INTER-MILAN: 2-0, NEL SEGNO DI MILITO E PANDEV

E' il trionfo del carattere dei nerazzurri: rimasti in 9, ma lo stesso più forti di tutto e tutti

MILANO - Finisce 2-0, e con l'Inter addirittura in nove uomini, il confronto con il Milan, posticipo serale della 21^ giornata della Serie A Tim 2009-2010, seconda gara del girone di ritorno.
Gara intensa e mozzafiato quella di scena in un infuocato stadio 'Giuseppe Meazza', tutto esaurito per il derby di Milano numero 274, in mondovisione, con oltre 2 miliardi di telespettatori. L'Inter parte fortissima, tanto che al 10' arriva subito il vantaggio: è Milito ad aprire le marcature con un sinistro imprendibile. Per i nerazzurri, però, la gara si complica poco prima della mezzora, con una decisione dell'arbitro Rocchi che condiziona pesantemente il resto del match. Al 26', infatti, l'Inter rimane in dieci dopo la scelta incredibile del direttore di gara di espellere Sneijder, ritenuto colpevole di averlo irriso con un applauso nel momento in cui Lucio viene ammonito per simulazione in maniera ancor più incredibile. Nonostante l'inferiorità numerica, il primo tempo si chiude comunque con i nerazzurri in vantaggio. La ripresa è all'insegna dell'assedio rossonero, eppure l'Inter riesce nell'impresa del raddoppio: il merito è di Pandev, che su punizione castiga il Milan al 20'. Durante il recupero il Milan si guadagna un rigore, ma Julio Cesar annienta le velleità rossonere respingendo il tiro dal dischetto di Ronaldinho. Il match termina così con la vittoria dell'Inter per 2-0 e l'orgoglio di aver dato prova di un carattere immenso.

PRIMO TEMPO - Per la seconda gara del girone di ritorno della Serie A Tim 2009-2010, con Eto'o ancora impegnato in Coppa d'Africa e Stankovic out per infortunio, José Mourinho sceglie Santon come laterale sinistro per completare la difesa composta da Maicon, Lucio e Samuel davanti a Julio Cesar. Centrocampo a rombo con capitan Zanetti, Cambiasso e Muntari, con Sneijder dietro alle punte Milito e Pandev. Balotelli si accomoda in panchina, pronto a subentrare.
Caldissima l'atmosfera al 'Meazza', con i nerazzurri che si fanno subito pericolosi dopo appena due minuti con un palo di Sneijder. All'8' è di nuovo l'olandese a mettere in difficoltà la difesa del Milan, ma Dida respinge di piede come può. Ma al terzo assalto nerazzurro il Milan crolla: al 10' l'Inter si porta in vantaggio, con Milito, servito da Pandev. Dida non può nulla contro il sinistro dell'argentino, che si conferma un vero e proprio 'castiga-Milan'. La squadra di Leonardo cerca di reagire ma l'Inter domina e non si fa intimorire, nemmeno di fronte alle numerose discese sulla sinistra di Antonini e Ronaldinho, e ai colpi di Beckham.
Al 26' viene ammonito Lucio, per simulazione dopo un contatto, dice l'arbitro: ma è davvero un'ammonizione ingiustificata quella rifilata al brasiliano. Tutta l'Inter infatti protesta, Rocchi prende di mira Sneijder e decide incredibilmente di estrarre il cartellino rosso per cacciare l'olandese ritenuto reo di aver esagerato, applaudendo, nel manifestare il suo dissenso nei confronti della decisione arbitrale. L'Inter resta in 10, ma stringe i denti di fronte agli attacchi rossoneri: al 30' una rovesciata di Ronaldinho, al 37' un corner velenoso sempre di Ronaldinho, al 39' una punizione di Pirlo. Eppure l'Inter non molla, provando a contrattaccare nonostante l'inferiorità numerica. Al 42' Pandev va all'attacco, Abate lo trattiene in area, ma Rocchi decide che non è abbastanza per concedere la massima punizione. Due i minuti di recupero concessi dall'arbitro, dopo i quali la prima frazione di gioco tra Inter e Milan termina 1-0 per la squadra di Mourinho, rimasta però con dieci uomini.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre con un cambio per i rossoneri, Seedorf al posto di Gattuso. Questa volta è il Milan a cominciare forte, con un colpo di testa di Seedorf da calcio d'angolo. Julio Cesar respinge col corpo, sulla ribattuta c'è però Ronaldinho, fuori di un soffio il suo tiro. Al 10' l'Inter però si fa vedere con una discesa di Milito che termina l'azione di sinistro: Dida fa suo il pallone senza troppa difficoltà. Subito è ribaltamento di fronte, con Borriello che si rende pericoloso due volte di seguito di testa a distanza di un minuto. Ma Julio Cesar difende la sua porta con tenacia. Al 14' il pericolo passa di nuovo dalla testa di Borriello, servito da Beckham: il pallone finisce alto. Prosegue l'assedio rossonero, eppure al 17' l'Inter va lo stesso vicina al raddoppio, con un palo clamoroso di Pandev servito da Milito. Un minuto dopo Favalli atterra Maicon, Rocchi però decide di graziare il difensore rossonero, che era già ammonito, e non estrae il giallo. La panchina interista insorge. L'arbitro, se non altro, concede la punizione: al 20' Pandev di sinistro fa partire un siluro imprendibile, Dida non può nulla, e tutto il 'Meazza' di fede nerazzurra esplode di gioia. Il Milan ferito continua gli assalti ma i traversoni di Beckham non vengono sfruttati adeguatamente dalle punte rossonere. Mourinho decide di fare alcuni cambiamenti: richiama Pandev prima e poi Milito, mandando in campo Thiago Motta e Balotelli. Forze fresche per sopperire all'estrema fatica di giocare in dieci. Rocchi concede cinque minuti di recupero e durante il primo di questi cinque minuti, Lucio si procura un giallo per fallo di mano in area, con conseguente rigore ed espulsione, perché già precedentemente ammonito. L'Inter resta in nove, eppure per il Milan non è proprio serata, perché al 47' Ronaldinho non riesce a trasformare dal dischetto grazie a uno strepitoso Julio Cesar. Dopo cinque minuti di recupero termina così un match davvero emozionante, Inter-Milan 2-0. E' il trionfo del carattere nerazzurro.

INTER-MILAN 2-0
Marcatori: 10' pt Milito, 20' st Pandev

Inter: 12 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 39 Santon; 4 Zanetti, 19 Cambiasso, 11 Muntari (42' st Cordoba); 10 Sneijder; 27 Pandev (21' st Thiago Motta), 22 Milito (35' st Balotelli)
A disposizione: 1 Toldo, 23 Materazzi, 30 Mancini, 89 Arnautovic
Allenatore: José Mourinho

Milan: 1 Dida; 20 Abate, 33 Thiago Silva, 19 Favalli, 77 Antonini (32' st Jankulovski); 8 Gattuso (1' st Seedorf), 21 Pirlo, 23 Ambrosini (34' st Huntelaar); 32 Beckham, 22 Borriello, 80 Ronaldinho
A disposizione: 12 Abbiati, 4 Kaladze, 25 Bonera, 9 Inzaghi
Allenatore: Leonardo

Arbitro: Gianluca Rocchi (sez.arbitrale di Firenze)
Note. Ammoniti: 3' pt Beckham, 26' pt Lucio, 28' pt Favalli, 38' pt Muntari, 20' st Pandev, 24' st Thiago Silva. Espulsi: 26' pt Sneijder, 40' pt Silvino, 46' st Lucio. Recupero: pt 2', st 5'. Spettatori: 80.018


Carica altri risultati