CAGLIARI-INTER 2-1, PER IBRA RETE NUMERO 23

Ai nerazzurri manca un gol annullato a Luis Jimenez per un fallo inesistente di Cruz su Canini

CAGLIARI - Nell'ultimo appuntamento stagionale dell'Inter lontano dall "Meazza", i nerazzurri scendono in campo allo stadio 'Sant'Elia' da campioni d'Italia e con uno stato d'animo reso ancora più caldo dalla temperatura attestata intorno ai 29 gradi. Il Cagliari, dopo aver ottenuto la salvezza con largo anticipo, viene spento dopo 8 minuti di gioco dal 23esimo gol stagionale di un grande Ibra, ma trova poi il pareggio al 34' con la prima rete di Cossu e il definitvo vantaggio al 26' della ripresa con Robert Acquafresca. Ai nerazzurri, tuttavia, manca il gol annullato ad Jimenez, per un fallo precedente, ma in realtà insesistente, di Cruz su Canini.

PRIMO TEMPO - Per affrontare il Cagliari, Josè Mourinho schiera Toldo tra i pali dietro ai quattro della difesa che oggi vedono il ritorno tra i titolari di Davide Santon accanto a Burdisso, Materazzi e Chivu. A centrocampo, Muntari è rimpiazzato da Patrick Vieira con Cambiasso e Zanetti. Luis Jimenez, alla seconda partita da titolare dopo Siena-Inter del 20 dicembre scorso, è dietro alle due punte Ibrahimovic e Cruz.
Cagliari-Inter ha inizio dopo un minuto di silenzio per render omaggio alla memoria di Eugenio Bortolon, tifoso vicentito deceduto nella notte dopo essere caduto dagli spalti durante la partita Parma-Vicenza del campionato di Serie B.
L'Inter parte subito forte con un invito da Jimenez per Ibra che cerca il pallonetto davanti a Marchetti, ma la palla è larga (1'). Al 4' ci prova Jeda dal limite, la palla è centrale, Toldo para senza problemi. Al 6' punizione per la formazione sarda, ci prova Cossu di destro, ma la barriera nerazzurra respinge. All'8' Inter in vantaggio con Zlatan Ibrahimovic, che ubriaca i tre difensori rossoblù, di destro trafigge Marchetti e va a quota 23 reti in classifica capocannonieri. Al 16' progressione di Conti che avanza centralmente e da oltre 20 metri sbaglia a caricare il tiro mandando la palla altissima. Decisivo l'intervento sul primo palo di Toldo, al minuto 20, su una conclusione di esterno destro di Fini che il numero 1 in maglia gialla devia in angolo. Al 22' Cossu in percussione calcia di destro, ma ancora Toldo blocca al volo, agevolato dalla deviazione della sua difesa.
Con un attivissimo Luis Jimenez, i nerazzurri si propongono davanti a Marchetti con un cross di Vieira che attraversa tutto lo specchio della porta e termina sul fondo (28'); al 31' è proprio il centrocampista cileno a tentare la conclusione di destro, ma la palla è alta sopra la traversa. Al 34' il Cagliari pareggia grazie al primo gol in campionato di Cossu che sfrutta benissimo l'inserimento servitogli da Conti, fa finta di calciare davanti a Burdisso, smarca il difensore nerazzurro e, di sinistro, mette alle spalle di Toldo per l'1-1. L'Inter risponde al 38' con un gran tiro di Vieira di sinistro, dai 20 metri, che la deviazione di Pisanu porta in calcio d'angolo. Al 42' parata in acrobazia di Toldo sul colpo di testa di Jeda. Il primo tempo di Cagliari-Inter si chiude sull'1-1 senza recupero.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre senza nessuna sostutuzione e con l'Inter che parte in attacco con Ibrahimovic che, da posizione defilata, prova il rasoterra di sinistro parato a terra da Marchetti. All'7' intervento decisivo di Santon che libera la propria area dalla minaccia di Acquafresca e Jeda. All'11' il perfetto anticipo di Chivu su Conti evita il raddoppio rossoblù nell'azione costruita a partire dal cross di Cossu. Un minuto dopo (12') Ibra serve un pallonetto a Jimenez che va in gol a gioco fermo per la segnalazione del signor Calvarese che aveva fischiato un fallo di Cruz su Canini, in realtà inesistente: il difensore sardo, infatti, scivola in totale autonomia. Il caldo inizia a farsi sentire, e la partita prosegue su ritmi decisamente più blandi. Al 26' vantaggio del Cagliari con Acquafresca: cross di Biondini, colpo di testa vincente dell'attaccante rossoblù che, s batte Toldo per il 2-1. Alla mezz'ora Josè Mourinho sostituisce Chivu con Francesco Bolzoni, decretando l'esordio assoluto in Serie A del centrocampista appena ventenne. L'Inter sfiora il pareggio al 35' con Balotelli che colpisce il palo con un destro potentissimo dai 25 metri e al 38' con Vieira che, grazie la lavoro di Ibra, si trova il pallone sui piedi, ma perde tempo e permette ad Agostini di rubargli palla. Al 44' grande giocata di Ibra che servito da Mancini, si libera della fifesa avversaria con una colpo di tacco, ma il rasoterra termina alla destra di Marchetti. Al 45' ci prova Bolzoni con un destro di poco alto sulla traversa. Al 46' Mancini serve a Cambiasso la palla del pareggio, ma l'argentino è anticipato perfettamente da Cossu.
Dopo 5' di recupero, Cagliari-Inter si chiude sul 2-1, 4^ sconfitta stagionale dell'Inter che resta a 81 punti in classifica, dieci in più della coppia Milan-Juventus, e con lo scudetto numero 17 sul petto.

CAGLIARI-INTER 2-1
Marcatori: 8' Ibrahimovic, 34' Cossu, 26' st Acquafresca

Cagliari: 22 Marchetti; 14 Pisano, 6 Lopez (36' st 13 Astori) , 21 Canini, 31 Agostini; 23 Fini (17' st 10 Lazzari), 5 Conti, 18 Parola (10' st 8 Biondini); 7 Cossu; 9 Acquafresca, 27 Jeda;
A disposizione: 24 Lupatelli, 25 Matheu, 26 Mancosu, 30 Ragatzu;
All.: Massimiliano Allegri

Inter: 1 Toldo; 39 Santon, 16 Burdisso, 23 Materazzi, 26 Chivu (30' st 36 Bolzoni); 14 Vieira, 19 Cambiasso, 4 Zanetti; 11 Jimenez (22' st 33 Mancini) ; 8 Ibrahimovic, 9 Cruz (14' st 45 Balotelli);
A disposizione: 22 Orlandoni, 2 Cordoba, 21 Obinna, 25 Samuel;
All.: Josè Mourinho

Arbitro: Gianpaolo Calvarese (Sez. Teramo)
Note: temperatura calda, intorno ai 28° Ammoniti: 27' st Chivu. Tempi supplementari: 0-5'


Carica altri risultati