OSCAR AIC 2009: É TRIONFO NERAZZURRO

Inter miglior squadra, Mourinho miglior tecnico, Milito cannoniere '09, Julio Cesar miglior portiere

MILANO - E' il trionfo dell'Inter agli Oscar del Calcio italiano, con tre nerazzurri - José Mourinho, Diego Milito e Julio Cesar - premiati questa sera al Gran Gala tenutosi all'Auditorium di Milano. Vincitrice anche l'Inter in generale, perché eletta miglior squadra del 2009.

Nel consueto appuntamento degli Oscar del calcio, arrivato alla sua tredicesima edizione e organizzato da AIC (Associazione Italiana Calciatori), Media Project e Sportitalia, in cui vengono premiati i migliori calciatori, allenatori e arbitri del campionato di calcio italiano dell'anno, ad ottenere il maggior consenso di tutti i giocatori di serie A votanti sono stati: José Mourinho come miglior allenatore dell'anno; Diego Milito che ha ricevuto un doppio riconoscimento: miglior cannoniere 2009 e giocatore più amato dai tifosi; e infine Julio Cesar, premiato come miglior portiere 2009.

A ritirare il premio all'Inter come miglior squadra dell'anno il presidente Massimo Moratti: "Mi fa molto piacere che la squadra abbia il carattere che ha, immenso, e che sia professionalmente di altissimo livello, a partire dall'allenatore che è il più grandre professionista che io abbia mai conosciuto, e non solo nel mondo del calcio. Spero che continui a vincere. E' un vero piacere lavorare con lui". Il presidente ha poi espresso grande soddisfazione per i premi ricevuti da Diego Milito: "Sono molto contento che Milito sia stato premiato. Spero che l'anno prossimo vinca ancora. Tutti gli vogliono bene e lo stimiamo molto". Moratti ha quindi concluso il proprio intervento con un ringraziamento a Zlatan Ibrahimovic, presente in sala, per le tre straordinarie stagioni vissute in maglia nerazzurra: "Per noi Ibra è stato una realtà grandissima. Rimarrà sempre nel nostro cuore. Gli auguro di fare molto bene con tutti, tranne che contro noi, casomai ci dovessimo affrontare di nuovo. In Champions League, quando ci siamo incontrati la seconda volta, è stato bravo a non giocare...(ndr.: sorride)".

"Speriamo di continuare a fare tanti gol anche nel 2010. Sicuramente devo condividere questo premio con i miei compagni: quelli del Genoa, e ora quelli dell'Inter, perchè a calcio non si gioca da soli. Se io ho segnato tanto è anche grazie a loro che mi hanno messo in condizione di farlo". Queste le parole di Diego Milito al momento della premiazione come miglior cannoniere del 2009. Il bomber argentino ha poi voluto dedicare alla propria famiglia il riconoscimento ricevuto come calciatore più amato dal pubblico: "Ringrazio tutto il pubblico e vorrei condividere questo premio con mia moglie Sofia, con mio figlio e con mia figlia che nascerà a breve". Infine, una battuta del Principe sul derby di domenica: "Non temiamo il Milan. Stanno attraversando un periodo di particolare forma, ma l'Inter non ha paura di nessuno".

La parola è quindi passata a José Mourinho che, dopo un ringraziamento al presidente Moratti per l'attestato di stima ("Ringrazio il presidente Moratti e concordo pienamente con lui quando dice che dobbiamo continuare a vincere"), ha approfittato della presenza all'Auditorium del presidente della Lega Calcio Maurizio Beretta per avanzargli, con il sorriso sulle labbra, una singolare richiesta: "Approfitto della presenza di Beretta per fare come Galliani: presidente, Eto'o è impegnato in Coppa d'Africa, abbiamo quattro giocatori infortunati, potremmo non giocare il derby domenica? (ndr.: risata generale)". Il tecnico portoghese ha quindi ringraziato per il premio come miglior allenatore del 2009 assegnatogli dai calciatori: "Questo riconoscimento ha un significato unico perchè è la prima volta che mi viene dato un premio che è conseguenza dei voti dei giocatori. Calciatori di altre squadre, che ringrazio vivamente, ma soprattutto ringrazio i miei giocatori che nella passata stagione hanno corso per me, e tutti quelli che corrono per me oggi". Mourinho infine ha concluso il proprio intervento con una battuta su un altro dei premiati, l'arbitro internazionale Roberto Rosetti, che per Mourinho ha speso dalla platea parole di stima: "Gli faccio anch'io i complimenti - ha detto l'allenatore dell'Inter -, anche se ha sbagliato contro di noi, resta il migliore".   

 

 


Carica altri risultati