UCL,INTER-RUBIN K.:2-0, NERAZZURRI AGLI OTTAVI

Prova straordinaria dei ragazzi di Josè Mourinho che vincono con le reti di Eto'o e Balotelli

MILANO - Inter batte Rubin Kazan 2-0 nel matchday 6 della nUefa Champions League '09-'10 e conquista così l'accesso agli ottavi di finale. A quota 9 punti nella classifica del Girone F, i nerazzurri proseguono il loro cammino in Europa; nell'altra partita del gruppo termina 1-2 traDinamo Kiev e Barcellona, blaugrana alla guida del gruppo con 11 punti.

L'Inter vuole vincere. Lo dimostra l'undici iniziale d'attacco schierato da Josè Mourinho e lo dimostra la forza di un gruppo che contro i campioni di Russia mette in campo determinazione, forza e potenza. C'è tutto questo nel gol del vantaggio nerazzurro, costruito da un combattente Zanetti, dalla genialità di Balotelli e dalla qualità di Eto'o, e nella rete del raddoppio firmata da un SuperMario capace di stordire Ryzhikov con un bolide su calcio di punizione. Sul finale di gara, è il palo a negare a Sneijder la gioia del terzo gol.

PRIMO TEMPO - Per l'ultima gara del Girone F della Uefa Champions League, Josè Mourinho schiera un'Inter offensiva: con Julio Cesar tra i pali, davanti alla difesa composta da Maicon, Lucio, Samuel e Zanetti, spazio a Stankovic e Thiago Motta arretrati rispetto al trio Sneijder-Balotelli- Eto'o, Milito è l'unica punta. Berdiyev risponde con il tridente composto da Ryazantsev, Dominguez e Karadeniz.
Maicon spinge sulla fascia destra e, grazie al contributo di Eto'o, si rende protagonista dei primi movimenti offensivi nerazzurri ed è sempre il terzino brasiliano a guadagnarsi il primo calcio d'angolo al 7'. Pochi istanti dopo Balotelli riceve sui piedi da Milito, ma la conclusione dell'attaccante diciannovenne è troppo centrale per impensierire Ryzhikov. Dal 14', Samuel è a terra per dei problemi muscolari, al suo posto entra in campo Ivan Cordoba. Al 18' Julio Cesar, decisivo già in due occasioni, devia in corner la conclusione di Karadeniz. Al 20' un bruttissimo fallo di Kaleshin spegne il contropiede in velocità di Balotelli, per Vink tutto regolare. Al 26' calcio di punizione a favore del Rubin, batte Dominguez, palla direttamente tra le braccia di Julio Cesar. Il vantaggio nerazzurro arriva al 31' con un'azione bellissima costruita con la tenacia di capitan Zanetti alla sua 147esima partita consecutiva tra campionato e coppe; dopo aver mantenuto palla sotto l'incessante pressing avversario, infatti, è il capitano ad appoggiare per Balotelli che, con un colpo di tacco, serve Eto'o più arretrato che di potenza batte Ryzhikov per l'1-0. Al 42' è ancora Zanetti il protagonista con una ripartenza in velocità ce permette a Sneijder di finalizzare con una conclusione di destro dalla distanza che termina di poco alta sulla traversa. Sullo scadere del tempo supplementare concesso da Vink (2'), ci vuole un miracolo di Ryzhikov per respingere il bolide di Maicon dalla distanza dopo il passaggio all'indietro di Eto'o.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre senza cambi e con l'occasione per il Rubin al minuto 5 con Karadeniz che ci prova dal limite calciando il pallone di un soffio a lato. Russi ancora pericolosi al 7', il tocco di Julio Cesar a prolungare il traversone, però, spiazza Karadeniz in procinto di tirare. Al 13' Balotelli prova la conclusione dalla distanza con un destro a giro che si alza sopra la testa di Ryzhikov; prova la conclusione con un tocco preciso ma poco potente, dopo l'assist di Milito, anche Cambiasso, neo entrato al posto di Stankovic. Al 15' buona occasione per Balotelli dopo la giocata in area di Milito, il diagonale di Super Mario sfila sul secondo palo. Rubin in area nerazzurra con Dominguez neutralizato dalla bella parata di Julio Cesar. Ed è un Super Mario quello che al 19' spiazza Ryzhikov, su calcio di punizione da circa 35 metri, con un destro potentissimo che il portiere russo non riesce neanche a vedere. Inter 2, Rubin 0. I nerazzurri sfiorano il tris al minuto 21 con un cross basso di Milito a centro area per Balotelli che non riesce a raccogliere di pochissimo. Il Rubin prova a rispondere al 25' con Semak che serve Noboa smarcato, l'ecuadoregno prova il rasoterra, ma la palla sfila a lato. L'Inter non si arrende e al 27' è il palo a negare, dopo il lavoro combinato di Balotelli e Milito, a Sneijder la gioia del terzo gol. Al 31' Balotelli lascia il posto in campo a Sulley Muntari. E dopo il calcio di punizione conquistato con mestiere da Cambiasso al 47 e calciato da Muntari, Vink fischia la fine del match. Inter batte Rubin 2-0, raggiunge quota 9 punti nella classifica del Girone F della Uefa Champions League '09-'10 e si qualifica agli ottavi di finale. Nello stesso gruppo passa anche il Barcellona.

INTER-RUBIN KAZAN 2-0
Marcatori: 31' Eto'o, 19' st Balotelli

Inter: 12 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel (15' 2 Cordoba), 4 Zanetti; 5 Stankovic (7' st 19 Cambiasso), 8 Thiago Motta; 10 Sneijder, 45 Balotelli (31' st 11 Muntari), 9 Eto'o; 22 Milito;
A disposizione: 1 Toldo, 14 Vieira, 23 Materazzi;
Allenatore: José Mourinho

Rubin Kazan: 77 Ryzhikov; 9 Salukvadze, 24 Popov, 4 Cesar Navas, 19 Kaleshin; 7 Semak, 42 Murawski, 16 Noboa (36' st 5 Bystrov); 15 Ryazantsev (39' st 23 Baliaykin), 10 Dominguez, 61 Karadeniz (29' st 88 Kasaev);
A disposizione: 29 Revishili, 3 Ansaldi, 32 Gorbanets, 6 Sibaya;
Allenatore: Kurban Berdiyev

Arbitro: Pieter VINK (Olanda)
Note. Ammoniti: 28' Murawski, 43' Cesar Navas, 1'st Balotelli, 23' st Lucio. Tempi supplementari: 2'-3'
Spettatori: 49.539


Carica altri risultati