.

Dopo un minuto Inter in vantaggio: uno-due Cesar-Adriano-Cesar, rimpallo favorevole sul limite dell'area, il sinistro del terzino mancino non lascia possibilità di replica a Belardi. Mancini lo aveva detto ("non conta il risultato") e affronta il secondo test al "San Paolo" con 4 ragazzi della Primavera titolari contro la Juventus e una formazione completamente diversa rispetto alla prima, vincente esibizione col Napoli. Luis Jimenez gioca trequartista alle spalle di Cruz e Adriano. In difesa seconda prova per Rivas, che stavolta fa il centrale. Minuto 8 del primo mini tempo: ancora bravo Jimenez che cerca e trova lo spazio, conclusione forte respinta in tuffo dal portiere. Alto, invece, un tentativo di Santiago Solari. I nerazzurri si prendono il campo e giocano in sicurezza.

Si risveglia (15' p.m.t.) la Juventus: è attento e bravo Toldo a deviare sul palo un destro potentissimo di Zalayeta. Lampo di Adriano lanciano con il telecomando da Cesar: sinistro a fil di palo. Gara aperta, azioni da una parte e dall'altra. Cristiano Zanetti ci prova da ex, Toldo gli dice sempre no.

Tengono bene i baby nerazzurri, cresce Rivas (veloce e potente), sgabbia via appena può Jimenez che "lega" la squadra. Tanto lavoro in qualità per Solari e Cruz. La Juventus, più riposata tra la prima e la terza partita del triangolare, prende campo. Al minuto 7 del secondo mini tempo, ancora Inter con Adriano - tonico, ottimi assist - che serve Solari che crossa per Cruz, anticipato prima del colpo di testa decisivo. C'è una gran botta di Almiron, deviato strada facendo, e Toldo, con un gran balzo, firma la terza parata importante.  

Desenclos, protagonista di una buona prova, deve uscire per una distorsione alla caviglia destra. Entra un altro baby, Filippini. Dai 40 metri, Adriano alza la testa e scaglia il sinistro che fa male: Belardi ci arriva come può (17' s.m.t.). Per la cronaca, ammonito Solari per un fallo di mano. Per la storia dell'estate, partita e trofeo all'Inter.

INTER (45 minuti): Toldo; Desenclos (11' s.m.t. Filippini), Rivas, Fatic, Cesar; Filkor (18' s.m.t. Pedrelli), Bolzoni, Solari; Jimenez; Cruz, Adriano.


Carica altri risultati