UCL INTER-DINAMO K.: 2-2, DEKI E SAMUEL IN GOL

Il serbo rimonta il vantaggio ucraino. Samuel pareggia uno sfortunato intervento difensivo di Lucio.

MILANO - L'Inter pareggia 2-2 con la Dinamo Kiev in una gara valida per il MatchDay 3 della Uefa Champions League 2009-2010. Mikhalik apre le marcature ucraine dopo 5 minuti di gioco, prima che Stankovic pareggi i conti e un intervento sfortunato di Lucio riporti la Dinamo in vantaggio. Nella ripresa il gol lampo di Samuel porta il risultato in parità. Dopo le numerose occasioni create dai nerazzurri, il gol nel recupero di Suazo sembra poter cambiare la gara, ma l'honduregno è in posizione irregolare e la rete è annullata.

PRIMO TEMPO - Con Balotelli squalificato e Milito non ancora al meglio della forma, Josè Mourinho si affida a Samuel Eto'o come unica punta davanti alla coppia Stankovic-Sneijder. Zanetti, Cambiasso e Muntari sono i tre del centrocampo mentre, di fronte a Julio Cesar i quattro della difesa sono Maicon, Lucio, Samuel e Chivu. Al minuto 3 prima grande occasione della Dinamo sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Milevskiy fa sponda per Yarmolenko che, appostato sul secondo palo, vede il pallone sfilargli tra i piedi e uscire sul fondo. Il gol del vantaggio ucraino arriva invece al 4': destro da fuori area, la difesa nerazzurra respinge confusamente, ne approfitta Mikhalik che batte Julio Cesar per l'1-0. Al 14' calcio di punizione a favore dei nerazzurri: batte Sneijder, Bogush recupera in presa alta, pochi istanti fallo Khacheridi atterra Eto'o al limite dell'area, Atkinson fa proseguire senza fischiare il fallo. Al 17' ci prova Stankovic con un destro potente ma impreciso che termina alla destra di Bogush. Nerazzurri nuovamente in avanti prima con il triangolo Sneijder-Cambiasso-Eto'o e con il camerunense lanciato a rete fermato in posizione irregolare al 20'. La Dinamo sfiora il raddoppio al 26' con il cross di Eremenko che trova Schevchenko pronto al colpo di testa, palla a lato di un soffio. Al 28' punizione per gli ucraini in seguito al fallo di Muntari, ma la barriera devia in corner. Sulla ripartenza nerazzurra, Yarmolenko disturba l'avanzata di Maicon, il terzino brasiliano cade a terra, per Atkinson è simulazione e cartellino giallo. 32: Stankovic aggancia la volo di destro e lancia un missile che Bogush respinge con i pugni. Al 34', Sneijder prova ad alzare il ritmo ma è messo a sedere da Almeida al centro dell'area, tutto regolare per Atkinson. Il pareggio nerazzurro arriva al 35' e porta la firma prestigiosa di Dejan Stankovic: dopo la magia di Genova, il centrocampista serbo ancora dalla distanza, approfitta dello spazio e, dopo l'assist di Lucio, con un tocco di destro davanti a Bogush in uscita infila il pallone in rete per l'1-1. La gioia nerazzurra dura appena 4 minuti: da un corner avversario, Milevskiy buca il pallone, Lucio è sfortunato nel rinvio e regala la rete del vantaggio alla Dinamo. Al 47' occasione per Sneijder che dopo il palleggio di Eto'o prova a lanciarsi a rete, ma il suo tocco è anticipato dall'intervento di Vukojevic. Dopo 3 minuti di recupero, squadre a riposo sull'1-2.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa, Mourinho sostituisce Muntari con David Suazo. Inter subito offensiva con il cross di Maicon che trova un prontissimo Cambiasso a prolungare verso la porta, ma Bogush devia in corner. Sugli sviluppi dell'angolo, battuta forte e tesa di Sneijder dalla destra, Samuel va incontro al pallone e gira di testa per il 2-2. Nerazzurri ancora pericolosi al 5' con un bellissimo invito di Sneijder per il salto di Suazo che impegna Bogush. All'11 il tiro insidioso di Stankovic sfila a un soffio dal portiere ucraino. Dal 18' la fiammata nerazzurra si accende con Eto'o: il camerunese crede nell'errore di Magrao e va incontro al pallone nella direzione opposta di Bogush, il rimpallo favorisce l'Inter che riprende palla con Chivu, il cross del rumeno dalla sinistra trova nuovamente Eto'o che ci prova al volo, ma Bogush è altrettanto lesto a respingere con una grande parata. Shevchenko al minuto 28' ha nei piedi la palla del vantaggio ucraino dopo un liscio di Lucio ma, solo davanti a Julio Cesar, colpisce il pallone di esterno destro e spedisce la palla sugli spalti. L'ex rossonero ci riprova al 31' su calcio di punizione, puntando direttamente Julio Cesar che para in tuffo. Al 35' Eto'o sfiora il vantaggio: su assist di Cambiasso, il numero 9 nerazzurro si libera in mezzo all'area, riesce trovare lo spazio per il tiro ma Bogush intuisce e para. La palla non entra in rete neanche al 40' quando Zanetti, in azione personale, guadagna l'area, crossa basso per Suazo che, in una posizione non semplice, prova a girarsi e tirare ma la palla termina fuori di un soffio. Il gol di Suazo annullato al 47' per fuorigioco è l'ultima emozione del match che si chiude così sul 2-2. Nell'altra gara del girone F, il Barcellona è sconfitto dal Rubin Kazan per 1-2.

INTER-DINAMO KIEV 2-2 
Marcatori: 5' Mikhalik, 35' Stankovic, 40' Lucio (auto), 2' st Samuel

Inter: 12 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 26 Chivu; 4 Zanetti, 19 Cambiasso (40' st 23 Materazzi), 11 Muntari (1' st 18 Suazo); 5 Stankovic (40' st 14 Vieira), 10 Sneijder; 9 Eto'o; 
A disposizione: 1 Toldo, 2 Cordoba, 30 Mancini, 39 Santon; 
Allenatore: José Mourinho.

Dinamo Kiev: 31 Bogush; 11 Eremenko, 34 Khacheridi, 44 Almeida, 21 Magrao (25' st 3 Betao); 17 Mikhalik, 36 Ninkovic (24'st 20 Gusev), 5 Vukojevic, 70 Yarmolenko; 7 Shevchenko, 10 Milevskiy (47' st 22 Kravets); 
A disposizione: 55 Rybka, 8 Aliyev, 25 Atanda, 79 Zozulia; 
Allenatore: Valery Gazzaev

Arbitro: Martin Atkinson (Inghilterra) 
Ammoniti: 24' Stankovic, 29' Maicon, 31' Almeida, 8' st Chivu, 17' Shevchenko, 25' st Milevskiy, 37' st Vukojevic, 39' st Zanetti.
Tempi supplementari: 3'-4'


Carica altri risultati