INTER-JUVENTUS: 2-1, NERAZZURRI IN SEMIFINALE

E' Balotelli il castiga Juventus, suo il gol che decide la vittoria in rimonta dopo il pari di Lucio

MILANO - Finisce 2-1 per l'Inter il match di Tim Cup contro la Juventus, con i nerazzurri che si qualificano per la semifinale. Il primo tempo si apre con la Juventus che a dieci minuti dall'inizio si porta in vantaggio, con un destro da fuori area di Diego che beffa Toldo. L'Inter tenta in ogni modo di trovare il pareggio ma non riesce a mettere più di tanto in difficoltà Buffon, mentre negli ultimi minuti della prima frazione di gioco le viene negato un rigore netto, per un mani, non involontario, di Felipe Melo in area. Nel secondo tempo l'Inter scende in campo aggressiva, ma è ancora la Juventus ad andare vicina al gol, con un palo trovato da Chiellini su colpo di testa. L'Inter però non molla e al 26' trova il pari, con Lucio che devia a rete una punizione di Sneijder. Quasi allo scadere della ripresa arriva anche il gol del vantaggio per l'Inter: sinistro di Thiago Motta dal limite, respinge Buffon ma Balotelli di interno destro va a segno implacabile. E' il 44', nerazzurri in vantaggio. Termina così Inter-Juventus, 2-1.



PRIMO TEMPO - Per il big match contro la Juventus, gara valida per i quarti di finale di Tim Cup 2009-2010, con Stankovic e Chivu out, ed Eto'o appena rientrato dalla Coppa d'Africa (tribuna per lui), José Mourinho manda in panchina Milito e si affida alla coppia d'attacco Balotelli-Pandev, supportati da Sneijder. A completare il centrocampo Zanetti, Cambiasso e Muntari, difesa composta da Maicon, Lucio, Materazzi e Santon, tra i pali Toldo, alla sua seconda presenza stagionale dopo il match di Coppa Italia Inter-Livorno del 16 dicembre.
Ancor prima del calcio d'inizio, un momento toccante: all'inizio del riscaldamento capitan Zanetti e Marco Materazzi portano due mazzi di fiori nella zona verde e rossa del primo anello, a ricordo dei due tifosi colpiti da infarto durante il derby, Carlo Longoni ed Ettore Cecchinato.
Nonostante sia falcidiata dagli infortuni, la Juventus prova a partire forte e ci riesce, al 10', con Diego che con un destro da fuori area beffa Toldo. Juventus in vantaggio. La squadra di Mourinho cerca subito di rispondere, con Balotelli pericoloso in area, ma Buffon non si fa trovare impreparato. Pochi minuti dopo la panchina nerazzurra protesta per un contatto in area, con Chiellini che allarga il braccio su Pandev. Al 20' l'Inter si rende insidiosa con una gran palla di Pandev per Maicon, che di destro però non trova la porta. Al 24' Balotelli ancora al tiro, ma troppo debole per mettere in difficoltà Buffon. Al 30' una punizione di Diego, che assomiglia di più a un passaggio, non crea nessuna difficoltà al portiere nerazzurro. Risponde poco dopo l'Inter con una punizione di Sneijder, ma Buffon risponde con sicurezza. Al 37' ancora ribaltamento di fronte, con un sinistro rasoterra di Grosso: Toldo accompagna in angolo. Al 43', per una brutta entrata su Pandev, l'Inter reclama l'ammonizione
Al 44' la panchina dell'Inter insorge contro Damato, i nerazzurri chiedono il rigore. Thiago Motta arriva sul fondo dell'area pronto al cross, Melo in scivolata alza il braccio destro e tocca il pallone, Damato opta per l'involontarietà, ma il rigore invece è evidente. Un minuto di recupero concesso dall'arbitro, dopo il quale la prima frazione di gioco tra Inter e Juventus termina 0-1, Juventus in vantaggio, ma con un rigore netto negato all'Inter.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre senza cambi, con l'Inter che si rende subito molto aggressiva e pericolosa là davanti grazie al trio Sneijder- Pandev-Balotelli. Eppure, al 10', è la Juventus vicinissima al raddoppio, con un colpo di testa di Chiellini: a salvare i nerazzurri dal gol il palo. E' il momento di apportare dei cambi: al quarto d'ora Mourinho richiama quindi Cambiasso per mandare in campo una punta in più, Diego Milito. Al 21' va in scena un contrasto in area tra Balotelli e Chiellini, davanti a Buffon, ma Damato lascia correre. Al 25' l'Inter va vicina al vantaggio con un destro secco di Balotelli ma non è ancora il momento. Un minuto dopo, però, eccolo che arriva: Melo atterra Maicon, è punizione per l'Inter. Tira Sneijder, Lucio devia con la punta del piede e manda la palla in rete, è il 26'. I nerazzurri ottengono il pari. La Juventus non ci sta, e si fa subito pericolosa con Candreva, ma il tiro va di poco a lato. Mourinho fa un altro cambio, esce Pandev, entra Muntari. Là davanti c'è sempre Milito a rendersi pericoloso, per ben due volte di seguito in un minuto, ma non è abbastanza. Quasi allo scadere della ripresa però arriva il gol del vantaggio per l'Inter: sinistro di Thiago Motta dal limite, respinge Buffon, ma Balotelli di interno destro va a segno implacabile. E' il 44', nerazzurri in vantaggio. Per Balotelli è l'ottavo gol stagionale, il quarto in carriera alla Juventus (2 nella Coppa Italia 2007-2008 e uno nello scorso campionato). Dopo tre minuti di recupero termina così Inter-Juventus, 2-1. I nerazzurri si qualificano per la semifinale di Coppa Italia, incontreranno la Fiorentina.


INTER-JUVENTUS 2-1

Marcatori: 10' pt Diego, 26' st Lucio, 44' st Balotelli

Inter: 1 Toldo; 13 Maicon, 6 Lucio, 23 Materazzi, 39 Santon; 4 Zanetti, 19 Cambiasso (16' st Milito), 8 Thiago Motta; 10 Sneijder; 45 Balotelli, 27 Pandev (35' st Muntari)
A disposizione: 12 Julio Cesar, 25 Samuel, 2 Cordoba, 7 Quaresma, 89 Arnautovic
Allenatore: José Mourinho

Juventus: 1 Buffon; 21 Grygera, 5 Cannavaro, 3 Chiellini, 6 Grosso; 26 Candreva, 22 Sissoko, 4 Melo, 29 De Ceglie (47' st Paolucci); 28 Diego; 11 Amauri
A disposizione: 13 Manninger, 15 Zebina, 33 Legrottaglie, 39 Marrone, 32 Yago, 43 Boniperti
Allenatore: Ciro Ferrara

Arbitro: Antonio Damato (sez.arbitrale di Barletta)
Note. Ammoniti: 42' pt Maicon, 5' st Chiellini, 26' st Melo, 31' st Cannavaro. Recupero: pt 1', st 3'.




Carica altri risultati