INTER-SIENA: 4-3, LA RIMONTA NERAZZURRA

Partita incredibile al "Meazza": in svantaggio 2-3, risultato ribaltato grazie a Sneijder e Samuel

MILANO - L'Inter, campione d'inverno dimostra il suo valore, mette in campo lo spirito, il cuore e batte 4-3 il Siena nell'anticipo della 19^ giornata della Serie A Tim 2009-2010, ultima gara del girone di andata.

Inter e Siena è un testa-coda, principio e fine della classifica di serie A con 30 i punti di differenza, ma anche il match in scena al 'Meazza' è una rincorsa senza fine: nel primo tempo, al tiro dalla distanza di Maccarone, risponde il capolavoro di Milito; alla punizione infallibile di Sneijder, il lampo di Ekdal. Nella ripresa, Siena nuovamente in vantaggio, doppietta Maccarone, ma la parola fine è lontana, l'Inter non si arrende e, al 40', è ancora un calcio di punizione di Sneijder a riportare il risultato in parità prima del definitivo vantaggio nerazzurro siglato Samuel che fa esplodere la gioia nerazzurra.

PRIMO TEMPO - Per la prima gara casalinga del 2010, Con Chivu e Santon infortunati, Josè Mourinho schiera Zanetti come terzino sinistro accanto a Cordoba e Lucio, coppia centrale, e Maicon sulla destra. Centrocampo affidato a Stankovic e Thiago Motta, arretrati rispetto a Quaresma, Sneijder e Pandev. Milito unica punta, Julio Cesar tra i pali. A disposizione in panchina, oltre a Marko Arnautovic, quattro ragazzi della Primavera dell'Inter: Stevanovic, Donati, Alibec e Crisetig.
Il primo spunto nerazzurro arriva al minuto 5 con Quaresma che raccoglie l'apertura di Pandev e guadagna l'area avversaria, chiuso in ultimo dall'attacco di Rosi, mentre al 7' è Sneijder, servito da Milito, a proporsi pericolosamente di fronte a Curci, Cribari è bravo ad anticipare la conclusione dell'olandese in scivolata. All'8, Pandev, alla 2^ presenza da titolare, conclude a rete ma il portiere bianconero para in tuffo; un minuto dopo, è ancora il macedone a sfruttare l'assist di Maicon e a sfiorare il vantaggio con un diagonale sul quale Curci compie un vero e proprio miracolo. Ma al 18' è il Siena a passare in vantaggio con il tiro da circa 30 metri di Maccarone sul quale nulla può Julio Cesar. L'Inter risponde al 21': il colpo di tacco di Stankovic innesca l'avanzata devastante di Maicon che conclude con l'esterno destro, ma la palla termina a lato. E' al 24' che inizia lo spettacolo firmato Milito: dal lancio lungo di Sneijder, il principe aggira Cribari e con il collo del piede lancia un destro teso che neutralizza Curci per l'l-1. Al 34' il fallo di Rosi su Stankovic regala ai nerazzurri un calcio di punizione dal limite: Sneijder sul pallone non sbaglia e, da vero fuoriclasse, batte Curci con un destro perfetto dedicato a Cristian Chivu. Non c'è tempo per festeggiare, il Siena infatti trova il gol del pareggio: Reginaldo pesca Ekdal a centro area, l'ex giocatore della Juventus beffa Julio Cesar, in uscita, e riporta il risultato in parità. Dopo un minuto di recupero, squadre a riposo sull'1-1.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre con Samuel al posto di Quaresma, l'argentino va a fare coppia con Lucio al centro della difesa, mentre, nel Siena, Curci lascia il posto a Pegolo. Appena prima del fischio d'inizio di Peruzzo, Stankovic non ce la fa, al suo posto spazio a Marko Arnautovic.
Al minuto 6 è Sneijder a provarci con un tiro dalla distanza, Pegolo respinge, la palla arriva ad Arnautovic che prova a rimettere in mezzo, ma il portiere bianconero si distende nuovamente a terra e blocca il pallone. Al 9' buona occasione per Milito che solo davanti al portiere si vede respingere palla di testa da Pegolo, prima di toccarla. Al 15' buon inserimento del Principe, che crossa rasoterra dalla destra ma il secondo portiere del Siena intercetta palla. Al 18' grande opportunità di Vergassola, il capitano bianconero sfrutta l'incertezza di Maicon e, servito da Jajalo, prova il tiro dalla distanza. Il tris del Siena arriva al 20': Ekdal tocca per Reginaldo, il brasiliano crossa per Maccarone che al volo spiazza Julio Cesar per il 2-3. Dopo 2 minuti, Mourinho sostituisce Thiago Motta con Alen Stevanovic. Al 28' Arnautovic, servito da Pandev, prova la conclusione ma il tiro è altissimo. L'Inter assedia la porta di Pegolo, al 40' Pandev ci prova dalla distanza, ma la palla termina tra le braccia del portiere. Non accade lo stesso al 43', quando il risultato si sblocca grazie al gol in rimonta di Wesley Sneijder su calcio di punizione. Inter e Siena torna in parità (3-3) grazie alla prima doppietta dell'olandese nella Serie A italiana. Ma l'Inter vuole vincere e ribalta il risultato con il piatto di Samuel: Pandev lo serve in area e l'argentino trafigge Pegolo. Dopo 4 minuti di recupero, Inter batte Siena 4-3 e vola a 45 punti in classifica.

INTER-SIENA 4-3
Marcatori
: 18' Maccarone, 24' Milito, 36' Sneijder, 38' Ekdal, 20' st Maccarone, 43' st Sneijder, 48' st Samuel

Inter: 12 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 2 Cordoba, 4 Zanetti; 5 Stankovic (1' st 89 Arnautovic), 8 Thiago Motta (22' st 28 Stevanovic); 7 Quaresma (1' st 25 Samuel), 10 Sneijder, 27 Pandev; 22 Milito,
A disposizione: 1 Toldo, 25 Samuel, 29 Donati, 31 Alibec, 48 Crisetig;
Allenatore: José Mourinho

Siena: 85 Curci (1' st 31 Pegolo); 87 Rosi, 29 Cribari, 15 Brandao, 3 Del Grosso; 8 Vergassola, 10 Codrea, 12 Ekdal (36' st 23 Jarolim); 7 Reginaldo (27' st 17 Fini), 32 Maccarone, 24 Jajalo;
A disposizione: 6 Terzi, 9 Paolucci, 11 Calaiò, 21 Rossi;
Allenatore: Alberto Malesani

Arbitro: Peruzzo di Schio
Note. Ammmoniti: 41' Stankovic, 30' st Sneijder, 45' st Codrea, 48' st Samuel. Espulsi: 49' st Cribari. Tempi supplementari: 1'-4'. Spettatori: 52.979


Carica altri risultati